Test sono una persona gelosa? Rispondi a 15 domande

Esistono diversi tipi di gelosia e, a loro volta, all'interno di queste varie tipologie, ci sono diversi livelli di gelosia. Scopri quanto sei geloso facendo il nostro test!

13 NOV 2020 · Ultima modifica: 1 OTT 2021 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Test sono una persona gelosa? Rispondi a 15 domande

Cos’è la gelosia

La gelosia è un sentimento umano che esiste da sempre e che spesso si presenta nelle relazioni, soprattutto in quelle romantiche. Fino agli anni ’60-’70 la gelosia era vista come un sinonimo di vero amore, ma poi con il passare del tempo e la liberazione sessuale e di coppia è stata messa un po' da parte proprio perché si basa sul concetto di possesso.

La gelosia infatti nasce dalla paura di perdere l’altro, nel momento in cui siamo convinti che questa persona ci appartenga e fa scattare dei campanelli di allarme quando pensiamo che qualcun’altro possa sottrarci la persona a cui vogliamo bene.

La gelosia, essendo un sentimento impulsivo, ci può portare a compiere gesti ossessivi o folli, dettati dalla paura dell’abbandono. Spesso non nasce da situazioni concrete, ma da rappresentazioni mentali e paranoie che ci creiamo nei confronti del mondo.

La gelosia pertanto la dice lunga su di noi. A seconda del nostro livello di gelosia possiamo capire varie cose.

  • Mancanza di sicurezza dell'individuo;
  • livello di autostima (basso o alto);
  • quanto è possessiva la persona.

Il problema della gelosia è che a un livello elevato farà sì che la tua relazione abbia vari problemi. È quel pensiero ossessivo che il tuo partner si innamorerà di qualcun altro, dedicherà più attenzioni ad altri che a te o andrà a fare sesso con qualcuno che non sei tu.

È interessante l’opinione della credenza popolare a riguardo, ma ricordiamolo: l'eccessiva gelosia non è un segno di amore, è chiaramente un segno di insicurezza di chi la prova.

Ecco perché abbiamo creato questo semplice articolo: in modo che tu possa avere un’idea del tuo livello di gelosia e prestare attenzione se risulta essere troppo elevato.

tipi di gelosia

Tipi di gelosia

La gelosia può estendersi a:

  • le amicizie;
  • la famiglia;
  • i bambini;
  • gli animali domestici;
  • cose materiali come la casa e la macchina.

 

Potremmo pertanto inquadrare diversi tipi di gelosia:

  • gelosia materiale : rivolta verso gli oggetti, appunto, che riteniamo nostri e per cui abbiamo paura che qualcuno ce li possa portare via
  • Gelosia sociale: ovvero tutto ciò che riguarda amicizie, lavoro, etc e che ha a che vedere con la paura che gli altri ci possono portare via quello che abbiamo raggiunto.
  • Gelosia romantica: è quella che ha a che vedere con il partner e con la paura di perderlo.

Pertanto esistono diversi tipi di gelosia a seconda dell’ambito in cui si sviluppano ma anche a seconda dell’intensità con cui si scatenano. In questo senso avremo pertanto:

  1. Gelosia che potremmo definire “normale”: ossia una gelosia che può scattare verso ciò che amiamo, che ha delle manifestazioni sporadiche e non nuoce né a chi la prova né alla persona verso cui è diretta. Una gelosia che non inficia il rispetto e la fiducia nei confronti dell’altro ma che appare solo per riconfermare il rapporto. In questo senso possiamo definire normale la gelosia, in quanto l’individuo, nonostante ovviamente senta la possibilità di perdere la persona, riesce ad affrontarla e a farsene una ragione senza soccombere a questa ossessione. Chi sperimenta la gelosia in questa maniera normalmente ha sperimentato uno stile di attaccamento sicuro che lo porta ad affrontare il mondo con sicurezza e con una buona fiducia di base nei confronti di sé stesso e degli altri.
  2. Gelosia patologica o ossessiva: quando ci troviamo davanti alla gelosia ossessiva e patologica normalmente ci troviamo davanti a paure e paranoie che non esistono realmente, ma che si sono create attraverso della rappresentazioni mentali che spesso non hanno riscontro nella realtà. La gelosia patologica porta all’uso della forza, dell’aggressività e del controllo nei confronti del partner e si sviluppa attraverso pensieri ricorrenti nella mente di chi la soffre, la maggior parte delle volte illogici e che portano alla ricerca compulsiva di prove e a un’angoscia profonda. Chi soffre di gelosia patologica considera la persona amata come di sua proprietà e pertanto ha costantemente paura di perdere il suo oggetto d’amore e va tranquillizzato e rassicurato per non dare sfogo alle sue false credenze. Ma la gelosia patologica non si ferma qui come abbiamo detto, perché la persona gelosa patologica vuole controllare l’altro e distruggere la sua unicità e il mondo al di fuori della coppia. Alcuni segnali della gelosia patologica sono pertanto: controllo spasmodico e illogico del partner, aggressività e coercizione nei confronti del partner ma anche nei confronti di possibili rivali, bassa autostima, paura dell’abbandono, sospetti verso il partner e ricerca compulsiva delle prove che li confermino, pensieri ricorrenti e ossessivi.

In questo test faremo riferimento solo alla gelosia nella coppia. Anche se è probabile che una certa tendenza alla gelosia si diffonda anche nelle altre aree menzionate, il background può essere diverso: può esistere una certa tendenza a voler controllare tutto.

Segnali di gelosia

Ma quali sono le caratteristiche e i segnali della gelosia? Come abbiamo già accennato nei paragrafi anteriori la gelosia è legata alla sicurezza e all’autostima della persona ma non solo. Entrano in gioco anche altri segnali e paure, come per esempio:

  • Paura dell’abbandono e di perdere l’altro
  • gelosia verso una terza persona che si ritiene un pericolo per la coppia, l’amicizia, il lavoro etc e che inconsapevolmente si ritiene migliore di noi e capace di portarci via il soggetto o l’oggetto amato.
  • Mania di controllo nei confronti del partner e della situazione
  • Pregiudizi e diffidenza nei confronti degli altri
  • Mancanza di fiducia nei confronti del partner (e delle altre persone)
  • Tendenza a creare rapporti di dipendenza

Un altro segnale legato alle nuove tendenze digitali, ma che rientra sempre nella disposizione al controllo, è la gelosia social: controllare nervosamente le reti sociali e i movimenti online dell’altro, potrebbe essere un chiaro segnale della nostra gelosia e che la relazione che stiamo vivendo non ha basi sane e solide.

test  gelosia

Test gelosia

Date tutte questo premesse, probabilmente se siete arrivati fin qui state cercando di capire se voi o il vostro partner siate troppo gelosi. È questo è già un ottimo inizio, perché se magari è più facile farsi un’idea sulla gelosia del partner, misurare la propria e realizzare un’autoanlisi non è sempre cosa facile. È comunque importante ricordare sempre che davanti a forme di aggressione e violenza, anche passive e che ci fanno sentire male, bisogna sempre chiedere aiuto (sia alle persone care che a professionisti) e non avere mai timore di farlo. Proviamo a scoprire insieme allora con questo test sulla gelosia il vostro livello di paura di perdere il partner!

15 domande per capire quanto sei geloso o gelosa

Leggi le domande, rispondi onestamente e scrivi che punteggio ti dai. Ricorda: 1 è totalmente in disaccordo e 5 è totalmente d'accordo.

  1. Se vedo che il/la mio/a partner ha lasciato il telefono a casa, mi viene voglia di controllarlo.
  2. Ho molta paura di perdere il/la mio/a partner.
  3. Se vedo le foto del/la suo/a ex sul telefono del/la mio partner, penserei che lo/a ama ancora e mi prende in giro.
  4. Penso più di 3 volte a settimana che il/la mio/a partner potrebbe essermi infedele.
  5. Non mi sento sicuro al 100% nella relazione, penso che tutto possa finire da un giorno all'altro.
  6. Quando il/la mio/a partner dice cose carine su un’altra persona mi sento insicuro/a.
  7. Gli amici del sesso opposto (o dello stesso) del/la mio/a partner mi intimidiscono e mi rendono insicuro/a.
  8. Quando il/la mio/a compagno/a decide di uscire con il suo gruppo di amici, senza di me, faccio fatica a pensare a con chi parlerà.
  9. Se un giorno il/la mio partner va a lavorare più curato/a del solito, penso che voglia impressionare sessualmente qualcuno sul lavoro.
  10. Quando una persona guarda il/la mio/a partner con desiderio, mi sento inferiore e questo aumenta la mia insicurezza.
  11. Pensare al passato del/la mio/a partner mi rende nervoso/a.
  12. Quando chiamano il/la mio/a partner al cellulare devo sapere subito chi è o mi sento male.
  13. Su questioni che non conosco del/la mio/a partner, lo/a interrogo finché non mi dice tutto.
  14. Mi confronto con gli/le di lui/lei e analizzo: cerco tra di loro chi mi assomiglia di più e quello che non ho.
  15. Se mi chiede del tempo per sé, penso a quali cose negative potrebbe fare durante il suo tempo libero.

Adesso rifletti sul tuo risultato

È giunto il momento di leggere i tuoi punteggi.

Quanto sei geloso?

Arrivati a questo punto non possiamo fare altro che chiederci quale sia il punteggio e quanto tu sia geloso.

Se più della metà delle tue risposte alla domande è formata da un numero maggiore o uguale a 3, la tua gelosia è abbastanza vicina ad essere patologica. Forse dovresti prendere in considerazione la possibilità di parlarne con un professionista perché potrebbe influenzare in maniera piuttosto forte la tua vita e quella del/la tuo/a partner. Abbi il coraggio di migliorare oggi stesso! Puoi sempre stare meglio.  

Ovviamente questo test sulla gelosia è indicativo e non sostituisce un’eventuale consulenza con uno psicologo. Questo tipo di test può aiutare a capire quanto la gelosia stia influendo sulla nostra relazione e attraverso un'autoanalisi cercar di capire in cosa possiamo migliorare ed eventualmente chiedere aiuto a un professionista.

Come sei gelosa (o geloso)?

La gelosia si basa sul possesso, non è un sentimento che si può provare in una relazione sana. In generale è normale sentire attaccamento per il partner e la voglia di non condividerlo con gli altri:  è un sentimento comune dovuto anche a una questione chimica e ormonale.

Ma alla base ci deve essere sempre fiducia e rispetto per l’altro e per sé stessi, perché vivere una vita di ansia e paura può portare molti danni. Se dovessimo sentire che qualcosa non sta andando bene e che la gelosia sta prendendo il sopravvento, è sempre meglio chiedere aiuto o parlarne con qualcunol

Caratteristiche delle persone gelose

Le persone gelose tendono generalmente a sottovalutarsi e considerare gli altri migliori rispetto a certe qualità o competenze, senza raggiungere mai le aspettative che si sono poste.

Le persone gelose pertanto sono costantemente ossessionate dal fatto che ci sia qualcun altro più bravo, più bello o in generale migliore di loro, che possa rubarle l’oggetto del loro amore. E, sottovalutandosi, vedono pericoli ovunque. Da un punto di vista psicologico le persone gelose normalmente soffrono di un vuoto affettivo che deriva dalla prima infanzia: cercano infatti di diventare tutt’uno con l’altro per evitare una perdita che potrebbe essere dolorosa.

Le persone gelose dovrebbero cercare di capire quando è stato il momento in cui si è creato questo vuoto affettivo e questa profonda ferita, per poterlo sanare e sentirsi degne di essere amato per quello che sono.

Fino a quel momento sennò la persona gelosa non si sentirà all’altezza e verrà risucchiata dalle sue insicurezze. In questo vortice di pensieri irrazionali, sarà sempre pronto a credere che il partner e i possibili rivali vogliano tradirlo e farlo soffrire.

test quanto sei geloso

Come capire se il partner è geloso?

Partendo da questi presupposti e leggendo i segnali della gelosia di cui abbiamo parlato poco prima potremmo capire se il nostro partner sia geloso o meno.
  Nei casi di gelosia patologica inoltre, vi è presente una forte dose di aggressività e violenza: è pertanto importante ai primi segnali chiedere aiuto e non giustificare tali atteggiamenti pensando siano segni di amore.

La gelosia, la violenza, il possesso non sono segnali di amore ma di un disturbo.

Come superare la gelosia?

Se alla fine di questo test sulla gelosia avete scoperto di essere tendenti a questo sentimento, potreste porvi come obiettivo di fidarvi di più del vostro partner e di voi stessi e di lasciare andare i sentimenti di possessione.

Ovviamente non è facile e di seguito vi lasciamo qualche consiglio perché riusciate a superare la gelosia.

Come sempre, il primo suggerimento è quello di rivolgervi a un professionista della psicologia nel caso in cui questo sentimento crei malessere o pensiate di avere bisogno di supporto nel superare questo momento.

Detto questo, ci sono alcuni atteggiamenti che potremmo mettere in atto per arginare questo sentimenti e provare ad essere meno gelosi:

  • cercate di lavorare sulla vostra autostima: cambiando il punto di vista su voi stessi, adottando una visione più positiva e rafforzando i vostri punti di forza potreste migliorare la fiducia in voi stessi e la vostra autostima. In questo modo riuscirete a limitare un po’ l’ansia e l’aggressività tipiche della gelosia.
  • Empatia: cercate di analizzare le situazioni che vi fanno ingelosire mettendovi nei panni dell’altro. Vederlo dall’esterno o in modo più oggettivo potrebbe aiutarvi a ridimensionare le vostre paranoie.
  • Parlate con il vostro partner delle vostre paure e dei vostri dubbi: esprimere ciò che si sente è utile per riportare nella realtà pensieri che sennò potrebbero diventare irrazionali e privi di fondamento.
  • Cercate di capire cosa vi spinge ad essere gelosi e perché non vi fidate del vostro partner e di voi stessi. In questo modo potrete riuscire a bloccare la gelosia sul nascere e lavorare sul problema che la crea in maniera meno dolorosa.
  • Realizzate una lista con le qualità che il partner ama di voi e magari realizzatela insieme creando un momento di complicità. E poi conservatela per leggerla quando la gelosia si impossesserà di voi, per ridimensionare i vostri pensieri. 

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott. Matteo Agostini

Psicologo
Nº iscrizione: 26275

Sono il Dott. Matteo Agostini, laureato in Scienze Psicologiche Applicate e con Laurea Magistrale in Psicologia Clinica. Ho acquisito competenze nell’ambito della psicologia clinica, della neuropsicologia clinica, e della psico-sessuologia. Sono Tutor per bambini e ragazzi con ADHD/DSA presso il CCNP San Paolo di Roma e consulente sessuale e nutrizionale.

Bibliografia

  • Montañés, M. C., & Iñiguez, C. G. (2002). Emociones sociales: enamoramiento, celos, envidia y empatía.
  • Perles Novas, F., San Martín García, J., Canto Ortiz, J., & Moreno Jiménez, P. (2011). Inteligencia emocional, celos, tendencia al abuso y estrategias de resolución de conflicto en la pareja.
  • Carlen, A. M., Kasanzew, A., & López, A. F. (2009). Tratamiento cognitivo conductual de los celos en la pareja. Revista Electrónica de Psicología Iztacala, 12(3), 173-186.
  • https://www.healthline.com/health/how-to-not-be-jealous
  • https://www.apa.org/monitor/feb05/jealousy
  • https://journals.sagepub.com/doi/full/10.1177/2158244013476054

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

Commenti 1
  • Marco sebastiani

    Purtroppo le mie uniche risposte sotto il 3 sono solo 2.. anche per questo ho perso mia moglie dopo 17 anni. Anche per questo l'ho persa e perché siamo caduti nella routine. Vorrei riconquistarla perché so che mi ha amato tanto, ma le sto più addosso di prima e le riempio la testa invece che il cuore

ultimi articoli su gelosia