Perchè non sto bene con me stessa e con il mio partner?

Inviata da Val · 21 ott 2015 Terapia di coppia

Salve, sono una ragazza di 24 anni, fino a poco tempo fa felice. Ho un lavoro, una bella famiglia, anche se è venuta a mancare la mia mamma quando avevo 14 anni ed ora ho un fidanzato. Sono quasi 6 mesi che stiamo insieme, all'inizio era il mio complice, la mia roccia, mi sentivo protetta. Ora piango quasi tutti i giorni, non mi sento capita e rispettata, minaccia spesso di lasciarmi e per me questa idea di abbandono improvviso e senza motivo è straziante. Ho paura, so che sono io la causa del mio dolore e delle continue minacce, ma non so come farmi rispettare e poter reagire diversamente a tutto questo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 OTT 2015

Gentile lettrice,
lei non dice nulla sui motivi per cui dopo 6 mesi il rapporto si è deteriorato così tanto.
Inoltre mi permetta di farle notare che lei è un pò contraddittoria perchè prima dice che la minaccia del suo fidanzato di lasciarla è senza motivo e subito dopo dice invece che sa di essere lei la causa di queste minacce!
Potrebbe essere che lei sia particolarmente esigente e direttiva nel rapporto e che questo lui non lo sopporti ( ma questa è solo una ipotesi).
Se invece lei si riconosce un problema di scarsa assertività, può rivolgersi ad uno psicoterapeuta per un training apposito.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7126 Risposte

20287 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 OTT 2015

Cara VaL,
per quali motivi non si sente rispettata dal suo ragazzo? E come mai lui minaccia di lasciarla? E' perchè la vede triste o succede altro?
Credo che la cosa migliore in questo momento sia farsi aiutare da qualcuno nel comprendere cosa sta accadendo e come mai non riesce a reagire. A volte non riusciamo a reagire quando non crediamo in noi stessi e soffriamo tanto da dimenticarci le nostre risorse.

Dr.ssa Anna Lucia Sabetta Psicologo a Leverano

2 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 OTT 2015

Gentile VaL.,
ha provato a capire quale possa essere la causa del non SENTIRSI rispettata e capita? E' REALE? Ci sono state delle situazioni oggettive con il suo ragazzo che l'hanno portata a questo?
La inviterei, tuttavia, qualunque sia la risposta, a riflettere e lavorare, con l'aiuto di un professionista, sulla sua autostima, sull'idea dell'abbandono e sul concetto di indipendenza (quest'ultimo fondamentale sia se si è in coppia, che da soli).
Un caro saluto,
Dott.ssa Monica Di Giambattista

Dott.ssa Monica Di Giambattista Psicologo a Giulianova

38 Risposte

71 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 OTT 2015

Cara Val
sei mesi di relazione sono pochi e se il suo ragazzo mostra già atteggiamenti simili allora ci deve essere qualcosa che non và in lui più che nella relazione.
Ovviamente anche lei deve aver messo la sua parte di "sottomissione" nel rapporto e poca capacità di farsi valere e questo ha portato lui a sentirsi padrone e signore della situazione.
Vivere una relazione sotto minaccia di essere lasciati è qualcosa di inaccettabile e credo proprio che lei debba trovare la forza di far comprendere a lui che questo "gioco" non vale e se lui (dopo che gli avrà parlato) ripete ancora l' "affermazione minacciante" ... lo lasci!
Con questo dire spero almeno di averla fatta riflettere.
Un caro saluto Dott Silvana Ceccucci Psicologa-Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7031 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 OTT 2015

Buonasera Val., difficilmente le relazioni cambiano all'improvviso senza un motivo, che sia apparente o meno, reale o non, implicito o esplicito, etc. In un qualche momento deve essere successo qualcosa per cui il suo compagno ha cominciato a minacciare di abbandonarla. Se lui fosse d'accordo, prima sarebbe il caso di fare una chiacchierata franca ed assertiva (ovvero, esponendo i suoi vissuti di abbandono, ma anche i suoi bisogni e desideri, come mai lo sentiva la sua roccia, etc.). Ripeto, se possibile in modo tranquillo ed aperto; questo in quanto, se la discussione comincia a prendere una piega di urla e si va verso una escalation di rabbia, ciò che vi trasmetterete sarà solo la forma della discussione ma non il contenuto. Dunque, tempo perso (o quasi), tanta energia sprecata ed incanalata malamente etc.Comunque, dovesse succedere questo, consiglio una terapia di coppia, se anche lui fosse d'accordo, per analizzare il momento di cambiamento (nel caso non lo troviate o capiate durante la discussione) che sta minando il rapporto. Invece, nel caso il suo partner non volesse partecipare alla terapia, credo che potrebbe pensare ad una terapia di sostegno psicologico ed analizzare non solo i motivi per cui, secondo lei, la coppia si trova in questa situazione, ma anche andare ad esaminare i suoi bisogni, voglie e desideri e se il partner con cui sta al momento, possa soddisfarli o meno. Sarò, tuttavia, chiaro: eventualmente decidesse per questa seconda opzione, la domanda al collega o l'obiettivo terapeutico, non dovrà mai essere se potete stare o meno insieme (anche perché manca il suo partner), ma di cosa ha bisogno lei per avere una relazione che la renda soddisfatta, abbastanza felice e che la possa far programmare un futuro anche a breve-medio termine (questa è una possibile domanda, ma sarà comunque il/la collega, insieme a lei, a decidere come e dove orientarsi).
Buona fortuna,
dott. Massimo Bedetti,
Psicologo/Psicoterapeuta Costruttivista Postrazionalista-Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

723 Risposte

1074 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 OTT 2015

Cara VaL,
quali sono le ragioni dele minacce del suo ragazzo di lasciarla? Dipende dal fatto che lei piange e gli dice di non essere compresa o vi sono altre ragioni?

Farsi rispettare richiede una certa dose di fiducia in se stessi e consapevolezza delle proprie risorse e dei propri limiti. Ha pensato di rivolgersi ad uno psicologo per allenare la sua assertività e migliorare la stima di sè?

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2072 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 OTT 2015

Gentile VaL,
purtroppo nel suo scritto non è chiaro il motivo di questa minaccia d'abbandono da parte del suo fidanzato, se si riferisce a fatti avvenuti o dipende dal suo (di lei che scrive) carattere o modo di comportarsi. Per poterla orientare sarebbe importante sapere questo e quando tutto ciò è iniziato. Lei sente che qualcosa tra voi è cambiato tanto da portare lui a minacciare di lasciarla? Ci dice che non è in grado di farsi rispettare e non sà come reagire, è la sua prima relazione? Come vede ci sarebbe tanto da indagare per poterla comprendere, il suggerimento è di richiedere una consulenza psicologica de visu per poter essere ascoltata e consigliata in modo adeguato. Può rivolgersi anche ad un consultorio pubblico familiare più vicino a casa sua.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2831 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte