Non mi sento bene con me stessa

Inviata da Laura Ivan · 12 feb 2019 Crisi esistenziale

Buongiorno a tutti, scusate se mi dilungheró ma vorrei spiegare esattamente come mi sento.
Sono una ragazza di 20 anni e mi capita spesso di sentirmi inadeguata e fuori dal gruppo, diversa dagli altri e questo in cuor mio mi ha sempre provocato un disagio interiore.
Faccio fatica a fidarmi delle persone e anche per questo motivo ogni volta mi sembra sempre che abbiano qualcosa da ridire su di me, che mi trovino strana... Infatti con questo tipo di persone tendo ad intimidirmi e non riesco a socializzare come vorrei.
Con i miei amici sono tutt'altra persona... Molto aperta, scherzosa e ci parlo per ore, loro li ho conosciuti ancora nei primi anni di adolescenza quando non avevo tutti questi pensieri negativi su me stessa e mi aprivo volentieri ad amicizie.. Ultimamente non riesco più a farne di nuove.
La cosa che mi provoca più disagio è che io so che sono una brava ragazza, anche solare e comunque.. Una ragazza normale, di bell'aspetto come tante altre,eppure non riesco a trasmetterlo.. Do sempre l'impressione di essere cupa, antipatica, snob.. Come se fossi chiusa in me stessa... Per questo nessuno tende a volermi conoscere meglio, ma ormai il rapporto che si crea è distaccato perché so che pensano male di me e non riesco proprio a mostrarmi per quello che sono.
Inoltre lavoro in hotel e villaggi da anni ormai... Sono tutti espansivi e fanno amicizia subito (nonostante molti sono sbruffoni ci riescono comunque).. Io invece faccio ancora fatica e mi sento spesso fuori dal gruppo.
Il mio ragazzo l'ho conosciuto in stagione e fa l'animatore (abbiano una relazione a distanza) ovviamente molto espansivo, solare, tutti gli vogliono bene... Io al contrario, non riesco a farmi apprezzare e anche questo mi fa sentire sbagliata. Lui mi dice che sono timida ed è per questo che gli sono piaciuta, che sono intelligente e mi trova fantastica anche perché appunto, diversa da tutti.
Non so perché ma non riesco a crederci anche se stiamo insieme da 1 anno e mezzo. Penso "come posso piacergli io quando ha tutte quelle colleghe simpatiche, alla mano e che tutti amano?". A volte, lo ammetto, vorrei essere anche io così e invidio il loro modo di fare... Forse solo per sentirmi parte di un gruppo per una volta, anche se nonostante questo io so di avere dei valori e dei pregi diversi....solo che questa cosa mi limita da tutte le cose che vorrei fare, perché io in fondo sono uno spirito libero.
So anche che tutti questi miei disagi sono provocati dal fatto che mia madre non mi ha mai dato amore, è sempre stata distaccata da me e mi ha sempre criticato per ogni cosa... Dunque col tempo la mia autostima è calata e sono diventata la persona che sono ora.
Io vorrei solo smettere di sentirmi male perché non sono come gli altri, smetterla di fregarmi di quello che la gente può pensare di me e cominciare ad amarmi . Come posso fare?
Vi ringrazio in anticipo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 FEB 2019

Cara Laura, mi dispiace per la tua sofferenza. Ma vedi: nelle tue ultime righe ti sei data la risposta da sola. Tua madre non ti ha dato il necessario per uno sviluppo armonico della tua personalità. Ti è mancato l'affetto ed il sostegno per maturare una piena fiducia in te stessa, che poi vuol dire avere autostima ed assertività adeguate. Ad occhio e croce però sei stata molto brava a portare avanti la tua vita, mi sembra con risultati più che soddisfacenti.
Adesso che ti affacci alle soglie dell'età adulta (perché, non dimentichiamo., sei ancora piccolina, dopotutto!) sarebbe molto importante che tu trovassi il sostegno che meriti con una psicoterapia o almeno un gruppo di auto-aiuto. Si tratta di gruppi con persone con vari problemi che si riuniscono per aiutarsi vicendevolmente, ce ne sono in quasi tutti i centri urbani. Ma meglio sarebbe una psicoterapia, appena te lo potrai permettere. Se tu abitassi nella mia città ti offrirei qualche ora di sostegno gratuito. Un caro saluto
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

944 Risposte

382 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 FEB 2019

Gentile Laura,
dalle tue parole emerge che nonostante la tua timidezza, sei una ragazza intraprendente, in grado di lavorare in gruppi ed in circostanze dove ci si deve relazionare con molte persone.
Il tuo essere diversa viene considerato dal tuo ragazzo un tuo pregio, che ha fatto si che ti scegliesse tra molte ragazze.
È possibile che il tuo vissuto negativo nella relazione con tua madre, sia responsabile delle difficoltà e della mancanza di autostima.
Ti suggerisco di iniziare un percorso psicologico mirato a rinforzare le potenzialità e le risorse che certamente possiedi. Recuperare la fiducia in te stessa è il primo passo per poi migliorare nelle relazioni con gli altri e sviluppare una tua progettualità.
Un caro saluto
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1360 Risposte

1232 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 FEB 2019

Gentile Laura Ivan,
mi sembra che lei abbia un ottima consapevolezza della propria situazione e molte risorse da mettere in campo per un cambiamento che desidera da tempo. L'autostima è piuttosto bassa, anche per influenze ambientali (rapporto con la madre), paura del confronto, paura del giudizio altrui. La timidezza e la riservatezza sono punti-forza che lei fatica a riconoscersi. E' proprio la diversità caratteriale il collante di molte coppie felici che durano nel tempo.
Per esprimere il vero se ed essere maggiormente autentica nella relazione con l'altro occorre conoscersi in modo significativo. E' necessario un lavoro di accettazione incondizionata di se.
Per realizzare il cambiamento prenda l'iniziativa, contatti un professionista che possa accompagnarla in questo compito alla scoperta di se stessa.
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2757 Risposte

2240 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 FEB 2019

Buongiorno Laura. Nella sua richiesta leggo le domande, i dubbi, il senso di inadeguatezza di molto suoi coetanei, con cui lavoro, nell'affrontare un momento importante di passaggio all'età adulta. Di solito riusciamo a fare insieme un percorso di grande scoperta. E' necessario poter accettare le proprie caratteristiche, trovandone le peculiarità, le parti positive. Un po' come ha fatto il suo ragazzo con lei. lei si sente sbagliata rispetto ai coetanei più aperti, fa un confronto continuo, peraltro facendo riferimento a chi vede migliore. Già solo cambiando lo sguardo verso il mondo potrebbe vedere chi come lei è anche semplicemente introverso e timido. Non è un difetto, ma una caratteristica che comporta altre qualità. Quando si impara ad amare noi stessi, non si ha più bisogno di rincorrere modelli altrui. La sua timidezza si accompagna certamente a sensibilità. Le sarebbe utile un lavoro che possa toccare ciò che lei ha già chiaro: sentirsi meno amata a apprezzata da sua madre. E anche per eliminare la parte di giudizio che lei vive nel sentirsi diversa. Lei è in un'età già adulta ma in cui si possono fare tanti progressi e tante scoperte su di sé. Le auguro di poter procedere in questo senso, ascoltando anche chi le vuole bene.
Resto a sua disposizione in messaggio privato se vorrà.
Mara Gallo

Dr.ssa Mara Gallo - Psicologa Psicologo a Torino

32 Risposte

51 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24800

domande

Risposte 88350

Risposte