Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come devo agire?

Inviata da martina il 29 gen 2015 Terapia familiare

Salve..sono una donna di quasi 29 anni,ho alle spalle un percorso di psicoterapia che mi ha aiutata molto,sopratutto nel levarmi dalla testa determinati sensi di colpa ma non solo,sono cambiata in meglio e sono diventata una persona responsabile e sincera..tutto ciò va benissimo,ma ha un rovescio della medaglia,ho iniziato a vedere mia madre con occhi diversi,oggettivi e ciò che ho capito non mi è piaciuto ma ho cercar di accettarlo,sutbito credevo di esserci riuscita,mentre adesso a distanza di qualche anno mi trovo nella condizione in cui non tollero una sola parola di quello che dice la trovo assurda fuori luogo e comunque molto differente da come vedo e affronto la vita io..tutto ciò si scatena sopratutto a causa di mio fratello,che più piccolo di me sta avendo all incirca gli stessi problemi che ho avuto io con nostra madre,la quale vorrebbe da me appoggio ma alla quale non riesco a darne perché secondo me ê in errore..tutto ciò mi sta portando all ansia e ora non ê il momento visto che sono nel pieno della mia seconda gravidanza...secondo lei dovrei ricontattare la mia psicologa?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Martina
certamente è importante che lei ricontatti la sua psicologa per poter continuare con lei il viaggio iniziato tempo fa e che la porterà a rielaborare i "vissuti "che sente oggi verso sua mamma; osservazioni che sono frutto di consapevolezza e pure, non a caso, interesse dato che di nuovo lei sta diventando mamma.
Sicuramente, come lei ci racconta, la psicoterapia porta a vedere cose che prima non si vedevano e lei "captando" gli errori comportamentali di sua mamma ora comprende come parole e atteggiamenti possano essere distruttivi dentro le relazioni, soprattutto se si tratta di relazioni importanti.
Potrebbe essere importante per lei parlare con sua mamma esprimendo le sue osservazioni, possibilmente con calma, farà bene ad entrambe anche se non è facile.
Potrebbe anche provare a proporre a sua mamma qualche incontro con un professionista in modo che la stessa possa trarre vantaggi dalla psicoterapia come è successo a lei.
Auguri! e auguri anche per la sua seconda gravidanza.
Dott.ssa silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6722 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Martina, rispetto alla tua richiesta se ricontattare o no la tua terapeuta mi sembra utile evidenziarti il fatto che durante il periodo gestazionale è consigliato evitare dei lavori emotivi sul profondo proprio perchè la donna attraversa un momento in cui le paure si riaprono e la fragilità è costante. nel caso la tua terapauta fosse abilitata a esperienze nella preparazione al parto ti conosiglierei di organizzare il lavoro in tal senso, questo ti permetterebbe comunque di recuperare il vissuto di sostegno e appoggio e lavorare sulle sensazioni positive utile in questo momento della tua vita. Sii fiduciosa che sicuramente il lavoro svolto è ormai una tua capacità e risorsa e i risultati nonostante le difficoltà che senti ad oggi non ti hanno abbandonato. Spero di esserti stata utile nella fase di questa scelta.
Ti auguro una serena e gioiosa gravidanza
Un caro saluto
Dr.ssa Cristiana Salvi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Martina, gli eventi della vita ci portano ad affrontare cambiamenti continui, interni ed esterni. Probabilmente in questo momento critico potrebbe essere utile ricontattare la sua psicologa, anche solo per avere qualche suggerimento su come muoversi e capire cosa sta succedendo dentro di lei per quanto riguarda il rapporto con la madre. A maggior ragione in un momento delicato come la gravidanza che sta attraversando, credo che ridurre o quantomeno gestire l'ansia sia molto importante.
Un saluto
Dott.ssa Laura Pedrazzoli

Dott.ssa Laura Pedrazzoli Psicologo a Padova

4 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Martina. Di sicuro la seconda gravidanza la sta conducendo verso un nuovo cambiamento e quindi le vecchie fragilità, le insicurezze possono fare nuovamente capolino. Con i miei pazienti, dopo avere lavorato su aspetti che hanno a che fare con le figure genitoriali, lavoro su un altro aspetto secondo me fondamentale. Sulla consapevolezza che loro, i nostri genitori, hanno fatto e fanno quello che possono...quello è il loro massimo. Sbagliano, fanno errori, ci hanno fatto soffrire ma questo è l'unico modo che hanno o che hanno avuto per volerci bene. Lei Martina è riuscita a farsi un grande regalo che si chiama psicoterapia...sua madre no. La invito a vedere questa donna sotto questa prospettiva, come una madre che con i suoi limiti ha dato il massimo. Con questa ulteriore consapevolezza si prenderà cura della bambina dentro di lei, non quella/o in arrivo, ma di Martina piccolina che è ancora un pochino ferita e vedrà con occhi diversi sua madre. A questo punto accompagnerà suo fratello a capire le azioni di vostra mamma sotto una luce completamente diversa.

Michela Romano psicologa psicoterapeuta

Dr.ssa Michela Romano Psicologo a Santorso

6 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Martina, sa cosa dico sempre ai pazienti che concludono il loro percorso di terapia? Che la porta rimane sempre aperta. Si perché la vita può portarci, in momenti di cambiamento, come il suo adesso con questa sua seconda maternità, a riaprire delle situazioni che per noi rimarranno sempre dei gran nodi tematici. Questo non vuol dire che non saremo in grado di affrontali, ma che ci viene data possibilità di approfondire ulteriormente quelle tematiche.
Si credo che le possa essere di grande aiuto riprendere i contatti con la sua terapeuta.
Dr.ssa Claudia Corti

Dr.ssa Claudia Corti Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Empoli

3 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Martina,
la gravidanza è un periodo in cui, fisiologicamente, in ogni donna si riattivano i vissuti, le fantasie e le emozioni legate alla relazione con la propria madre. È per questo che, probabilmente, sarebbe utile per Lei intraprendere un nuovo percorso di psicoterapia supportiva, al fine di sostenerla ed esplorare il conflitto che in questo momento è in atto nel suo "mondo interno".
Vivere bene il periodo della gestazione ed essere supportati nel delicato post parto è inoltre fondamentale per il corretto sviluppo psichico del bambino che ha in grembo.
Cordiali saluti e in bocca al lupo per tutto,

Dott.ssa Daniela Bonfini

Dott.ssa Daniela Bonfini Psicologo a Teramo

8 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Martina,

come le mie colleghe hanno precedentemente sottolineato, la gravidanza è un periodo della vita molto delicato e per questo motivo credo che dovrebbe affrontare le sue problematiche nuovamente con l'aiuto della sua "vecchia" psicoterapeuta (se si era trovata bene con lei). In questo modo avrà un supporto per affrontare al meglio la situazione con sua mamma e suo fratello e sicuramente anche con gli altri membri della sua famiglia.

Cordialmente,
dott.ssa Daniela Ferusso - Torino e Racconigi (CN)

Dott.ssa Daniela Ferusso - Psicologa Psicologo a Torino

4 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Martina,
durante la vita ci sono momenti che ci pongono problemi che non siamo in quel momento attrezzati per risolvere. Anche se lei ha intrapreso una psicoterapia qualche tempo fa (e quindi ha una grande consapevolezza che la porta ad agire correttamente) non è detto che in quel momento avesse la possibilità di affrontare anche questo nodo. Ora evidentemente è arrivato il momento! Forse proprio perché sta di nuovo diventando mamma! Auguri Dott.ssa Laura Izzi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Martina,
innanzitutto complimenti per i cambiamenti che è riuscita ad effettuare attraverso il suo percorso di psicoterapia. Deve sicuramente esserne molto orgogliosa.
Aggiungo inoltre che il periodo della gravidanza è un momento molto delicato in cui, a causa di nuovi timori e nuove preoccupazioni e anche degli ormoni si è più sensibili e suscettibili. Quindi alcuni comportamenti che in una situazione "normale" le darebbero solo un po' di fastidio magari in questo periodo la urtano particolarmente. Inoltre non dimentichiamo il senso di rabbia che potrebbe provare verso sua madre,vedendo che suo fratello più piccolo (verso il quale si attiva un comportamento di accudimento) ora sta avendo gli stessi problemi che ha avuto lei.
Dalle sue parole mi viene perciò da pensare che la sua terapeuta le abbia parlato degli stili genitoriali e come alcuni di essi predispongano all'insorgenza di diversi disturbi psicologici (i genitori agiscono quasi sempre in bene naturalmente cercano rifare del loro meglio ma non sempre riescono a farlo).
Per questo le chiedo: quanti anni ha suo fratello? Se secondo lei è vittima degli stessi problemi che si è trovata ad affrontare lei forse vale la pena indirizzare anche lui verso una psicoterapia. Inoltre, se per caso fosse ancora minorenne, sarebbe indispensabile coinvolgere anche sua madre (per motivi legali) che sicuramente poi diverrebbe parte integrante del trattamento nonché un po' "paziente" anche lei, in quanto sicuramente il terapeuta la metterebbe davanti alla necessità di cambiare qualcosa.
La seconda alternativa che le propongo e di riprendere i colloqui con la sua terapeuta per lavorare magari su alcuni aspetti che potrebbero essere ancora un po' limati (ad esempio l'assertività).
Spero di esserle stata d'aiuto.
Cordiali saluti,
dott.ssa Debandi Valentina

Dott.ssa Debandi Valentina Psicologo a Valenza

29 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Martina,
dalle sue parole si percepisce la preoccupazione per la complessa situazione familiare, ed il desiderio di porvi rimedio. Mi sembra molto importante che le sia venuto in mente di poter ricontattare la terapeuta con cui ha già affrontato alcuni temi per lei cruciali, quindi a mio avviso potrebbe essere utile contattare la Dott.ssa di cui si fida ed esporle le difficoltà che sta attraversando.
In questo modo potrà trovare un sostegno in più durante il delicato momento che sta vivendo.
Per qualsiasi cosa resto a disposizione,
La saluto,

Dott.ssa Ottavia Baroli

Dr.ssa Ottavia Baroli Psicologo a Biella

3 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Martina,
Probabilmente in questo momento ha bisogno di rivedere le sue cose a distanza di tempo e con nuovi elementi (tuo fratello, la gravidanza). Magari puó aver bisogno di un sostegno per riattivare le sue risorse. Le consiglio di rivolgersi allo stesso psicoterapeuta da cui è stata precedentemente, se si è trovata bene, e con cui ha precedentemente affrontato un percorso. Consiglio, infine, un percorso di training autogeno utile per il rilassamento e per le donne in gravidanza.
Auguri,
Dott.ssa Antonella Scaccia

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Martina, per rispondere alla sua domanda le direi di si, contatti la sua psicologa, insieme avrete modo di valutare la situazione e deciderete se fare solo qualche incontro sporadico o se ha bisogno di un sostegno più costante.
Le consiglierei anche provare a condividere con sua madre il disagio che sta vivendo e riportare la centralità che giustamente ha per lei la sua gravidanza.
Sperando di esserle stata d'aiuto, rimango a disposizione per qualsiasi necessità.

Dott.ssa Muschetto

Dott.ssa Monica Muschetto Psicologo a Padova

22 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Martina,
Mi verrebbe da pensare che il percorso psicoterapico che ha fatto e già concluso ha sicuramente risolto degli aspetti ma non quelli riguardanti la relazione con sua madre.
Concordo con la collega nel dire che la gravidanza sia un periodo delicato e che può portare alla luce conflitti irrisolti.
Le consiglio di contattare uno psicoterapeuta per affrontare la situazione.
A disposizione.
Dr.ssa Francesca Conti

Dr.ssa Francesca Conti Psicologo a Poggibonsi

23 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Martina,
per qualche fattore che è difficile rilevare da qui e la fase particolare in cui ti trovi, accompagnata da un troppo coinvolgente rapporto con tua madre che continua a pretendere da te quanto tu ora sei tenuta ad investire in un 'altrove', ha richiamato al servizio del tuo 'Io' le precedenti difese che erano state liquidate attraverso la psicoterapia. L'equilibrio raggiunto è ora minacciato, quindi hai assolutamente bisogno di riprendere contatto con la tua psicologa alla quale tu per prima hai fatto riferimento nella presente richiesta. Sentiti auguri per la tua gravidanza.
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

618 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Martina,
da quello che racconta sembra che il suo percorso terapeutico sia stato efficace. Può capitare nella vita, anche dopo la fine di una terapia andata bene, avere alcuni momenti difficili che le possano creare disagio ma magari non così intenso come poteva essere all'inizio della terapia. Mi sentirei di consigliarle, comunque, di parlarne con la sua psicologa anche per affrontare con più serenità la sua gravidanza.
Auguri.
Cordiali saluti

Dott.ssa Elena Moretti

Dott.ssa Elena Moretti Psicologo a Vallecrosia

59 Risposte

48 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Martina, il percorso psicoterapeutico da lei intrapreso in passato è certamente stato incisivo, comportando dei cambiamenti dentro di lei e conseguentemente nelle relazioni tra lei e le altre persone. Dalle sue parole mi sembra di capire che questo nuovo modo di vedere e vivere sua madre le stia causando disagio, per questo, a mio avviso, sarebbe significativo per lei intraprendere un nuovo percorso nel quale poter approfondire tali vissuti. Cordiali saluti

Dott.ssa Eleonora Bottosso Psicologo a Guastalla

27 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

gentile Martina,
la gravidanza è un periodo della vita molto delicato, in cui spesso si possono acuire alcuni conflitti interiori e la nostra sensibilità a certi aspetti della vita familiare può essere più intensa. Da quanto scrive emerge chiaramente che alcuni atteggiamenti che sua madre le recano disagio, probabilmente per il modo in cui li legge e li interpreta.
Per rispondere alla sua domanda credo che sarebbe per lei molto utile una psicoterapia centrata su questi aspetti, che la aiuti a vivere meglio la quotidianità con sua madre e la sua seconda maternità

Studio Dr.ssa Campagnola Psicologo a Montebelluna

30 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15500

psicologi

domande 19050

domande

Risposte 77950

Risposte