odio mio marito e i miei figli vorrei sparire per sempre

Inviata da marta · 14 dic 2017 Terapia di coppia

Salve a tutti. Vorrei esporre il mio problema. Ho 34 anni, sono sposata da 14 anni e ho 2 figli di 14 e 12anni. Sono originaria di Napoli ma,da circa 2 anni per motivi di lavoro di mio marito, mi sono dovuta trasferire a Verona.
I miei problemi nascono dall' infanzia i miei problemi nascono dall'infanzia essendo cresciuta in una famiglia senza amore, con mio padre molto più vecchio di mia madre, Mia madre ormai alcolizzata non so da quanti anni Infatti poi è morta di cirrosi epatica 13 anni fa. Dopo la morte di mia madre ho interrotto tutti i rapporti con mio padre, non mi sono mai sentita amata da lui, e credo che nemmeno mia sentisse tutto questo amore per lui dato che aveva anche una relazione con il cognato cioè il marito della sorella.
Mio padre sempre assente per lavoro i miei fratelli più grandi, mi picchiavano una continuazione anche per futili motivi....
Insomma un vero disastro.
Quando io avevo 14 anni conobbi mio marito, dopo 5 anni di fidanzamento ci siamo sposati perché Io rimasi incinta.
Nacque il primo figlio....
E siccome io vivevo nella casa condivisa con i miei suoceri, iniziarono le prime discussioni Anche perché il fratello di mio marito mi molestava sessualmente.
Dopo aver detto tali cose a mio marito andiamo via da quella casa, anche se lui pochi giorni dopo aveva perdonato il fratello per quello che mi faceva qualche anno.
Trasferiti nella nuova casa tutto sembrava essere ritornato tranquillo, ma il fratello di mio marito non aveva smesso di molestarmi.
Veniva a casa quando mio marito non c'era... mi toccava ovunque si slacci si slaccia i pantaloni si toccava il suo membro davanti a me e mio piccolo. Ma quando io poi raccontai di nuovo tutto a mio marito il fratello fece girare la frittata a modo suo dicendo che io ero una poco di buono. Poche settimane dopo tra loro due i fratelli di nuovo amore e pace Mentre io ero quella accusata di tutto.
Passano i mesi e Rimasi incinta del secondo figlio.
All'inizio della gravidanza tutto bene....
Al settimo mese di gravidanza venni a sapere che mio marito si sentiva con mia sorella...
Volevo andare via scappare ma purtroppo Mia mamma ha già era morta l'anno prima.
Passano gli anni e ritorno di nuovo tutto tranquillo, ma mio marito inizia ad essere assente ad andare spesso a casa della madre, io non capivo il perché poco dopo, avevo scoperto che mio marito andava a guardare film porno a casa della madre sotto al garage e per questo motivo non veniva nemmeno a pranzo. Perdoni l'ennesimo accaduto.... Ma da lì a pochi anni dopo iniziai ad avere problemi gravi di depressione. Andare da uno psicologo e dopo parecchio tempo mi ripresi. Uscita dalla depressione, un paio d'anni più tardi co un paio d'anni più tardi conobbi un uomo.mi separai di fatto da mio marito ma dopo due anni di relazione con quest'uomo, decisi di riprendere il mio matrimonio e di ricostruire tutto da capo. Due anni fa ci siamo trasferiti qui a Verona ma l'ennesima crisi con mio marito mi portò a conoscere un altro uomo.... ma sapevo che non era per sentimento ma solo per un fatto di ripicca.... quindi per la seconda volta decisi di riformare di nuovo la mia famiglia con mio marito Ei miei figli....
Ma ora mi trovo in una situazione che non sopporto più nessuno. Non so dove andare Altrimenti lo avrei già fatto, mi fa violenze psicologiche dicendomi che io Non troverò mai nessun uomo come lui, Tra l'altro non mi fa gestire nulla, gestisce il suo denaro e rimane anche il mio Bancomat a secco visto che io faccio un lavoro part-time. Non so più che cosa fare ho provato a ricucire il rapporto con lui per amore dei miei figli ma questo mi ha portato soltanto danni. Anche perché i miei figli stanno iniziando a mancarmi di rispetto. Pulisco la casa dalla mattina alla sera.... ma loro continuano a fare come meglio gli pare buttandomi carte per terra lasciandomi il bagno sporco vestiti sparpagliati ovunque. Ho cercato sempre di essere una buona madre insegnando loro il rispetto ma credo che questa cosa la stiano veramente prendendo dal padre. Chiedo un aiuto. Scusatemi se mi sono dilungata troppo. In attesa di risposta.....
Cordiali saluti

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 DIC 2017

Gentile Marta,
purtroppo la sua è una storia di disagio in cui le problematiche hanno riguardato l'intera famiglia cronicizzandosi e trascinandosi negli anni.
Alla luce di questo dato di fatto lei dovrebbe essere sufficientemente consapevole che i tentativi di rimettere insieme la famiglia con le sue buone intenzioni e le scarse risorse personali sono destinati a fallire perchè da sola non ce la può fare.
E' indispensabile un supporto psicoterapeutico di durata adeguata, cosa che probabilmente non ha fatto nella precedente esperienza di psicoterapia quando era anche in un periodo di depressione.
Ora il primo passo deve essere, quindi, quello di affidarsi ad un bravo psicoterapeuta per essere poi guidata verso i passi successivi.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7190 Risposte

20438 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 DIC 2017

Buonasera Marta,
Non ho parole per esprimere il dolore e la sofferenza che ho provato leggendo il suo scritto...credo ora sia giunto il momento di passare dal pensiero all'azione. Richieda aiuto partendo dal medico di base ad un consultorio, ad un Centro Psicosociale o qualsiasi altra struttura presente sul proprio territorio. Esistono anche soluzioni abitative di pronto intervento come case famiglia o appartamenti protetti a cui lei può eventualmente accedere.
L'intervento psicologico potrà supportarla in questo momento molto delicato.
Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2757 Risposte

2263 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 DIC 2017

Si rivolga subito dal suo medico di base per metterla in contatto con il centro di salute mentale pubblico più vicino. Psichiatra e psicoterapeuta subito. Ora. Poi vedrà se è il caso di lasciare suo marito, con o senza figli. Tra sei mesi. Si muova. Auguri!

Dott. Luciano Malerba Psicologo a Torino

125 Risposte

43 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 DIC 2017

Gentile Marta,
la sua è una storia di grandi difficoltà e grandi traumi. Comprendo la sua sofferenza e la sua frustrazione. Da quello che ha scritto si capisce come lei abbia fatto molti passi avanti come parlare delle molestie a suo marito e abbandonare delle situazioni in cui non stava bene. Purtroppo però ci sono anche altrettanti passi indietro come ritornare con suo marito nonostante l'insoddisfazione e non proseguire una terapia che aveva invece dato i suoi frutti. Tenere insieme un matrimonio soltanto per amore dei figli è deleterio e lei ne sta pagando le conseguenze. Potrebbe esserle molto utile riprendere il percorso con lo psicologo che l'aveva aiutata in passato e far luce sulla sua difficoltà ad intraprendere una strada nuova senza tornare sui suoi passi.

Cordialmente

Dott.ssa Raso Rossana (Aosta)

Dott.ssa Rossana Raso Psicologo a Aosta

76 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17600

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 91950

Risposte