Come risolvere la paura del buio?

Inviata da Beatrice · 9 set 2013 Fobie

Ho 22 anni e ho serie difficoltà a rimanere sola al buio, quando mi ci trovo inizio a sudare, il cuore mi batte fortissimo e vado talmente in confusione che impiego del tempo a capire dove si trova l'interruttore della luce anche se magari ce l ho accanto! Sento il dovere di scappare via..è come se per me ci fosse sempre qualcuno pronto ad uccidermi o farmi male.È capitato più volte che scoppiassi in lacrime. Credevo che crescendo questa paura scomparisse ma non è stato cosi. Ho paura anche quando dormo non metto mai gambe e braccia fuori dal perimetro del mio letto e anche se ci sono 40 gradi tengo la coperta addosso per "protezione". Come posso fare per liberarmi di questa fobia? Ormai ho 22 anni..non 4.. Grazie mille in anticipo!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 SET 2013

Gentile utente,
credo che on line difficilmente possiamo dare "dritte" per risolvere il problema. Inoltre lei fornisce poche informazioni su di lei, eccetto l'età. Il suo stato relazionale, lavorativo, le relazioni sociali, ecc. Esistono delle tipologie di intervento, denominate cognitivo-comportamentali, le quali lavorano specificamente su un sintomo, in questo caso una fobia. Può vedere se ci sono psicoterapeuti di tale impostazione nelle sue vicinanze. In ogni caso i sintomi psicologici sono, quasi sempre, il riflesso di qualcosa di altro che "non funziona" e che talvolta non è così chiaro alla persona stessa che chiede la consulenza.
Quindi la sua paura del buio probabilmente "esiste" per un qualche motivo diverso dalla paura fine a se stessa (nonostante sia fastidiosa).
Ribadisco la necessità di un consulto di persona.

Restiamo in ascolto

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

388 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 SET 2013

E' possibile... Gentile Beatrice,
attraverso una breve terapia cognitivo-comportamentale: tecniche di rilassamento, modifica del pensiero disfunzionale, esposizione graduale.
Cordiali saluti
Dott.ssa Stefania Schiesaro Latina

Dott.ssa Stefania Schiesaro Psicologo a Latina

5 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 SET 2013

Di esperienza traumatica nel buio ne ho vissuta una..più o meno quando avevo 4-5 anni: sono sempre stata una bambina tranquilla ma, si vede che quel giorno avevo fatto tanti capricci e i miei genitori non ne potevano più. Cosi, mio padre, mi chiuse a chiave dentro la mia cameretta, da sola, a luci spente e tapparelle abbassate..insomma il buio totale! Mi ricordo di aver urlato tanto e di aver avuto paura perchè pensavo che all'interno della camera buia ci fossero dei lupi. Può darsi quindi, che questo fatto abbia inciso cosi tanto su di me da sfociare in una fobia vera e propria? Io voglio liberarmi da questa paura anche perchè la cosa peggiora se, per sbaglio, vedo scene impressionanti di film horror, riproduco nella mia mente in continuazione la scena che ho visto, quasi come se fosse un ossessione, e mi convinco che magari attorno a me, nel buio, esista realmente quel determinato personaggio, ambiente, situazione.. Beatrice.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2013

Cara Beatrice la paura è una brutta compagnia, le consiglio di chiedere un incontro con una psicoterapeuta per affrontare vis à vis la questione. Purtroppo nella lettera racconta poco della sua storia e non sono in grado di dirle altro
Saluti

Studio Di Psicologia In Corso Vittorio Psicologo a Torino

124 Risposte

57 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2013

Gentile signora Beatrice,
lo psicoterapeuta cognitivo comportamentale dopo una opportuna valutazione clinica anche con test psicologici, se nevcessario, si propone di accertare o escludere eventuali fobie, individua la gravità, le inserisce in una quadro diagnostico che possa spiagare i disagi patiti dalla persona e interviene specificatamente con strategie terapeutiche mirate e personalizzate. Nel caso in cui vengano accertate "fobie" si disponne di protocolli validati ufficialmente riconosciuti validi anche dalla "medicina basata sull'evidenza"
dr paolo zucconi, sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1590 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2013

Gentile Beatrice,
spesso le fobie sono legate ad eventi traumatici avvenuti in passato. Può succedere che la persona non si ricordi consciamente l'evento traumatico ma la paura irrazionale che lo assale sta li a ricordargli che qualcosa non va. In pratica la persona associa un elemento della scena traumatica (un ragno, un piccione o il buio) all'evento e quando è in contatto con quell'elemento riviva le sensazioni di terrore provate nel momento di pericolo. Questo è un meccanismo adattivo che il nostro organismo mette in atto per proteggerci ma che a volte, come nel tuo caso può essere disadattivo e provocare sofferenza e disagio. Ti consiglio di lavorare su questa tua paura con un esperto che ti possa aiutare a superarla.
Buon lavoro
Dr.ssa F. Parri

Dott.ssa Federica Parri Psicologo a Trieste

42 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2013

Gentile Beatrice,
sarebbe necessario innanzitutto capire l'origine della sua paura, i motivi profondi che la mantengono tanto viva; una volta capito questo si potrà lavorare sul momento attuale per aiutarla a superare e quindi risolvere la sua paura. Le suggerisco un percorso di supporto psicologico e psicoterapeutico con un professionista della sua zona. Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

480 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2013

Gentile Beatrice,
la invito a contattare uno specialista nella sua zona ed affrontare con convinzione il suo disagio.

Cordialmente,
Dott.ssa Raffaella Orlando

Dott.ssa Raffaella Orlando Psicologo a Napoli

201 Risposte

105 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 SET 2013

Gentile Beatrice,
la maniera più semplice è quella di fare una consulenza psicologica ed eventualmente iniziare un trattamento specifico per i disturbi d'ansia.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo Viterbo

Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo a Viterbo

834 Risposte

773 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Fobie

Vedere più psicologi specializzati in Fobie

Altre domande su Fobie

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18300

psicologi

domande 28900

domande

Risposte 98900

Risposte