Gli esercizi per contrastare l'eiaculazione precoce

Chi soffre di eiaculazione precoce ha problemi di controllo dell’eiaculazione e normalmente va incontro a rapporti sessuali rapidi e non soddisfacenti. Ma ci sono esercizi e cure per guarire

10 APR 2014 · Ultima modifica: 4 OTT 2019 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Photo by HOP DESIGN

L’eiaculazione precoce maschile è una disfunzione molto frequente, ed è connessa a diverse cause che si possono presentare contemporaneamente, tra cui fattori emotivi come lo stress o fisici come alcune infiammazioni dell’apparato riproduttore maschili, ma che in linea di massima possono essere curabili.

Il problema è che per molti uomini è molto difficile parlare di questo problema, ma il primo passo per combattere l’eiaculazione precoce è sicuramente ammettere di avere un problema e affrontarlo con serenità. Essendo un problema non solo fisico, ma anche contestuale, possiamo provare a spiegare il quadro generale in cui si può manifestare l’eiaculazione precoce, prendendo come esempio un nome fittizio e una situazione plausibile.

Il nostro soggetto si chiamerà Paolo. Paolo ha 30 anni, è un bel ragazzo, simpatico e atletico. Adora le donne e il sesso ma purtroppo non sempre riesce a vivere la sessualità serenamente. Quando ha una fidanzata stabile riesce a rilassarsi e a vivere la sessualità in maniera rilassata e piacevole. Quando invece è all'inizio di una relazione non riesce a controllare il suo piacere. Si sente frustrato perché crede di deludere la partner. Si vergogna della sua condizione e non sa come fare perché le cose funzionino normalmente senza ansie e brutte figure.

eiaculazioni precoce cos è

Cos’è l’eiaculazione precoce

Esistono diversi problemi di eiaculazioni: dall' aumento dell'eiaculazione, alle eiaculazioni senza piacere. ma l’eiaculazione precoce è sicuramente una disfunzione tra le più comuni. Secondo uno studio della European Society for Sexual Medicine (ESSM) almeno il 20% della popolazione maschile soffre di eiaculazione precoce (ossia ha rapporti sessuali che durano meno di 60 secondi), mentre il 10% ha rapporti che durano meno di due minuti. Ma non sempre si tratta di una vera e propria malattia.

Questo problema, può essere una condizione contestuale dettata da un mix di condizioni emotive, esperienziali e fisiche. È il caso per esempio di ragazzi alle prime armi, o nei rapporti sessuali con persone appena conosciute, ma che poi con il tempo si tendono a stabilizzare.

Si ritiene che questo “disturbo” sia iniziato a presentarsi con la rivoluzione sociale, ossia da quando le donne hanno iniziato a scoprire la loro sessualità e a richiedere l’appagamento sessuale facendo sì che l’uomo si ponesse il problema e i tempi della pentrazione si siano allungati. Prima di questo infatti non si era mai considerato il problema della velocità. A tutt’oggi c’è da dire che non vi è una normalità in questo campo a livello di tempistiche, ma dipende tutto da fattori culturali e di epoca. Ma davanti a un problema di eiaculazione precoce cosa fare? Visto che questo problema non solo investe l’atto sessuale in sé, ma ha anche una grossa componente emotiva e psicologica, sia posteriore che anteriore all’atto, proporremo in questo articolo alcuni esercizi per l’eiaculazione precoce, cercando di studiare anche le cause e i rimedi psicologici.

rimedi eiaculazione precoce

Rimedi eiaculazione precoce

I rimedi per l’eiaculazione precoce, coinvolgono varie sfere: per quanto riguarda la sfera psicologica l’ideale è pensare a una terapia, mentre per quanto riguarda l’aspetto fisico, il consiglio è quello di rivolgersi al proprio medico di fiducia ed eseguire alcuni esercizi che proporremo qui di seguito.

Risolvere l’eiaculazione precoce è possibile attraverso alcuni trattamenti e terapia che dipendono dalle cause di tale disturbo. Abbiamo visto che le cause dell’eiaculazione precoce possono essere di tipo esperienziale, emotivo o fisico, per questo per risolvere il problema bisogna utilizzare una strategia che includa diversi trattamenti o cure.

Il primo trattamento che si può considerare è un supporto psicologico esperto in counseling o sessuologia, che possa individuare le componenti psicologiche di questa disfunzione, per riportare, attraverso un percorso, da realizzare eventualmente anche con il partner, il rapporto verso una maggiore appagamento e normalità. L’eiaculazione precoce è un problema di coppia, per questo è importante che nella terapia psico-sessuale partecipino entrambi i partner. Uno strumento per rafforzare la coppia e la durata del rapporto, sono gli esercizi per il controllo dell’eiaculazione che vedremo in seguito. La terapia comportamentale consiglia questi esercizi, sia per migliorare il controllo dell’eiaculazione precoce, ma anche per creare una maggiore complicità all’interno della coppia.

Per quanto riguarda invece le cure farmacologiche, esiste ad oggi un farmaco che può aiutare a risolvere il problema dell’eiaculazione precoce nell’immediato, ma che perde effetto poche ore dopo il rapporto. Per questo è comunque importante affrontare un percorso che porti a identificare e capire il perché di tale disturbo.

Un altro tipo di prodotto usato fino a qualche anno fa, erano i preservativi e le creme ritardanti che diminuivano la sensazione di piacere: si è visto però che l’uso di questi ritardanti dell’eiaculazione, causava poi una diminuzione del piacere, e di conseguenze dell’erezione, rendendo comunque il rapporto poco appagante.

Tra i rimedi naturali (e gratuiti) per ritardare l’eiaculazione, vi sono alcuni esercizi che proponiamo qui di seguito che possono aiutare a controllare e trattenere, l’eiaculazione e prolungare l’atto amoroso. Si possono eseguire da soli, o lasciandovi aiutare dal vostro partner.

rimedi naturali eiaculazione precoce

Rimedi naturali che NON risolvono l’eiaculazione precoce

Come abbiamo visto ci sono alcuni rimedi ed esercizi che possono ritardare l’eiaculazione, ma ce ne sono altri che invece vanno assolutamente evitati. Abbiamo visto come questo disturbo possa causare imbarazzo e vergogna in alcuni pazienti, e questo può causare che la persona che soffre di eiaculazione precoce non si rivolga a uno specialista e di conseguenza metta in atto strategie e comportamenti che portano a peggiorare la situazione.

Molto spesso riguardano cure farmacologiche improvvisate o rimedi naturali o tecniche che “si sono sentite dire” ma che non hanno fondamenti. Vediamo alcuni esempi di rimedi naturali da NON utilizzare per trattenere l’eiaculazione.

  1. Il primo metodo, che già abbiamo citato, riguarda l’utilizzo di creme o preservativi ritardanti, che anestetizzando il glande, portano a una sensazione di meno piacere. Questi metodi possono portare a un appagamento minore del rapporto e a eventuali problemi di erezione
  2. L’accanimento coitale: cercare di avere rapporti riavvicinati per migliorare la durata, senza però considerare la qualità. Ovviamente anche questa tecnica porta a poco appagamento per entrambi i partner, oltre al fatto che può essere solo realizzata da persone relativamente giovani che hanno un periodo refrattario dell’erezione breve
  3. Pensare ad altro: un consiglio che arriva dall’immaginario collettivo è quello di pensare ad altro durante il rapporto sessuale. Anche in questo caso è una soluzione effimera, che come conseguenza principali ha quella di far sì che non si provi piacere perché ci si concentra su altre cose, oltre al fatto che in questo modo si associa il rapporto con cose che non c’entrano niente, e che possono portare alla sensazione sgradevole di realizzare un esame piuttosto che un momento piacevole d’amore.
  4. Distrarsi dall’atto attraverso il dolore fisico: questo metodo ha le stesse conseguenze dell’anteriore, però coinvolge la dimensione fisica, ritenendo che un pizzicotto o un graffio possono distrarre dall’orgasmo e permettere di ritardare l’eiaculazione. Ovviamente ritorniamo alla conseguenza precedente, che se non c’è piacere probabilmente anche l’erezione può essere persa e il rapporto può diventare non appagante.

L’eiaculazione precoce va curata, attraverso una serie di strumenti e terapie miste che coinvolgono diversi aspetti della persona e anche il partner, e non attraverso tecniche improvvisate che possono peggiorare il problema.

eiaculazione precoce esercizi

Eiaculazione precoce esercizi

Abbiamo visto come ci siano alcuni esercizi, suggeriti anche dalla psicoterapia, che possono aiutare a ritardare l’eiaculazione precoce. Alcuni sono esercizi di coppia che si possono fare a letto, altri possono essere realizzati durante la masturbazione, e altri possono essere realizzati in tutte e due le modalità. Esercizi per trattenere l’eiaculazione normalmente riguardano tecniche per rallentare l’eiaculazione, che permettono di vivere il momento e creare anche momenti di complicità con il partner. Sono esercizi di controllo e piacere, pensati per un rapporto appagante, che porti piacere e che permetta di non perdere l’erezione. Vediamo alcuni esercizi nello specifico.

La masturbazione controllata per ritardare l’eiaculazione precoce

La masturbazione controllata o “la tecnica di fermarsi e riprendere o della masturbazione controllata per controllare l'eiaculazione precoce":

la prima cosa che bisogna fare è imparare ad identificare le sensazioni del momento immediatamente precedente all'orgasmo. Per far ciò la tecnica migliore è la masturbazione controllata. Inizia con la masturbazione e concentrati sulle sensazioni erotiche, in maniera tale che quando sentirai avvicinarsi il momento dell'eiaculazione tu possa frenare quello che stavi facendo, allora aspetta qualche minuto fino allo svanire dell'urgenza di eiaculare. Sembra difficile all'inizio però diventa facile con l'esercizio, per cui non arrenderti. Ripeti questo procedimento successivamente a intervalli di uno o due minuti. Dopo averlo ripetuto 4 o 5 volte continua fino all'eiaculazione.

Se hai abbastanza confidenza e complicità con la tua partner puoi provare ad esercitarti con lei: avvertila di fermarsi quando ti trovi in uno dei momenti di riposo. Quando vedi che inizi a perdere l'erezione riprendi il coito e aspetta nuovamente quando si avvicina l'orgasmo. Questa tecnica non solo ti aiuterà a ritardare l'eiaculazione e a soddisfare la tua compagna ma aumenterà anche l'eccitazione e quindi il piacere dell'orgasmo.

Esercizi per trattenere l’eiaculazione: la tecnica del fermarsi e stringere

La tecnica del fermarsi e stringere per controllare l'eiaculazione precoce è un’altra manovra facile da imparare, che può essere un esercizio di coppia o da fare a letto. Durante il coito o la masturbazione quando il momento dell'orgasmo si sta avvicinando sospendi l'attività e in quel momento prendi la base della punta del pene con il pollice sul frenulo e a sua volta con l'indice e il medio sul dorso. Esercita una ferma e intensa pressione per 3 o 4 secondi. In questo modo si blocca l'azione eiaculatoria. È necessario realizzare questa manovra circa 3 o 4 volte e ci si lascia andare solo dopo la quarta volta.

Esercizi per controllare l’eiaculazione: Tecnica della zona anti-eiaculatoria

La tecnica della zona anti-eiaculatoria è un esercizio che si può realizzare con la coppia durante la penetrazione o durante la masturbazione. Stringi forte con il polluce e l'indice della mano sinistra per 3 o 4 secondi la zona tra lo scroto e l'ano e allo stesso tempo inspira profondamente. Ciò diminuirà l'eccitazione allontanandoti dall'orgasmo ma non fermerà l'erezione. Si può fare questa manovra anche durante la penetrazione, poiché questa zona rimane accessibile. Questa tecnica si può realizzare anche insieme alle altre due, in ognuno degli stati di riposo.

come ritardare eiaculazioni

Eiaculazione precoce: esercizi respirazione

Tecnica del controllo della respirazione che include una serie di esercizi di respirazione per combattere l’eiaculazione precoce, è una tecnica interessante per approfondire le dinamiche del rapporto sessuale. Questa tecnica consiste nel controllare la respirazione durante l’atto: Durante lo svolgersi dell'atto sessuale, deve rimanere calmo e concentrarsi sull'esperienza che si sta godendo. Un punto cruciale è prendere coscienza di come l'aria entra ed esce dai suoi polmoni, e pertanto controllare la respirazione. Il ritmo respiratorio e i movimenti coitali devono sincronizzarsi nel seguente modo:

Penetrazione: espulsione dell'aria.

Ritirata: prendi aria.

Fino a quando non si sperimenta l'urgenza eiaculatoria si deve mantenere questo ritmo.

Esercizi di Kegel uomo per ritardare l'eiaculazione precoce

Gli esercizi di Kegel sono esercizi che aiutano l'uomo a ritardare l'eiaculazione precoce e a prevenire la disfunzione erettile.

Arnold Kegel era un ginecologo degli anni '40 che inventò questi esercizi per rafforzare il pavimento pelvico (che è quella parte di muscolo che si trova tra l'addome e le pelvi), sia negli uomini che nelle donne. Recenti studi hanno confermato che questi esercizi possono aiutare nelle disfunzioni sessuali maschili sia per quanto riguarda l'eiaculazione precoce, sia per quanto riguarda la disfunzione erettile.

Questi esercizi per rallentare l'eiaculazione, permettono infatti di rafforzare e allenare il muscolo pubbocigeo, responsabile dell'emissione di urina e delle contrazioni derivanti dalla stimolazione sessuale. Questi esercizi si possono realizzare in qualsiasi luogo, ma prima bisogna capire dove si trova questo muscolo.

Si può trovare il muscolo pubbocigeo con un semplice esercizio: basterà immaginare di urinare e improvvisamente bloccare il getto. In questo modo avremo coscienza immediata di qual è il muscolo pubbicigeo e come contrarlo volontariamente.

Se non siete sicuri di avere individuato il muscolo corretto, potete riconoscerlo appogiando un dito nella zona di pelle che si trova tra ano e testicoli e vedere se sentite il muscolo che si contrae.

Una volta individuato il muscolo, l'esercizio consiste di realizzare 3 volte al giorno una serie di 5-10 contrazioni.

Questi esercizi sono pensati per migliorare le prestazioni sessuali e possono avere un ruolo nel processo di eiaculazione: anche se non sono muscoli al 100% volontari, l'allenamento porterà a rinforzare questi muscoli e a ritardare l'eiaculazione.

Come ritardare l’eiaculazione precoce

Come esercizio finale per ritardare l’eiaculazione precoce, proponiamo una riflessione e un esercizio psicologico sull’importanza del rilassamento e dell'essere sicuri di se stessi.

Durante la psicoterapia sessuale è importante rafforzare la fiducia in se stessi e l'autostima poiché normalmente le cause dell'eiaculazione precoce sono psicologiche. Per questo si consiglia di cercare di rilassarsi e di sentirsi bene con se stessi. D'altra parte è importante che ci sia un dialogo aperto e senza tabù nella coppia. Le conversazioni tranquille e quotidiane sugli aspetti delle relazioni sessuali, le fantasie sessuali dell'altro e i problemi o le paure proprie e del partner, aiutano immensamente a creare una serie di legami che daranno più sicurezza e ti permetteranno di avere maggiore controllo sul tuo corpo. Non esitare a parlare con il tuo/la tua partner sulle tue paure e le tue frustrazioni, ti sorprenderà come a volte da un granello di sabbia si possa creare una montagna; forse alla tua compagna non pesa poi tanto e vuole aiutarti a trovare una soluzione per essere entrambi felici. Con un po' di autocontrollo ma soprattutto di fiducia il problema dell'eiaculazione precoce può essere facilmente superato.

masturbazione eiaculazione precoce

Masturbazione e eiaculazione precoce

Sono stati realizzati diversi studi per vedere se esiste una correlazione tra la masturbazione e l’eiaculazione precoce. In particolare questi studi andavano in due direzione particolari: una parte ha cercato di verificare se l’eccessiva masturbazione portasse a dei problemi di eiaculazione precoce, mentre un’altra parte ha cercato di approfondire se la masturbazione potesse essere un rimedio a questo disturbo.

Nel primo caso, recenti studi, hanno sembrato confermare che non esistono correlazioni specifiche tra l’eccessiva masturbazione e l’eiaculazione precoce. Ma in alcuni casi le circostanze in cui si è imparato a masturbarsi, soprattutto da adolescenti può influire sulla maniera in cui si vive il sesso, e pertanto può portare a questo disturbo. Potrebbe essere il caso, per esempio, di adolescenti, che, abituati a masturbarsi in bagno in fretta e con stress, con l’unico scopo di arrivare all’orgasmo nel minor tempo possibile, hanno poi sofferto di eiaculazione precoce. Il concetto ruota attorno al fatto che questa masturbazione non porta l’adolescente a scoprire il proprio corpo, perché non permette di cogliere i ritmi, i segnali e i tempi che sono necessari per lo sviluppo di una futura vita sessuale. Un tipo di masturbazione rilassata, permette infatti di allenare i muscoli, e la loro contrazione e decontrazione, che controllano la spinta dello sperma verso l’esterno, aiutando a gestire e controllare meglio l'eiaculazione.

Per quanto riguarda il secondo punto, ossia se la masturbazione può aiutare l’eiaculazione precoce, ritardando così l’eiaculazione durante il rapporto, alcuni studi hanno dimostrato come in alcuni casi, la masturbazione maschile sia stata utile, ma l’efficacia di questa tecniche di masturbazione maschile, diminuisca con l’età, dal momento che , crescendo, la il tempo di ripresa tra un’erezione e l’altra, aumenta. In generale la ginnastica pelvica può aiutare nella cura di questo disturbo, ma sempre in maniera moderata, e magari seguendo una terapia consigliata da un esperto del settore, un andrologo o un terapeuta.

come combattere l'eiaculazione precoce

Come combattere l’eiaculazione precoce

Come abbiamo visto si può combattere l’eiaculazione precoce: esistono esercizi, cure e terapie che possono aiutarci a risolvere l’eiaculazione precoce.

L'eiaculazione precoce nell'uomo è motivo di grande frustrazione per la coppia. La donna può sentirsi usata e interpretarlo come un atto egoista o mancanza di attenzione, può sentirsi disprezzata o non amata. A volte è comprensiva altre prova rabbia e può arrivare a considerare l'abbandono.

Invece, quando si parla di eiaculazione precoce per motivi ansiogeni la realtà è tutt'altra:

Succede che l'uomo al momento di esercitare l'atto sessuale senta una grande pressione psicologica proprio perché vuole soddisfare la sua o il suo partner e ciò gli impedisce di attivare il riflesso eiaculatorio o cerca di attivarlo quando è ormai troppo tardi e il danno è fatto.

Come curare l’eiaculazione precoce? La terapia psico-sessuale inizia individuando i fattori predisponenti, precipitanti e perpetuanti dell'ansia da prestazione e parallelamente ad attivare esercizi psicologici e fisici per allenarsi a mantenere relazioni sessuali di una durata sufficiente da dare piacere anche alla propria partner.

È importante indurre il paziente all'autoconoscenza, alla conoscenza dell'erotismo e le tecniche per dare piacere alla propria donna o al proprio uomo con una relazione sessuale non esclusivamente di tipo genitale è il primo passo per risolvere l’eiaculazione precoce. Se anche tu come Paolo, hai qualche problemino di autocontrollo, non disperare: rivolgiti a un sessuologo e inizia ad esercitarti per far durare di più l'atto sessuale.

Infatti, riassumendo, possiamo dire che per guarire e curare l’eiaculazione precoce è importante adottare una strategia che includa diversi trattamenti, a seconda delle cause, e che si adatti a ogni singolo caso. Sicuramente un dialogo aperto con la propria partner, e una accettazione di questo problema è il primo passo, per potersi rivolgere più serenamente  al proprio medico di fiducia o a un sessuologo.

Eiaculazione precoce cause

Le cause dell’eiaculazione precoce possono essere diverse. Possiamo classificare questo disturbo a seconda dell’età e del momento in cui si presenta nell’individuo:

  • eiaculazione precoce primaria. È un tipo di eiaculazione precoce che si presenta negli uomini di giovani età e che comprare nei primi rapporti. È un tipo di disfunzione molto comune, che ha a che vedere con l’esperienza e con il fatto che ancora non si conosce il proprio corpo.
  • Eiaculazione precoce secondaria: è un tipo di eiaculazione che appare in un secondo momento, dopo un periodo di attività sessuale normale.
  • Eiaculazione precoce situazionale: che si verifica in contesti specifici o solo con un determinato partner
  • Eiaculazione precoce generalizzata: che si presenta in ogni situazione.

Esistono anche diversi livelli di gravità che si basano sui movimenti coitali e sul tempo di durata del rapporto e che variano da lieve a grave (con un spettro di tempo che varia dai 15 secondi ai 2 minuti).

In alcuni soggetti l’eiaculazione precoce può anche essere accompagnata da anorgasmia, cioè l’assenza dell’orgasmo, o può essere una conseguenza della disfunzione erettile.

Le cause dell’eiaculazione precoce, come abbiamo già previamente commentato, si possono distinguere in due tipologi:

  • cause fisico-organiche dell'eiaculazione precoce: Alcune delle cause fisiche dell’eiaculazione precoce possono riguardare problemi inerenti l’apparato riproduttivo come per esempio il frenulo corto o l’ipersensibilità del glande, o la presenza di alcune infiammazioni o di vescicoliti, uretriti o prostatiti. Alcune malattie, come la sclerosi multipla, possono avere come conseguenza l’eiaculazione precoce, ma anche lo stile di vita può influire. L’alcol, l’abuso di farmaci o droga può influire sulla performance sessuale: nonostante si sia trovata una correlazione tra questi eventi, gli studi ancora non sono riusciti a dimostrare esattamente come questi comportamenti influiscono sull'eiaculazione precoce, anche se si ipotizza che sia dovuto a meccanismi di natura neuro-vascolare.
  • Cause psicologiche eiaculazione precoce: possono essere diversi gli influssi psicologici che influiscono nell’eiaculazione precoce. Tra essi possiamo nominare sicuramente lo stresso o l’ansia da prestazione. Ma anche il rapporto con il partner e come ci sentiamo, possono influire su questo disturbo. Le cause psicologiche sarebbero preferibilmente da analizzare con un esperto psicoterapeuta o psicosessuologo.

Capire le cause dell’eiaculazione precoce, è il primo passo per la guarire da questo disturbo.

Come curare eiaculazione precoce

Abbiamo visto diversi metodi e consigli per curare l’eiaculazione precoce. Per schematizzare potremmo dire, che i metodi per combattere l’eiaculazione precoce sono strategie miste, pensate per ad hoc per ogni individuo, che includono diversi dei seguenti trattamenti:

  • terapia psico-sessuale (individuale o di coppia)
  • Psicoterapia
  • Cura farmacologia
  • Risoluzione di alcune problematiche fisiche attraverso la chirurgia
  • Quando l’eiaculazione precoce è una conseguenza di altri disturbi, come per esempio la disfunzione erettile, si cercano di trattare ovviamente le cause.

Come abbiamo già detto ripetutamente, per sapere come curare l’eiaculazione precoce occorre rivolgersi a un medico di fiducia, che dopo aver valutato le cause del disturbo, potrà proporre una terapia combinata.

PUBBLICITÀ

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Bibliografia

  • https://www.essm.org/
  • https://www.urologyhealth.org/urologic-conditions/premature-ejaculation
  • https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/premature-ejaculation/diagnosis-treatment/drc-20354905
  • https://www.health.harvard.edu/a_to_z/premature-ejaculation-a-to-z

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

Commenti 3
  • Marco Betti

    Ciao e grazie per l’articolo molto interessante. Hai citato una cura farmacologica ma non hai specificato il nome. Come si chiama il farmaco? Grazie

  • elio rossi

    Grazie dei suggerimenti....vivo in Veneto e chiedo se vi fossero dei corsi di auto aiuto in questo senso...grazie.

  • giuseppe

    Vorrei propio riuscirci ma è difficile, anche trovare una donna per aiutarmi.

ultimi articoli su psicologia della coppia