Ipocondria e disturbo ossessivo compulsivo

Inviata da Emanuele il 30 mar 2018 3 Risposte  · Disturbo ossessivo compulsivo

Salve dottori vi scrivo per parlarvi di un mio grande problema. Sono un ragazzo molto ipocondriaco, o almeno così mi è stato detto. Io due anni fa ho avuto un attacco di panico e dove mi sembrava di morire e sono andato al pronto soccorso dove mi hanno fatto ecg risultata negativa, forse però tutto è iniziato da lì. Infatti l'ansia di stare male non mi è mai passata, siamo andati da un cardiologo a marzo che ha fatto ecg e eco cardio negative, e da lì mi sono un attimo tranquillizzato. Per un anno più o meno le cose si sono attenuate, non sparite naturalmente, quest'anno però verso ottobre mi è comparsa una forte tosse secca che non mi è ancora passata, tosse accompagnata da dolori intercostali e osseo ai fianchi e alle spalle, e vai subito con spirometria ed rx torace negative, gli antibiotici non aiutano e neanche gli sciroppi, il mio medico da origine ansiosa alla faccenda. Io però ho paura di avere qualcosa di grave ed il fatto che un caro amico di famiglia sia morto di cancro ai polmoni non aiuta. Quest'ossessione poi si è un po' placata anche se non sparita perché ce l'ho ancora, però ho cominciato ad avere fascicolazioni muscolari ed allora ho cominciato a temere di avere qualche malattia neurologica importante come la sla ad esempio. Il dottore ha detto che anche questo era di origine ansiosa. Poi a dicembre nel periodo natalizio è tornata la paura del cuore con palpitazioni e sintomi simili all'infarto, l'ora ho fatto ecg dopo sforzo e holter ecg negativi e la cosa mi ha particolarmente tranquillizzato. Ma poi da poco è tornata la fissa sulla tosse e sul cancro ai polmoni con tosse più forte. Quindi adesso io vivo così, con queste ansie che so susseguono e non spariscono mai, risaltano fuori tutte, la paura del cuore, della sla, del cancro, e circa da 40 minuti ho sintomi che mi fanno pensare all'ictus, debolezza, tremori, ansia, ci fusione mentale, ecc, quindi mi si è aggiunta anche la paura dell'ictus.
In più ho anche un altro problema e cioè, secondo me, un disturbo ossessivo compulsivo non diagnosticato, io per quest'ipocondria ho iniziato una terapia psicologica da gennaio, ma delle ossessioni che ho non ho ancora parlato. Le mie ossessioni costituiscono nel fatto che a volte quando ho paura di una malattia effettuo dei "riti" per scongiurare che quell'evento si verifichi, come spegnere e accendere la luce più volte mentre penso al fatto che quella malattia non si avveri, oppure toccare più volte una cosa, entrare e uscire da una stanza pensando che quella malattia non si avveri, scrivere più volte delle cose, camminare pensando che quella malattia non si avveri. Di questo non ho ancora parlato con lo psicologo forse per vergogna ma ne parleremo. In più secondo i dottori soffro anche di somatizzazione ansiose appunto. Ora dopo questa mia lunghissima introduzione le mie domande sono queste: se questo fosse un disturbo ossessivo compulsivo potrebbe essere la causa dell'ansia e dell'ipocondira o il contrario? Come dovrei fare a sconfiggere quest'ipocondria? Ho una vita molto difficile così, mi potete dare qualche consiglio su come sconfiggere questo disturbo ossessivo compulsivo che non siano farmaci? Ne parlerò comunque con lo psicologo ma volevo una vostra opinione, ammesso che sia un disturbo ossessivo compulsivo, secondo voi lo è? Aiutatemi per favore, confortatemi e datemi qualche consiglio. Grazie mille per le risposte

consiglio

Miglior risposta

Gentile Emanuele,
Sembra in effetti che si tratti di un disturbo ossessivo compulsivo, questi impulsi frequenti le innescano ansia e si ritrova costretto ad attuare questi rituali. I pensieri e le somatizzazioni inoltre dominano la sua vita.
Questo disturbo se non viene adeguatamente curato tende a cronicizzarsi ed aggravarsi nel tempo. Le consiglio vivamente di proseguire il percorso con trasparenza e sincerità verso il proprio terapeuta. L'utilizzo dei farmaci può essere a volte necessario, in ogni caso in caso di necessita viene attuata una valutazione.
Se non dovesse riscontrare risultati, valuti l'opportunità di cambiare terapeuta.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Donatella Costa

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Carissimo,
c'è una contraddizione evidente nel suo messaggio: da una parte dice di avere un DOC che la invalida pesatamente, però, dall'altra, ne parla con noi ma non con i suo psicologo: come mai? La invito a riflettere su questo fatto molto importante per l'alleanza terapeutica.

Angelo Feggi

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

26 DIC 2018

Logo Dott. Angelo Feggi Dott. Angelo Feggi

474 Risposte

708 voti positivi

Caro Emanuele, tutto nella sua descrizione rimanda al D.O.C. Per evitare una vita fatta di ansia, rabbia, colpa, vergogna e depressione, le consiglio vivamente una psicoterapia. Cerchi pero' una psicoterapia di efficacia scientificamente testata, altrimenti rischia di buttare soldi senza nessun risultato. Coraggio, se ne esce

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

2 APR 2018

Logo Emozioni Umane - Dott.ssa Papadia Emozioni Umane - Dott.ssa Papadia

554 Risposte

374 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Ansia ipocondria e disturbo ossessivo compulsivo

4 Risposte, Ultima risposta il 03 Aprile 2018

Disturbo borderline e disturbo ossessivo compulsivo

2 Risposte, Ultima risposta il 26 Dicembre 2018

Amore nel disturbo di personalità ossessivo compulsiva

5 Risposte, Ultima risposta il 26 Dicembre 2018

Disturbo ossessivo compulsivo, come liberarmene velocemente?!?

5 Risposte, Ultima risposta il 26 Dicembre 2018

Credo di avere un disturbo ossessivo compulsivo, mi aiutate?

11 Risposte, Ultima risposta il 26 Dicembre 2018

Disturbi ossessivo compulsivi

2 Risposte, Ultima risposta il 26 Dicembre 2018

Disturbo ossessivo compulsivo e depressione

4 Risposte, Ultima risposta il 27 Novembre 2018

Disturbo ossessivo compulsivo

3 Risposte, Ultima risposta il 27 Settembre 2016