Gelosia: quali sentimenti prova la persona gelosa?

In questo articolo, parlo della gelosia ovvero dei sentimenti che prova la persona che soffre di gelosia e quali sono dunque i motivi del suo disagio emotivo, esistenziale e relazionale.

1 MAR 2022 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Gelosia: quali sentimenti prova la persona gelosa?

La gelosia è un sentimento che compare quando una persona percepisce il rischio che il proprio partner si invaghisca di una terza persona. 

La persona gelosa in pratica è quella persona che, sentendo minacciata la propria relazione, inizia ad avere comportamenti di dubbio, sospetto, perplessita e sfiducia sulla buona fede del partner, che se non sono supportati da reali dati di realtà, diventano dannosi a breve e a lungo termine sia per chi li prova che per la relazione stessa.

La gelosia quando è infondata è un comportamento patologico e per questa ragione è dannosa sia per chi la prova che per il partner della persona gelosa stessa.

Cosa accade alla persona gelosa?

Accade che il geloso, per cercare conferma sull'infedeltà o fedeltà del partner, attivi comportamenti estremi, che assumono il carattere patologico nel momento in cui sono intensi e minano la serenità propria e quella del partner.

  • Sospettosità
  • Controllo ossessivo delle azioni del partner
  • Biasimo per le condotte del partner anche laddove non vi sono ragioni

Queste ed altre reazioni della persona gelosa fanno della gelosia un comportamento patologico ovvero disfunzionale per il proprio equilibrio emotivo e perfino per chi gli sta acanto.

Questi sono alcuni dei comportamenti disfunzionali che la persona gelosa, attiva per cercare di mettere fine o trovare conferma alle proprie insicurezze. Il problema comincia quando anche il partner ne esce sfinito dal continuo bisogno di rassicurare la persona gelosa. Sono queste infatti le situazioni in cui la relazione viene messa in discussione e la persona gelosa non smette in alcun modo di credere ai propri sospetti. Queste modalità alla lunga finiscono per indebolire il rapporto fino a portarlo alla rottura definitiva.

Ma quali sono i sentimenti profondi che animano la comparsa della gelosia?

La gelosia, come ho avuto modo di scrivere anche in altri articoli, è un sentimento che compare quando il partner si sente minacciato dalla presenza di una terza persona. È possibile che ci siano situazioni in cui esista effettivamente il rischio che il partner venga corteggiato o provi una qualche simpatia verso qualcun altro; tuttavia, non è detto che la sintonia che il partner prova anche solo amichevolmente verso una terza persona sfoci in un tradimento, così come crede la persona gelosa.

Quando allora la gelosia è patologica?

La gelosia diventa patologica quando la persona gelosa inizia ad essere sospettosa anche di fronte a fatti che non trovano continuità o corrispondenza nella realtà, o quando nei casi più estremi immagina intenzioni di intesa con terze persone o di tradimento.

Cosa anima la gelosia patologia?

Gli studi psicoanalitici ci insegnano l'importanza che ha la relazione nel fornire conferma sul nostro essere. J.Lacan parla nei suoi scritti della funzione materna come del momento fondamentale per la formazione dell'identità della persona; in questa fase secondo Lacan è la presenza materna a fornire senso ed identità al bambino che riconosce la propria essenza grazie alla presenza dello sguardo materno.

Allo stesso modo per la persona gelosa, la percezione di essere trascurata dal proprio partner rappresenta una minaccia profonda alla propria identità. Secondo il modello sul funzionamento della mente proposta dalla psicoanalisi, Freud prima e Lacan dopo, la gelosia è molto probabilmente animata da profondi sentimenti di insicurezza dovuti al fatto che la persona non si sente al centro delle attenzioni del proprio partner e per questo finisce per non sentirsi sufficientemente amata. Ovviamente ciò che decreta da un punto di vista mentale la gelosia come forma patologica del comportamento è il fatto che la persona gelosa si sente molto facilmente minacciata e ciò è dovuto appunta al fatto che l'io della persona gelosa è un Io fragile e debole.

La psicoterapia come soluzione alla gelosia

Lo strumento che abbiamo a disposizione per la cura della gelosia è proprio la psicoterapia che mettendo "al centro della relazione terapeutica" l'io fragile della persona gelosa fornisce un contesto umano che permette di superare le insicurezze e curare le fragilità del geloso.

La cura per la persona gelosa passa dalla possibilità di tollerare la presenza di una terza persona sia al livello immaginario che al livello reale, laddove non vi siano i presupposti di un reale rischio di tradimento.

La persona gelosa cura le sue insicurezze attraverso la relazione terapeutica, quando riesce a distinguere il rischio reale di essere preferiti ad altre persone dal rischio immaginario che il partner possa tradirlo.

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dario Dott. Grigoli

Bibliografia

  • Jacques Lacan. Lo stadio dello specchio come formatore della funzione dell'io (1949) in scritti, op.cit., p.88
  • Sigmund Freud, Introduzione al narcisismo, in Totem e Tabù e altri scritti 1912-1914

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su gelosia