É possibile che soffro del disturbo ossessivo compulsivo?

Inviata da Giulia. 26 set 2013 9 Risposte  · Disturbo ossessivo compulsivo

Salve sono una ragazza di 22 anni ...ed ho un problema che mi assilla da circa 2 mesi ...da quando ho avuto dei problemi con il mio fidanzato che non vedevo da 2 mesi lui mi confida che è da un po' di tempo che si sente confuso dei suoi sentimenti nei miei confronti ,dopo questa cosa non sapeva se continuare la relazione oppure no aveva bisogno di capire se era solo confuso con una pausa di riflessione che però non c'è mai stata perché lui mi cercava tutti i giorni con sms e chiamate di un ora almeno....detto ciò ci vediamo 10 giorni dopo in cui comunque ci sentivamo per telefono in questo arco di tempo premetto che io lo sentivo strano già da tempo prima ancora che lo diceva ma quando gle lo chiedevo non mi aveva detto mai niente...quando finalmente ci vediamo e stiamo insieme 2 giorni io ero contenta anche se avevo un po' di ansia visto quello che era successo parliamo e tutto quanto il momento che lui va via di nuovo mi dice che è confuso ancora e che vuole rimanere solo per capire ma non ci siamo lasciati , ma che comunque sente di amarmi solo che non come prima e vuole capire il motivo ...al che io rimasta molto male gli dico che spero che i dubbi li risolva e che però stavo malissimo per la lontananza e che sarai partita con lui subito ma lui però voleva stare da solo ...ed è qui che subentra il mio dolore lacerante dal momento che vai via io incominciò a farmi delle domande del tipo :ma lo amo davvero ne sei sicura? Pensi che è il ragazzo giusto per te ? Ne vale la pena continuare ?sei sicura che fisicamente ti piace ancora ...è poi vedevo dei difetti in lui che anche se prima aveva non notavo ora invece li notavo e mi domandavo non è che non li sopporto ? Non mi sta più bene lui? È poi non sapevo se mi mancava davvero ? Se davvero volevo passare il mio futuro con lui ? Però se penso di lasciarlo mi vengono la tachicardia , l ansia ,attacchi di panico ...poi ho paura che gli possa succedere qualcosa di brutto e mi dico se faccio questo pensiero e forse perché inconsciamente voglio che succede qualcosa di brutto e incomincio a piangere a star veramente male ...la situazione così va avanti da un mese e mezzo da quando non lo vedo però lo sento telefonicamente il punto e che poi lui la sua confusione gli e passata a detta di lui circa una settimana dopo che mi aveva salutata e vista ...dicendomi che era certo di amarmi anche più di prima e che non vuole buttare una storia di 4 anni io al che prima di ciò nonostante i dubbi miei ne suoi confronti e paranoie non volevo che mi lasciava e cercavo di capire con lui cosa sarebbe stato meglio e se gli chiedevo come stava se mi avrebbe lasciata e lui diceva malissimo mi sentire quindi gli dico proviamo a ricominciare però stando insieme e non a distanza e lui dice che sarebbe ritornato per recuperare la storia con me ....in questo periodo oltre al fatto brutto successo con il mio fidanzato mi succede un altro fatto scioccante riguardante mio padre che a un grave problema di salute ed io ero depressa un po per tutto un insieme di situazioni ero sotto stress da tanto tempo , avrei voluto il mio fidanzato al mio fianco di persona ,,,mi ha aiutata ad informarsi al posto mio per risolvere il problema di mio padre ma io volevo lui al mio fianco e lui invece non veniva e non c era perché aveva un impegno di lavoro e rimandava di venire io anche qui sono rimasta male e delusa perchè non era presenta ...dopo questa cosa incominciano le paranoie e le fisse x tutto il giorno e notte e ho la confusione in testa se lo amo oppure no ? Voglio stare con lui oppure no?e siccome il mio fidanzato ha fatto molti sbagli gravi nei miei confronti in questo periodo cosa che in 4 anni mai successo mi ha sempre trattata come una principessa sono rimasta malissimo perche sembrava un altra persona,, mi ha anche detto di aver passato anche lui un periodo bruttissimo era giù di morale ma di tanto non sapeva cosa gli era successo un periodo della sua vita a detto il più brutto che abbia mai passato e che gli ha portato anche di mettere in discussione la nostra coppia . Poi io c'è da dire che da quando lui è andato via io non vissuto più la mia vita perché piangevo mi angosciavo e tutt ora e cosi perché pensavo sempre alle mie domande e paranoie sto sempre a letto e non mi alzavo per tanto tempo faccio dei sforzi sovra umani per uscire di casa perché non ne ho voglia ,mangio normale ,dormo male quasi per niente , vedo le altre coppie e le invidio e penso loro sono una coppia bella e felice,,,poi dormo durante il giorno,,,non ho voglia di fare niente neanche le cose che prima mi piacevano fare sono diventata apatica in tutto nei confronti del mio fidanzato e questo mi fa rabbia e dolore e ne soffro molto ,mi sento in colpa perché mi sento confusa nei sentimenti nei suoi confronti per tutte queste sensazioni che non avevo per lui finché non è venuto fuori tutto questo problema e da quando è andato via che mi sento così e mi sono sentita abbandonata da lui volevo solo quando era venuto che non andasse via e ritornasse a starmi più vicino perché tra noi nell ultimo anno c'è stata la distanza volevo solo che ritornasse x essere felice un mese e mezzo fa anke prima poi più passava il tempo e lui no veniva ero sempre più fredda nei suoi confronti e ci sto male perché io non lo voglio lasciare morirei però perché ora che è ritornato da dove lavorava sembra che non sono felice cioè da dopo che mi sono fatta tutte queste paranoie ? Era quello che volevo fino a un mese fa ..penso che se viene non sono felice e ho paura da morire che quando verrà cioè tra pochi giorni io mi sento così nei suoi confronti e che quindi ho paura che ci lasciamo... Ho paura che se mi faccio le paranoie che mi assillano con lui poi non sono serena e tranquilla poi penso siccome una delle mie tante paranoie e sul fatto che qualsiasi ragazzo che ho incontrato in precedenza anche di mesi e anni o del mio ex possano piacermi e pensare che loro sono meglio di lui e che magari lo potrei preferire loro anzichè il mio fidanzato ed ecco che dico ma se penso ciò allora non lo voglio più non lo desidero più e non lo amo più quanto sto male e poi penso di immaginarmi se mi dovesse abbracciare o baciare il mio fidanzato forse non proverei niente e non lo vorrei e a me questi pensieri mi uccidono....allora io mi chiedo come mai è incominciato tutto da quando è andato via ?ed sono peggiorati questi dubbi confusioni ,incertezze , paure ansie io premetto che praticamente sono più di 2 mesi che sto stressata e depressa così, ho la testa piena di cose e non ne posso più vorrei solo tornare normale e vorrei che con il mio fidanzato tornasse tutto come prima perché avevamo un rapporto bellissimo ed io ero pazza di lui innamoratissima e felice solo al pensiero che lui era nella mia vita ora mi sento svuotata triste apatica e vedo tutto buoi e inutile non sono più io non sono più felice perché ho tutti questi pensieri ...è poi volevo sapere e possibile che soffro del disturbo ossessivo compulsivo DOC?" Da relazione" oppure o qualcos altro? Scusate per la lunghezza del messaggio ma dovevo spiegare bene il tutto ...grazie in anticipo per la risposta

capire

Miglior risposta

Gentile signora Giulia
è possibile tuttavia la diagnosi (in quanto la dizione"disturbo ossessivo compulsivo" è diagnosi) è di pertinenza del clinico che si esprime solitamente dopo una valutazione anche con test psicodiagnostici se necessario
dr paolo zucconi, sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine, in Friuli

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Giulia,
invece di cercare una diagnosi, dovrebbe cercare un collega che possa aiutarla a dissipare i suoi dubbi attraverso la consulenza psicologica di persona.
Si soffre per amore e le crisi le affrontano tutte le coppie, fa bene ad interrogarsi sui propri sentimenti, ma la difficoltà che comporta la distanza nella relazione e le nostre necessità e bisogni personali, possono mettere in crisi qualsiasi coppia; non sia invidiosa delle altre coppie, non sa se anche queste che all'apparenza sembrano felici abbiano avuto dei problemi.
Dott.ssa Claudia Popolillo

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

5 AGO 2014

Logo Claudia Popolillo - Studio Logos Claudia Popolillo - Studio Logos

213 Risposte

194 voti positivi

Gentile Giulia,
per effettuare una diagnosi attendibile è necessario recarsi personalmente da uno psicologo.
Non ci è pertanto possibile, in questa sede, avanzare ipotesi.
Cordialmente,
Dott.ssa Raffaella Orlando

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

30 SET 2013

Logo Dott.ssa  Raffaella Orlando Dott.ssa Raffaella Orlando

201 Risposte

89 voti positivi

Gentile utente,
effettuare diagnosi on line può essere pericoloso oltre che poco serio.
Quello che mi sento di dirle è che la continua ricerca di materiale on line, oltre a contribuire ad "annodarla" sui suoi dubbi, può contribuire alla formazione di idee distorte.
Forse sarebbe opportuno un consulto vis a vis.

Restiamo in ascolto

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

29 SET 2013

Logo Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta

573 Risposte

362 voti positivi

Gentile Giulia,
il suo bisogno di parlare di sé, di essere ascoltata e capita, le sue domande e i suoi dubbi su cosa le accade e come mai, sono legittimi e meritano di poter trovare risposte più approfondite di quanto sarebbe possibile darle tramite internet. Per una diagnosi accurata e quindi utile è necessaria una attenta e completa valutazione da parte di uno psicologo che possa incontrarla di persona e conoscerla direttamente, in modo da poter poi eventualmente proporle un percorso di supporto o di terapia focalizzato su obiettivi specifici e adeguati alla sua situazione. Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

29 SET 2013

Logo Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani

992 Risposte

451 voti positivi

Gentile Giulia,
Dal suo racconto appaiono due elementi a mio avviso:
1.la difficoltà ad accettare una parte di lei che può lasciare, concludere una relazione
2. difficoltà a gestire una emotività che si sviluppa durante il vivere sentimenti contrastanti.

La invito ad approfondire con un collega di zona
Cordiali saluti,
Dott.re Lorenzetto Claudio, psicologo psicoterapeuta individuale, Ferrara.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

29 SET 2013

Logo Dott.re Lorenzetto Claudio Dott.re Lorenzetto Claudio

182 Risposte

64 voti positivi

Buongiorno gentile Giulia,
mi rendo conto della sua necessità di ricevere risposte che la possano soddisfare ma questo servizio è utile per orientarsi nella scelta della cura psicologica migliore. On line non è possibile dare una diagnosi. Le suggerisco di rivolgersi di persona ad uno psicologo psicoterapeuta per svolgere degli incontri di consulenza psicologica.
Cordialmente

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

29 SET 2013

Logo Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

1715 Risposte

2776 voti positivi

Cara Giulia. A colpirmi particolarmente più che la lunghezza del suo scritto è la concitazione che trasmette e la voglia di comunicare quanto più possibile di sè e dei suoi problemi, forse con la speranza di trovare una mano tesa pronta a darle un supporto in questo momento così difficile. Vorrei darle una risposta che possa rassicurarla, ma anche farla riflettere. Credo che la sua domanda iniziale, più che dalla paura di avere realmente un disturbo di quel tipo, nasca invece dal bisogno di mettere ordine e dare un nome alle emozioni che si sta trovando ad affrontare. Emozioni che in questo momento avrebbero bisogno di trovare una collocazione dentro di lei e che non riuscendoci si mescolano generando anche una confusione nei suoi pensieri. Credo saprà anche lei che non è possibile aiutarla solo attraverso una o più risposte di questo tipo. Magari la confortano al momento, ma in questo modo non è possibile entrare davvero nel merito delle questioni emotive che sta affrontando. Provi a chiedersi se non sarebbe disposta a farlo incontrando di persona uno psicologo che la sappia accompagnare a comprendere meglio quanto le sta accadendo. Se sentisse il bisogno o la voglia di farlo può contattare un terapeuta della sua zona. Credo sarebbe la cosa migliore. Ci pensi su.
Un caro saluto.
Dott.ssa Federica Rota- studio Impronte

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2013

Logo Studio Di Psicologia Impronte Studio Di Psicologia Impronte

19 Risposte

14 voti positivi

Cara ragazza,
purtroppo non possiamo fare diagnosi on-line e per questo motivo la invito a consultare un Collega di persona, il quale dopo un'adeguata valutazione psicodiagnostica sarà in grado di suggerirla al meglio. Cerchi di non consultare internet per fare "autodiagnosi", questo non fa altro che incrementare il suo stato d'ansia.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo Viterbo

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2013

Logo Dott. Giuseppe Del Signore Dott. Giuseppe Del Signore

834 Risposte

643 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Soffro di disturbo ossessivo compulsivo?

11 Risposte, Ultima risposta il 02 Novembre 2015

Ho bisogno di aiuto soffro di disturbo ossessivo compulsivo

5 Risposte, Ultima risposta il 20 Settembre 2015

Disturbo borderline e disturbo ossessivo compulsivo

2 Risposte, Ultima risposta il 26 Dicembre 2018

Ipocondria e disturbo ossessivo compulsivo

3 Risposte, Ultima risposta il 26 Dicembre 2018

Ansia ipocondria e disturbo ossessivo compulsivo

4 Risposte, Ultima risposta il 03 Aprile 2018

Credo di soffrire di Disturbo-Ossessivo Compulsivo. Cosa faccio?

3 Risposte, Ultima risposta il 28 Marzo 2016

Disturbo ossessivo compulsivo e depressione

4 Risposte, Ultima risposta il 27 Novembre 2018

Disturbo ossessivo compulsivo, come risolverlo?

8 Risposte, Ultima risposta il 15 Settembre 2013