Mio marito mi tradisce e dice di non amarmi più

Inviata da Credevofosseunincubo... il 14 nov 2016 Terapia di coppia

Sono distrutta, dopo due mesi di sospetti, e di assenza totale di rapporti sessuali perché lui diceva non capiva come mai non aveva alcuna voglia, ho avuto la prova del tradimento di mio marito che messo alle strette, ha ammesso. È una sua collega...si vedono da tre mesi e affrontando tutta la notte la situazione ha ammesso di non amarmi più, da un anno e mezzo...esattamente l'età di nostro figlio e che lo irrito, che non si spiga il perché visto che mi ha sempre amata ed era convinto lo avesse fatto per sempre. Che lei è stata una conseguenza. Dopo 13 anni di fidanzamento e 5 di matrimonio, per me è dolorosissimo perché lo amo. Non voglio rinunciare a lui, so di essere cambiata fisicamente e vedendo lei, capisco cosa può averlo attratto...ma gli ho detto che posso perdonarlo, superare e farne tesoro, posso impegnarmi a migliorare se lui vuole dare un opportunità a questo matrimonio che è stato sempre basato sull amore, che ce la meritiamo, che non possiamo rinunciare senza provare. Lui dice che non c'entra nulla il fisico ingrassato, che è confuso e non sa rispondermi adesso, che non lo merito, che mi vuole bene, ma non mi chiede di ricominciare. Non parla più e io non so cosa fare...lo amo e ho da poco avuto il mio primo figlio da lui...ero al settimo cielo...e adesso vedo solo il vuoto, e mi sento sola.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile,
se un tradimento sconvolge, il tragitto che l'ha portata a scoprirlo sicuramente è logorante. Anche scoprire le carte e rivelare un tradimento genera confusione, chiede di fare i conti con la realtà, con degli aspetti di sè che non piacciono, e di farlo proprio davanti a qualcuno che ci ha creduto e visto come persone amabili e desiderabili. la forza che lei sta mostrando, la confusione del suo compagno, forse sono dei buoni moventi per spingersi verso una terapia di coppia che aiuti a scoprirsi genitori ed amanti allo stesso tempo e riscoprire se possibile l'intimità e la complicità oppure al contrario aiuti ad elaborare e rimarginare le ferite della storia. Certo l'incertezza è dolorosa, ma se vi lasciate guidare forse può sostenervi e darvi darvi il coraggio di intrattenervi il gusti tempo, il tempo che vi occorre per qualsiasi decisione.
cari saluti
Stefania

Dr.ssa Stefania Ferrari Psicologo a Monza

24 Risposte

100 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile utente,
comprendo il suo stato d'animo ma la esorto vivamente a non abbattersi e a non lasciarsi andare.
Lei ha parlato a suo marito col cuore in mano e di più non può fare, nè, a mio avviso, deve fare.
Ciò che invece può e deve fare è continuare, ovviamente, a prendersi cura del suo bambino ed iniziare a prendersi cura di se stessa sia dal punto di vista sia fisico che psicologico.
Mendicare l'amore non è una buona cosa e in un rapporto sentimentale è indispensabile la reciprocità.
Cerchi di organizzarsi per ritagliare degli spazi da dedicare a se stessa magari seguendo una dieta e frequentando una palestra.
Contemporaneamente intraprenda un percorso di psicoterapia in cui troverà, oltre che accoglienza e conforto, anche la opportunità per migliorare la sua autostima ed agire di conseguenza.
Conceda un lasso di tempo adeguato a suo marito per riflettere e prendere delle decisioni in merito al rapporto coniugale e in questo si lasci guidare dal terapeuta a cui si affiderà.
Soprattutto non si colpevolizzi e segua la strada indicatale senza mai perdere il rispetto di se stessa.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6492 Risposte

18158 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile anonima,
dopo tanti anni trascorsi insieme come coppia, l'arrivo di un figlio probabilmente ha destabilizzato il vostro equilibrio. Avete dovuto ripensarvi in ruoli diversi, con tempi diversi e nuove responsabilità. Il cambiamento maggiore di solito è più evidente nella donna quando diventa madre: ovviamente le sue attenzioni si rivolgono maggiormente al figlio appena arrivato, togliendo al marito parte di quelle attenzioni che un tempo erano tutte e solo per lui. Aggiungiamo a tutto questo la stanchezza e le difficoltà che comporta l'essere genitori (soprattutto con il primo figlio). Sono convinta che suo marito dica la verità quando dice che la storia extra-coniugale è stata una conseguenza. Probabilmente tutti e due avete mancato in qualcosa nei confronti dell'altro, soprattutto avete abbandonato il dialogo.
Il dialogo è sempre molto importante in una coppia, ancor più nei momenti di difficoltà come quelli che avete attraversato e che continuate a vivere. Parlatevi apertamente e sinceramente, cercando di comprendere l'uno le ragioni dell'altro.
Datevi del tempo per capire e - mio consiglio - rivolgetevi ad uno psicoterapeuta di coppia che vi possa accompagnare in questo percorso.
Vi auguro il meglio!
Cordialmente

D.ssa Cristina Giacomelli
Lanciano (CH) - Pescara

Dr.ssa Cristina Giacomelli Psicologo a Lanciano

294 Risposte

545 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Credevofosseunincubo,
dal suo scritto è palpabile la sua tristezza, amarezza, solitudine e difficoltà. In primis le consiglio di attorniarsi delle persone a lei care e di chiedere esplicitamente il loro aiuto e la loro presenza. In secondo luogo le consiglio di rispettare le volontà di suo marito (sia che torni o che decida di lasciarla deve avere il tempo e lo spazio per ponderare questa scelta) ma, sottolineo, che anche lei ha il potere di decidere se e come il vostro matrimonio deve continuare. Inoltre, dalle sue righe, è palpabile il pensiero "se fossi diversa, se avessi fatto di più, se fossi più magra" traducibile in "è colpa mia e quindi posso cambiare"; non credo che infliggersi svalutazioni sia a questo punto la strada da percorrere o sistema a cui potrebbe trarne benefici.
Infine, non meno importante, è il fatto che nella vostra famiglia c'è un bambino di un anno e mezzo, età particolarmente importante e di forte dipendenza dalle figure genitoriali, vivere in un contesto depressivo o comunque di profonda tristezza può esser molto controproducente per il suo sviluppo. Per questi motivi le consiglio vivamente di cercare un supporto psicologico che aiuti lei, come donna e madre, a dipanare ed attraversare questo periodo di profonda crisi.

Cordialmente,
Studio dott. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

278 Risposte

109 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve,
venire a conoscenza di un tradimento è sempre un avvenimento doloroso. Credo che in questo momento ci sia confusione da parte di entrambi e il tradimento è comunque un sintomo che qualcosa non andava già da prima. Forse suo marito ha ragione il fisico ingrassato non c'entra nulla ma sarà cambiato qualcosa all'interno della coppia.
Diventare genitori provoca non pochi scombussolamenti alla coppia e in questo anno e mezzo probabilmente è mancato più l'essere coppia ed ha preso il sopravvento l'essere genitori.
Credo abbiate bisogno di qualcuno che vi aiuti a recuperare proprio questa dimensione.
Proponga a suoi marito una terapia di coppia, se nella vostra storia l'amore, la fiducia e il dialogo sono state le basi allora è ancora possibile lavorarci sopra e capire come potete evolvere.
Rimango a disposizione.
Saluti
Dott.ssa Lorico Psicologa Psicoterapeuta a Piacenza

Dott.ssa Concetta Lorico Esposto Psicologo a Piacenza

86 Risposte

71 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19750

domande

Risposte 77350

Risposte