Come imparare a stare da solo? 6 consigli per godersi la propria compagnia

Perché dovremmo imparare a stare bene da soli? Cosa possiamo fare per goderci la nostra compagnia? Scopri come imparare a stare da solo.

26 LUG 2022 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Stare da soli

Alcune persone amano la solitudine più di altre. Alcuni, invece, devono imparare a stare da sole. Indipendentemente da come ci si sente a stare da soli, è importante costruire un buon rapporto con se stessi per conoscersi e capirsi meglio. Cosa si può fare per sentirsi meno soli?

Essere soli non significa essere soli

Essere soli non significa sentirsi soli, cioè allontanati dagli altri. La prima implica il saper godere della solitudine e della propria compagnia, mentre la seconda implica la sensazione di vuoto perché ci si sente scollegati dagli altri. In questo caso, si tratterebbe di solitudine.

I vantaggi di sentirsi bene da soli

Sebbene numerose ricerche evidenzino tutti gli svantaggi psicologici della solitudine e dell'isolamento sociale, esistono anche prove che suggeriscono che una certa quantità di tempo da trascorrere da soli è fondamentale per il nostro benessere. Alcuni dei vantaggi dell'essere soli sono i seguenti:

  • Miglioramento della concentrazione e della memoria: quando si è in gruppo, si può fare meno fatica a memorizzare certe informazioni perché si presume che gli altri ci aiuteranno a colmare le lacune. Al contrario, se si lavora da soli si riesce a focalizzare meglio l'attenzione, migliorando la concentrazione e la memoria.
  • Stabilite le priorità: trascorrere del tempo da soli può aiutarvi a concentrarvi sui vostri veri interessi. In effetti, imparare a stare da soli è una parte importante dello sviluppo personale perché permette di conoscere se stessi. D'altra parte, quando si è circondati da altri, si possono mettere da parte le proprie passioni per cercare di soddisfare amici e familiari.
  • Aumenta la tua creatività: le ricerche hanno dimostrato che le persone sono spesso più brave a risolvere problemi difficili quando lavorano da sole. Questi studi hanno rilevato che le persone che tendono a lavorare individualmente tendono ad aumentare la loro creatività perché non sentono la pressione sociale.
  • Migliorare le relazioni: i rapporti con gli altri spesso migliorano quando si impara a stare da soli. Il motivo è che le persone che hanno una maggiore consapevolezza di sé tendono a creare legami più forti con gli altri.
  • Aumento della produttività: uno dei maggiori "killer" della produttività sono le distrazioni. È stato dimostrato che le persone che sono sole hanno maggiori probabilità di concentrarsi senza distrazioni.
  • Maggiore empatia: trascorrere una certa quantità di tempo da soli può aiutare le persone ad essere più empatiche nei confronti delle persone che le circondano.

Questi sono alcuni dei vantaggi che si possono ottenere godendo della propria compagnia. Soprattutto per quanto riguarda la conoscenza di sé, è importante che ognuno impari a sentirsi bene con se stesso.

Essere soli

Imparare a stare da soli

Essere soli può essere insolito in alcuni casi. Se vi siete abituati a circondarvi di amici e familiari o avete bisogno della compagnia di altri, potreste trovare utili le seguenti strategie per imparare a stare da soli:

Quando la paura della solitudine si impossessa di noi, la nostra mente si riempie di convinzioni o pensieri che spesso si ripetono:

  • Pensieri catastrofici: "non troverò mai nessuno", "è sempre più difficile trovare qualcuno di adatto..."
  • Credenze assolute sulla coppia e sull'amore: "Essere in coppia è l'unico modo per essere felici", "essere soli significa che nessuno mi ama, che non valgo...".
  • Pensieri di auto-esigenza: "Se la relazione è fallita, è perché ho fatto qualcosa di sbagliato". "Devo far funzionare tutto questo. Distruggerò la vita dei miei figli...".
  • Credenze anticipatorie rispetto a noi stessi e agli altri: "Non saprò stare da solo", "Non saprò inserirmi tra i miei amici", "Non mi riconoscerò senza stare con la famiglia...".

Come affrontare queste paure:

  1. Imparate a rendere i vostri pensieri più flessibili: Mettete in discussione le convinzioni che vi bloccano. Man mano, sarà più facile generare idee alternative.
  2. Identificare le proprie paure: questo è il primo passo per superarle. Se ci conosciamo bene e capiamo perché abbiamo queste paure, sarà più facile agire: quando sento questa paura, cosa provo allora, come agisco?
  3. Riflettete: cosa temete di più nell'essere soli? Ci sono altre paure che avete già superato? Quali vantaggi avete ottenuto? Cosa perdete ad avere paura?
  4. Affrontate le vostre paure: fissate piccoli obiettivi che vi aiutino ad andare avanti. Ad esempio, prendere piccole decisioni, anche se si ha paura o imbarazzo a prenderle da soli.
  5. Dedicate a voi stessi momenti di piacere: come dipingere, fare sport, ascoltare buona musica o cucinare. Ricordate che la cura di sé migliora l'umore e la qualità delle relazioni con gli altri.
  6. Chiedete aiuto: se vi accorgete che la paura comincia a limitarvi nella vita quotidiana, gli psicologi possono insegnarvi ad acquisire gli strumenti e le risorse necessarie per affrontare efficacemente queste difficoltà.

Imparare a stare da soli è la chiave non solo per conoscere meglio noi stessi, ma anche per godere di tutti gli aspetti della nostra vita. È quindi fondamentale cercare di godere della solitudine, o meglio, della propria compagnia.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott. Matteo Agostini

Psicologo
Nº iscrizione: 26275

Sono il Dott. Matteo Agostini, laureato in Scienze Psicologiche Applicate e con Laurea Magistrale in Psicologia Clinica. Ho acquisito competenze nell’ambito della psicologia clinica, della neuropsicologia clinica, e della psico-sessuologia. Sono Tutor per bambini e ragazzi con ADHD/DSA presso il CCNP San Paolo di Roma e consulente sessuale e nutrizionale.

Bibliografia

  • Cherry, K (2020). Things To Do By Yourself. Very Well Mind. https://www.verywellmind.com/the-benefits-of-being-by-yourself-4769939
  • Legg, T (2021). The Beginner's Guide to Being Happy Alone. Healthline. https://www.healthline.com/health/how-to-be-happy-alone
  • Angers, L (2020). I Hate Being Alone: How To Be More Comfortable Spending Time By Yourself. Better Help. https://www.betterhelp.com/advice/general/i-hate-being-alone-how-to-be-more-comfortable-spending-time-by-yourself/ 

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su autorealizzazione e orientamento personale