Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Depressione e ansia sociale che sembrano non terminare mai

Inviata da margherita il 26 dic 2018 Ansia

Buona sera a tutti. Ho quasi vent'anni e sin dall'infanzia soffro di disturbi psicologici; quando ero piccola una serie di traumi piuttosto significativi (malattie gravi in famiglia, bullismo subito nella tarda infanzia in diversi contesti, conflitti fra i miei e conseguente divorzio, problemi psichiatrici gravi di un familiare a me molto vicino e altri ancora) non mi hanno consentito di stabilire un giusto rapporto con me stessa e , nell'adolescenza , sono sfociati in problematiche ancora più devastanti, fra cui dipendenza da alcol, pensieri suicidi, forte panico che mi costringeva a scappare dalle situazioni sociali , paura di parlare in pubblico, abbuffate compulsive, autolesionismo e disturbi psicosomatici. A sedici anni ho chiesto l'intervento di una psicoterapeuta perché sentivo di non reggere più questo enorme peso, la terapia è durata due anni e di sicuro mi ha aiutata a riprendere normali contatti sociali con l'esterno e ad acquisire un minimo di fiducia nella mia persona, ma non ha prodotto risultati davvero significativi oltre questi (ho continuato a soffrire di ansia anche se in forma minore e il mio umore si è mantenuto depresso). L'ho interrotta e mi sono trasferita, da sola, in un'altra città lontana moltissime ore dalla mia d'origine, per 'incominciare una nuova vita', ed esprimere al massimo le mie potenzialità seguendo un corso di studi a me affine, fiduciosa che questa volta sarebbe andata meglio, e in parte così è stato. Tuttavia, ancora oggi spesso mi capita di ricadere in quel baratro nero e di piangere per ore, apparentemente senza motivo. Mi sento molto in colpa verso me stessa e mi critico per ogni sottigliezza. Provo una profonda noia verso la vita, paradossalmente nei momenti in cui scopro che è così vasta e ricca di opportunità, opportunità che però a me, per motivi che non conosco, sembrano precluse. Non ho mai avuto un ragazzo, non sono mai stata innamorata; dentro di me penso che sia troppo 'marcia' per chiunque. Ho delle amiche nella mia città di origine, quando torno passo molto tempo con loro, e , seppur lentamente, sono riuscita ad instaurare rapporti anche dove vivo attualmente. Il punto è che quello che ai miei coetanei riesce facilissimo, nel mio caso richiede forze inimmaginabili. Impiego un enorme fatica a sedermi da sola in un bar, a camminare in pubblico, a parlare davanti ad altri figuriamoci. Se qualcuno che non conosco bene mi chiede di uscire sono in ansia da giorni prima, di solito mi presento all'appuntamento ma ricolma di agitazione e paura. Ogni giorni svegliandomi penso a tutto quello che di brutto potrà accadere, ma il paradosso è che non provo disperazione, bensì noia, e profonda stanchezza verso l'esistenza. Quando sento di un successo di una mia amica o conoscente soffro tantissimo: sono invidiosa, invidiosa di quello che gli altri vivono mentre io affogo nei miei problemi. In più, i miei hobby sembrano essere molto diversi da quelli della gente che conosco. Leggo moltissimi libri, disegno, ascolto la musica, faccio lunghissime passeggiate nella natura, ma non ho mai praticato sport, non mi piace fare tardi la sera, uscire esageratamente per divertirmi. Mi sento 'vecchia dentro' rispetto ai miei coetanei, anche se a molti di loro proprio per questa mia stranezza 'sto simpatica'. Ho conosciuto molte persone di valore nella mia vita ma ogni volta che provo a vivere come vivono gli altri, fallisco. Perché sono nata così 'diversa' e inadatta al mondo? Perché non posso essere come tutti gli altri ragazzi della mia età?
Potrò davvero stare meglio o la mia condizione è talmente connaturata alla mia personalità da essere immodificabile?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Margherita,
sicuramente gli eventi traumatici passati (di cui non ha alcuna colpa) hanno creato danni notevoli nella formazione della sua personalità ma per fortuna lei ha iniziato molto presto un percorso di psicoterapia che, pur avendo avuto una discreta durata, non è però stato sufficiente per una ristrutturazione completa sicchè persiste tuttora ansia sociale, basso livello di autostima e stato depressivo.
In effetti lei può e deve guadagnare ancora molto in autostima stabilizzando il tono dell'umore e valorizzando la propria persona nelle sue peculiarità senza necessariamente omologarsi agli altri e senza sentirsi inferiore e invidiosa di come essi sono fatti.
Pertanto è opportuno che lei riprenda un nuovo step di psicoterapia, col vantaggio questa volta di partire da un livello più elevato rispetto a prima, per raggiungere quella situazione di equilibrio psicofisico e di benessere che certamente merita.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6609 Risposte

18511 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima Margherita,
stia tranquilla! Lei può cambiare. E per rispondere alla sua domanda, probabilmente l'etiologia dei suoi problemi relazionali e di umore risalgono ai molteplici traumi che ha subito nel passato. Come dicevo, lei ha senz'altro un problema di umore in quanto piange per ore e si sente triste e non fa certo pensieri allegri alla mattina. Poi c'è una problematica relazionale che le ha impedito di vivere l'intimità con le altre persone.
La psicoterapia a sedici anni è servita parzialmente e doveva essere proseguita per una corretta ristrutturazione della personalità.
Le consiglio pertanto di rivolgersi ad uno psicologo della sua zona o lontano ma che usi Skype al fine di completare un percorso iniziato anni fa e che non doveva essere interrotto.
MI faccia pure delle domande se ne ha bisogno!

Dott. Angelo Feggi - Psicoanalista Skype

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

474 Risposte

712 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19300

domande

Risposte 78300

Risposte