Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

A chi mi devo rivolgere? Sto divorziando da mio marito

Inviata da ELEONORA MAZZI · 11 nov 2013 Terapia di coppia

Buongiorno, mi chiamo Eleonora ho 57 anni e in questi giorni stò affrontando la separazione da mio marito dopo 32 anni di matrimonio.siccome vedo che dopo dopo giorno, nonostante faccia di tutto per cercare di non chiudermi nel mio guscio, mi diventa sempre più difficile e mi costa sforzi enormi.Chiedo perciò a chi posso rivolgermi per avere un supporto che mi permetta di superare il momento, perchè ho il terrore di cadere in esaurimento dato che circa 34 anni fà ho già fatto lo stesso percorso ed è stato molto difficile venerne fuori.
Ringrazio e porgo cordiali saluti. ELEONORA MAZZI

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 NOV 2013

Gentile Eleonora,
il momento che sta attraversando è per sua natura critico, sia che la separazione sia consensuale che in caso contrario. Si tratta di affrontare un grande cambiamento, e nei cambiamenti vengono messe a dura prova le nostre risorse personali, le nostre energie.
Se sente di non farcela a superare questa fase con sufficiente equilibrio e serenità, non esiti a contattare uno psicologo della sua zona, per essere sostenuta e poter ritrovare lucidità.
Cordiali saluti.

Dott. Luca Cometto, Psicologo, Psicoterapeuta Psicologo a Torino

31 Risposte

176 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 NOV 2013

Potrà essere molto utile un sostegno psicologico
Cordiali saluti

Studio Di Psicologia In Corso Vittorio Psicologo a Torino

124 Risposte

55 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 NOV 2013

Gentile Eleonora
per quel che mi riguarda ritengo un comportamento sano il riconoscere i primi sintomi di un malessere e chiedere aiuto come lei ha fatto. Credo dunque che sia utile in questa fase il supporto di uno psicoterapeuta che l'aiuti durante il percorso della separazione e per l'elaborazione di questa cosi per quanto sia dolorosa possa essere superata al meglio,
Saluti Dott.ssa maria Antonella Schiavone

Dott.ssa Maria Antonella Schiavone Psicologo a Jesi

95 Risposte

64 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 NOV 2013

Salve Eleonora, credo Lei abbia bisogno di un sostegno psicologico per affrontare il periodo con minor disagio. Dunque può cercare un collega nella sua zona che saprà sicuramente aiutarla. La saluto cordialmente. Dott.ssa Cristina Bernardo Psicoterapeuta Napoli

Cristina Bernardo Psicologo a Pozzuoli

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 NOV 2013

Gentile Eleonora,
provi ad effettuare una ricerca su questo portale degli psicoterapeuti della sua zona.
Se lo desidera, resto a sua disposizione,
Cordialmente,
Dott.ssa Raffaella Orlando

Dott.ssa Raffaella Orlando Psicologo a Napoli

201 Risposte

91 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 NOV 2013

Gentile signora Eleonora Mazzi,
i referenti specifici sono:
lo psicoterapeuta e lo psicologo legale (meglio se la stessa persona ha entrambe le competenze ed i titoli di esercizio)
dr paolo zucconi, sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale in friuli venezia giulia (capoluogo friulano)

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1565 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Gentile Signora Eleonora,
la sua domanda rivela una grande qualità: il saper prendersi cura di sé nelle difficoltà ed il saper chiedere aiuto.
Può cercare,anche su internet,i riferimenti di uno psicologo nella sua città o chiedere un supporto on-line.
Oggi la E-Psicoterapy, la possibilità di avvalersi di uno psicologo tramite internet si sta diffondendo in Italia.
Valuti lei se preferisce recarsi in uno studio per un colloquio di persona o preferisce un rapporto che corra sulla rete.
Ad ogni modo le auguro di trovare ciò che cerca e di riuscire a costruire la strada che la porterà verso il suo futuro
Cordiali saluti
Dott.ssa Frandi Claudia

Dott.ssa Frandi Claudia Psicologo a La Spezia

43 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Salve Eleonora,
ciò che posso dirle è di intraprendere un percorso psicologico che l'aiuti ad affrontare un momento così difficile per lei, sicuramente di enorme cambiamento, e che le sia di aiuto per elaborare questo "lutto".
D.ssa Anna Medici

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Gentile signora Mazzi
la separazione è un momento critico che richiede una riorganizzazione della propria vita da un punto di vista psicologico e relazionale. La chiusura in cui dice di rischiare di cadere (il guscio) può essere considerata come uno spazio che la sua mente cerca di prendersi per lavorare su di sé e sulla separazione, per elaborare questo passaggio attraverso un ingresso verso una nuova dimensione, un ingresso in un altrove. In fondo l'immagine che la sua mente ha elaborato (il guscio) non è altro che la necessità che lei avverte di protezione dall'esterno e di creare nuovi confini (che è anche separazione, cosa che lei concretamente sta facendo da suo marito) tra il dentro e il fuori, tra ciò che lei sente di dovere essere e ciò che non riesce ad essere e che massimamente deriva da richieste esterne che le appaiono straniere nel suo spazio di vita. Inoltre mi sembra che lei abbia colto l'aspetto auto-curativo di questa immagine chiedendo aiuto.
E' chiaro che potrebbe esserle utile fare degli incontri con uno specialista che possa promuovere un lavoro sul senso di questa separazione; solitamente uno psicoterapeuta che si occupa di coppia e famiglia.
Sono a sua disposizione per ulteriori chiarimenti
Cordiali saluti
dott. Giuseppe Esposito

Dott. Giuseppe Esposito Psicologo e Psicoterapeuta Psicologo a Piano di Sorrento

33 Risposte

25 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Buongiorno Eleonora, lei si trova ad affrontare un evento altamente stressante, la fine di una relazione durata 32 anni è infatti una prova difficile che deve essere opportunamente elaborata. Lei dice di temere di "chiudersi in un guscio...e di cadere..", ma lei Eleonora ha già compiuto un passo fondamentale per il suo benessere, cioè sta chiedendo aiuto. Questo le consentirà di essere aiutata a non "cadere". Cerchi uno psicologo nella sua città e affronti insieme a lui questo processo, l'aiuterà a far emergere le risorse necessarie a fare fronte alla separazione da suo marito. Cordiali saluti, dottoressa Lucia Cannata

Dott.ssa Cannata Lucia Psicologo a Catania

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

cara Eleonora devi prima di tutto affidarti ad un legale che ti segua nel tuo iter burocratico, ma soprattutto devi affidarti ad uno psicologo che possa sostenerti in questa delicata fase della vita per riuscire ad accettare ed elaborare un evento così doloroso. in bocca al lupo

Associazione Un Nuovo Sguardo Onlus Psicologo a Marcianise

3 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Buongiorno,
credo che sia importante che lei riconosca l'esigenza di muoversi preventivamente rispetto ad una possibile ricaduta, probabilmente in quanto purtroppo ha già vissuto un momento particolarmente difficile dal punto di vista del benessere psicologico. Potrebbe esserle utile, qualora avesse mantenuto i contatti, rivolgersi nuovamente a chi 34 anni fa le aveva dato una mano. Se questo non le fosse possibile, credo che un primo passo sia capire che genere di supporto potrebbe giovarle (psicologico, farmacologico?) e se preferisce muoversi privatamente o nel pubblico (nel secondo caso, spesso le tempistiche si dilatano). Dopo una prima breve consulenza, vedrà che il professionista a cui si rivolgerà saprà darle valide indicazioni su quale sia il percorso di supporto più adatto a lei. Le auguro di poter superare questo momento difficile.
Dott.ssa Del Torre Gaia

Dr.ssa Gaia Del Torre Psicologo a Arese

5 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Gentile Eleonora, il momento che sta attraversando deve essere sicuramente difficile e doloroso sotto tutti i punti di vista. Mi sembra saggio da parte sua volersi rivolgere ad un terapeuta ed a tale scopo posso suggerirle di utilizzare questo stesso portale per rintracciare i nominativi dei colleghi che lavorano nella sua città. Le auguro un buon percorso. Un cordiale saluto. Dott.ssa S. Orlandini

Dott.ssa Sabina Orlandini Psicologo a Torino

336 Risposte

186 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Gentil.ma Sig.ra Eleonora,
immagino che questo non sia un periodo per Lei facile. Direi che da alcuni punti di vista si tratta di un vero e proprio lutto ... non tanto per la perdita di per sé del legame matrimoniale tanto per la sua identità all'interno di una relazione consolidata di ben 34 aa. Vorrei sapere se ha figli e dove vive. Resto a disposizione. Dott.ssa Laura Morabito

Dott.ssa Morabito Laura Psicologo a Roma

4 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Cara Eleonora se da soli non si è in grado di trovare una soluzione, è importante chiedere aiuto, ma occorre identificare con correttezza a chi chiederlo. L’aiuto alla coppia in crisi non lo può dare l’amico di famiglia o un parente, perché possono dare solo consigli che non affrontano il problema non essendo degli esperti, oppure possono essere di parte complicando maggiormente le cose. Un terapeuta di coppia sarà un grado di osservare il problema da una prospettiva differente, offrendo nuove chiavi di lettura del malessere, aiutando la coppia a far emergere le proprie risorse, e accompagnandola senza schierarsi sia che la decisione sia di proseguire il rapporto che di separarsi. Se la sua situazione di coppia è già definitivamente conclusa e non ci sono i termini per questo tipo di intervento allora devi cercare uno psicoterapeuta che la possa seguire in un percorso terapeutico in grado di affrontare "le fasi " che tale scelta porta nella propria vita, i cambiamenti, le fantasie, le idee che affiorano e le relative emozioni che ne derivano. Consapevolezza, libertà e responsabilità sono i temi centrali di tale percorso terapeutico. Se ha bisogno mi contatti. Cordiali saluti.

Dott. Aldo Castaldi Psicologo a Aversa

8 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Buongiorno Signora Mazzi, c'è una comprensibile apprensione nelle sue parole. È opportuno che lei si rivolga a uno psicologo e psicoterapeuta che abbia esperienza nelle problematiche relazionali e nelle dinamiche emotive che ne conseguono. Questo la aiuterà non solo a comprendere cosa sia accaduto, ma anche a dare un senso a ció che è accaduto. Quello che genera una caduta depressiva è il più delle volte un intenso dolore che ci sembra privo di senso. Un saluto
Dott.ssa Luisa De Mari

Dott.ssa Luisa De Mari Psicologo a Torino

14 Risposte

6 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Gent.ma Sign.ra, sta sicuramente attraversando una fase molto critica della sua vita e penso sia molto coraggioso riuscire ad avere la lucidità per domandare aiuto!potrebbe rivolgersi ad uno psicoterapeuta con orientamento sistemico- familiare, che possa quindi lavorare con lei soprattutto sulle dinamiche relazionali e familiari (ed eventualmente, se servisse, lavorare anche sulla coppia). Se invece necessita anche di un supporto molto concreto relativo alla separazione, alle divisioni dei beni o alla gestione delle cose che condividete, ma che fate fatica a concordare per motivi di conflittualità o di mancanza di dialogo, le consiglierei un percorso di mediazione familiare.
Un grosso in bocca al lupo,
Dr.ssa Mazzola

Dott.ssa Ambra Mazzola Psicologo a Crema

13 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Gentile sig.ra Eleonora,

è sufficiente contattare uno/a psicologo/a, che si occupi di coppia e relazioni, proprio nella sua zona di residenza.
Anche i consultori di zona, offrono un supporto gratuito in questi casi, ma chiaramente meno costante ed intimo del setting psicologico. (sedute fatte in uno studio)
Ha fatto benissimo a chiedere aiuto prima che lo stress derivante da questo evento critico, mettesse ancora più a dura prova la sua stabilità emotiva.

In bocca al lupo e un caro saluto!
d.ssa Michelini

D.ssa Silvia Michelini Psicologo a Roma

162 Risposte

134 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Salve Eleonora, penso sia molto importante prendersi cura di sè stessa in un momento cosi stressante e cosi faticoso della sua vita. Quello che le posso dire è che ha gli strumenti per uscire da questo malessere visto che è riuscita a superare in passato l'esaurimento nervoso, e ha consapevolezza di quello che le sta succedendo, nonostante si possa sentire meno giovane e con meno energia rispetto al passato. Si faccia aiutare da una psicoterapeuta privata (può consultare la lista di questo sito) o chiedendo una consulenza alla sua asl di riferimento.
Un caro saluto
Dott.ssa Federica Cereatti

Dott.ssa Federica Cereatti Psicologo a Roma

20 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Cara Eleonora, è comprensibile il suo malessere e se lo negasse probabilmente sarebbe ancora peggio. Le sue difficoltà sono lì e lei le vede e, soprattutto, le sente dentro, può quindi affrontarle con sincerità. Lei merita uno spazio d'ascolto. Può rivolgersi al consultorio oppure a qualche professionista qui su questo sito.
cordiali saluti
Dr.ssa Pannone

Dr.ssa Francesca Pannone Psicologo a Latina

36 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Gentile Eleonora, in questo suo momento difficile ed estremamente delicato può richiedere l'aiuto di uno psicologo che le permetta di esternare realmente i suoi vissuti e le sue sofferenze riguardanti la situazione attuale e i motivi che hanno portato a questa separazione!
Auguri!

Dott.ssa Angela Virone Psicologo a Agrigento

315 Risposte

216 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Gentile Eleonora,
la separazione da un coniuge soprattutto dopo così tanti anni insieme porta con sè conseguenze quasi inevitabvili. Anche se lei dovesse essere pienamente convinta della decisione che state portando avanti non sarà facile e sarà statisticamente concreto il rischio di cadere in uno stato di sofferenza psicologica. Il cambiamento porta con sè stress e ansie: sarà decisivo il suo approccio. Sicuramente uno psicologo potrebbe aiutarla e sostenerla in questa fase.

Cordiali saluti
SC

Dott. Simone Cucchetti Psicologo a Inveruno

29 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Gentile utente,
per affrontare il disagio psicologico, dato che è questo di cui stiamo parlando, non può che rivolgersi ad un professionista della Salute Mentale, psicologo o psicoterapeuta, che può trovare anche su questo sito. La rottura di una relazione è un evento destabilizzante, non si mette in discussione solo un rapporto ma anche il futuro che aveva immaginato fino a questo momento. Si faccia coraggio.

Restiamo in ascolto

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

376 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Gentile Eleonora,
la separazione è un profondo cambiamento personale, di ruolo, ecc. Se sente il bisogno di un sostegno psicologico, contatti uno specialista della Sua zona. Sarà aiutata ad affrontare questo percorso nel modo più sereno possibile.
Resto a disposizione.
Cordialmente, Dottor Savasta Antonino,
Pistoia.

Dottor Antonino Savasta Psicologo Clinico Psicologo a Pistoia

144 Risposte

118 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2013

Gentile Utente,
credo sia utile rivolgersi ad uno psicologo per un supporto. Il Collega la potrà aiutare ad affrontare la situazione nel migliore dei modi.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo Viterbo

Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo a Viterbo

834 Risposte

712 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21700

domande

Risposte 82150

Risposte