Periodo nero

Inviata da Annamaria cuozzo il 15 mar 2013 Crisi adolescenziali

Mi sento di umore basso e senza forza, svogliata, sola!scarsa concentrazione....ho perso i miei genitori da poco. Ho due figli di 8 e 7 anni e mio marito con disturbo bipolare.
Cosa devo fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Annamaria, perdere in breve tempo i genitori renderebbe svogliato e depresso chiunque, soprattutto se bisogna affrontare una situazione così complessa come la sua.. é chiaro che farsi aiutare nell' elaborazione di un lutto potrebbe giovarle magari anche nel gestire il disturbo di suo marito. Cordialmente, dott.ssa Debora Stranieri, Padova.

Dott.ssa Debora Stranieri Psicologo a Padova

11 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Annamaria,
dalle sue parole si comprende che stà attraversando un momento particolarmente delicato e difficile della sua vita. Affrontare quello che vivendo con un professionista della sua zona, potrebbe esserle di aiuto, specialmente inerente il lutto dei suoi genitori.
In bocca al lupo.

Psicologa - Psicoterapeuta e Grafologa Roma Psicologo a Roma

59 Risposte

85 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

cara Annamaria,
sicuramente lei ha bisogno di sostegno per sé stessa. Il lutto e la malattia cronica di un coniuge sono esperienze terribili, stressanti, sia emotivamente che fisicamente. Quali sono i suoi spazi? ha momenti o luoghi in cui si sente serena e/o sostenuta? è molto importante che abbia qualcuno o qualcosa a cui appoggiarsi nel mometno del bisogno. Sicuramente suo marito, se ha una diagnosi di bopolarità, sarà seguito da uno psichiatra, magari del servizio pubblico. Potrebbe chiedere se si realizzano gruppi, magari di auto-mutuo aiuto tra famigliari di pazienti psichiatrici, in modo da entrare in contatto con altri che condividono la sua situazione e tutto il peso ad essa connesso.
un caro saluto

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Annamaria,
il quadro che descrive appare particolarmente delicato e denso di problematiche importanti, nonostante le poche righe in cui l'ha espresso. Per questo la migliore soluzione a mio avviso è quella di rivolgersi ad uno psicoterapeuta della sua zona, in ambito pubblico o privato a sua discrezione, che possa aiutarla sia a livello personale ad affrontare ed elaborare il grave lutto che ha subìto, sia a gestire al meglio il suo ruolo di madre ma anche quello di moglie di una persona con un disturbo psichiatrico, in questo momento per lei particolarmente faticoso. Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, MIlano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

992 Risposte

458 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

gentile Annamaria,
comprendo i suoi sentimenti di dolore, dovuti alla perdita dei suoi genitori che si affianca una situazione difficoltosa in famiglia. Suo marito è seguito per il suo disturbo ? Potreste pensare ad una terapia di coppia, che vi aiuti a ristrutturare i ruoli familiari ed appianare le difficoltà, oltre che ad aiutarla a superare il recente lutto.
Un saluto
Dott.ssa Cristina Mencacci

Dott.ssa Cristina Mencacci - Psicologa Psicologo a Perugia

366 Risposte

162 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara annamaria,
quello che mi sento di consigliarle, da ciò che lei mi riferisce, é di cercare qualche psicoterapeuta della sua zona che la aiuti ad elaborare il lutto per la perdita dei suoi genitori, oltre ad aiutarla ad affrontare il disturbo di suo marito.
Le porgo cordiali saluti
Dott.ssa Maria Luana Cesarea Negro

Dott.ssa Maria Luana Cesarea Negro Psicologo a Morciano di Leuca

32 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Annamaria, difficile darle una risposta utile con così poche informazioni. Ci sarebbe bisogno di approfondire un po' di cose, al fine di avere un quadro un po' più strutturato su di Lei e sulla Sua situazione, anche per ciò che riguarda suo marito. Ad esempio, ci sarebbe da approfondire meglio due aspetti: il lutto relativo alla perdita dei suoi genitori e quindi sulla elaborazione di tale aspetto, e il disturbo bi-polare di Suo marito. In generale potrebbe aver bisogno di lavorare sulla elaborazione del lutto dei suoi genitori. Sentirsi depressi per un periodo in seguito alla perdita di una persona cara è fisiologico, sarebbe male il contrario! Dall'altra parte dovrebbe lavorare su se stessa per imparare a gestire meglio la relazione con Suo marito e con quello che chiama disturbo. Ovviamente uno psicologo in questo percorso potrebbe esserLe d'aiuto.

Cordiali saluti,

Dott. Claudio Stambul

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77200

Risposte