Odio i miei suoceri.

Inviata da Laura · 15 mag 2020 Terapia familiare

Io e il mio fidanzato stiamo per sposarci, ma non sopporto i miei suoceri.
Suo padre è un padre-padrone, decide tutto lui, il mio fidanzato che lavora e ha il suo stipendio deve rendergli conto di entrate e uscite. Pretende gli scontrini, (che tiene tutti da parte, anche 2 euro di caffè al bar) e l'estratto conto della banca. Gli controlla il contakm dell'auto, perché non vuole che la macchina abbia troppi km. Non possiamo mai andare a fare un weekend fuori. Io mi sento un peso: il mio ragazzo non è libero nemmeno di portami una sera al ristorante perché il padre sicuramente avrà da ridire.
È una persona ottusa, che si è fatto terra bruciata attorno, non ha rapporti con gli altri membri della famiglia.
Criticano sempre tutto e tutti, una volta, non sapendo che io ascoltavo si sono messi a parlare male di mia madre. Non ci ho visto più.
Mia suocera invece non ha una personalità, con un marito del genere.... Lui le ha fatto lasciare il lavoro, le ha tolto la sua dipendenza e adesso fa la schiava a lui. Si alza con lui alle 5 per preparargli la colazione e la doccia, gli sbuccia la frutta... È una donna molto sola, ora che i figli sono grandi e lavorano e non ha mantenuto nessuna delle sue amicizie. E ogni volta che vado si appiccica a me, vorrebbe che io restassi con lei anche quando il mio ragazzo non c'è. È una donna pesante, mi forza a mangiare di tutto ogni volta che vado e fa lo stesso col figlio...
Il padre ha deciso che andremo a vivere vicino a loro, ha già comprato la casa. Io non voglio, non voglio stare con loro e alienarmi come loro.
La mia famiglia non è perfetta ma è allegra e rispettosa dei nostri spazi nonostante tutto. Come mi comporto? Io non ho mai risposto perché sono molto educata e neache il mio ragazzo perché è succube del padre.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 MAG 2020

Gentile Laura,
io le consiglierei innanzitutto di rimandare il matrimonio cercando prima di intendersi bene col suo fidanzato sul progetto di vita insieme avendo lui un padre così ingombrante, invadente e direttivo.
Il fatto che il ragazzo sia succube del padre non è affatto rassicurante per lei e pertanto urge un confronto chiaro ed assertivo con lui accompagnato dalla richiesta di un supporto psicologico affinchè possa essere aiutato ad impostare diversamente le dinamiche all'interno della sua famiglia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7533 Risposte

21073 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 MAG 2020

Buonasera Laura,
sono rimasta molto colpita dal tuo racconto perché inizi scrivendo che non sopporti i tuoi suoceri, come se fosse un problema tuo, ma la situazione mi sembra oggettivamente molto pesante da sostenere, perché ci sono dinamiche familiari molto rigide e da cui non sembra esserci apparentemente una via di fuga. Mi chiedo se hai affrontato l'argomento con il tuo fidanzato e quale sia il suo pensiero al riguardo.. prova a imporsi o è del tutto rassegnato? si lamenta anche lui o non condivide le tue osservazioni? vorrebbe cambiare le cose ma ha paura oppure non ha intenzione di cambiare?
Se il tuo futuro suocero si è fatto terra bruciata intorno, significa quasi che non ci sia possibilità di mediare: o sei con lui o sei contro di lui.. e quindi sei tagliato fuori (con tutto ciò che comporta non solo affettivamente ma anche lavorativamente ed economicamente). Pensi che possa essere questa la paura più grande per il tuo fidanzato? Avere il proprio spazio come coppia e, prima ancora, come individuo, significherebbe essere tagliato fuori dal padre?
Penso che la coppia abbia bisogno di rafforzare i propri spazi e i propri confini... ma anche che prima ancora il tuo fidanzato abbia bisogno di capire come svincolarsi in modo sano dalla sua famiglia, di costruire i propri confini e di essere riconosciuto come uomo adulto, senza dover per forza perdere la propria famiglia e rischiare di tagliare i rapporti in modo netto e doloroso. Ovviamente potrà farlo insieme a te, che porterai tutte le tue risorse, l'allegria e il rispetto per gli spazi che hai respirato e appreso nella tua famiglia, ma non puoi farti carico tu da sola di tutto lo stress e la fatica generati dalle loro dinamiche familiari, soprattutto se lui non aggiunge le proprie forze e la propria volontà.
Buona serata,
Alessandra

Dott.ssa Alessandra Montalto Psicologo a Bergamo

7 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 MAG 2020

Gentile Laura,
credo che un confronto aperto e assertivo con il fidanzato prima del matrimonio sia d'obbligo, occorre definire dei punti condivisi inerenti la vita insieme presente e futura. Lei ha comunque in ogni momento capacità di scelta sulla propria vita, al di là di cio' che avviene nell'ambiente. Per chiarirsi le consiglierei di effettuare una consulenza psicologica, anche breve quanto prima,
i miei migliori auguri
dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2768 Risposte

2312 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 MAG 2020

Cara Laura, la mia domanda è:" come pensa il tuo ragazzo, una volta sposato, a gestire i suoi genitori?" " Anche lui pensa che deve svincolarsi da loro oppure anche se sono pesanti ha imparato a sopportarli?". Il problema non sono i tuoi suoceri ma il fatto che il tuo ragazzo esegua con scrupolo i loro comandi.
Togli l'attenzione sui suoceri e spostala sul tuo futuro marito, il rischio lo sai qual'è e se non cambia qualcosa oggi da sposati sarà impossibile.
Se vuoi approfondire con me le tue preoccupazioni puoi contattarmi per una consulenza online.
Dr.ssa Romina Bove- terapeuta per la coppia
Terapia online e in sede ( Modena)

Bove Romina Psicologo a Modena

75 Risposte

36 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 MAG 2020

Cara Laura,

In queste situazioni così delicate è sempre utile cercare di comunicare in modo rispettoso ma assertivo le proprie necessità, tenendo però di conto come i "confini" del rapporto di coppia debbano essere primariamente condivisi e difesi da entrambi i membri della coppia stessa.
Chiaramente sarebbe importante avere informazioni aggiuntive, ma potrebbe essere utile innanzitutto provare a parlarne con il suo compagno in modo da concordare un modus operandi comune e condiviso.
In questo può essere utile intraprendere un percorso di coppia.
Resto a disposizione, se desidera.

Un caro saluto,
Dr.ssa Irene Mosca

Dr.ssa Irene Mosca Psicologo a Lucca

40 Risposte

17 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18800

psicologi

domande 30000

domande

Risposte 102150

Risposte