Terapia di coppia può funzionare?

Inviata da Jacko87 · 5 mag 2020 Terapia di coppia

Buonasera, la mia relazione è in crisi da tanto tempo, ed il problema più grande è stato quello di fingere che tutto andasse bene...c’è stata la totale mancanza di dialogo tra me e la mia compagna stiamo insieme da 9 anni e abbiamo una coppia di gemelline di 8 anni, è mancata anche l’intimità nel nostro rapporto. Ne abbiamo passate tante, problemi lavorativi, di salute, la morte di mio padre dopo 1 anno di lotta al tumore più il mio lavoro che svolgendosi la notte ha fatto si che lei si sentisse sola, in mezzo a tutto questo io ho iniziato a trascurarmi a prendere un po’ di kg in più, ma ripeto il grosso problema è stato quello di tirare avanti nella totale mancanza di dialogo mentre ci stavamo allontanando....ora è successo che con questa quarantena per il Covid, una sera che lei stava sul divano con il telefono, ho avuto come la sensazione che stesse chattando con qualcun’altra su whatsapp, questa cosa mi ha turbato non riuscivo a dormire e questa volta ho pensato basta è ora di parlare,l’ho svegliata alle 3:00 di notte per chiedere un chiarimento...lei nega assolutamente ci sia un’altra persona mi offre il telefono dicendomi controlla tu stesso, io gli chiedo semplicemente: cosa ti manca? Non ottengo risposta. Il mattino seguente ci prendiamo il caffè e mi dice che gli manca l’amore, quello che provava per me tanto tempo fa e che ora non prova più. Al che sorge una discussione poi si calmano le acque e iniziamo a piangere entrambi le dico che non abbiamo fatto nulla per salvare la nostra relazione dovevamo almeno provarci anche con una terapia, lei in lacrime mi dice che ho ragione che forse prova ancora qualcosa per me e che vuole provarci, io le dico che però non deve farlo perché le faccio pena ma solo se lo vuole veramente, mi dice che non gli faccio pena e che certamente lo vuole. Ora sono 3 giorni che io cerco di farmi coinvolgere in tutto ciò che si possa fare in casa visto il lockdown e facciamo le cose insieme, il problema sorge quando cerco di avvicinarla magari una carezza un bacio e sento la sua freddezza e questo mi destabilizza, certo non si possono sistemare 8 anni di silenzi in 3 giorni questo lo capisco però mi fa male questa freddezza...comunque siamo in attesa che finisca questa quarantena che si possa tornare a lavoro per andare in terapia... scusate se mi sono dilungato ma non è semplice spiegare la situazione, voi cosa pensate ci possono essere delle possibilità di riuscita di una terapia? Ah aggiungo anche che le nostre figlie fanno a turno per dormire con noi e questa sarebbe anche in abitudine da cambiare assolutamente.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 MAG 2020

Buongiorno Jack,
comprendo il malessere che sta sperimentando, ma sembra che da parte di entrambi ci sia il desiderio di dare una possibilità alla coppia di superare la crisi. Dal suo racconto emerge il disagio protratto nel tempo, in parte dovuto a circostanze esterne (lutti, problemi lavorativi, gestione delle figlie) ed in parte ad un progressivo allentarsi della comunicazione e dell'interesse verso l'altro. Certamente in 3 giorni non si risolvono problemi di anni, ma l'averne preso consapevolezza ed averne parlato costituisce certamente il primo passo importante.
Rivolgetevi ad una terapeuta della coppia ed iniziate con fiducia il vostro percorso.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1360 Risposte

1232 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 MAG 2020

Caro Jacko87,
la terapia di coppia rappresenta uno dei più validi aiuti per le coppie che attraversano periodi di crisi e sono motivate a risolvere la situazione.
La terapia di coppia può offrirvi uno spazio per ridefinire dal punto di vista emotivo le vicende della vostra vita coniugale e un contesto in cui esprimere vicendevolmente i vostri bisogni affettivi. Questo rappresenta un passaggio molto importante della terapia di coppia, in quanto, spesso, i membri della coppia si aspettano delle cose dal partner che però allo stesso tempo non viene loro comunicato. Arrivare ad una chiarezza comunicativa può offrirvi nuovi strumenti per vivere la vostra relazione.
Un cordiale saluto.
Dott.ssa Alice Bianchi

Psicoterapeuta - Dott.ssa Alice Bianchi Psicologo a Olmo

2 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 MAG 2020

Si, può funzionare perché entrambi lo volete ; entrambi avete da recuperare una cura e una attenzione a voi stessi che avete perso di vista deprivandovi di dialogo, di diritto vicendevole di esplicitazione di desideri e avete smesso di guardarvi l’un l’altro come due adulti che si sono scelti perché si sono piaciuti e per portare avanti un progetto comune . Se è giusto essere genitori attenti è giusto ancora prima essere una “coppia” attenta perché su questo si baserà anche la felicità dei figli e la nostra possibiltà di dare sempre senso alla nostra vita,senso che va oltre la “funzione “ genitoriale di accudimento . In lei c’è chiarezza di idee e di intento, se altrettanto anima la sua compagna , con l’aiuto di un buon percorso, avrete l’opportunità di ricominciare a parlare e a guardarvi per vedervi e apprezzarvi togliendo dalla vostra vita la patina distruttiva dell’abitudine e prendendo coscienza di aver ceduto a una idea sbagliata di “ disponibilità”e “ accettazione”.
Auguri.
Dott.ssa Mely Maria Arbia

Arbia Psicoterapeuta Mely Maria Psicologo a Genova

4 Risposte

2 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 MAG 2020

Buon pomeriggio,
sono una terapeuta familiare e di coppia. È stato molto chiaro nella sua descrizione, questo fa intravedere delle buone capacità di osservazione di sé, dell'altro e della coppia. Spesso, quando per anni c'è silenzio in una coppia, questo può avere una funzione di protezione, di evitamento del conflitto o della tristezza. Da quello che scrive, e come spesso capita, la scarsa comuncazione è diventata poi parte del problema e di un allontanamento percepito, sembra, da entrambi. I presupposti per una terapia di coppia ci sono tutti, un percorso che possa accompagnarmi nei cambiamenti che, man mano, si mostreranno come possibili.

Psicologa Irene Iannino Psicologo a Avellino

2 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 MAG 2020

Carissimo, la terapia di coppia è l'unico percorso per aiutarvi a capire se la vostra relazione ha quei presupposti per continuare ad essere coppia o separare le strade. Fare terapia di coppia significa mettersi in discussione e accettare di nuove regole e il pensiero, dolori e rabbia dell' altro senza giudicarlo. La freddezza di tua moglie è un atteggiamento normale di chi si è sentita ferita, sola e non amata, accettalo senza giudicarla. La terapia di coppia vi dovrá aiutare anche a modificate certe abitudini ( le figlie nel letto coniugale) che è il segnale che l' intimità è stata sostituita dalla genitorialità.
Spero di esserti stata d'aiuto.
Dr.ssa Romina Bove
Specialista nelle dinamiche di coppia ( Modena)

Bove Romina Psicologo a Modena

47 Risposte

19 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2020

Caro Jacko87,
sono rimasta colpita dal suo messaggio. Lei e sua moglie avete deciso di affrontare questo momento con, mi sembrerebbe, decisione e sincerità. Avete già individuato alcune problematiche di questi anni e anche aspetti attuali che andrebbero modificati: questo sicuramente è un buon presupposto per iniziare una terapia di coppia.
Per quanto riguarda la terapia, può aiutare nel comprendere i sentimenti ed i pensieri legati alla relazione. È un percorso che sicuramente a tratti può essere faticoso, ma porta anche tanto arricchimento e consapevolezza sia a livello individuale che di coppia.
Mi ripeto, mi sembra che abbiate comunque fatto il primo passo nella giusta direzione e che una terapia di coppia possa assolutamente aiutarvi.

Rimango a disposizione e le auguro buona giornata

Dott.ssa Silvia Passaretti

Dott.ssa Silvia Passaretti Psicologo a Milano

19 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2020

Caro Jacko,
comprendo benissimo come si possa arrivare al punto in cui vi trovate voi ora. Affrontare la quotidianità con due bambini, risolvere problemi problemi professionali ed emotivo-familiari può portare a mettere in secondo piano gli aspetti emotivi e sessuali della propria relazione di coppia. Ci si sostiene sull'altro dando l'altro per scontato. Questa quarantena vi ha permesso di risvegliarvi da questa situazione, tu con il tuo input di gelosia e lei con la dichiarazione che le manca l'amore, quello che vi legava un tempo. Credo che la terapia di coppia sia l'ideale per scoprire se c'è la possibilità di rinnovare il vostro legame, se quell'amore di un tempo si è trasformato, se avete il desiderio di continuare a riscoprirvi giorno dopo giorno e continuare a fare dei passi coraggiosi insieme. Iniziate ad informarvi e prendere il nominativo di qualche terapeuta. Concedetevi questa opportunità.

Cari saluti
Dott.ssa Alessandra Xaxa

Dott.ssa Alessandra Xaxa Psicologo a Vittoria

139 Risposte

134 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2020

Gentile Jack87 da quanto scrivi tu e tua moglie avete procrastinato per molto tempo la possibilità di parlarvi apertamente e cuore in mano di ciò che sentivate l'uno per l'altra. E' bello che in questa quarantena abbiate potuto scontrarvi e discuterne: una coppia che interagisce, condivide, litiga è in grado di affrontare le problematiche insieme. Ti rimando che questo scontro, infatti, vi ha permesso di capire di volere ritrovare la serenità e complicità di un tempo. Un percorso di coppia sarebbe si auspicabile e di grande aiuto. L'aiuto di un professionista è fondamentale tuttavia siete voi due, come singoli e come coppia, ad avere in mano la chiave di volta per potervi ritrovare se lo volete.

Dott.ssa Jessica Agnelli Psicologa Psicologo a Pescara

75 Risposte

27 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2020

Buongiorno Jacko87. Mi sentirei di iniziare dicendole che intraprendere una terapia di coppia non significa che possa avere come conclusione naturale che la coppia possa continuare ad esserci. Purtroppo potrebbe anche accadere che, prendendo atto dei bisogni incompatibili nei due membri, si decida consensualmente o meno di interrompere il rapporto. Ho sentito il bisogno di dirglielo perché lei chiedeva se ci sono possibilità di riuscita di una terapia. Un percorso psicoterapeutico di coppia vi potrebbe aiutare, sia lei che la sua compagna, a prendere più consapevolezza di come ognuno di voi funziona, di quali sono le modalità di rapportarsi col partner, che cosa cercate nell’altro partner che vi fa sentire realizzati, soddisfarti, riconosciuti ed amati. Lei ci dice che negli ultimi 3 giorni ha cercato di mostrarsi più affettuoso con lei ma che la sua compagna ha mostrato freddezza, andando a destabilizzarla. Lei stesso riconosce che 8 anni di silenzi, come lei dice del suo rapporto, non possono cambiare in soli 3 giorni. Una terapia di coppia vi aiuterebbe a chiarire che cosa provate l’uno per l’altro. A sua disposizione.
Dott. Erik Mancin

Dott. Erik Mancin Psicologo a Parma

74 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2020

Gentile Jacko87,
La terapia di coppia interviene di fatto nelle coppie in crisi,, anche da diverso tempo, certamente quanto prima si interviene meglio e’...ora lei ci racconta che voi siete in una situazione di scarsa comunicazione e complicità da diversi anni. Concordo con lei, che per tutelare altresì la coppia le figlie debbano avere lo spazio notturno nella propria cameretta. L’atteggiamento di controllo che lei ha messo in atto con la partner sembra una reazione ansiosa, probabilmente innescata dalle poche sicurezze emotive che lei ora percepisce. In genere la terapia di coppia interviene con entrambi i coniugi prevedendo un momento individuale ed insieme al fine di svolgere un lavoro di qualità, in ogni caso visto che ne avete già parlato interverrei velocemente fissando un colloquio di counseling di coppia, attualmente gli studi professionali da lunedì 4 maggio hanno ripreso le attività in presenza con le necessarie precauzioni,
Cordialmente
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2757 Risposte

2240 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 MAG 2020

Sì assolutamente sì una terapia di coppia potrebbe aiutarvi molto È stata una situazione difficile due figlie insieme ed è già molto difficile problemi economici un lutto. Quasi fisiologico una crisi di coppia siete molto bravi a pensare di farvi aiutare

Dott Ssa Altruda Immacolata Psicologo a Roma

31 Risposte

14 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 MAG 2020

Buon giorno,
dalle sue parole emerge che fra voi ci sono delle difficoltà e, da come dice, molte ne avete già affrontate insieme. Sembra che questa sofferenza sia condivisa e vi è difficile trovare il modo di modificare alcuni aspetti disfunzionali nella vostra relazione. Avete entrambi individuato un'ottima soluzione ed il fatto che siate d'accordo su questo è una buona base di partenza. Un professionista può fornirvi un aiuto ed un supporto per adottare quei cambiamenti utili a rivedere gli aspetti relazionali che vi fanno stare male. Siete coppia e siete genitori, sono due aspetti diversi che potete integrare con maggiore equilibrio. Uno psicologo ad indirizzo sistemico-relazionale può fornirvi un aiuto specifico.

Dr.ssa Michela Picchio

Dr. ssa Michela Picchio Psicologo a Chiaravalle

11 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 MAG 2020

Buongiorno,
la risposta è sì, la terapia di coppia può funzionare e nel vostro caso mi sembra ci sia l'intenzione da parte di entrambi di volerla intraprendere e mettervi in gioco per recuperare un buon equilibrio.
Il mio consiglio è di concedervi la possibilità di ritrovare la serenità tra di voi e di tornare a dialogare.
Dott.ssa Giulia La Porta
Psicoterapeuta sistemico-relazionale

Dott.ssa Giulia La Porta Psicologo a Bolzano

1 Risposta

2 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 MAG 2020

Buongiorno Jacko,
vorrei dirle che il suo scritto è riuscito a trasmettermi molte emozioni. Commoventi i vostri dialoghi e le vostre lacrime, finalmente possibili. La cosa più importante ora mi sembra quella di non interrompere questo flusso, che va verso la condivisione e l'apertura dei vostri cuori. Occorre pazienza e gradualità, la vicinanza e l'intimità fisica non si possono forzare, ma si possono riconquistare attraverso la vicinanza emotiva. Certamente vi può essere utile un aiuto specifico, un lavoro di coppia, soprattutto perchè sembrate volerlo entrambi. Si potrebbe partire dal chiedersi che cosa è accaduto alla vostra relazione con la nascita delle vostre bimbe...
Abbiate fiducia nelle vostre risorse, in ciò che sentite e nell'aiuto che una terapia di coppia può darvi. In bocca al lupo!
Dott.ssa Franca Vocaturi

Franca Vocaturi Psicologo a Torino

223 Risposte

126 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 MAG 2020

Salve,
il passo della terapia di coppia è la strada migliore per capire le vostre emozioni. Sicuramente per la buona riuscita ci deve essere alla base la motivazione di entrambi al cambiamento, valutando tutti insieme la migliore scelta. Nella sfortuna la quarantena, nel nostro caso, è servita a capire che è il momento di cambiare la routine per stare meglio. Spero di aver aiutato. Per qualsiasi info mi può contattare. Dott.ssa Cristina Gammella

Dott.ssa Cristina Gammella Psicologo a Campli

23 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 MAG 2020

Salve
Letto con attenzione il suo racconto le rispondo che sì , certamente una terapia di coppia è ciò che vi consiglio per prendere in mano la vostra situazione ed affrontarla come sembra necessiti.
Non perderete la fiducia sul fatto che possiate tornare a comunicare ed a sentirvi più vicini .
Per rispondere alla sua domanda diretta : “ ci possono essere delle possibilità di riuscita di una terapia ?” le dico che, se ci sono impegno da entrambe le parti ovvero terapeuta e pazienti , le terapie “riescono” , difatti , si intraprendono per questo.
Dott.ssa Giusi Molino

Dott.ssa Giusi Molino Psicologo a Barcellona Pozzo di Gotto

9 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 MAG 2020

Buonasera Jacko87, credo che, per come ci abbia esposto la situazione, al momento, i contatti fisici (anche quelli più delicati) siano forieri di ulteriori problemi, quanto meno se la spinta parta da uno solo di voi due. Ovviamente, la scelta di una terapia di coppia la sostengo con forza ma, non comprendo, perché aspettare che il problema Covid-19 si risolva. Tralasciando il fatto che ci vorrà ancora molto tempo, lei, mi sembra, non abbia fatto cenno ad una terapia di coppia on-line. Penso infatti che, nel frattempo si possa tornare ad una pseudo-normalita', un punto di vista alternativo, professionale e, soprattutto, clinico possa iniziare ad essere di aiuto. Come tutti i lavori, anche la terapia psicologica può cambiare (alcune) modalità riuscendo comunque nell'intento finale di ogni terapia anche in un diverso setting/contesto: abbassare la sofferenza aumentando la qualità di vita. Provate a considerare anche questa opzione. Infine, sempre insieme, credo sia da considerare se prima, durante o dopo la terapia di coppia, possa essere utile anche una terapia individuale. Questo per comprendere quali situazioni/emozioni/eventi/significati personali, etc. possano essere stati da ostacolo ad una relazione nata in modo positivo, soprattutto in senso emotivo.
Concludo, invitando entrambi ad utilizzare il "noi" quando parlate di cosa possa avere o non avere funzionato nella relazione. In essa, chiaramente, entrambi hanno delle responsabilità (non colpe). E con il "noi" sarà più semplice trovare un modo di comprensione di ciò che vi possa essere maggiormente utile a risperimentare dell'affettività perduta o, almeno, non uguale a prima.
Buona fortuna,
dott. Massimo Bedetti
Psicologo/Psicoterapeuta
Costruttivista/Postrazionalista Roma

Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Psicologo a Roma

723 Risposte

1077 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 MAG 2020

Gentile jacko,
purtroppo la mancanza di dialogo (dovuta a diversi fattori che andrebbero adeguatamente approfonditi ) mette distanza emotiva e fisica all'interno della coppia.
Sarebbe stato meglio ovviamente che lei non avesse fatto passare 8 anni per indurre un confronto schietto e aperto sulle cause del reciproco allontanamento ma, come dice il proverbio, " ...meglio tardi che mai! ".
Tuttavia, dopo tutto questo tempo, nonostante lei capisca che non è possibile recuperare in 3 giorni l'intimità emotivo-affettiva e sessuale perduta, si è risentito della freddezza attuale della sua compagna e questo risentimento con relativa frustrazione può portare di nuovo altra rabbia facendo abortire i buoni propositi.
Occorre perciò che lei sia più paziente e meno frettoloso essendo ottima l'idea di intraprendere una psicoterapia di coppia, inizialmente anche online se vigono ancora le restrizioni della quarantena.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88500

Risposte