Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Si può guarire dalla gelosia patologica?

Inviata da Sandra il 8 set 2015 Terapia di coppia

Salve, sono una ragazza di 23 anni e sono fidanzata da cinque anni con il mio ragazzo. Premetto che sono sempre stata molto gelosa, anche con i miei ex fidanzati. Con il mio attuale ragazzo ho sempre avuto una gelosia costante, ma non opprimente. La situazione è cambiata da quando ha cominciato a lavorare in un'altra regione e si trova a dormire con un suo collega stesso dove lavorano, anche per 3-4 volte a settimana. Da quando si è creata questa situazione ho sviluppato un odio per questo suo collega (che tra l'altro è anche il suo migliore amico) poiché ho visto il loro rapporto stringersi sempre di più, (a lavoro gli altri colleghi li chiamano gli inseparabili o gli innamorati) e da qui mi sono iniziata a sentire messa in secondo piano. Così il mio ragazzo ha iniziato a nascondermi le "cose loro", per esempio modi di scherzare che anno, nomignoli con cui si chiamano, perché sa che a me darebbero fastidio e non vuole litigare. Ormai non ne posso più di sentirmi così, quando litigo con lui mi cresce dentro una rabbia così forte che vorrei solo che lui soffrisse come soffro io. Ho letto che disturbi come il mio possono essere curati con la terapia di coppia. Può davvero essere utile? Quanto costa circa ogni seduta?
Vi ringrazio in anticipo per le vostre risposte.
Distinti saluti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Sandra,
la gelosia è un sentimento che nasconde insicurezza e desiderio di possesso esclusivo dell'oggetto d'amore ed è inversamente proporzionale all'autostima cioè più si è gelosi e meno si ha autostima.
Capirai che su questa base, la vita di coppia può diventare un inferno ed è necessario correre ai ripari.
La possibilità di riparare può consistere nell'intraprendere un percorso di psicoterapia che ti aiuti a comprendere le origini di questo senso di insicurezza e conseguente bisogno di controllo e possesso migliorando il livello di autostima che è fondamentale nella vita di ogni persona sia sotto l'aspetto lavorativo che socio-relazionale.
Riguardo al costo della singola seduta di psicoterapia puoi consultare il sito dell'Ordine degli Psicologi considerando che in genere viene chiesto il minimo del range tariffario ma, comunque, tale costo viene concordato col paziente nel primo incontro.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6609 Risposte

18511 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno credo assolutamente che una terapia di coppia sia l'ideale per voi.
Credo inoltre che tu abbia bisogno di capire come arrivi a mettere in atto determinati comportamenti che non portano nessuno risultato ottimale all'interno della coppia, anzi metti le basi per un rapporto poco chiaro e per nulla piacevole.
Cmq già il fatto che ti vuoi mettere in discussione e vuoi cercare delle nuove modalità di adattamento per la tua coppia trovo che sia un grande passo in avanti.
in bocca al lupo...
dott.ssa Alice Vacca

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

La gelosia patologica non è una malattia come la bronchite da cui si può guarire: un giorno ce l'hai e quello dopo non più.
Come altri colleghi ricordano la gelosia è un sentimento, complesso, che ci riguarda in prima persona e come membri di una coppia.
Certamente potrebbe interrogarsi, come sta iniziando a fare, sui motivi che la portano a sperimentare un sentimento così intenso.

Un saluto,
Dr. Emanuele Cananzi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Sandra,
la gelosia costante suggerisce la presenza di un sentimento di base che prescinde dalla realtà oggettiva e che probabilmente trae origine da sentimenti di insicurezza e dal bisogno di controllo dell’altro per fronteggiare la paura di fondo che è quella di essere abbandonati.
Ne discende una grande sofferenza che induce ad assumere atteggiamenti controllanti nei confronti del partner il quale non di rado tenderà a distanziarsi e/o a mentire per sottrarsi a liti e incomprensioni.
Dunque si verifica che la manifestazione di sentimenti di gelosia invece di ottenere rassicurazioni (per altro mai sufficienti a tranquillizzarci) scatena reazioni che fanno percepire maggiormente l’insicurezza e la necessità di essere vigili, instaurando un circolo vizioso di controllo/evitamento che può esitare nella rottura della relazione da parte del partner.
Credo opportuno che lei affronti tale modalità di stare in relazione, riconducibile a uno stile di attaccamento insicuro, effettuando una prima seduta in individuale e valutare assieme al terapeuta la possibilità di una terapia di coppia. Per quanto riguarda il costo nei casi di difficoltà economiche ci si può attenere alle tariffe minime previste.
Un saluto

Dott.ssa Lucia Rinaldi
Roma

Lucia Rinaldi Psicologo a Roma

91 Risposte

153 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Sandra, la situazione di disagio che Lei descrive al momento sembra essere qualcosa che riguarda esclusivamente lei, seppur abbia degli effetti indiscussi sul suo rapporto di coppia e quindi dei risvolti nel modo di comportarsi del suo fidanzato. Ritengo che allo stato attuale sia utile che sia lei ad iniziare un percorso di psicoterapia individuale che le possa servire ad elaborare tutte le emozioni connesse alla sua relazione di coppia, alla distanza, alla separazione seppur temporanea, costruendo dei significati ulteriori alla sua "gelosia patologica". Potrebbe esser utile ripercorrere il film dei suoi attaccamenti ad altre figure significative e vedere come qualcosa si stia ripetendo nella relazione affettiva attuale. Riguardo alla sua domanda sui costi, posso dirle che noi psicoterapeuti ci atteniamo in genere al tariffario nazionale, consultabile. La psicoterapia, la cura della psiche, la cura dell'anima, è una cura che ha valore altrettanto delle cure fisiche ed è un investimento enorme per la crescita personale, un patrimonio che resta per la vita.
Un cordiale saluto,
dott.ssa Annalisa Sammaciccio Psicologa Psicoterapeuta a Padova

Dott.ssa Annalisa Sammaciccio Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

24 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Sandra, lei descrive nella sua mail rabbia e gelosia per il comportamento del suo ragazzo. Dice anxhe che la sua gelosia è una costante, quindi indipendente dal comportamento dell'altro ma sempre presente. Più che un disturbo dietro questa gelosia sembra esserci una forma di attaccamento e di possesso che non le consente di vivere la relazione serenamente. In più nella situazione attuale le cose si complicano perchè il suo ragazzo mette in atto dei comportamenti davvero irritanti. Può essere utile una terapia individuale che la aiuti ad analizzare la sua emotivitá e le sue modalitá relazionali. Cordialmente
Dott.ssa Sabrina Ornito

Dott.ssa Sabrina Ornito Centro di psicologia clinica Psicologo a Milano

39 Risposte

46 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Sandra,
i suoi problemi possono essere affrontati in una terapia di coppia, ma anche in una terapia individuale. Dopo un primo consulto, che in genere è gratuito, si individua il percorso da seguire adatto alla situazione. Indubbiamente lei ha una gelosia che la porta ad angustiarsi probabilmente per cose che non esistono e ad immaginare chissà quali tradimenti. Queste sono cose che in una terapia si guariscono abbastanza facilmente. La terapia può anche essere individuale, almeno all'inizio, senza bisogno di coinvolgere il suo ragazzo in un problema che sembrerebbe, ad oggi, più suo che di lui. Quanto ai costi, io dico sempre che costa meno che andare dal dentista e i benefici spesso sono maggiori. Un saluto affettuoso.

Dott. Sergio Rossi Psicologo a Spoleto

190 Risposte

96 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Sandra, la terapia di coppia può essere utile per comprendere e modificare alcune dinamiche relazionali che si sono instaurate nella coppia, ma necessita della voglia e impegno di mettersi in gioco entrambe. Detto questo se anche il suo ragazzo sente un disagio nella vostra coppia ed è d'accordo potrebbe essere utile intraprendere un percorso di coppia. Diversamente se il disagio, come sembra emergere dalle sua parole, è sentito maggiormente da lei, un percorso individuale che la sostenga nelle sue parti più fragili, potrebbe essere la scelta ideale.
saluti
Dott.ssa Allodoli Annalisa

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Sandra, la forte gelosia è un sentimento (come altri) che ci vuole dire qualcosa, mandare un messaggio, e dobbiamo essere bravi a interpretarlo. Inoltre, nonostante tu ti ritenga un "tipo geloso", se ti ascolti bene ti accorgi che non è un sentimento costante, sempre uguale in tutti i momenti, ma cambia. Il mio consiglio è di rivolgerti singolarmente ad un bravo terapeuta per eliminare il disagio .

cordiali saluti ,
Dott. Alessandro Bertocchi (bo)

Dott. Alessandro Bertocchi Psicologo a Bentivoglio

93 Risposte

132 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Sandra
la situazione che lei descrive non comprende solo la sua gelosia ma anche un atteggiamento un pochino strano dei due amici-colleghi il cuo comportamento è stato pure notato da altri e non solo da lei.
In definitiva dal suo racconto loro si comportano come una "coppietta" e lei ne è gelosa e più che gelosa mi sembra irritata.
Bisogna considerare che nella nostra cultura è ancora in vigore un tipo di amicizia maschile spesso basato su un modello greco di "amicizia tra eroi" dove c'è molta unione e complicità. Per fare un esempio serie televisiva Starsky e Huck che, simpaticamente, ripropone questo tema. Così non fosse i due mostrano un attaccamento adolescenziale o ancora una sorta di "omossessualità latente."
Cosa dovrebbe fare lei?
Stare calma prima cosa, parlare di quanto sopra col suo ragazzo, sdrammatizzare molto, poi magari stringere, a sua volta, un legame con una amica a cui piaccia molto uscire (meglio se single) e uscire spesso con lei; non da ultimo ignorare la "coppietta" dei due.
Sarebbe interessante vedere come il suo ragazzo reagisce. Dalla sua reazione si capirebbero molte cose.
Nel frattempo lei svilupperebbe maggior autonomia e la sua gelosia ne sarebbe certo ridimensionata.
Un caro saluto Dott Silvana Ceccucci Psicologa-Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6739 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Sandra,
la rabbia che prova nelle discussioni è una componente della sua gelosia.
Nel suo caso si tratta di una rabbia che la porta a desiderare di agire per farlo soffrire.

Dal suo messaggio non mi è chiaro se abbiatentato delle soluzioni finora per ridurre a gelosia. Nel caso lo avesse fatto, non sono state, evidentemente, efficaci dato che la gelosia persiste e il suo ragazzo è costetto a tenerele nascoste delle cose (alimentando la gelosia).
Se non lo avesse fatto, mi chiedo, invece, se vi siano degli aspetti positivi della sua gelosia che le hanno preferito non cercare di ridurla.

Dalla sua descrizione troverei più utile un lavoro individuale, per lei. Nel caso di un lavoro di coppia vi sarebbe il rischio che lei sospettasse una alleanza più solida tra suo marito e il terapeuta che tra lei e il terapeuta, complicando le cose.


Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2024 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno gentile Sandra,
la gelosia che prova per il suo ragazzo ha iniziato ad avere conseguenze anche nella considerazione profonda che lei ha di questo amore ed è dunque un disagio pervasivo che coinvolge sia il suo quotidiano sia il suo pensarsi con lui. In un caso come il suo sconsiglierei la terapia di coppia in quanto potrebbe solo sostituire in lei il suo bisogno di controllo per la vita di lui, le suggerisco invece un percorso di psicoterapia di tipo psicodinamico per lei stessa che con calma e molta pazienza l'aiuti a elaborare schemi di origine antica, che vanno anche al di là di questo rapporto attuale. Non sottovaluti la richeista di aiuto in presenza, il rischio, oltre il suo logoramento, è la fine della relazione.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1715 Risposte

2794 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19300

domande

Risposte 78250

Risposte