Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Non riesco a fidarmi completamente del mio ragazzo...

Inviata da Federica il 14 mar 2015 Terapia di coppia

Buonasera. Grazie dell'attenzione che state dedicando a questo post.
Sono una ragazza di 18 anni, e ho cominciato solo adesso a scoprire il sentimento dell'amore. Ho avuto 'storielle' precedenti, ma solo adesso sono veramente innamorata e contenta di stare col mio attuale partner.
C'è, però, una cosa che esattamente non va come vorrei, ovvero che non riesco a fidarmi di lui... ma non per colpa sua. Ho la perenne paura di essere abbandonata, tradita, perenne paura che possa improvvisamente preferire qualcun'altra a me, ed è per questa ragione che molto spesso mi è capitato di "crollare" continuando a chiedergli di non lasciarmi, di non tradirmi, e cose così. Lui ovviamente non fa che darmi risposte rassicuranti, veramente rassicuranti, capisco io stessa che è sincero e non lo farebbe, anche perché per me ha fatto e fa molto....fatto sta che ho la perenne paura... perenne...e piango di continuo per questo..ad esempio per me i sabati sera sono un'agonia, quando lui esce con i suoi amici e non so cosa faccia(rispetto gli spazi: il sabato ognuno con la propria compagnia, per i fatti propri)... e vorrei, vorrei davvero tanto riuscire a fidarmi, so che se lo merita, ma non ci riesco completamente e continuo ad avere solo pensieri negativi a riguardo...nonostante lo ami veramente tanto, e lui ama me...questa è una paura costante...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Federica,
come sottolinei nella tua lettera non c'è nulla che possa farti sospettare che il tuo ragazzo ti voglia abbandonare o tradire ad eccezione del tuo timore. Il fatto che tu riesca ad avere ben chiaro questo concetto è già un ottimo punto di partenza per affrontare questa paura che senti. Il continuare a chiedergli rassicurazioni e conferme e il vivere male i momenti in cui siete separati può appesantire il rapporto e renderlo soffocante: può all'estremo portare proprio alla realizzazione della tuo timore e cioè l'interruzione del rapporto.
Mi sembrerebbe troppo riduttivo provare a dirti di vivere con più leggerezza la tua storia anche perché in fin dei conti mi pare che tu ci stia già provando (concedi spazi di autonomia, ti rendi conto di essere tu spaventata al di là dei suoi comportamenti, cerchi di fidarti...).
Quello che puoi fare Federica è guardare con più attenzione a quello che sta succedendo in te e meno a ciò che fa lui. Chiediti cosa vuol dire per te una possibile separazione o tradimento che tanto ti spaventa, come saresti se ti ritrovassi nuovamente single... insomma da ciò che scrivi Federica sembra che tu viva una separazione come un abbandono e questi due concetti sono ben distinti e diversi.
Separarti dalla persona che ami non può e non deve "far crollare" TE poiché tu esisti e vali e sei importante al di là del tuo rapporto con il tuo partner.
In merito alle tue continue richieste di rassicurazione, devi sicuramente trovare un compromesso, magari un GIOCO. Chiedi al tuo compagno, dal momento che mi sembra disponibile e accogliente su questo punto, di concederti un momento (breve!!!) dove tu ti fai rassicurare etc... Un momento solo nella giornata per cullare e placare le tue paure e quello deve essere l'unico momento dove ti "abbandoni" a loro. Poi basta. Fai il pieno di "carezze" di cui hai bisogno e per quella giornata non gli chiedi più rassicurazioni etc. Possono essere 5 minuti di quello che più ti piace: ricevere o un messaggio o quello che più ti va. Ma deve essere limitato nello spazio e una volta sola! Tutte le altre volte nella giornata che ne sentirai il bisogno ti rifai a quel momento tra te e te ed eviti di appesantire la tua storia o di caricare il tuo partner delle tue preoccupazioni.
Se poi questo momento diventa reciproco e tu fai qualcosa solo per lui dopo, ancora meglio.
Per quanto riguarda i momenti in cui siete lontani come ad esempio il sabato sera, il fatto che il tuo compagno non sia accanto a te quando è fuori con gli amici non significa automaticamente che è accanto ad un'altra o sta cercando un'altra o non ti considera più. Sta passando una serata con gli amici che per definizione sono altro da te. Continua anche tu a ritagliarti spazi personali nella tua vita al di là dei suoi (anche se ti sembreranno meno belli o intensi) e cerca di viverli appieno e di goderli perché quegli spazi sono e restano solo PER TE.
Ti auguro di vivere con più spensieratezza la tua storia!
Dott. Alberto Teso, San Donà di Piave (VE)

Dott. Alberto Teso Psicologo a Musile di Piave

4 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Federica
è importante comprendere che quando davvero ci si innamora, quelle che vengono a galla per prime sono tutte le nostre fragilità, le paure e i sentimenti di abbandono provati (per vari motivi) nella vita.
Quindi, inizia a pensare che tutto questo che provi quando lui non c'è o quando è fuori con gli amici, sono cose che non riguardano lui ma riguardano direttamente te: le tue paure, le tue ansie ...cose che fanno parte della tua storia.
Lui, semplicemente, è lì e magari ti pensa per tutto il tempo, e certo desidera stare con te.. insomma tu ci sei anche se lui è lì.
Esattamente lo stesso è per te quando sei con le amiche; lui c'è!
Se però questa tua paura è davvero tanto grande e insuperabile, forse occorre comprenderla meglio e capire da dove deriva...storie passate da analizzare con uno specialista.
Inutile tirarsi dietro vecchie sofferenze che impediscono il tuo scorrere proprio ora che vivi l'innamoramento e stai imparando ad amare.
Un caro saluto
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6816 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Federica, ogni situazione amorosa porta con se paure e ansie. Se le enfatizzi rischi di rovinare la bellezza del rapporto con lui. Devi cercare di avere più fiducia in te stessa, vivere la relazione con più leggerezza e acquisire la consapevolezza che comunque tu sei una persona autonoma, anche se innamorata, e come tale devi vivere la bellezza del momento, ma continuare la tua vita, senza troppe paure di quello che potrebbe succedere. Un caro saluto, Giuseppe

Dr. Giuseppe Di Maria Psicologo a Roma

127 Risposte

130 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Federica,

probabilmente devi venire a patti con questa parte di te che non si convince nemmeno dell'evidenza perchè e non è giusto che prevalga, togliendoti il piacere di vivere questa bella relazione. Deve imparare a tollerare un pò l'ansia della lontananza e di un tempo non condiviso se, come dici, sa di amare e di essere riamata. Non puoi permetterle di opprimerti. Ciò che teme (non essere più amata, essere tradita ecc) sono cose possibili ma preoccupandosi così tanto di qualcosa che potrebbe succedere non ti fa godere ciò che hai.. è come se in una bella giornata di sole ti rattristassi pensando che prima o poi arriverà un temporale...
Un caro saluto
Dssa Daniela Sirtori - Monza

D.ssa Daniela Sirtori Psicologo a Villasanta

246 Risposte

212 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte