Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Perché attiro sempre le persone narcisiste?Identikit del partner ideale

Le persone narcisiste sono persone che ricercano una vittima da sacrificare per riempire il loro vuoto esistenziale. Ma quali sono le caratteristiche della partner ideale di un narcisista?

27 MAG 2020 · Tempo di lettura: min.
Perché attiro sempre le persone narcisiste?Identikit del partner ideale

La trappola del narcisista: ricadere nei soliti schemi


Riconoscere un narcisista non è sempre facile, perché normalmente le tattiche di approccio e di conquista da parte di queste persone, è sempre ammaliante e interessante e sanno mantenere il loro aspetto tossico ben nascosto. Quindi non è facile smascherare un narcisista, ma si possono imparare a riconoscerne alcune avvisaglie nelle persone, dopo aver avuto una relazione con una persona che soffre di questa patologia.

Nonostante la relazione con un narcisista possa cusare molti danni, molto spesso ricadiamo negli stessi comportamentali, finendo per attrarre la stessa tipologia di persona, in questo caso i narcisisti.

Come facciamo a identificare i tratti della nostra personalità che attraggono i narcisisti? E come possiamo fare se vogliamo proteggerci e rafforzare capacità che invece li tengano lontani?

Narcisista covert e overt

Prima di affrontare le caratteristiche del partner ideale proviamo a vedere le diverse caratteristiche di un narcisista.

Esistono diversi tipi di narcisismo (e diversi livelli di patologia).

Il primo a parlare di narcisismo fu Freud che lo identificò semplicemente come una fase di sviluppo del bambino, non patologica di per sé, ma che lo potrebbe diventare nel caso in cui la persona rimanga bloccata in questa fase.

In seguito alcuni studi hanno portato a definire il narcisismo come una patologia derivante da genitori anafettivi o passivo aggressivo: per difendersi da questa condizioni i figli tendono a sviluppare una visione grandiosa di loro stessi. In questa visione i narcisisti si vedono come persone particolarmente talentuose e dotate, ossia hanno una visione idealizzata di loro stessi, e tendono a esternalizzare critiche e giudizi, perché in caso contrario non sarebbero tollerabili.

Negli anni ’90 il dottor Paul Wink identificò due tipologie di narcisisti i narcisisti covert ed overt. Le due tipologie hanno caratteristiche comuni, come per esempio la necessita di ricevere costantemente attenzione da altre persone, manie di grandezza, sono manipolatori e non curanti delle esigenze o sofferenze altrui.

Entrambi camuffano il loro nucleo grandioso attraverso atteggiamenti narcisistici, ma in modalità differente: se da un lato il narcisista overt manifesta arroganza e superiorità, il narcisista covert esprime timidezza e insicurezza. Ma vediamo qualche caratteristica più da vicino.

Narcisisti covert:

I narcisisti covert si presentano come sensibili alle critiche, con pensieri ossessivi e molto sensibili alle critiche. Il narcisista covert mostrerà uno stile di attaccamento ansioso che presenta una continua paura del rifiuto e dell’abbandono e che lo porterà a evitare le relazioni.

Il sentimento di grandiosità è presente ma nascosto dalla timidezza, dalla scarsa autostima, con un atteggiamento ipercritico nei confronti degli altri che lo porteranno ad assumere molto spesso il ruolo di vittima.

Altre caratteristiche sono:

  • Introversione
  • Alta sensibilità alle critiche
  • Bassa autostima e idealizzazione degli altri

Narcisisti overt

I narcisisti overt si caratterizza per un’alta autostima, ma una scarsa tolleranza alle critiche. Questo significa che il narcisista overt appare sicuro di sé e domina l’ansia dalle relazioni sociali senza problemi, ma ha problemi a instaurare relazioni affettive perché potrebbero minare la sua grandiosità e pertanto si presenta sempre con un certo distacco emotivo.

Alcuni atteggiamenti caratteristici dei narcisisti overt sono:


  • Superiorità
  • Ossessione per il successo
  • Personalità dominante con necessità di comandare
  • Scarsa empatia
  • Relazioni sociali scarse e distaccate

amare  un  narcisista

Amare un narcisista

Come abbiamo detto poco fa, amare un narcisista è facile perché la maniera in cui si presentano tende sempre ad attrarre un certo interesse, che sia per il fare dal bel tenebroso (narcisista covert) o del seduttore  (narcisista overt), e purtroppo quando cade la maschera si è già troppo coinvolti nella loro trappola da non poterne uscire. Essere coinvolti con un narcisista infatti è sempre fonte di confusione: il narcisista, sopratutto il narcisista perverso, tende sempre a manipolare e a distruggere l’autostima dell’altro o a creare un vincolo di dipendenza in modo tale da non permettere alla sua vittima di lasciarlo.

Le persone narcisiste sono persone che hanno sofferto di mancanza d’affetto, di una struttura e di una famiglia, persone a cui non è mai stato attribuito nessun valore o a cui semplicemente mancavano basi solide per costruire una sana autostima. Per questo i narcisisti vanno in cerca di persone che abbiano caratteristiche complementari alle loro esigenze: che siano persone sottomesse o empatiche, insicure e magari narcisiste a loro volta, ma che possano essere utili al loro scopo.

Quindi se si attirano persone narcisiste, non significa necessariamente essere narcisisti, ma semplicemente che il modello affettivo che si propone ricalca alcune caratteristiche che sono utili ai fini del narcisista e ad accrescere il suo ego.

È importante ricordarsi che le relazioni con persone narcisiste sono improntante al controllo e alla manipolazione dell’altro, creando forme di sottomissione nella maggior parte dei casi. Una volta usciti da una relazione con un narcisista è necessario tempo per ricostruire la propria autostima e personalità. Pertanto se doveste sentirvi in difficoltà, cercate aiuto e fatevi seguire da un professionista perché possa aiutarvi a uscire da una situazione dolorosa.

Le vittime di un narcisista

Abbiamo visto che le vittime scelte dal narcisista sono normalmente persone che soddisfano le loro mancanze e la loro necessità di grandezza, attraverso comportamenti complementari ai loro utili al raggiungimento di questo scopo. Vediamo alcune caratteristiche che potrebbero attrarre una persona narcisista e far di voi il partner vittima perfetto!

partner narcisista

1. Il salvatore

Il modo di dire “sindrome da crocerossina” potrebbe rappresentare perfettamente questa caratteristica comportamentale: siete cresciuti prendendovi cura degli altri e vi sentite in dovere di salvare gli altri. Alcune persone sviluppano questo atteggiamento perché sono cresciute in situazioni in cui qualcun altro era il personaggio principale della famiglia e gli unici altri ruoli disponibili erano ruoli di supporto. Altre invece perché hanno sofferto dei traumi e l’aiuto e la sottomissione diventano in alcuni casi l’unica arma disponibile davanti ai mostri. Altre ancora perché sono persone diplomatiche che vogliono capire l’altro, ponendo domande con simpatia e ammirazione. Tutte queste persone finiranno per attirare persone narcisiste che hanno bisogno di grande ammirazione e di essere salvate (Prima di abbandonarvi. Di nuovo.)

2. Mancanza di una relazione solida familiare

Può capitare che i genitori, o chiunque svolga il ruolo di caregiver (ovvero di colui che si prende cura del bambino), siano così presi dalla relazioni di coppia o dallo scorrere degli eventi esterni alla famiglia che non prestino attenzione ai messaggi del loro figlio. Quando ci si trova in nuove situazioni familiari e sociali (che sia un divorzio, l’arrivo di un nuovo componente in famiglia, un nuovo partner, una nuova famiglia, il rapporto coi partenti più lontani, situazioni critiche sociali e famigliari, etc) è importante che un genitore stia accanto al figlio per fargli capire la situazione e perché prenda coscienza di sé stesso, si senta amato e impari ad amare sé stesso, allo stesso tempo in cui impara a comportarsi. La consapevolezza e l'amore verso noi stessi e gli altri, molto spesso deriva da una base solida che ci permette di andare ad esplorare il mondo senza avere paura, perché sappiamo che abbiamo sempre un luogo dove fare ritorno e delle persone che ci amano.  Se i genitori non comunicano coi loro figli e non gli danno amore e considerazione, il bambino anche da adulto non saprà come avventurarsi per il mondo, e davanti alla megalomania del narcisismo potrebbe semplicemente dire: "Ho visto di peggio".

3. Pensi di aver bisogno di essere salvato

Questo atteggiamento riguarda quelle persone che si sentono incapaci da uscire dalla situazione in cui si trovano e che cercano un supereroe per sistemare le cose e che  pensano di aver bisogno di essere salvati.

Molto spesso queste persone ricercano nell’amore la loro via di fuga e salvezza: persone infelici, persone sovraccariche di responsabilità o persone malate. Questa visione però rende tossica ancora prima di nascere qualsiasi storia d’amore: l’amore non si basa sul bisogno ma sulla reciprocità e complementarietà. Pensare che una storia d’amore ci salverà la vita, significa consegnare la nostra vita nelle mani dell’altro: e se l’altro è un narcisista l’unica cosa che potrà fare sarà distruggere la nostra vita.

mancanza di fiducia

4. Mancanza di fiducia

Se hai sofferto durante una storia d'amore, adesso potresti essere ancora più diffidente e distaccato del normale, tanto da poterti portare ad affermare di non essere interessato a frequentare nessuno per paura di soffrire. La maggior parte delle persone che cercano una storia d’amore, normalmente cercano persone che vogliano costruire qualcosa e davanti a una dichiarazione di non interesse, probabilmente lascerebbero perdere il tentativo di conquista. Il narcisista no. Una dichiarazione di disinteresse diventerebbe una sfida da vincere in cui tu sei il premio. Ma attenzione: alla fine della gara probabilmente provvederanno ad abbandonarvi e a cercare un’altra preda da conquistare.

5. Madre o padre narcisista

Se si è stati cresciuti da un padre o una madre narcisista è molto facile finire nello stesso modello relazionale che conosciamo: ovvero un ambiente svalutante e violento, in cui l'amore ha poco spazio. Chi è cresciuto in un ambiente del genere tende a pensare che questo modello familiare sia lo stesso in tutte le famiglia, ma non è così: una relazione può essere sana ed equilibrata, senza dover accettare dolore e sofferenza o tutto ciò che risulta inacettabile. È importante imparare ad amarsi e rispettarsi e fissare dei limiti da non superare per la nostra salvaguardia.

6. L’empatico e il narcisista

Un altro caso classico di persone che attraggono i narcisisti è quello delle persone empatiche. L’empatico e il narcisista per gli schemi comportamentali sono destinati molto spesso ad essere attratti uno dall’altro.

La persona empatica, ascoltatrice e attenta, che si preoccupa degli altri e li consola, che tende ad essere tollerante e compassionevole, potrebbe destare molto interesse nelle persone narcisiste. In questo senso anche le persone altamente sensibili, o HSP (Highly sensitive people), che sono dotate biologicamente di una grande empatia e di una grande capacità e intuizione nel leggere l’ambiente e le persone, potrebbero facilmente attrarre e cadere nella trappola del narcisista.

Le persone che soffrono di disturbi sociali, infatti, (psicopatici, narcisisti, sociopatici ...) mancano di empatia e non si interessano a nessuno al di fuori di loro stessi. Ma amano ricevere amore ed attenzione. Per questo utilizzeranno tutte le loro capacità per manipolare le persone empatiche, rigirando la loro forza e gentilezza contro di loro, in modo tale da renderle vulnerabili. Quindi è importante per le persone empatiche imparare a conoscere chi hanno di fronte e a difendersi da un narcisista nel caso ne incontrassero uno.

empatico e narcisista

Il principio di reciprocità

Tutte queste caratteristiche comportamentali che attirano un narcisista hanno però tutte un tratto comune: l’incapacità di affrontare il conflitto e l’insoddisfazione attraverso la comunicazione per risolvere i problemi.

Se non si riesce a decidere il posto dove andare a un secondo appuntamento, senza che uno dei due prevalichi e l’altro si sottometta, il secondo appuntamento potrebbe non essere una buona idea. È importante imparare a riconoscere chi vuole sopraffarci ed eliminare la comunicazione.

Nei primi periodo del corteggiamento è difficile distinguere i tratti narcisisti perché tutti quanti in queste situazioni tendiamo ad esprimere il meglio di noi e a impressionare l’altro. Ma ci sono dettagli che possono farci capire se l’altro è disposto a risolvere il problemi con la comunicazione o meno, se è davvero interessato a noi o no.

I conflitti minori che si possono generare nei primi appuntamenti, tipo arrivare tardi, le presentazioni agli amici, vedere se l’altro ascolta o pone domande, etc, sono momenti in cui possiamo scoprire se l’altro è disposto a comunicare e arrivare ad un compromesso per risolvere la questione o se invece preferisce nascondere tutto sotto la sabbia. Le strategie che cercano la reciprocità negoziata, attraggono le persone che vogliono costruire una relazione vera scoraggiando i narcisisti.

La relazione con un narcisista

Come uscire dal modello di relazione con un narcisista? Molto spesso ci troviamo coinvolti in relazioni che non vorremmo realmente, con uomini che ci fanno star male e che ci trattano male.

Questo può accadere per vari motivi che possono derivare da contesti famigliari e personali, da patologie o da dipendenze. In generale ci ritroviamo in schemi relazionali  che già conosciamo perché crediamo che saranno più facili da gestire. Per esempio se nostro padre o madre era un narcisista, probabilmente i nostri partner saranno dei narcisisti. Allo stesso modo, se ho avuto mancanze di affetto o traumi famigliari nel passato o da bambino/a, probabilmente cercherò partner che mi diano emozioni forti e siano irraggiungibili.

Molto spesso ripetiamo a oltranza questi schemi, perché non riusciamo ad uscire da essi e ci sembrano più facili da gestire.

vittima narcisista

Smettere di essere vittime

Il primo passo però per smettere di attrarre persone che ci faranno stare male è quello di iniziare a darsi valore e a capire che ci meritiamo di essere amati, e che le relazioni d’amore vere sono quelle in cui ci si fa del bene e ci si rispetta, e forse ci si annoia anche un po’.

Demolire gli schemi con cui siamo abituati a relazionarci con il mondo e costruirne di nuovi, non è un processo facile né tanto meno rapido. Il primo passo pertanto è prendere coscienza di ciò che ti ha portato tra le braccia di un narcisista.

Prestate attenzione ai vostri difetti, piuttosto che cercarne altri al di fuori di voi. Prendetevi il ​​tempo per approfondire quali sono gli aspetti di te che attraggono i narcisisti, come normalmente si comportano e come imparare a difendersi per la prossima volta che ne incontrerai uno e per non lasciarti sopraffare dalla situazione. 

Il processo di ricostruzione dell’autostima, del rispetto e dell’amore verso sé stessi può esser difficile da ricostruire da soli e potrebbe esserci bisogno di una persona professionista che ti accompagni lungo questo percorso. Per ricostruire i pezzi di sé che sono andati in frantumi dopo una relazione con un narcisista, bisogna avere tempo e pazienza, magari anche una base solida d’amore su cui contare, per esempio un parente o un amico, e un aiuto professionale che non guasta mai! 

psicologi
Linkedin
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Bibliografia

  • Two faces of narcissism. Wink Paul 
  • https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/narcissistic-personality-disorder/symptoms-causes/syc-20366662
  • https://www.healthline.com/health/covert-narcissist
  • https://www.psychologytoday.com/intl/blog/highly-sensitive-refuge/201912/do-highly-sensitive-people-attract-narcissists

Lascia un commento

ultimi articoli su terapia di coppia