Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come posso smettere di essere diffidente?

Inviata da giada il 13 lug 2015 Terapia familiare

Buon pomeriggio, sono anni ormai che non mi fido di quello che dicono le persone a me care, specialmente dopo variavvenimenti accaduti dopo il mio matrimonio con il convivere accanto ai miei suoceri. Poiché mia suocera è una grande chiacchierona e perlopiù parla alle spalle..nn so come risolvere questi problemi
Grazie per la pazienza e la lettura.
Distinti saluti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Giada,
la fiducia è alla base dei rapporti interpersonali ed è indispensabile per viverli serenamente ed in modo funzionale. Alcune situazioni naturalmente e legittimamente possono alimentare dubbi ed interrogativi nei confronti degli altri è però importante contestualizzare e non generalizzare l'atteggiamento. è importante che faccia mente locale e valuti l'entità e l'estensione di questa diffidenza e laddove lo reputi necessario intervenga. Le sue parole lascino intendere che si è resa conto della disfunzionalità ed inappropriatezza di questo suo atteggiamento...si conceda la possibilità di rifletterci, di capire questo suo atteggiamento e propensione, di conoscere da dove si è originato e da cosa è alimentato.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1032 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giada
come spesso dico ai miei pazienti non c'è qualcosa che sia sempre giusto o sbagliato: la cosa che rende disfunzionale una caratteristica è la sua "automaticità"; ovvero: essere diffidenti è ok, esserlo sempre limita i rapporti e, spesso, li impoverisce.
la cosa che per prima mi viene in mente è che ha bisogno di strategie che possano permetterti di arginare questa suocera che, da come viene descritta, è una di quelle suocere da tenere lontano.
un saluto.
Dott. Giovanni Ruggiero

Giovanni Ruggiero Psicologo a Pescara

9 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

La suocera non sempre e una persona cara, come può essere la propria famiglia o gli amici ,quindi generalizzare estendendo questa diffidenza verso tutti non è appropriato e ci fa vivere male. Impara a fare dei distinguo tra le persone che ti circondano e vedrai che i tuoi rapporti e le tue relazioni saranno meno insoddisfacenti

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Essere diffidenti non sempre è un difetto. Può rappresentare una certa cautela, necessaria con chi si conosce da poco. Prima di aprirsi è sempre meglio accertarsi bene di chi si ha di fronte. Certo non deve esagerare e sconfinare nella paranoia, altrimenti rischia, fra l'altro, di rinchiudersi troppo in sé stessa. Parli con le persone che conosce e riveli di sé un poco alla volta, man mano che le conosce meglio. Ogni cosa ha la sua evoluzione e le amicizie, se sono vere, evolvono verso una confidenza sempre maggiore. Non si tratta di smettere o di non smettere. Si smette di fumare, di bere, ma non si devono forzare le proprie sensazioni. Si fidi di sé stessa e prenda le cose con serenità e cerchi soprattutto di sentirsi superiore di fronte ai cosiddetti "chiacchieroni".

Dott. Sergio Rossi Psicologo a Spoleto

190 Risposte

96 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Giada,
non avere fiducia delle persone che ci stanno accanto ci fa sentire soli e sempre "in pericolo". E' una sensazione spiacevole che porta con se insicurezze e fragilità.
Penso che in situazioni come la sua sia più importante ritrovare le proprie sicurezze interiori, i punti di riferimento saldi che consentono di non crollare ad ogni scossa esterna. In questo modo lei potrà imparare a sopravvivere alle "maldicenze" e a difendersene invece di esserne sopraffatta.
Per fare questo penso lei sia molto utile un buon percorso di psicoterapia che l'aiuterà a ritrovare fiducia prima di tutto in se stessa. Un abbraccio, dr Katjuscia Manganiello

Dr.ssa Katjuscia Manganiello Psicologo a Pesaro

136 Risposte

138 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giada,
da quello che scrive sembra che il problema per lei sia il non fidarsi delle persone a lei care, in particolare la suocera che considera "chiacchierona alle spalle".
Ci sarebbe da indagare ulteriormente e capire cosa intende quando si definisce una persona diffidente? in che termini le chiacchiere alle spalle le creano disagio? e ancora le chiederei se il "non fidarsi" é una caratteristica che riconosce in se stessa solo ora o é qualcosa che ha sempre constatato nella sua vita? Attraverso queste riflessioni potrebbe essere utile comprendere i motivi per i quali sente disagio nel non potersi affidare.
A volte proiettiamo sugli altri le nostre difficoltà per potercene liberare ma il punto non é riuscire a cambiare l'altro ma piuttosto comprendere in che modo l'altro ha impatto su di noi e come noi ci relazioniamo. Per questo sarebbe interessante per lei conoscere questi aspetti che la riguardano e sicuramente poi troverà le soluzioni ai problemi di diffidenza che vive. Le consiglio di rivolgersi ad un collega della sua zona che le ispiri fiducia affinché possa sperimentare, in una situazione protetta, ciò che le sta a cuore.
Un saluto cordiale.
Dott.ssa Anna Gallucci

Dott.ssa Anna Gallucci, Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Vicenza

126 Risposte

69 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Giada,
quando qualcuno ci parla alle spalle è naturale provare diffidenza verso di lui. E' importante, però, che lei non estenda questa diffidenza ad altre persone perchè rischia, in quel modo, di allontanare anche persone di cui può fidarsi e di restare sola.

Se si è resa conto che questa diffidenza si sta estendendo, corra ai ripari! Si rivolga ad uno psicologo della sua zona per ricostruire, attraverso la relazione con lui, la fiducia nell'altro.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2041 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giada,
il suo problema rientra nelle difficoltà di rapporto interpersonale e non credo sia sufficiente né molto corretto darle dei consigli estemporanei.
Si rivolga ad uno psicologo che saprà darle gli strumenti necessari per risolvere la situazione.
La psicoterapia della Gestalt possiede ottime tecniche per risolvere problemi di questo tipo, ma può rivolgersi anche a psicologi che non seguano questo indirizzo.
cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

713 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16000

psicologi

domande 20700

domande

Risposte 80350

Risposte