Senso di colpa che non se ne va

Inviata da Ellegi · 15 nov 2022 Terapia di coppia

Buongiorno,
Scrivo perché sono veramente in difficoltà e non so come venirne fuori. Sono spostata da 12 anni, una relazione abbastanza felice, due figli. Poi ho incontrato una persona e, non so spiegarmi perché, sono tornata adolescente. Mi sentivo una ragazzina che aveva perso la testa, volevo vederlo, parlare con lui, volevo piacergli a tutti i costi. Però non volevo che tra noi ci fosse qualcosa di fisico, mi bastavano attenzioni e affetto. Una sera lui, che avrebbe voluto arrivare ad un rapporto, mi ha convinta a baciarlo. Ci sono stati 5 brevi baci. Non siamo andati oltre, ma questa cosa mi ha distrutta. Mi sento in colpa con mio marito e i bambini, ho pensato che sarebbe stato meglio se fossi morta. Mi sento di non meritare più amore, più la casa, più nulla. Vorrei dirlo a mio marito ma mi lascerebbe all'istante. Tenerlo dentro, e il pensiero che avrò per sempre questo segreto mi sta logorando. Cosa posso fare ?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 27 NOV 2022

Ellegi, la sua è una situazione di forte impatto emotivo, da una parte la famiglia che ha costruito e dall'altra un desiderio di spensieratezza che "l'ha fatta tornare adolescente" con la "trasgressione" di 5 brevi baci. Approfondire gli aspetti legati al desiderio che l'ha coinvolta in questa nuova relazione "adolescenziale" insieme alla relazione "abbastanza felice" la porterebbe in primis a comprendere la situazione che sta vivendo in questo momento, a chiarire certi aspetti...ad alta voce, di modo innanzitutto che il suo segreto sia un po' meno tale. I percorsi psicologici sono, oltre che spazio di cura, spazio personale intimo e privato dove permettersi di dire tutto perché protetti ed accolti. Dr Maria Zaupa

Dottoressa Maria Zaupa Psicologo a Vicenza

29 Risposte

28 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 DIC 2022

Gent.le Signora grazie per la condivisione sicuramente non facile. Mi viene da dirle di sostituire il senso di colpa con il senso di responsabilità , che voglio dire?
Colga questa situazione e la veda come un modo per crescere. Si chieda come mai desidera le attenzioni da una persona che non sia suo marito a prescindere se c'è rapporto fisico o meno. Ama ancora suo marito?
Se facendosi queste domande capisce che è stato un momento di debolezza e tiene ancora a suo marito, non si giudichi e penalizzi. Nella vita si può sbagliare l'importante guardare avanti, senza dover per forza condividere con suo marito questo episodio.

Se sostituirà il senso di colpa con il senso di responsabilità assumerà un atteggiamento di accettazione , ovvero prendere consapevolezza di quello che è successo e guardare avanti con un'altra prospettiva. Questo atteggiamento le consentirà l'elaborazione dell'accaduto che favorirà la nascita magari di un nuovo equilibrio di coppia.
Se ha necessità di essere accompagnata e supportata in questo momento sono a disposizione on line.
Un caro saluto. Raffaella

Dott.ssa Raffaella Caponi Psicologo a Grottammare

18 Risposte

12 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 NOV 2022

Buonasera Ellegi,
forse bisognerebbe fermarsi un attimo e prendere respiro. Cosa può essere successo affinché le attenzioni e la sua vita strutturata non fossero più sufficienti? Si era già sentita così attratta da qualcuno prima ? Sta vivendo qualcosa di nuovo o un ritorno ad un momento passato? Non si giudichi, non per forza dipende tutto da lei, ma ciò che sicuramente può dipendere da lei è il suo modo di ricercare una soluzione a questo momento di debolezza e fragilità che sta vivendo.
Chiedere aiuto è un atto che le fa grande onore, può aver commesso un errore, ma può affrontare questa cosa, comprenderla e far si che lei e di conseguenza anche la sua famiglia ne usciate rafforzati.
Non si scoraggi e non si svaluti, è un momento importante per porre delle basi più solide in vista del suo futuro.
Cordialmente,
Carlo Leone

Dott. Carlo Leone Psicologo a Seriate

19 Risposte

25 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 NOV 2022

Buongiorno Ellegi,
Capisco il momento di profonda difficolta' che sta attraversando, ma credo sia necessario fare un passo indietro. Per quanto l'episodio che racconta abbia avuto comprensibilmente un grosso impatto su di Lei, il problema reale e' a monte, in quella "relazione abbastanza felice". Non e' difficile immaginare un periodo di stanchezza dopo 12 anni, quando la quotidianita' diventa ripetitiva, la cura dei figli prende la maggior parte del tempo una volta dedicata alla coppia... e forse si tende a darsi per scontati a vicenda. Se si riconosce in questa situazione, quell'episodio puo' esserle utile come un campanello d'allarme, segnale che la sua relazione di coppia ha bisogno di un'iniezione di energie e di qualche cambiamento. Provi a concentrarsi su questo e su come procedere da qui, piuttosto che lasciarsi travolgere da un singolo episodio piuttosto limitato. Se poi sentisse di non riuscire a riposizionarsi rispetto alla situazione ed il senso di colpa continuasse ad essere l'emozione prevalente, prenda in considerazione di intraprendere un percorso terapeutico mirato per avere il supporto necessario ad attraversare questo momento e fare chiarezza sulla direzione da prendere in futuro.
Un caro saluto,
dott.ssa Francesca Calvano

Dott.ssa Francesca Calvano Psicologo a Roma

145 Risposte

121 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 NOV 2022

Gentile Ellegi,
niente avviene per caso e se lei ha sentito il bisogno di avere attenzioni e affetto è molto probabile che queste cose non le riceve sufficientemente nella sua relazione coniugale anche se la definisce "abbastanza felice" ; ciò concorderebbe col timore che suo marito, verosimilmente a struttura rigida, la lascerebbe all'istante se venisse a conoscenza di questa sua infatuazione.
Per spiegare poi il suo esagerato senso di colpa, bisogna prendere in considerazione molti fattori inerenti alla sua storia di vita, allo stile educativo ricevuto, al livello della sua autostima e della sua autonomia.
Di tutte queste cose sarebbe opportuno parlarne in un percorso di psicoterapia che le suggerisco di intraprendere.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

8229 Risposte

22420 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 NOV 2022

E' evidente il suo disagio e quanto sia scossa dall'accaduto. Questo però la deve portare a riflettere sull'effettivo stato della sua vita. E' possibile che dopo tanto tempo la quotidianità abbia reso anche le cose più preziose molto scontate, ed il primo brivido significativo l'abbia portata a flirtare con le idee (e poi con i fatti). In primo luogo è, dunque, consigliabile che analizzi bene la sua posizione all'interno della sua famiglia, il suo ruolo e la profondità di quell' "abbastanza felice". Lo può fare anche con l'aiuto di uno psicologo. In secondo luogo: la sincerità. Non esiste relazione che si basi sull'illusione. Nel suo caso, anche se non ha fatto nulla di irreparabile, è il significato del gesto che non le potrà mai permettere di andare oltre se non lo affronta con onestà davanti a suo marito, rispettando le sue emozioni. Mettere un punto significa anche avere un riferimento da dove poter ripartire.
Rimango a disposizione per qualunque cosa, anche online.
GM

Dott. Gianmarco Mellini Psicologo a Bibbiena

109 Risposte

20 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 NOV 2022

Buongiorno Ellegi,
Capisco il momento di profonda difficolta' che sta attraversando, ma credo sia necessario fare un passo indietro. Per quanto l'episodio che racconta abbia avuto comprensibilmente un grosso impatto su di Lei, il problema reale e' a monte, in quella "relazione abbastanza felice". Non e' difficile immaginare un periodo di stanchezza dopo 12 anni, quando la quotidianita' diventa ripetitiva, la cura dei figli prende la maggior parte del tempo una volta dedicata alla coppia... e forse si tende a darsi per scontati a vicenda. Se si riconosce in questa situazione, quell'episodio puo' esserle utile come un campanello d'allarme, segnale che la sua relazione di coppia ha bisogno di un'iniezione di energie e di qualche cambiamento. Provi a concentrarsi su questo e su come procedere da qui, piuttosto che lasciarsi travolgere da un singolo episodio piuttosto limitato. Se poi sentisse di non riuscire a riposizionarsi rispetto alla situazione ed il senso di colpa continuasse ad essere l'emozione prevalente, prenda in considerazione di intraprendere un percorso terapeutico mirato per avere il supporto necessario ad attraversare questo momento e fare chiarezza sulla direzione da prendere in futuro.
Un caro saluto,
dott.ssa Francesca Calvano

Dott.ssa Francesca Calvano Psicologo a Roma

145 Risposte

121 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 NOV 2022

Buongiorno Ellegi,
Capisco il momento di profonda difficolta' che sta attraversando, ma credo sia necessario fare un passo indietro. Per quanto l'episodio che racconta abbia avuto comprensibilmente un grosso impatto su di Lei, il problema reale e' a monte, in quella "relazione abbastanza felice". Non e' difficile immaginare un periodo di stanchezza dopo 12 anni, quando la quotidianita' diventa ripetitiva, la cura dei figli prende la maggior parte del tempo una volta dedicata alla coppia... e forse si tende a darsi per scontati a vicenda. Se si riconosce in questa situazione, quell'episodio puo' esserle utile come un campanello d'allarme, segnale che la sua relazione di coppia ha bisogno di un'iniezione di energie e di qualche cambiamento. Provi a concentrarsi su questo e su come procedere da qui, piuttosto che lasciarsi travolgere da un singolo episodio piuttosto limitato. Se poi sentisse di non riuscire a riposizionarsi rispetto alla situazione ed il senso di colpa continuasse ad essere l'emozione prevalente, prenda in considerazione di intraprendere un percorso terapeutico mirato per avere il supporto necessario ad attraversare questo momento e fare chiarezza sulla direzione da prendere in futuro.
dott.ssa Francesca Calvano

Dott.ssa Francesca Calvano Psicologo a Roma

145 Risposte

121 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 NOV 2022

Il senso di colpa è sempre in agguato, pronto a farci sentire indegni. Si è mai soffermata a pensare che tutto ciò che accade ha una causalitá? Il fatto di essersi lasciata coinvolgere in questo corteggiamento probabilmente è dovuto al fatto che nella relazione che sta vivendo ha preso il sopravvento la quotidianità. Anziché pensare di parlare di ciò che le è accaduto, creando una frattura difficilmente sanabile, cercherei di capire cosa manca nella relazione e mi attiverei per migliorarla. Se ci sono delle mancanze che pensa non si possano risolvere da soli può proporre a suo marito un percorso di coppia.
Auguri
Dott.ssa M. A. Consalvi
Studio Roma/online


Dott.ssa Maria Assunta Consalvi Psicologo a Roma

87 Risposte

22 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 NOV 2022

Buongiorno, credo che il primo passo sia affrontare questo momento difficile della sua vita iniziando un percorso psicologico: le emozioni che sta provando sono perfettamente comprensibili, ma senza qualcuno che le aiuti a capire come queste si collegano a ciò che è successo, rischia solo di autosabotarsi. Contatti uno psicoterapeuta e cerchi di comprendere cosa l'ha spinta verso questa persona, come vive la relazione con suo marito e con la sua famiglia.

Alessia Foronchi Psicologo a Pesaro

6 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 NOV 2022

Gent.le sig.ra,
Forse varrebbe la pena comprendere cosa l'ha attratta in questo uomo, quali parti si sono riattivate in lei. Parti che necessitano di essere accolte e comprese e questo potrebbe aiutarla a dare un senso a ciò che è accaduto e rivedere il suo senso di colpa che la fa soffrire in questo momento. Nulla accade per caso.
Cari saluti.
Luisa Festini

Luisa Festini Psicologo a Verona

16 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2022

Gentile utente, anziché torturarsi inutilmente, sarebbe bene si chiedesse che cosa l'ha portata a cercare attenzioni al di fuori della sua relazione di coppia. Che cosa potrebbe averla portata a sentire dentro di sé il bisogno di sentirsi desiderabile e desiderata, di sentirsi vista, di sentirsi attraente, di sentirsi donna? Non sono affatto pensieri disdicevoli, ma potrebbero essere il risultato di una situazione di coppia in cui gli impegni familiari, la quotidianità, i bambini ecc. hanno preso il sopravvento e l'hanno portata a sentirsi trasparente. Riferisce che la sua relazione è abbastanza felice... dunque forse manca qualcosa, è possibile? Le consiglierei di intraprendere un percorso psicologico che la possa aiutare a capire i motivi della sua insoddisfazione; eviterei di raccontare a suo marito questa storia, così priva di significato, ma che potrebbe soltanto allontanarvi; piuttosto in seguito, in base a quello che emerge dal suo percorso individuale, potrebbe essere utile un percorso di coppia per migliorare la vostra intesa. Credo che i presupposti per poter vivere una vita felice ci siano tutti! Le faccio tantissimi auguri. Dott.ssa Daniela Noccioli

Dottoressa Daniela Noccioli Psicologo a Cascina

384 Risposte

173 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2022

Gentile comprendo il suo stato d’animo a volte dopo anni in coppia subentrano vari sentimenti come la noia o altri collegati anche al contesto e ai propri vissuti interiori antichi e subentra vulnerabilità quando appare “qualcuno” che sa di libertà e di emozioni, di novità e di desiderio o che fa sentire di nuovo le “ farfalle nello stomaco “ e crea profondi scompensi interiori
Per questo e per il senso di colpa da lei provato la invito a parlare di queste sue emozioni con uno o una psicoterapeuta per elaborare meglio il tutto e trovare la via per il suo benessere interiore
Resto disponibile per un incontro o per dubbi Dottoressa Ilaria Cavina

Dott.ssa Ilaria Cavina Psicologo a Faenza

5 Risposte

5 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2022

Percepisco nitidamente lo strappo che le si è aperto dentro e la stessa sensazione di irreparabilità. Eppure non è successo praticamente nulla.
Solo una domanda: questa persona che ha insistito così tanto per baciarla, gettandola nello sconforto più totale, dice che le vuole anche bene?

Tiziana Viol Psicologo a Vittorio Veneto

293 Risposte

1330 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2022

Buongiorno signora
Comprendo la sua situazione e il suo dubbio
Pur tuttavia vi è una motivazione del perché, si sia avvinata ad un'altra perdona
Le consiglio di fare un percorso di psicoterapia per comprendere i motivi.
Dottssa Patrizia Carboni
Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Patrizia Carboni Psicologo a Roma

144 Risposte

20 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2022

Cara Ellegi,

comprendo come e quanto il suo senso di colpa possa tormentarla. . La sua richiesta è complessa in quanto riguarda il senso di colpa relativo al tradimento, il desiderio di affetto, di riconoscimento e di dialogo. Sembra che alcuni suoi bisogni non siano soddisfatti nella suo rapporto di coppia che lei definisce " abbastanza felice". Oltretutto pare che lei abbia nostalgia della sua adolescenza.
Una buona soluzione sarebbe quella di affrontare questi problemi con un*psicoterapeuta; inizialmente singolarmente, poichè teme la fine della relazione, se dovesse rivelare il tradimento a suo marito; successivamente, in coppia.
Un caro saluto
Dr.ssa Anna Capriati

Dott.ssa Anna Capriati Psicologo a Trieste

125 Risposte

179 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2022

Cara Ellegi,
capisco la sua sofferenza ma noi non diamo consigli…chi saremmo per farlo? Siamo umani come lei e sbagliamo anche noi..sarebbe più corretto approfondire le origini del suo senso di colpa, il suo rapporto di coppia e tante altre cose in un setting diverso da questo. Parla addirittura di aver pensato che sarebbe stato meglio essere morta, è una forte affermazione che credo abbia bisogno di più attenzione di un semplice messaggio qui.
Se vorrà sono a sua disposizione

Un caro saluto,
dott.ssa Allegra Mancini

Dott.ssa Allegra Mancini Psicologo a Minturno

46 Risposte

18 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2022

Buongiorno,
Dobbiamo da subito dire che è difficile se non impossibile analizzare i motivi del senso di colpa per fugarne gli effetti nocivi sul benessere psichico. Quindi necessariamente non si può partire da questa dimensione, anzi conviene archiviarla perché più la si pensa e più si rinforza. Conviene invece comprendere cosa è successo con il mondo del desiderio e procedere con la narrazione dei fatti e delle emozioni che li hanno accompagnati sia prima che durante e che dopo. Per fare questo è però indispensabile avere un confronto con uno psicologo e/o psicoterapeuta, in modo da esplorare il vissuto sentimentale e il momento di vita che si sta affrontando da un punto di vista esistenziale. Infatti potrebbero esserci delle connessioni profonde con il passaggio di fase evolutiva che lei sta attraversando.
Dott.Pietro Salemme

Dott. Pietro Salemme Psicologo a Roma

160 Risposte

35 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2022

Buongiorno Ellegi,
Dal suo racconto emerge una grande necessità di ascolto e amore per se stessa che grazie alla sua esperienza le ricorda che può permettersi di ricontattare come anche parti smarrite di sé che hanno bisogno di attenzione .
Le consiglierei di intraprendere un percorso psicologico di ascolto e supporto per poter osservare senza giudizio il suo sentire emotivo e poter entrare in una crescita consapevole di cura di sé.
Per ulteriori approfondimenti sono disponibile anche online ,non esiti a contattarmi .
Un caro Saluto .
dr.ssa Alessandra Petrachi -psicologa clinica transpersonale a metodologia bioenergetica

Dott.ssa Alessandra Petrachi Psicologo a Rimini

42 Risposte

19 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2022

Buongiorno Cara signora
Comprendo la sua situazione ed il periodo difficile che sta attraversando.Le sarebbe utile fare dei colloqui con uno psicoterapeuta, per una migliore consapevolezza.
Dottssa Patrizia Carboni
Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Patrizia Carboni Psicologo a Roma

144 Risposte

20 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2022

Buongiorno
Cara signora
comprendo la sua situazione e il suo timore .
Le sarebbe, molto utile fare un percorso di psicoterapia , per comprendere meglio come mai ha sentito il bisogno di altre situazioni.
Dottssa Patrizia Carboni
Roma

Dott.ssa Patrizia Carboni Psicologo a Roma

144 Risposte

20 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2022

Salve,
Prima di tutto è importante che lei si dedichi uno spazio per potersi ascoltare con l'aiuto di un professionista. Non credo sia un caso questo bisogno di tornare adolescente e va indagato, sia rispetto alla relazione con suo marito sia in relazione alla sua storia precedente il matrimonio. Resto a disposizione nel caso voglia chiedere una consulenza psicologica.
Un caro saluto
Dott.ssa Valentina Donnari

Dott.ssa Valentina Donnari Psicologo a Magliano di Tenna

19 Risposte

4 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2022

Cara Ellegi,
ogni crisi porta con sé oltre alla fatica e al dolore anche i semi di una nuova rinascita.
Lei può portare dentro al suo rapporto quella leggerezza adolescenziale che l'ha attratta e che evidentemente le manca.
Se lei riuscirà a introdurre questi elementi la sua vita sarà più soddisfacente e il senso di colpa sarà elaborato.
Si faccia aiutate in un percorso che può essere arricchente per entrambi.
Un augurio
Giordana Milani

Dott.ssa Milani Giordana Psicologo a Biella

314 Risposte

107 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2022

Buongiorno Ellegi, grazie per aver condiviso parte della sua storia. Mi colpisce e mi arriva molto forte la sua paura.
Non c’è una cosa giusta o sbagliata da fare. È chiaro che lei sente questo magone dentro ed è faticoso tenerlo.
D’altra parte credo sia importante e primario che lei comprenda e, sia consapevole a pieno,a meno che non l’ha già fatto, il perché ha sentito la necessità di avvicinarsi a quest’ altro uomo: capita, è umano. È fondamentale che lei stia bene, sia serena e sia felice.
Dopo aver raggiungo la consapevolezza di ciò, può pensare di condividere con suo marito ciò che è successo. E difficile, tantissimo però forse è più pesante il mattone sullo stomaco che sta portando ora.. non crede? Ciò che è fondamentale è la consapevolezza di ciò che è stato e ciò che è oggi. Il resto verrà da se.
Le auguro una buona giornata,
Resto a disposizione

Dott.ssa Ilaria Colantoni

Dott.ssa Ilaria Colantoni Psicologo a Roma

12 Risposte

8 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2022

Carissima Ellegi,
Comprendo la difficoltà nel gestire questa situazione; la fatica nel vivere il senso di colpa ma allo stesso tempo quella sensazione di essere tornata “adolescente”. È un peso grosso da gestire e tollerare.
Dietro ad ogni nostro comportamento c’è sempre un senso; se lei si è avvicinata a questo secondo uomo, un motivo sicuramente c’è.
il mio consiglio e’ di affidarsi ad uno specialista psicologo per un supporto psicologico, nel quale capire insieme il significato del suo gesto e affrontare insieme le emozioni negative che sta provando ora.
Rimango a disposizione su Savona, Milano/Monza Brianza e online.
Le porgo i miei piu’ cari saluti,

Cecilia Scuratti

Dott.ssa Cecilia Scuratti Psicologo a Ceriale

29 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20950

psicologi

domande 35700

domande

Risposte 121250

Risposte