Sono una persona cattiva

Inviata da andromeda1976 · 26 mar 2018 Crisi esistenziale

Negli ultimi giorni mi sto rendendo conto di essere una persona cattiva. È un periodo in cui mi sento molto sola, e mi sono resa conto di sentirmi così perché di fatto lo sono. Non ho amici, per un motivo o per un altro. La sola relazione importante che ho e che sembro in grado di tenere è il mio fidanzamento, che va avanti da quando avevo 16 anni, cioè da 8 anni. Il mio ragazzo è la sola persona con cui io sia riuscita a creare un legame vero e a mantenerlo. Se mi chiedo il perché di tutto questo, penso sia stata una somma di cose. Tendo a stimare poco gli altri in generale, trovo difetti imperdonabili nella maggioranza delle persone. A questo si aggiunge che sono una persona molto riservata, che parla poco in compagnia, che non esce mai. A questo il fatto che soffro di depressione e che banalmente non ho voglia, non ho le energie per stare dietro a messaggi, uscite, nuove conoscenze. Questa tristezza importante me la porto dietro da quasi 10 anni. Mi sento come se dovessi lottare contro un vortice per non essere risucchiata, come se dovessi cercare di non annegare. Facendo questo paragone, mi viene più facile spiegare quello che provo dentro di me. Mi sento come se dovessi lottare ogni giorno sopravvivere e in questa situazione non ho le energie per stare dietro alle relazioni. Poi finisco sempre per ferire gli altri, in un modo o nell'altro. La scorsa settimana ho avuto la bella idea di fare un torto abbastanza grave (ma l'ho fatto senza neanche pensarci) alla mia unica amica e ieri lei non mi ha fatto neanche gli auguri di compleanno. Ho capito che il ciclo si ripete, che probabilmente perderò anche lei a causa del torto che le ho fatto e che sono una persona cattiva. Nonostante questo sono molto sensibile, posso entrare in depressione per un'inezia, cose cui gli altri non fanno neanche caso possono ferirmi oltremodo. È come se anticipassi gli altri sul tempo, se li ferisco impedisco a loro di fare lo stesso con me. Ma questo è un ragionamento che faccio solo a posteriori. Mi sento davvero una nullità in questo momento e non so cosa fare. Vorrei cambiare perché questa cosa mi fa soffrire e perché tutto questo insieme di cause mi ha portato ad avere una vita vuota, triste, con nessuno da invitare alla laurea, nessuno che ti fa gli auguri di compleanno, nessuno con cui uscire. Ed è colpa mia questo, perché sono stata in grado di investire solo sul mio ragazzo. Lui per me è stato un'oasi dalla sofferenza che provavo in famiglia. Sia mio padre che mia madre mi hanno trattata male spesso senza motivo, o trattata bene a giorni alterni, ma io non voglio essere come loro. Perché mi succede invece? Che problemi psicologici ho? Non voglio rimanere sola per sempre. In questi giorni mi sta venendo la paura di non trovare mai più un amico, chi vorrebbe essere amico di una persona che in 23 anni non è riuscita a farsi neanche un amico?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 27 MAR 2018

Non vedo proprio come si possa parlare di cattiveria nel tuo caso. Sembra invece una difesa preventiva rispetto al dolore dovuto alle relazioni. Purtroppo questa difesa anche se sicuramente giustificata per quanto accaduto in passato non risolve affatto il problema ma lo peggiora aumentando l isolamento e la sofferenza in un vortice che è possibile fermare se lo vuoi

Dott.Carlo Paradisi Miconi Psicologo a Roma

79 Risposte

42 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 MAR 2018

Cara Andromeda, quanta solitudine e dolore dalle tue parole....parli di un "vortice" contro il quale lotti da 10 anni per non esserne risucchiata. Con tutta la fatica che questo ti porta, e con tante energie in meno da dedicare ad altro, come alle relazioni. Ti reputi cattiva, ma credo che il tuo sia solo un modo per sopravvivere: visto che in qualche modo le relazioni ti hanno deluso (parli anche di difficoltä in famiglia...), magari dentro di te si attiva un qualcosa che ti dice "stai attenta, non ti fidare, anzi tienili alla larga e se ė il caso ferisci prima di essere ferita". Come se la ferita che hai vissuto si debba inevitabilmente ripresentare, come se a parte il tuo ragazzo non possa esistere nessuno di cui fidarti. Nello stesso tempo, peró, arriva una forte voglia di condividere con gli altri, di avere legami, di fidarti. Senza dubbio la tua vita non ě giâ scritta e hai tutte le carte in regola per aggiungere qualcosa di bello a ció che hai. Devi, peró, lavorare un pò per "venire a patti con la tua ferita", farla parlare e vedere cosa vuole dirti. Un percorso di psicoterapia potrebbe esserti utile, e pian piano potrai acquistare fiducia in te stessa e negli altri. Un grosso in bocca al lupo per la tua vita, dott.ssa Daniela Cannistrâ.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

290 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27700

domande

Risposte 95400

Risposte