Vigoressia o dismorfia muscolare: 6 sintomi per identificare questo disturbo

Cos'è la vigoressia? Come possiamo identificare questo disturbo? Scopri i sintomi principali e come affrontarli.

22 GIU 2022 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Vigoressia

La vigoressia, una forma di dismorfofobia corporea, è nota per essere una condizione in cui le persone diventano eccessivamente ossessionate dalla costruzione dei muscoli del proprio corpo. Oggi la vigoressia è sempre più diffusa, soprattutto nei giovani adulti. Come possiamo individuare questo disturbo?

Che cos'è la vigoressia?

La vigoressia è definita nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5) come un disturbo da dismorfofobia corporea scatenato da un'estrema preoccupazione per l'idea che il corpo non sia abbastanza muscoloso. Quando le persone soffrono dei sintomi della vigoressia possono pensare che ci sia qualcosa di sbagliato nell'aspetto del loro corpo. Questo può influenzare il loro comportamento.

Sintomi di vigoressia

La vigoressia è una condizione psicologica che presenta i seguenti sintomi mentali e fisici:

  1. Ossessione per l'aspetto: le persone che soffrono di dismorfia muscolare spesso diventano ossessionate dal loro aspetto fisico. Questo fenomeno può essere definito anche "mirror checking", in quanto il valore della persona affetta da questo disturbo è spesso legato alla percezione della propria immagine allo specchio.
  2. Fissazione con gli integratori alimentari: molte persone affette da vigoressia possono sviluppare un'ossessione sia per la dieta che per gli integratori alimentari.
  3. Uso di steroidi: la dismorfia muscolare è strettamente correlata all'abuso di steroidi o di farmaci per il miglioramento della forma fisica.
  4. Depressione: la costante insoddisfazione per il proprio corpo può portare a sviluppare uno stato d'animo depresso e persino la depressione.
  5. Trascorrere ore in palestra: la vigoressia è caratterizzata da persone che spingono il proprio corpo oltre i limiti e che trascorrono lunghe ore in palestra.
  6. Altri disturbi alimentari: Chi soffre di vigoressia può sviluppare altri disturbi alimentari, come l'anoressia o la bulimia.

Se vi riconoscete in questi sintomi, è importante che vi rivolgiate a uno psicologo professionista perché potreste soffrire di vigoressia.

Sintomi vigoressia

Quali sono le principali cause della vigoressia?

Non esiste una causa specifica legata allo sviluppo di un disturbo di dismorfia muscolare. Tuttavia, ci sono alcune esperienze di vita e fattori psicologici che possono aumentare la probabilità di sviluppare la vigoressia:

  • Trauma infantile: il trauma, cioè un'esperienza infantile negativa, soprattutto se legata al corpo, può essere uno dei fattori che contribuiscono allo sviluppo di questo disturbo.
  • Altre condizioni di salute mentale: le persone affette da vigoressia possono soffrire di un altro disturbo o problema psicologico che le porta a provare questo tipo di negatività nei confronti del corpo. Ad esempio, bassa autostima o depressione.
  • Fattori culturali: la cultura può giocare un ruolo nel portare a una cattiva percezione del corpo a causa di modelli corporei stereotipati o di persone che vivono in base alla loro influenza sui social media.

Come affrontare la vigoressia?

Ci sono alcuni consigli che potete seguire se soffrite di vigoressia. Oltre a rivolgersi a uno psicologo per un trattamento, si può prendere in considerazione quanto segue:

  1. Limitare l'esercizio fisico: le persone che soffrono di vigorexia dovrebbero limitare il tempo di esercizio. Per esempio, fate allenamenti di 30 minuti fino a un massimo di un'ora al giorno.
  2. Smettere di usare integratori alimentari in modo indiscriminato: è fondamentale che chi soffre di dismorfia muscolare smetta di usare steroidi, frullati proteici o integratori per il fitness.
  3. Non controllare la dieta: la dieta è una delle ossessioni che le persone con vigoressia tendono ad avere. In questo disturbo, dovrebbe essere prioritario eliminare tutto ciò che riguarda la restrizione calorica.
  4. Identificare e affrontare i comportamenti legati ai disturbi alimentari: se si soffre di vigoressia, è importante identificare tutti gli atteggiamenti legati a un disturbo alimentare, come le purghe, la sovralimentazione o il consumo eccessivo di alcol.
  5. Praticare esercizi di rilassamento: Le persone affette da vigoressia possono cercare di affrontare i sintomi di questo disturbo attraverso diverse pratiche di rilassamento, come la meditazione.
  6. Andare in terapia: se si soffre di vigoressia, è necessario consultare uno psicologo professionista. In genere, il trattamento può comprendere la terapia cognitivo-comportamentale, in cui si identificano gli schemi di pensiero e si modifica il modo in cui il cervello risponde; la terapia di esposizione, in cui si viene aiutati a trovare modi alternativi di affrontare le preoccupazioni negative relative al corpo; e infine la riqualificazione percettiva, in cui si modifica il modo in cui si percepisce il corpo.

Se pensate di soffrire di vigoressia o che qualcuno a voi vicino ne soffra, è importante parlarne con familiari o amici fidati. Il motivo è che individuare questo disturbo è fondamentale prima che si sviluppino problemi di salute mentale e fisica.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott. Matteo Agostini

Psicologo
Nº iscrizione: 26275

Sono il Dott. Matteo Agostini, laureato in Scienze Psicologiche Applicate e con Laurea Magistrale in Psicologia Clinica. Ho acquisito competenze nell’ambito della psicologia clinica, della neuropsicologia clinica, e della psico-sessuologia. Sono Tutor per bambini e ragazzi con ADHD/DSA presso il CCNP San Paolo di Roma e consulente sessuale e nutrizionale.

Bibliografia

  • White, M (2020). What Is Bigorexia? Healthline. https://www.healthline.com/health/bigorexia
  • Kennard, J (2020). Bigorexia or Muscle Dysmorphia. Very Well Mind. https://www.verywellmind.com/bigorexia-muscular-dysmorphia-reverse-anorexia-2328475  

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su anoressia