Come affrontare la paura del conflitto?

Questo freno continuo può causare malessere a livello psicologico, ma anche a livello fisico.

27 AGO 2018 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Come affrontare la paura del conflitto?

«Il conflitto è componente integrante della vita umana, si trova dentro di noi e intorno a noi», Sun Tzu.

Un comportamento che non ci piace del nostro partner, un carico di lavoro esagerato, una mancanza di rispetto…quante volte ci è capitato di trovarci in una situazione per noi spiacevole ma abbiamo deciso di stare zitti per evitare il conflitto? Sicuramente molte. Eppure, quella che inizialmente può sembrare una strategia utile, nel lungo periodo può diventare dannosa. La frustrazione accumulata, infatti, si può trasformare in un disturbo ben più grave.

Non affrontare la situazione non vuol dire risolverla ma semplicemente utilizzare gran parte della nostra energia per evitare la discussione e per tenerla da parte fino al momento in cui non riusciamo più a tenerla nascosta dentro di noi. Fuggire dai conflitti è una maniera per evitare l'ansia che produce la discussione, un timore che solitamente si sviluppa fin dall'infanzia. Chi evita di discutere, infatti, ha spesso paura di perdere le persone care o di non essere all'altezza.

Cedere, per queste persone, è più facile che provare ad affrontare i problemi. Tuttavia, questo freno continuo può causare malessere a livello psicologico, ad esempio con l'arrivo di attacchi di panico, ma anche a livello fisico, con la comparsa di gastriti o di dolori psicosomatici. In più, questa strategia di evitamento ci può rendere vittime di altre persone, sul posto di lavoro o nella vita di tutti i giorni, che possono facilmente approfittare della nostra incapacità di dire di no e di opporci.

Ovviamente, ciò non vuol dire che sia positivo reagire in maniera aggressiva ogniqualvolta ci ritroviamo in una situazione che non ci piace o ci sembra ingiusta. La soluzione non è né accumulare la frustrazione, né tirare fuori la rabbia in ogni occasione.

La maniera più efficace per fronteggiare una situazione spiacevole e cercare di affrontare il conflitto è senza dubbio la comunicazione assertiva che ci permette di esprimere la nostra opinione con tutta onestà senza la necessità di essere aggressivi o di offendere il nostro interlocutore.

Ecco alcuni consigli per poter affrontare senza paura una discussione e un eventuale conflitto

  • Il conflitto non è negativo: spesso evitiamo le discussioni perché pensiamo abbiano una valenza negativa. Parlare con gli altri in maniera assertiva ci permette di risolvere diversi problemi e di vivere meglio le nostre relazioni sociali. Si tratta, dunque, di un'opportunità.
  • Prepararsi al conflitto: per poter affrontare senza paura un conflitto è necessario scoprire qual è il nostro timore più grande rispetto alle discussioni con gli altri. In questo processo, è indispensabile migliorare la propria autostima: anche noi abbiamo diritto a protestare se qualcosa non ci piace.
  • Cosa si nasconde dietro al conflitto? Spesso, la nostra voglia di discutere con l'altra persona cela problemi ben più grandi. Prima di imbarcarci in una discussione, cerchiamo di capire qual è il nostro obiettivo e qual è il vero problema alla base del nostro malessere.
  • Altre maniere di affrontare il conflitto: a volte, è normale fuggire dalle discussioni. Nonostante ciò, non può essere l'unica modo di reagire al conflitto. Se è possibile, la forma migliore per affrontare una discussione è quella di negoziare e trovare un accordo che possa essere positivo per entrambe le parti. Cerca di comunicare in maniera tranquilla, sciura e sincera, spiegando all'altra persona qual è il tuo punto di vista e ciò che ha ferito i tuoi sentimenti.

 Articolo rivisto dal dottor Matteo Monego    

Se vuoi ricevere maggiori informazioni sul tema, puoi consultare il nostro elenco di professionisti esperti in relazioni sociali.

PUBBLICITÀ

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su assertività