Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

La menopausa o le menopause

La menopausa rappresenta una nuova fase della vita della donna. Non è una malattia, ma una condizione «fisiologica», naturale, che fa parte del ciclo vitale della donna.

7 MAG 2020 · Tempo di lettura: min.
La menopausa o le menopause

La menopausa rappresenta una nuova fase della vita della donna. Non è una malattia, ma una condizione «fisiologica», naturale, che fa parte del ciclo vitale della donna.

Quando arriva la menopausa entriamo in un mondo nuovo: un universo di emozioni e situazioni tutto da capire, da vivere e da comprendere.

Alcune di noi, fortunate, vengono solamente sfiorate dai sintomi della menopausa. La loro vita sembra continuare come prima, come se nulla fosse; altre invece avvertono sintomi spiacevoli come vampate, insonnia, irritabilità.

Quindi, in generale, è possibile sostenere che la menopausa è uno stato diverso per ogni donna che dipende da diverse variabili: la costituzione fisica, la gradualità dell'insorgenza delle caratteristiche della menopausa, il background familiare e sociale, le credenze relative a questo periodo, e il ruolo che ha, ogni specifica donna nella società.

La menopausa rappresenta un momento evolutivo che determina un bilancio della propria vita. I figli sono grandi ed escono dalla famiglia; la relazione con il compagno/marito puo'cambiare, così come possono cambiare le relazioni con gli amici e i colleghi.

In questo particolare periodo vi è una ridefinizione del proprio ruolo: alcune donne non accettano il cambiamento e percepiscono ansia e tensione, che inducono la donna ad agire impulsivamente, come se cercasse di ribellarsi al processo evolutivo, vivendo emozioni e sensazioni simili a quelle dell'adolescenza; altre effettuano un'attività fisica intensa, oppure lavorano ore e ore, si sottopongono ad operazioni di chirurgia estetica continue, non accettando il cambiamento del proprio corpo.

In generale, in menopausa si possono verificare modificazioni psicologiche, legate alla fase di transizione.

  • Nella maggior parte dei casi il tono dell'umore può subire una deflessione, ma solitamente è un disagio transitorio (sintomi depressivi); solo in una percentuale minore di casi lo sfondo depressivo può evolvere in un vero e proprio quadro psicopatologico (ad es. depressione maggiore) . Il vissuto in questi casi è caratterizzato da disagio per la perdita della propria giovinezza e di lutto per l'impossibilità di poter procreare; per il mutamento dell'immagine corporea, per la perdita degli attributi femminili acquisiti in adolescenza, per il distacco della sessualità dalla funzione riproduttiva.
  • I sintomi depressivi possono essere di intensità variabile, possono comparire in modo lento e «subdolo» e sono spesso oscillanti nelle loro manifestazioni (il tono dell'umore è incostante). Alla donna può sembrare che non vi sia un motivo che apparentemente giustifichi questo suo stato d'animo ; sono spesso legati ad un «caduta» dell'autostima («mi sento inutile»), della fiducia e della sicurezza in sé o alla percezione individuale di mancanza di un «futuro motivante»; anche la forza interiore.
  • I sintomi depressivi non sono solo legati solo ai cambiamenti corporei ma, soprattutto, ad altri avvenimenti di vita che possono essere amplificati e manifestarsi anche in donne che fino a poco tempo prima erano in grado di gestire tranquillamente la propria vita .

In questo periodo possono insorgere altri disturbi: ansia legata alla paura di invecchiare, di rimanere sola, di ammalarsi, di vivere preoccupazioni o andare incontro a bisogni insoddisfatti (di affetto, intimità, riconoscimento e stima) o un'esasperata ricerca di certezze ; irritabilità, causata timore di non riuscire a mantenere tutto sotto controllo, dalla difficoltà legata al cambiamento, dalla non accettazione dei possibili disturbi, dalla possibile riduzione del desiderio sessuale e dal dolore sessuale nel corso dei rapporti , diminuzione della memoria perché risente dell'inquietudine del cambiamento.

La prevenzione in questa fase della vita è fondamentale! Può incidere sulla maggior parte degli eventuali disagi delle menopausa, riducendoli o eliminandoli.

È essenziale modificare il proprio stile di vita, introducendo semplici accorgimenti:

  • accettare i cambiamenti del corpo come parte del corso naturale della propria esistenza;
  • valorizzare il presente e non rifugiarsi nel passato o in ricordi nostalgici d, perché anche questa fase offre opportunità, stimoli e può favorire la scoperta di risorse personali inaspettate e nuove;
  • cercare di conservare o ritrovare quella consapevolezza sull'unicità ed il valore della propria persona e della propria storia;
  • prendersi amorevolmente cura di sé sia dal punto di vista fisico/corporeo sia dal punto di vista psicologico : adottare una sana alimentazione, svolgere un'attività fisica regolare; utilizzare tecniche di rilassamento e di meditazione;
  • dedicarsi ad attività che spingano a mantenere allenata la memoria (studio, lettura, enigmistica). Non escludere la possibilità di intraprendere veri e propri corsi di studio;
  • cercare di non dare troppo peso ai vuoti di memoria e utilizzate degli accorgimenti per ricordare le cose. Cercare di non isolarsi, ma mantenere una vita sociale il più possibile ricca, curando i rapporti interpersonali;
  • condividere i problemi con i familiari e con le amiche, non dimenticandovi di ascoltare i loro. Rendere partecipi gli altri aiuta a superare questi momenti.

Concludendo, conoscere i cambiamenti e i disagi/ problemi che comporta la menopausa consente ad ogni donna di affrontarla adeguatamente e di viverla come una tappa naturale della vita, tappa che accomuna tutte le donne .

Dott. Ornella Pastrengo

Scritto da

Dottoressa Ornella Pastrengo

Bibliografia

  • «Scavalchiamo la menopausa», a cura di S. Betti e F. Ravaccia, ed. Franco Angeli, Milano, 2002;
  • «L'invisibile in Menopausa. Psicologia del benessere nella crisi di transizione della mezza età», F. Facco, ed. Franco Angeli, Milano, 2005;
  • «Menopausa felice», C. Northup, ed. Apogeo, 2006.
  • «Menopausa», L. Zichella, G. Perrone, C. Del Miglio, Treccani.it, 2000;
  • «Reazioni in menopausa», M. Fantini;
  • «La menopausa», Saninforma;
  • «Menopausa: un cambiamento fisico o anche psicologico?», L'antro di Chirone, 2015; - «La menopausa. Una trasformazione per rinascere», A. Filzoli, Holos Terapie.

Lascia un commento

ultimi articoli su crisi esistenziale