Mi sento persa. Mi sento sola e non più me stessa. Vorrei non provare più nulla.

Inviata da sparks · 24 ago 2021

Ciao.
Ho 31 anni, sono fidanzata da 12, sono figlia unica, vivo con i miei, e ho ritrovato lavoro da poco (per l'ennesima volta).
Sono disperata.. credo di aver raggiunto il mio limite di sopportazione nei confronti di ogni cosa, di ogni persona, ogni gesto, ogni voce di chi mi sta intorno. Non ce la faccio più. Sono stanca.. sono stanca mentalmente, fisicamente ed emotivamente. Ho bisogno di aiuto. Non riesco a trovare felicità, seppur momentanea, in nulla. Passo da momenti in cui mi motivo fortemente e provo ad essere fiduciosa negli avvenimenti e nelle persone, a momenti di sconforto totale in cui scoppio in crisi di nervi e di pianto, momenti in cui vorrei annullarmi totalmente. Questo è uno di quei momenti.. ho un dolore in petto tremendo, sento una tristezza ed una solitudine immense. Sento di essere così diversa dagli altri che arrivo a non sentirmi al mio posto in nessun luogo, forse non è nemmeno l'epoca giusta per me. Sento di trovarmi in un mondo sbagliato dove i miei principi e i miei valori forse non sono concepiti, dicono che sono esagerata nell'essere troppo ligia. Non riesco a trovare nessuno come me. Non riesco ad uscire da questo limbo, e ho paura di rovinare anche le poche cose belle che ho, perché non riesco più a discerne il giusto dallo sbagliato o il buono dal cattivo. Fino a qualche tempo fa la mia forte empatia mi aiutava a capire tante situazioni e persone, adesso sono totalmente persa. Non so più che fine sta facendo la mia mente, non riconosco più me stessa. Vorrei parlare con un professionista, ma poi penso sempre che forse incontrerei la persona sbagliata, e proprio nel momento di mia maggiore vulnerabilità, finirei per non ricevere l'aiuto adeguato e quello sarebbe l'inizio della fine per me. Smetterei totalmente di avere fiducia nel prossimo e mi chiuderei in me stessa fino ad annullarmi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 AGO 2021

Buongiorno sparks, ha avuto un grande coraggio a descrivere, su questo portale, la difficile situazione che sta vivendo. Dalle sue parole emerge una forte sofferenza, una forte stanchezza mentale che vuole provare a superare per poter uscire dal limbo in cui si trova ora. Si sente sola perchè non si sente capita dagli altri, si sente come se vivesse in un tempo non suo, si sente diversa ma la diversità è la forza di ciascuna persona, è ciò che distingue l'uno dall'altro e che definisce la nostra unicità. Il suo è un forte grido d'aiuto che accolgo. Deve trovare però la forza di fidarsi dell'altro e di affidarsi a un professionista che l'aiuti a superare la sua sofferenza, senza avere paura di incontrare la persona sbagliata ma, avendo come obiettivo, il raggiungimento del benessere psicologico.
Resto a sua completa disposizione
Dott.ssa Francesca Araneo

Francesca Araneo Psicologo a Pescara

69 Risposte

38 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 AGO 2021

Buongiorno, intanto penso che autorizzarsi a scrivere questo messaggio sia stato un buon atto di cura verso se stessa, complimenti, la domanda di aiuto è un primo passo per ritrovare il benessere.
Leggendo le sue parole colgo bene questo sentimento di perdita che descrive. A volte quando percepiamo di perdere noi stessi in verità stiamo perdendo una componente fondamentale che in effetti ci appartiene: la nostra norma di soddisfazione, il piacere, verso la vita, verso i rapporti e verso se stessi, che spesso lascia il posto ad un giudizio critico rispetto alla propria persona fino a giungere a ciò che lei stessa esprime, l'annullamento.
Nel suo caso penso sia molto importante riscoprire quella norma di soddisfazione, ma per far sì che ciò avvenga è necessario che lei operi un atto di presa in carico della sua situazione in un contesto clinico, con un professionista che possa supportarla nel lavoro di recupero e analisi della sua storia di vita al fine di comprendere le ragioni del malessere che prova e riscoprire in lei le risorse per farsi portatrice di un più stabile stato di benessere.
Non esiti a contattarmi se desidera avviare un percorso psicologico, il nostro centro clinico con sede a Torino offre la possibilità di organizzare incontri in presenza o tramite la modalità online.
Rimango disponibile,

Dott. Giancarlo Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

716 Risposte

341 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 AGO 2021

Buonasera Sparks,
credo che sia stato importante per lei riuscire a trovare il coraggio di scrivere tutti questi vissuti e dare loro un nome. Dalle sue parole comprendo quanto deve essere difficile vivere sperimentando la sensazione di sentirsi in un mondo estraneo ai suoi valori e la fatica che la appesantisce rischiando di spegnere i suoi sorrisi quotidianamente, svuotando il senso di ogni cosa. Io credo che sia importante per lei provare ad intraprendere un percorso di esplorazione psicologica, con l'intento di trovare dei punti luce che possano nutrire positivamente il suo mondo interno.
Resto a sua disposizione.

Dott. Riccardo Scalcinati
Psicologo n.19434, Psicoterapeuta

Dott. Riccardo Scalcinati Psicologo a Cavenago di Brianza

16 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 AGO 2021

Ciao..sento tanto disorientamento,malessere ,confusione e sentirsi fuori posto..nelle tue parole. Sembri consapevole dei tuoi bisogni e di voler trovare il bando della matassa di questa insoddisfazione generale che sembri provare per la vita, e allo stesso tempo sfiduciata e/o spaventata di affrontare con un professionista la tua situazione.
Cosa molto normale direi. Si ha sempre paura di andare a guardare qualcosa che non conosciamo ma temiamo allo.stesso tempo . Tutti. Ma non conoscono altre strade per stare meglio.
Un caro saluto.
Dott.ssa Belinda Doria

Dott.ssa Belinda Doria Psicologo a Vecchiano

150 Risposte

65 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 AGO 2021

Cara Sparks,
dentro le sue parole si percepisce tutto il dolore che sta provando ma insieme ad esso mi sembra di intravedere una grande sensibilità ed anche della speranza, speranza di un cambiamento che è probabilmente ciò che la porta a scrivere in questo spazio d'ascolto virtuale. è lecito sentirsi estranei agli altri, siamo tutti diversi e forse, a volte, può sembrarci che per gli altri sia più facile adattarsi e scendere a compromessi per "omologarsi" agli altri. Se c'è una cosa che la terapia mi ha insegnato è stata che prima di scendere a compromessi con gli altri ed accettarli per ciò che sono, è necessario comprendere e scendere a compromessi con noi stessi e la nostra diversità. Comprendere che questa, se abbracciata e compresa, è in realtà il nostro punto di forza, dobbiamo però essere noi per primi a riconoscerla e a darle la giusta dignità affinché anche gli altri possano comprendere come è proprio la nostra diversità a farci risplendere e a darci un valore tutto nostro, unico ed irripetibile. La terapia non è mai un percorso lineare, ma la libertà che si acquista alla fine di questa ci ripaga di tutte le fatiche del percorso. Non è sempre facile trovare il professionista adatto al primo colpo, provi a fare dei primi colloqui con chi lei sente più affine e probabilmente troverà la persona giusta che la accompagnerà nel suo percorso.
Le faccio un grande in bocca al lupo e resto a disposizione anche online.
Un caro saluto,
Dott.ssa Camilla Ripa

Dott.ssa Camilla Ripa Psicologo a Torino

76 Risposte

33 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 AGO 2021

Gentile Sparks,
lo scrittore e poeta Paul Valery diceva "arricchiamoci delle nostre reciproche differenze". Può sentire di essere in un tempo sbagliato o di essere sbagliata tra persone con valori diversi (o sentire sbagliate loro) oppure potrebbe valorizzare le sue differenze e quelle degli altri, e lavorare su un'integrazione graduale dei punti di vista nelle interazioni quotidiane.
Continui pure a muoversi con prudenza verso le persone, in fondo la fiducia è una cosa che si dà a piccole dosi, si mette alla prova, si consolida a medio-lungo termine.
Può essere utile essere supportata da un/una professionista in questo momento di sconforto, di vissuti emotivi particolari. Non si "affidi" a lui/lei, piuttosto unisca le sue forze per concordare di volta in volta obiettivi terapeutici e di crescita e metta alla prova questi obiettivi, ricalibrandoli se serve, per riscoprire le sue risorse lasciate sopite, ritrovando maggiore equilibrio ed autonomia.
Le faccio i miei migliori auguri.
Dott. Giovanni Iacoviello


Dott. Giovanni Iacoviello Psicologo a Bergamo

158 Risposte

109 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 AGO 2021

Cara Sparks,
Mi dispiace per come si sente.
Ha fatto bene a scrivere in questo portale.
Cerchi di aprirsi e dare fiducia ad un professionista.
Provare non costa nulla.
Resto a disposizione anche online se vorrai per un colloquio conoscitivo.
Le auguro periodi migliori e più sereno.
Cordiali saluti.

Dott.ssa Margherita Romeo

Dott.ssa Margherita Romeo Psicologo a Roma

946 Risposte

290 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 AGO 2021

Cara Sparks
comprendo quanto sia faticoso trovare un punto di equilibrio dentro di lei fra continui desideri e disillusioni.
Cecare un centro di equilibrio dentro di sé è un’esigenza incomprimibile, altrimenti il vivere diventa come lei descrive, o estremamente doloroso o un limbo senza emozioni.
Ma quando questo succede è perché noi non riusciamo più ad essere guidati da ‘fari’ interni; cosa sono i nostri fari interni? Sono le nostre vere passioni e i nostri veri desideri: in poche parole la parte più autentica di noi.
Come mai ad un certo punto ci troviamo in questa condizione dolorosa?
Perché o nella nostra storia infantile siamo stati costretti a reprime alcuni aspetti di noi, o perché alcune esperienze ci hanno spaventato o entrambe le cose.
Ecco allora che tentiamo faticosamente di trovare un adattamento tra valori interni e mondo esterno, come se fosse un lavoro quotidiano che ci logora.
Invece il rispondere alle esigenze del mondo esterno dovrebbe essere automatico, cioè ci dovremmo solo concentrarci sulle difficoltà esterne e non anche su che cosa non funziona in noi.
Quando questo continuo lavorio ci impegna ecco la fatica che lei descrive; per superare questa condizione è necessario ritrovare i nostri fari e solo così facendo può vivere con la leggerezza che lei desidera.
Si affidi con fiducia ad un professionista e vedrà che saprà ritrovare o trovare una condizione di serenità che le permette di godere delle cose belle intorno a lei.
Un augurio
Giordana Milani

Dott.ssa Milani Giordana Psicologo a Biella

198 Risposte

73 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 AGO 2021

Cara,

sarebbe fondamentale approfondire l'origine del suo sconforto, alternato a momenti di forte motivazione, alla luce delle sue relazioni significative. Il suo fidanzato lo sente come una risorsa o un vincolo al suo benessere? Come pensa che la prenderebbero i suoi genitori se lei andasse a vivere fuori casa?
Se decidesse di intraprendere un viaggio alla scoperta e riscoperta di sé, questo la aiuterebbe a dare un nuovo significato rispetto alle scelte, persone ed eventi che hanno contribuito a riempire o svuotare la sua vita.
Sono a sua completa disposizione, anche online.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

496 Risposte

170 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 AGO 2021

Salve, mi dispiace per il disagio espresso. Crearsi uno spazio d’ascolto in cui riflettere su ciò che sente le potrebbe essere d’aiuto per riflettere sulle origini e le cause delle difficoltà emerse e per costruire una maggiore consapevolezza dei propri vissuti emotivi, oltre che guidarla nell’individuazione delle risorse a sua disposizione.

Cordialmente,
Dott.ssa F.M.

Dott.ssa Francesca Moscetta Psicologo a Roma

170 Risposte

53 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 AGO 2021

Buongiorno sparks,
Scrivere su questa piattaforma è già un primo importante passo per mettersi in gioco. E questo è un ottimo segno.
Noi non siamo quello che produciamo, anche se produrre ci serve a vivere. Siamo un bene a prescindere. Possiamo vivere una vita fuori di noi, mendicando consensi e approvazione. E questo ci logora dentro.
Occorre guardarsi con gli occhi giusti, accogliere la meraviglia che ognuno di noi è e quindi indirizzare i nostri passi verso ciò che sentiamo di fare.
Non è un cammino in discesa ma è possibile. Serve la decisione di mettersi in cammino in questa direzione: il proprio benessere
Le auguro il meglio e resto a disposizione
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

592 Risposte

349 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18900

psicologi

domande 30150

domande

Risposte 103100

Risposte