Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Dopo le sedute di psicoterapia ho degli incubi

Inviata da Gessica il 10 nov 2017 Psicologia risorse umane e lavoro

Cosa significa avere degli incubi dopo le sedute di terapia? Solitamente sono incubi in cui sono molto piccola o fuggo dai miei inseguitori, costruisco muri, piango e provo paura. Ultimamente li sto facendo spesso.
Premetto che prima della terapia non facevo incubi o almeno non li ricordo. Solo nella mia infanzia facevo un sogno/incubo ricorrente. Pero dopo anni é sparito da solo.
L'incubo infantile era io che scappavo e facevo un incidente. Questo incubo lo ho fatto per circa 10 anni, ma nell'incubo io rimanevo sempre piccola. Dopo la psicoterapia faccio incubi simili, con assenza di figure, pianti, fughe, paura, tristezza, costruzione muri, case allungate e persone che mi inseguono ma non riescono a raggiungermi. É normale?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Gessica,
con quale stato d'animo affronta le sedute di psicoterapia e da quanto tempo le ha iniziate?
Ne parli con il suo terapeuta che conoscendo la sua anamnesi e le sue problematiche potrà senz'altro utilizzare anche questo materiale nella sua terapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6559 Risposte

18374 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Gessica,
probabilmente la terapia le sta consentendo l'accesso a contenuti emotivi che erano bloccati e adesso stanno venendo fuori intanto sotto forma di incubi. Ne parli senz'altro con la persona che la sta seguendo in terapia in modo tale che possiate modulare l'intervento e indagare che cosa si sia scongelato. Il suo malessere di questo momento paradossalmente è una nota positiva perchè significa che il suo mondo interno si è messo in movimento. Coraggio, non abbandoni adesso.
dott.ssa Paola Gambini

Dott.ssa Paola Gambini Psicologo a Cadoneghe

57 Risposte

32 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Gessica
Mi soffermerei oltre che sui contenuti del sogno sulle emozioni che la accompagnano al risveglio. L’interpretazione dell’onirico spesso tralascia il “sentire” ad essa connesso. Valuterei anche a cosa le serve quel sogno nell’incontro con il terapeuta perché, a mio avviso, c’è una cocreazione ed un bisogno non ancora del tutto esplorato.
Dott. Massimo Comella

Dott. Massimo Comella Psicologo a Siracusa

7 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Gessica, dipende molto dalla fase della terapia che sta affrontando e quali sono le tematiche in essa affrontate. Le consiglierei di parlarne con la sua terapeuta e di prendere in considerazione l'ipotesi di lavorare sul sogno stesso.
Saluti
Dott.ssa Daniela Narciso

Dott.ssa Daniela Narciso Psicologo a Pescara

2 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Jessica,
Nel sogno esistono contemporaneamente tanti aspetti di cui bisogna tener conto per interpretare e comprendere il significato simbolico. E' importante conoscere la sua storia, i vissuti, le emozioni.
L'ideale è attuare tutto ciò all'interno del setting terapeutico, per tale motivo credo che sia opportuno confrontarsi con la propria terapeuta.
Cari saluti
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2442 Risposte

2060 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Gessica.
Ha riferito al suo terapeuta che fa questi sogni....e che sono sempre uguali?
Ne parli con lui Gessica, e insieme cercate di comprendere che significato possono avere all'interno della sua vita attuale.
Se lo farete son sicuro che ciò l'aiuterà ad affrontare e superare le due difficoltà.
Un caro saluto.
Dott Betti Giuseppe

Dott. Giuseppe Betti Psicologo a Bologna

85 Risposte

34 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Gessica.
Quando un sogno si ripete più e più volte comincia a diventare sintomatico, nel senso che acquista un valore maggiore rispetto al sogno che sebbene lascia in noi una traccia, non si ripete più. Il fatto che questi sogni ricorrenti siano ricomparsi successivamente all'inizio del suo percorso psicoterapeutico è un ottimo segno: sta smuovendo qualcosa di profondo, qualcosa che le consiglio di elaborare assieme al suo terapeuta. Buon lavoro!

Psicologo Andres Rivera Garcia Psicologo a San Benedetto del Tronto

13 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Se vai in terapia, potresti sottoporli al terapeuta per utilizzarli nella relazione terapeutica e nel vostro lavoro.
Perchè teme di parlarne direttamente con il terapeuta?

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20000

domande

Risposte 77750

Risposte