Lo amo ma non mi fido...

Inviata da Rosa · 1 ott 2015 Terapia di coppia

Salve sono una ragazza di 28 anni e convivo con un ragazzo di 23 da un anno all inizio andava tutto bene poi è iniziato ad essere molto irascibile bugiardo ( es l ho beccato che guardava video porno )mi ha nascosto cose del suo Passato..
Prima di lui ho avuto una storia di 6 anni finita male ora nn riesco proprio a dare fiducia anche perché mi ha detto delle bugie . Sono io oppure è lui il problema? Sono arrivata a pensare che aveva una storia con mia madre nn riesco più A vivere tranquilla aiutatemi

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 OTT 2015

Gentile Rosa,
le informazioni che ci dai sono troppo poche per poterti dare un valido aiuto.
La storia precedente di 6 anni finita male ti ha resa diffidente verso tutti tant'è che non ti fidi nemmeno di tua madre con cui, immagino, il rapporto non sia ottimo.
Riguardo alle bugie bisognerebbe sapere di cosa si tratta e se sono state gratuite oppure conseguenti a tue domande intrusive che forse sarebbe stato meglio non fare.
Quanto alla visione di nascosto di video porno, forse dovresti chiederti se l'area della sessualità nel vostro rapporto è per lui gratificante o meno.
Insomma non sembrate una coppia ben assortita e ben affiatata e per questo credo vi sarebbe utile un percorso di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7200 Risposte

20461 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 OTT 2015

Salve Rosa, dalle sue parole ci sono tante emzioni ma sicuramente anche tanta sofferenza..non credo che sia un vero problema capire ci è il problema ma comprendere bene se la vostra coppia funziona in modo funzionale a voi due o meno...se entrambe potete risolever ciò che vi tormenta o se lei si setnet di rimanere all'interno di una relazione che la svilisce.. Tanti quesiti che può comprendere meglio sicuramente chiedendo aiuto ad una persona esperta che vi guidi in questo momento.
Cordialmente E.V.

Dott.ssa Elisa Vegna Psicologo a Marsala

11 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 OTT 2015

Cara Rosa,
mi sembra molto attenta a non sbagliare questa volta, con questo ragazzo vorrebbe che le cose andassero bene, com'è normale, e già dopo un anno scopre bugie e atteggiamenti che non approva.
Smetta di pensare di essere sbagliata, il comportamento del suo ragazzo le piace? La fa sentire amata e rispettata? Se la risposta è negativa, significa che questa volta ha visto giusto da subito. Meglio troncare una relazione dopo un anno che starci male per anni e "mettersi il prosciutto sugli occhi" per non vedere...
In bocca al lupo e complimenti per il suo coraggio, talvolta guardare la realtà fa male, ma almeno ci si protegge da ulteriori dolori futuri.
Cordialmente
Dott.ssa Silvia Orso - Udine

Studio Silvia Orso Psicologo a Udine

70 Risposte

25 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 OTT 2015

Buonasera Rosa, dalle sue parole mi sembra che la situazione stia precipitando abbastanza velocemente. Dunque innanzitutto dobbiamo chiederci come mai il suo compagno le abbia nascosto delle cose: per un problema caratteriale suo o per un timore di come lei avrebbe potuto reagire? Non si tratta di sapere chi è il problema, la risposta è facile: lo siete tutti e due, chiaramente in modalità diverse. Nonostante questo i vostri sistemi complessi (cioè le vostre parti emotivo-cognitive) si sono incastrate bene all'inizio, ed ora cominciano a scricchiolare. Per caso è successo qualcosa per cui ciò che teneva saldi ed uniti i sistemi, ora non assolve più a questa funzione? Sto parlando principalmente del vostro mondo emotivo: può darsi che qualcosa sia cambiato (per una qualsiasi ragione, non per forza rilevante) ed ora l'immagine del suo partner comincia a cambiare (se non lo è già del tutto, sempre emotivamente, mentre coscientemente ancora non ne ha preso atto). Credo che un chiarimento con lui sia il minimo, facendogli capire e sentire i suoi vissuti. In secundis, una proposta di terapia di coppia potrebbe aiutarvi a rispondere alle domande di cui sopra ed a tante altre ancora. Il tutto, naturalmente, se sussiste un sentimento ancora abbastanza forte per poter affrontare questo momento di crisi (dal greco, separazione, ma anche scelta, giudizio) che potrebbe essere visto come un "salto evolutivo" della coppia, non solo come un momento negativo. Quindi anche come una scelta di...il resto tocca a voi. Ho sempre creduto fermamente che una delle funzioni della psicoterapia più importanti sia proprio quella di fornire un punto di vista alternativo al solito binario che si percorre per mesi o anni. Cerchi le alternative (che possono voler dire sia separazione ma anche volontà di superare questo momento storico della vostra vita individuale prima e di coppia poi).
Buona fortuna,
dott. Massimo Bedetti,
Psicologo/Psicoterapeuta Costruttivista Postrazionalista-Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

727 Risposte

1094 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 OTT 2015

Gentile Rosa,
proverei ad approfondire il problema - tema della fiducia nel suo ragazzo suggerendole di fermarsi un istante ad osservare la vostra relazione con un po' di distacco. Provi ad immaginare il suo ragazzo insieme a lei e provi a capire se lui le sta facendo qualcosa di male, se le sta ingannando o tradendo. Provi a capire se davvero potrebbe nuocerle in tal senso. I suoi dubbi e la sua paura si possano ridimensionare se mantiene una certa fiducia in sé stessa, considerando che, qualora, nella convivenza, si accorgesse di atti negativi nei suoi confronti, potrà sempre chiudere il rapporto, con la certezza di aver fatto "il giusto". Non tema nemmeno di restare sola, ci sono moltissime persone in cerca di amicizia e compagnia. In bocca al lupo.
Dott. Mazzoleni (Lecco)

Dott. Mazzoleni Damiano Psicologo a Lecco

100 Risposte

159 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 OTT 2015

Gentile Rosa,
Da quello che scrive emerge che si sente preoccupata per la situazione che vive con il suo convivente. Nella misura in cui sente di non fidarsi più della persona che le è a fianco è giusto che si ponga delle domande e che riesca a rispondervi. Sarebbe necessario esplorare più a fondo la sua relazione e il modo in cui lei stessa si relaziona così da comprendere a fondo quali siano le difficoltà che vive. Lo stile di vita del suo compagno lo conosceva anche prima di convivere? Avete mai parlato di voi e dei problemi che possono emergere? Le consiglio di rivolgersi ad un/una collega della sua zona. Con un percorso di terapia potrebbe riscoprire verità circa se stessa e ricominciare a costruire una relazione più sana, con il suo compagno o con qualcun'altro.
Rimango a disposizione.
Cordiali Saluti.
Dott.ssa Anna Gallucci

Dott.ssa Anna Gallucci, Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Vicenza

126 Risposte

79 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 OTT 2015

Cara Rosa,
leggendo la tua richiesta mi sembra che ci sia una mancanza grave di fiducia, legata sicuramente a degli episodi concreti ma anche a tue sensazioni più generali. In ogni caso la mancanza di fiducia è un elemento da tenere in grande considerazione nel legame di coppia: la fiducia è qualcosa che si costruisce insieme, con il tempo e con le conferme da parte dell'altro. La fiducia è l'elemento cardine che tiene insieme due persone e che permette di "costruire" una relazione stabile. Se la fiducia viene a mancare è difficile trovare punti in comune e si diventa demotivati nella relazione. Il fatto che lui ti abbia tenuto delle cose nascoste relative al suo passato, non è detto che sia negativo, proprio perché ci si confida con il tempo e alcune persone possono aver bisogno prima di sentirsi al sicuro e non giudicati. Il fatto che tu ti stia chiedendo se sei tu il problema probabilmente è legato ad aspetti del tuo passato che non hai risolto, ad una tua insicurezza di fondo...e che nelle relazioni non è importante attribuire colpe o responsabilità, forse il vostro incastro di coppia non funziona bene, forse entrambi non riuscite a fidarvi a tal punto da volervi impegnare davvero nella relazione, o semplicemente avete due età differenti che possono contribuire ad allontanarvi. Nelle relazioni di coppia, inizialmente c'è una fase positiva in cui si considera l'altro come la persona perfetta, mentre poi si arriva alla de-illusione, in cui si cominciano a vedere anche i difetti e non sempre si riesce a superarli per andare avanti. Sta a te decidere se portare avanti il rapporto, parlandone apertamente con lui. Se deciderete di rimanere insieme è importante anche mettervi in discussione con un percorso di coppia, per capire quali sono i vostri blocchi, cosa vi impedisce di aver fiducia e trovare le soluzioni.
Un caro saluto,
Dott.ssa Roberta Schiazza - Psicologa e psicoterapeuta di coppia e familiare Chieti Pescara

Studio Di Psicologia e Psicoterapia Dott.ssa Roberta Schiazza Psicologo a Chieti Scalo

13 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 26400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17650

psicologi

domande 26400

domande

Risposte 92000

Risposte