Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Transfert verso il terapeuta

Inviata da stellina il 23 feb 2015 Orientamento professionale

E i pazienti devono necessariamente confessare il proprio transfert?
Se non lo fanno che può succedere?
E' meglio cambiare terapeuta perchè senza dire che a lui/lei succede questo la terapia non funzionerà mai?
Oppure rimanere anche senza dirlo?
Cioè può avere efficacia la terapia anche senza dirsi questo l'un l'altro?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Giulia,
è certamente difficile gestire sentimenti intensi verso il terapeuta, siano essi positivi o negativi; ancora più complicato è riuscire a comunicarli. Tuttavia, ciò che si prova durante la psicoterapia è prezioso, e merita lo sforzo necessario ad accogliere e considerare quello che ci sta emotivamente capitando. Tieni sempre presente, inoltre, che il terapeuta è un tuo alleato in tal senso, e ti può aiutare a comprendere ciò che stai provando.
Buona psicoterapia
dott.ssa Roberta Portelli

Portelli Dr.ssa Roberta Psicologo a Botticino

2 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Giulia
il processo di transfert e controtransfert è un processo che avviene all'interno della psicoterapia e come tale ha grande rilevanza nella soluzione del problema.
Credo che il fatto di parlarne debba essere vissuto come naturale in quanto nella psicoterapia, se le cose vanno bene, si acquisisce questa libertà di comunicazione su qualsiasi argomento anche di natura molto intima e quindi non occorre avere alcun timore nel riferire quello che si prova al proprio terapeuta.
Nell'interpretazione del transfert si vengono a scoprire antiche emozioni represse che riferivano alle figure genitoriali e a chi per loro oppure altri complessi meccanismi di proiezione . Tutti questi elementi saranno discussi col terapeuta e porteranno grande avanzamento in psicoterapia.
Quindi si abitui ad aprirsi sempre di più e ad affrontare qualsiasi cosa la turba ...transfert compreso.
Saluti e auguri per la terapia
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6788 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Giulia,
Il transfert e il controtransfert rappresentano due, fra tanti, degli aspetti affascinanti che riguardano la relazione terapeutica. Di fatto sono due fenomeni indipendenti che agiscono fuori dalla consapevolezza è solo attraverso uno sforzo attentivo consapevole é possibile, e anzi molto spesso terapeutico, analizzarli e capire quali sono i significati in essi presenti. Dalle sue domande, peraltro interessanti, comprendo che la sua idea di transfert sia più vicina a quella di una forza attrattiva verso il terapeuta,ma tal punto che si chiede se è il caso o meno di comunicarlo o di interrompere il rapporto.
In generale le dico che parlare apertamente con il proprio terapeuta è un requisito fondamentale affinché il percorso di terapia sia efficace. È davvero molto importante esprimere ciò che si sente e anche come ci si sente in relazione al terapeuta. Sicuramente scoprirà aspetti di se e del suo modo di essere in relazione che probabilmente ancora non conosce a pieno.
Buon lavoro!
Dr.ssa Anna Gallucci

Dott.ssa Anna Gallucci, Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Vicenza

126 Risposte

69 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Giulia,
anche se il transfert ,nelle sue molteplici manifestazioni , talvolta ha a che fare con aspetti intimi della personalità, la cui comunicazione è causa di imbarazzo, resta un elemento chiave nella relazione terapeutica. Non avvalersi della presenza della situazione transferale sarebbe come voler rientrare a casa senza aprire la porta oppure dover eseguire un intervento chirurgico senza usare il bisturi. Anche se attraverso il transfert emergono aspetti segreti e non accettabili localizzati nel profondo del proprio essere, questi vanno assolutamente comunicati al terapeuta per metterlo nelle condizioni di continuare in modo proficuo il suo lavoro.Spero di essere riuscita a far si che la risposta che ti aspettavi da qui,venga da te stessa. Augurando un buon lavoro a te ed al tuo reale o immaginario terapeuta, ti saluto cordialmente.
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

623 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Giulia,
il transfert, quando si verifica, non è una colpa da confessare e l'obiettivo non è smascherarlo ma riconoscerlo per orientarlo verso un oggetto adeguato. Per questo diventa parte della terapia anche se può procurare un comprensibile imbarazzo. Nella relazione di fiducia che ha con il suo terapeuta troverà certamente il modo di affrontarlo.
Buon lavoro.
Dssa Daniela Sirtori - Monza

D.ssa Daniela Sirtori Psicologo a Villasanta

246 Risposte

212 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15750

psicologi

domande 19900

domande

Risposte 79400

Risposte