Sono cambiata a causa di mia suocera, che posso fare?

Inviata da Simona · 13 ott 2014 Terapia familiare

Salve a tutti. Sono sposata da quasi 7 anni, ho uno splendido marito e 2 bimbi meravigliosi. Per i primi 6 anni abbiamo vissuto da mia madre perchè non avevamo una forza economica stabile e mio marito ha sopportato quasi sempre bene la presenza di mia madre (a parte qualche episodio di litigio dovuto al fatto che lui non riusciva a trovare lavoro e mia madre per spronarlo è stata dura con lui) che comunque non è mai stata invadente e non si è mai intromessa nel nostro matrimonio. Ci ha prestato tanti soldi pure e fatto prestiti a suo nome x noi.
Da luglio abitiamo finalmente in una casetta tutta nostra.. Sarebbe un matrimonio perfetto se mia suocera e mia cognata non fossero cos' invadenti! Loro fanno i turni per accudire una signora anziana che abita poco distante da noi, mio marito fa il tassista e le accompagna un giorno si e uno no perchè non hanno la patente. Il problema è che la fermata del taxi è casa mia. Per 6 anni ho sopportato la loro invadenza perchè comunque venivano a casa di mia madre ma adesso che ho il mio nido d'amore non sono più disposta a tollerare le loro visite OBBLIGATE E SENZA INVITO 5 VOLTE A SETTIMANA! Io adoro mia suocera e mia cognata ma mi sento soffocata e privata dei miei spazi vitali. In più quando vengono non fanno "l'ospite" ma si mettono a girare per casa e fare pulizie (essendo maniache della pulizia) offendendomi a mio parere, quando ad esempio mi rifanno il letto matrimoniale o piegano le mie mutande. Mi sento frustrata, privata della mia privacy, essendo io possessiva e indipendente la percepisco come una violenza mentale. Ho cominciato a ribellarmi appena trasferiti nella nostra casa, quando mi accorsi che mia suocera aveva APERTO IL MIO ARMADIO per riporre dei vestiti. Li mi è scoppiato qualcosa dentro. Le ho parlato, le ho chiesto di non farlo più perchè mi faceva stare male, di non fare più pulizie perchè non sapeva darsi un limite, ho dato la "colpa" al mio brutto carattere, le ho chiesto di non toccare le mie cose di non essere invadente e non aprirmi armadi e cassetti.. Lei si è sentita accusata di essere una ladra! Ha pianto e dal quel momento il mio matrimonio è in crisi. Mio marito mi rinfaccia i 6 anni trascorsi con mia madre, mi dice che sono esagerata, che loro sono fatte così, che non può farci niente. Nonostante mi dia ragione, io ho fatto piangere sua madre!!! Sto avendo problemi di salute, i miei figli sono nervosi perchè intuiscono che sto male, e mia suocera cheadoravo e adoro anche adesso, e' diventata la mia ossessione. Da un mese mio marito le ha vietato di fare pulizie a casa mia e ha parlato con mia cognata che dopo un litigio con me non viene più a casa mia. Ma mia suocera insiste a venire un giorno si e uno no a casa, dicendomi che se ho impegni glielo devo fare sapere! (le ho detto che dev'essere lei a chiamare prima di venire, perchè io non ricordo mai i giorni in cui viene) ma la realtà e che non devo chiedere il permesso a nessuno x uscire) ma quando chiama e le dico che sto uscendo lei insiste x trovare una soluzione. Mi dice che aspetterà che torno dietro la porta!!!! Ha 64 anni, vedova, posso lasciare la madre di mio marito dietro la porta??? E allora torno a casa e non esco perchè tanto mi sono avvelenata e non godrei più dell'aria aperta. Aiutatemi. Vi prego, ultimamente quando c'è lei non riesco ad essere "pacata" e i il mio viso trapela nervosismo e odio. Mio marito non sa trovare le parole per parlarle o forse non vuole.. Perchè qualsiasi cosa io gli dica, mi rinfaccia di averla piangere. Aiutatemi. Grazie, Simona

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 NOV 2014

Salve Simona,
non posso che non condividere un bisogno, che sicuramente sta emergendo in lei ed ancor di più in questo suo periodo di vita. Parlo del bisogno di mettere dei confini tra lei e l'ambiente esterno. Tra lei e sua suocera/cognata.
Parlando di coppie e famiglie è bene considerare, chidersi e prendere consapevolezza di come siano i nostri confini di coppia (del nostro nuovo nucleo familiare) e mobilitarsi per strutturare questi sulla base dei "nostri" bisogni.
Chiaramente tutto questo è tanto facile a dirsi quanto difficile a farsi (per chi più e per chi meno).
Sento che possa esserle d'aiuto porsi anche qualche domanda più in generale se vi siano altri ambiti della sua vita dove emerge questa sua difficoltà nel porre dei sufficienti confini nella relazione con l'altro/i o nei differenti contesti di vita. Queste domande possono smuovere la possibilità che in noi avvenga una maggiore presa di consapevolezza per una successiva mobilitazione al cambiamento.

Le auguro una quanto più adeguata fortificazione dei suoi e vostri confini di coppia affInchè possiate avviare una funzionale costruzione di un vostro intimo spazio di vita non costantemente invaso dall'altro.

Un caro saluto
Dr.Povolo

Dott. Riccardo Povolo Psicologo Psicoterapeuta Ipnologo Psicologo a Cagliari

6 Risposte

39 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 OTT 2014

La ringrazio profondamente per le sue risposte così sincere e schiette dr.ssa Ceccucci. Ho pianto di gioia mentre le leggevo perché mi sono sentita abbandonata a me stessa in una lotta senza vincitori né vinti. E non Le nascondo che forse cercavo una persona che mi desse la certezza che ciò che provo è normale, non un capriccio o un principio di pazzia! La ringrazio di cuore per i suoi consigli. Con stima, Simona

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 OTT 2014

Cara Simona
sua suocera e sua cognata (che lei adora) sono comunque due invadenti e insensibili persone; io direi pure maleducate! Però una cosa capisco che cioè loro sono così perché lei, per tanto tempo, gli hai permesso questo modo di fare senza opporsi.
Certo un poco deve essere derivato dal fatto che quando stavate dai suoi genitori lei voleva un poco "pareggiare i conti" con loro (familiari di suo marito) assecondando la loro presenza. Ora però, che avete una casa tutta vostra, la cosa è esplosa in un incontenibile "invasione di campo".
E' importante rifare i confini e rifare le regole di un vivere civile ed armonico tra persone adulte. Questo girare per la casa a fare tutto è anche un trattare lei da adolescente cosa che non ci stà.
Faccia anche capire alle amabili Signore che il tutto rischia di mettere in crisi oltre che lei tutta la sua famiglia e speriamo che questo freni un poco la loro irruenza e le faccia riflettere.
Si mostri molto decisa e questo anche con suo marito.
Speriamo che lei riesca a riconquistare i suoi spazi e la sua serenità.
Un caro saluto Psicoterapeuta Silvana Ceccucci Studio in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6993 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 OTT 2014

Cara Simona
capisco l'ossessione suocera e questo tuo momento difficile. Effettivamente è una situazione faticosa e delicata. Ti consiglio di parlare a tua suocera e cognata con il cuore in mano, delle tue emozioni e sentimenti e non per ultimi dei tuoi bisogni. Fai una richiesta semplice e chiara e fissa dei paletti con calma e serenita'. Potrebbe essere un giorno alla settimana...decidi tu quando e a che ora. Sii ferma e decisa senza sensi di colpa è la tua vita. Un caldo saluto Dott.sa Paola Madesani

Dott.sa Paola Madesani Psicologo a Brescia

82 Risposte

142 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 OTT 2014

Dimenticavo, anche mia suocera ci ha prestato e continua a prestarci dei soldi sotto forma di regali per i bambini (pannolini, omogeneizzati, lenzuola, coperte) con l'unica differenza che poi non vuole niente indietro. Mentre invece a mia madre abbiamo restituito e continuiamo a restituire tutto indietro.. Continua a farmi regali, per me o per la casa, accentuando la mia condizione di soffocamento e facendomi sentire pure in colpa per non volerla a casa così spesso. Se riesco con una bugia o una scusa a non farla venire per un giorno, ecco che l'indomani mattina arriva puntuale la sua telefonata per prenotare la sua visita a casa. Lasciamo stare poi l'intromissione nell'educazione dei miei figli.. Se io o mio marito dobbiamo spiegare qualcosa ai nostri bimbi o sgridarli, o riprenderli, lei si intromette sempre facende la seconda mamma o il secondo papà! Mio figlio di 6 anni un pomeriggio mi ha detto: "mamma perchè la nonna deve venire sempre a casa nostra?" Sono frustrata, non so più che fare. Aiutatemi vi prego. Grazie per lo sfogo e le risposte che vorrete darmi. Simona

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16750

psicologi

domande 23600

domande

Risposte 85500

Risposte