Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Suocera pesante

Inviata da Laura il 30 nov 2018 Terapia di coppia

Sto con il mio ragazzo da 2 anni e da un anno conviviamo. Finchè eravamo fidanzati mia suocera mi trattava come una principessa... appena abbiamo iniziato a cercare casa x convivere... è cambiato tutto.
E’ diventata pesante, apprensiva, egoista, mi tira frecciatine...e così ha continuato per tutto questo anno di convivenza.
Ora è esploso tutto per le feste di Natale, perchè io ho solo due giorni liberi da lavoro (25 e 26), e abbiamo deciso di andare fuori, anche per staccare un pó la spina dopo un anno di lavoro! visto che quest’estate x motivi economici non abbiamo fatto neanche un giorno di vacanza.
Lei ha iniziato a sbattere i piedi, perchè dovevamo per forza stare con lei e il marito. Ha sempre avuto un atteggiamento molto morboso col figlio; sia lui che gli amici mi hanno raccontato di tante litigate...
Adesso lui ha 43 anni, ma anche quando non stava con me e ne aveva 35 per esempio, e la sera ritardava...erano storie.
Da quando stiamo insieme, se lei sa che quel giorno siamo fuori città x fare commissioni o cose varie, la sera chiama per sapere se siamo tornati. Cioè...io a 32 anni ti devo dire se la sera sono rientrata a casa mia?!? per me è follia pura.
Con i miei genitori ho avuto un rapporto totalmente diverso, quando uscivo anche se avevo 16 anni mica mi dicevano di non fare tardi, mia madre mi diceva “quando torni non fare troppo rumore che mi svegli”!!
Quindi capisco anche che per me puó essere traumatico pensare che una madre a 43 anni controlla se la sera sei tornato a casa tua....; ma anche lui si infastidisce su queste cose.
E’ dalla mia parte, perchè per tutta la vita ha pensato che ognuno fosse libero di fare ció che vuole, e lo ha fatto; andando quindi contro sua madre. Solo che adesso ci sono anch’io, e quindi le cose sono amplificate. Lei non accetterà mai questa cosa, per lei suo figlio ha sempre 8 anni

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Laura,
sicuramente il passaggio da fidanzati a coppia convivente è un momento delicato, non solo per i membri della coppia ma anche per le rispettive famiglie d'origine. Da quanto scrive sembra che all'interno del nucleo d'origine del suo compagno ci siano dinamiche relazionali non ancora risolte su cui sarebbe opportuno lavorare.
E' importante però che al di là di queste dinamiche possiate voi due insieme definire e tutelare lo spazio psicologico della vostra coppia nei confronti del mondo esterno, comprese le rispettive famiglie d'origine.
Se doveste trovare difficoltà potete rivolgervi ad un terapeuta di coppia.
In bocca al lupo e un cordiale saluto
drs Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

460 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20200

domande

Risposte 80000

Risposte