Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Da chi siamo attratti?

<strong>Articolo rivisto</strong> dal

Articolo rivisto dal Comitato di GuidaPsicologi

Quali sono le caratteristiche che attraggono maggiormente gli uomini e le donne? Perché? Focus sugli elementi che fanno scattare il desiderio

25 FEB 2015 · Tempo di lettura: min.
Da chi siamo attratti?

Gli studi rivelano che esistono dei criteri per la scelta di un partner potenziale, che sono stabili sia nelle diverse culture che nei diversi periodi storici.

La prima caratteristica che ci scegliamo, anche se non del tutto consapevole, sta nella familiarità, ovvero ci piace l'altro quanto più assomiglia a fratelli, sorelle, compagni di giochi di infanzia... questa tendenza innata ubbidisce al principio che quanto siamo esposti ad uno stimolo tanto più lo troviamo gradevole e pertanto lo ricerchiamo. Per le persone questo significherà avere la sensazione di "riconoscere" gli individui che stanno attraendo, proprio perché il cervello le assimila a chi abbiamo conosciuto e frequentato, anche in passato. Questa stessa sensazione ci metterà nello stato d'animo di sentirci più rassicurati, di percepire meno il pericolo e l'imprevisto, pertanto ci porterà ad essere più aperti e mostrare disponibilità, almeno a livello non verbale.

Oltre che all'attrattiva fisica risulta importante anche quello che vediamo uguale a noi nell'altro, le somiglianze, tanto più se di caratteristiche che ci piacciono e vorremmo promuovere; può capitare così che questa spinta possa partire dallo stato socio-economico, dalla classe sociale, interesse culturale, ecc.. Frequentando stesse cerchie sociali e gli stessi interessi sarà più facile trovare individui che ci possono piacere e che possiamo stimare, aumentando il senso di familiarità.

Nel caso fossimo in cerca di una relazione, daremo la precedenza agli individui che si mostrano premurosi, sensibili ai bisogni affettivi e che mostrino interesse e cura. Questa disponibilità a confortare e ad essere confortato assume un grande valore, perché diviene un grande motivo di attrazione e interesse; è il segnale della nostra mente che possiamo investire su un individuo con cui potremmo avere una relazione reciproca e confortevole.

Ci sono poi ulteriori differenze tra uomini e donne

Per gli uomini elementi essenziali di bellezza sono le caratteristiche che richiamano il bisogno di accudimento (occhi grandi, pelle morbida, naso piccolo, ecc) unito alla maturità sessuale (guance scavate, zigomi alti, seno prosperoso,..). Gli uomini sono maggiormente attratti dalle donne che hanno un alto potenziale riproduttivo, stabilito sicuramente da giovinezza e bellezza, caratteristiche collegate all'azione degli estrogeni, ormoni della femminilità. La bellezza stessa è un indicatore di salute che è percepita come una garanzia a poter affrontare gravidanze. Questo non significa che un uomo pensa consapevolmente a ciò quando vede una donna, anzi non ci pensa proprio, ma il cervello maschile è programmato a percepire questi segnali come forma di bellezza.

Anche le donne sono attratte dalla bellezza maschile nella scelta della coppia, particolare da mix di caratteristiche fisiche che riassumano disponibilità emotiva (elementi dolci e aggrazziati) con la virilità (lineamenti squadrati, naso pronunciato, gambe lunghe,..). Le donne,inoltre, sono maggiormente affascinate da uomini che più anziani, con uno status più elevato; queste caratteristiche vanno a costituire un elemento di sicurezza e solidità, essenziali per garantire ai figli tranquillità.

Se ci pensiamo bene per aumentare il nostro appeal cerchiamo proprio di enfatizzare le caratteristiche che possono piacere all'altro: per le donne il trucco scuro agli occhi per sembrare più grandi, colorano gli zigomi per farli apparire più alti, applicano rossetto per rendere più carnose le labbra. Gli uomini, invece, investono maggiormente su un modello di orologio, di cellulare o di auto per dichiarare il proprio status.

Scritto da

Dott.ssa Alice Parri

Lascia un commento

ultimi articoli su orientamento sessuale