Mi sento sempre inquieto e insoddisfatto di me stesso..

Inviata da Morpheus · 16 nov 2015 Autorealizzazione e orientamiento personale

Gentili psicologi vi scrivo perché da molto tempo non riesco a ritrovare la mia dimensione.. ho letto domande molto simili sul forum, però vorrei ricevere dei consigli per la mia personale condizione che da un po' mi preoccupa... ho 22 anni e sono sulla strada per diventare un infelice cronico. Da quando ho terminato le scuole superiori ho perso quelle poche certezze che avevo, ho deciso di lasciare casa e partire lontano dove nessuno mi conoscesse e credo di aver sbagliato tutto. Dai 19 anni in poi è iniziato questo circolo vizioso fatto di ansie, solitudini e vuoti esistenziali. Non sono mai soddisfatto, non so' neanche io cosa voglio, potrei toccare la luna con le dita in questo momento ma non sarei mai contento.. effettivamente ci sono dei buchi nella mia esistenza che mi fanno male molto, in particolare l'assenza di relazioni sentimentali praticamente da sempre.. sono un ragazzo gay, ho provato a frequentare circoli, locali, chat però poi scocciato ho mollato tutto perché ho capito che quello che cerco io non lo troverò con molta facilità.. io cerco un sentimento puro, vero, ma allo stesso tempo sono frustrato per la mancanza di relazioni sessuali con i miei coetanei. Mi manca il contatto fisico, non avendolo mai provato mi sento male quando guardo qualche bel ragazzo perché non riesco a farmi avanti.. in verità ora mai non riesco a farmi avanti con nessuno, tant'è che mi sono isolato dal mondo intero. Spesso e volentieri a scuola ero quello preso in giro deriso e penso di essermi costruito una corazzatura che mi è difficile eliminare.. prima pensavo fossero gli altri ad evitarmi, ma ho notato che gli altri provano a sorridermi a guardarmi negli occhi ma io sono totalmente ripiegato in me stesso e noto che questo atteggiamento infastidisce molto, ma non riesco ad essere diversamente.. forse dovrei accettare questo periodo , però se penso che non esco più con nessuno da tre anni e vivo da perfetto eremita provo molta pena per me!! cosa devo fare?? poi aggiungiamoci che sono in ritardo con l'università e il gioco è fatto.. completo disastro.. ultimamente sono sempre apatico quasi atarassico e ho paura che non tornerò più la persona di prima.. Quando provo a fare dei progressi non provo quasi mai soddisfazione per me stesso, come se non li sentissi.. Dovrei essere fiero di me perché comunque in questi anni ho fatto cose che pensavo inimmaginabili per me.. mi sono dichiarato con quasi tutti i miei familiari anche se devo dire che non l'hanno presa bene.. mia madre in particolare.. un disastro.. pianti, tragedie a non finire, mamma mia.. Poi anche quando cerco di migliorarmi fisicamente oppure supero un esame non provo assolutamente nulla.. povero me, perché sono diventato così??

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 18 GEN 2016

Carissimo
mi ha fatto molta simpatia leggere la tua lettera (che ho letto solo ora).
Forse e, infatti lo dici, tu non lo sai ma sai renderti davvero molto simpatico e dalla tua lettera (drammatica) che fa scattare subito empatia nei tuoi confronti, traspare anche una certa ironia che, se tu lo volessi, potrebbe essere la tua "arma vincente".
Ecco, voglio soffermarmi ancora un poco su queste considerazioni: c'è questa solitudine e questa tristezza, c'è la tua totale sincerità nel descriverti e c'è questa sottile ironia, a mio modo di vedere, ciò significa che ti vuoi bene.
Sembra che ora la tua vita sia un poco ferma, ma è solo una apparenza; sotterranea si muove una forma di progresso non ancora visibile all'esterno ma che c'è.
Una cosa però non devi fare carissimo, ed quella di dire questa frase: "credo di aver sbagliato tutto".
Ormai, l'hai detta, però ti prego di non dirla e soprattutto non pensarla più.
Tu non hai affatto sbagliato tutto.
Hai fatto delle esperienze, ti sei allontanato (coraggioso!) da un ambiente angusto, hai fatto la tua dichiarazione in merito alla tua sessualità, hai saputo accettare le critiche pesanti anche dei tuoi, hai superato le difficoltà dovute a bullismo che ti hanno segnato e oppresso (ne sei venuto fuori!), hai portato avanti la tua vita, ti sento vincente anche se sembri perdente.... poi hai cominciato ad osservare, questa è la cosa più importante di tutte ... hai visto che gli altri ti guardano e ti sorridono... (è fantastico!)... ti sei reso conto che sei tu che sei "chiuso e ripiegato in te stesso" (una consapevolezza raggiunta, ha un grande valore).
Detto tutto questo, ora a bloccarti, c'è il tuo non considerarti niente e il tuo pensiero cupo.
Cambia pensieri, totalmente, vedi quello che ho visto io e che certo altri vedono...guardati con occhi diversi, anche con la tua ironia: sei forte!!!
Fai una cosa Everloving...riprendi a studiare con fiducia e caparbiamente, dimostra agli altri che vali, sforzati, impegnati ma via ogni cupezza.
Hai 22 anni e superate già tante prove.
Percorso un tratto importante in una via eroica.
Guarda negli occhi i compagni e fai l'occhiolino a quelli che ti piacciono, ci saranno altre delusioni ma anche il doppio di gioie, aspettatele.
Meriti!
Un caro saluto Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7044 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 GEN 2016

Mi colpisce molto la tua capacità introspettiva, il tuo desiderio di capire te stesso e cosa provi e hai provato nel passato. Dici che ti sei costruito una corazza ed essa ti ha permesso di difenderti dagli attacchi e dai rifiuti che hai ricevuto ma forse si è inspessita a tal punto da farti perdere il contatto con le tue emozioni profonde...forse questa tua sensazione di essere infelice ti ha fermato ma ti sta anche permettendo di porti delle domande, di cercare, ti guardare te stesso. Ciò che ti sta succedendo può essere compreso nn dai pensieri logici e razionalizzazioni ma dalle emozioni. Forse è utile chiedersi: cosa mi piace? Cosa potrei fare ora che mi fa piacere? Vivere i piccoli momenti quotidiani con curiosità e più attenzione alle emozioni che senti. Il tuo focus potrebbe essere il qui ed ora per trovare e riscoprire il piacere e la serenità..piano piano le risposte che cerchi ti arriveranno dalle esperienze di ogni giorno...e gli occhi invece di essere troppo chini verso il basso (passato) o troppo alti (verso il futuro) potranno dirigersi dritti verso le persone che hai di fronte ogni giorno e vedere in loro il riconoscimento del tuo valore.

Nadia Calderaro Psicologo a Tombolo

20 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 DIC 2015

Gentile utente,
lei ha dimostrato una buona dose di coraggio già per il solo fatto di essersi allontanato da casa e fatto coming-out con i suoi familiari.
Prima di pensare ad una relazione sentimentale importante deve continuare a migliorare il suo livello di autostima e perseguire una sua autonomia attraverso lo studio e poi il lavoro.
Sicuramente potrebbe giovarsi di un sostegno psicologico che le suggerisco anche per superare probabili traumi passati.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7130 Risposte

20295 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 NOV 2015

Gentile ragazzo,
ho letto attentamente la sua richiesta dove emerge una forte componente di forza di volontà e anche una buona capacità introspettiva, questi sono i presupposti di base per poter avviare un percorso di psicoterapia ed è ciò che in questo momento della sua vita le farebbe bene per sbloccare, per aprirsi con più fiducia alle sue passioni e agli altri. La spinta è verso la vita e la tendenza all'inazione è ciò che contrasta la vita e la rende inutile. E' stato capace di molti cambiamenti nella sua vita, non si fermi proprio ora!
Le faccio tanti auguri alla scoperta di se stesso!

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2831 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24800

domande

Risposte 88350

Risposte