Ricominciare l'università?

Inviata da Elisa · 29 dic 2015 Orientamento professionale

Buongiorno leggevo questo forum e mi è sorta spontanea la voglia di condividere qui la mia esperienza e chiedere dei consigli e pareri. Sono una ragazza laureata in scienze sociali iscritta all'albo degli assistenti sociali.
Il mio è stato un.percorso universitario abbastanza interessante ma non ho mai lavorato in questo settore a parte i tirocini formativi. Ho mandato cv dovunque, in tutta Italia..Ma mai una chiamata, nulla.A volte mi chiedo se sono io a sbagliare la modalità di ricerca del lavoro o se non ci metto tutta la grinta necessaria per farlo. Ho sempre avuto un gran rimpianto..avere passato il test di infermieristica anni fa ma non intraprendere questa strada per poter proseguite scienze sociali. E' stato un punto interrogativo che mi ha accompagnata sempre, che mi ha messa in crisi diverse volte, con diverse domande e diversi dubbi,e credo che ciò non mi abbia fatto vivere pienamente e serenamente la mia scelta universitaria...anche perché questa scelta mi ha portata a lavorare in un calli center (visto che questo offre il mercato), lavoro che odio.
Per questa motivazione mi trovo spesso a pensare al fatto che se avessi fatto infermieristica ora sarei infermiera ..E la mia vita sarebbe completamente diversa. Questo rimpianto è stato talmente grande da portarmi a rifare il test quest'anno e a rilassarmi nuovamente. Inizialmente questo l'ho colto come un segnale...una chance per cambiare il mio presente e il mio futuro...Ma spesso invece mi sento una stupida, una stupida a ricominciare l'università, a pensare ad una scelta di tanti anni fa, a non voler continuare con il percorso formativo precedente..insomma mi sento molto confusa. Vedo attorno a me amici in carriera, che sono riusciti a portare avanti le loro idee, i loro sogni, mentre io ad oggi non so ancora cosa voglio dalla mia vita, non so se iniziare infermieristica sia la scelta giusta, non so come comportarmi al lavoro..avendo un contratto a tempo indefinito è difficile rinunciarvi. Mi sento una fallita. Secondo voi? Quale sarebbe la strada più giusta? Perché sono così indecisa?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 DIC 2015

Gentile Elisa,
innanzitutto penso che lei non debba svalutarsi nè svalutare quello che già ha fatto.
Penso anche che chiunque può migliorare la propria posizione culturale e lavorativa e ci sono tante persone che hanno acquisito una seconda laurea magari avendo già un lavoro e a volte pure famiglia ed io sono una di queste persone.
Per iscriversi ad una nuova facoltà universitaria non credo che lei debba necessariamente lasciare il suo lavoro anzi le leggi e i contratti di lavoro dovrebbero agevolare gli "studenti lavoratori" e quindi la invito ad informarsi bene su queste normative e su quelli che sono i suoi diritti anche presso qualche consulente del lavoro o presso la stessa Università.
Quindi non si deve sentire nè stupida nè tantomeno fallita.
Il consiglio è di chiedere un aiuto psicologico per migliorare la sua autostima e verificare qual'è la normativa che regolamenta il percorso accademico per gli studenti lavoratori qualora volesse, cosa ammirevole, iniziare gli studi per una seconda laurea.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7126 Risposte

20286 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GEN 2016

Gentile Elisa,
proprio non capisco i motivi per i quali debba sentirsi una stupida.
Non è da tutti avere il coraggio di rimettersi in gioco e riprendere in mano la propria vita perciò più che stupida dovebbe sentirsi fiera.
Del resto è lei stessa a dire che nel momento in cui ha deciso di riprovarci si è sentita più rilassata; questo significa che anche il suo corpo e il suo inconscio sono convinti, forse più di lei, che potrebbe essere la scelta giusta.
Non ultimo lei è già stata studentessa ed è una lavoratrice, tutti elementi che potrebbero influire a suo favore in quanto affronterà il nuovo corso di studu forte di una diversa maturità ed esperienza.
Perciò un grande in bocca al lupo.
Michele Vecera
Psicologo-Psicoterapeuta, Cagliari

Studio di Psicologia Clinica e Psicoterapia dr. Michele A. Vecera Psicologo a Cagliari

25 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 DIC 2015

Elisa,
guarda qui, questo è l'articolo di cui ti parlavo, se vuoi andare a leggerlo! :-)
"Anna Barella, 70 anni si conquista la laurea in lingue europee. La neo dottoressa ha discusso la tesi su un romanzo del tedesco Theodor Fontane: «Un sogno che si realizza»."
Dott Ceccucci

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7031 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 DIC 2015

Cara Elisa
qualche mese fa ho letto, per caso, la storia di una signora di 70 anni che si è laureata (non ricordo in cosa) per realizzare il sogno della sua vita.
Appena in pensione e, finalmente libera, da mille impegni familiari di figli e altro, e tra tanti disagi, si è iscritta all'università e, finalmente, ce l'ha fatta.
Quello che mi ha colpita maggiormente è stata la sua foto che sprizzava gioia e vitalità.
Come puoi pensare che sia tardi per inseguire il tuo vero sogno e come fai a pensare che quel lavoro, che ti avrebbe costretta ad una vita non tua, ti avrebbe fatta felice?
Insomma non è tanto importante il tempo in cui uno lo fa, ma la forza con cui intraprende l'impegno scelto.
Ora credo che il tuo impegno e il tuo entusiasmo non debba affatto venire meno perché lo stai facendo ora e non prima; al contrario la tua motivazione ed entusiasmo dovrebbe essere al top.
Questo ti auguro cara.
Dott Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7031 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 DIC 2015

Gentile Elisa,
perchè sentirsi una stupida? Lei è una donna che non si arrende ma che affronta la vita, con le difficoltà che avanzano, senza sedersi e adagiarsi, ma rivalutando intelligentemente le situazioni, prendendone atto, e cercando di far fruttare al meglio le possibilità. Studiare e ampliare le proprie conoscenze non è mai un errore, poter avere due lauree in ambiti come il suo possono solo renderla una professionista con una visione più completa della situazione sociale e farla emergere con un ruolo di rilievo nel posto di lavoro.
Continui il lavoro al call center che lo permette di mantenersi e riprenda gli studi, con la consapevolezza della maturità. Sarà un percorso in salita ma che le darà tante gratificazioni. Se le persone che ha intorno non la capiscono poco importa, è un problema di chiusura mentale di chi la circonda, gente poco abituata ad accettare i cambiamenti; al giorno d'oggi rimettersi in gioco è in realtà un dovere, il mercato del lavoro lo impone.
Tanti auguri per i suo futuro.
Dott.ssa Sabrina Fontolan

Dott.ssa Sabrina Fontolan Psicologo a Piove di Sacco

203 Risposte

236 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 DIC 2015

Cara Elisa,
penso che lei non debba affatto sentirsi una stupida, anzi! La voglia di rimettersi in gioco, a qualsiasi età, è qualcosa di estremamente positivo, che non le deve far pensare di essere giudicata male, né tantomeno deve portarla ad autosvalutarsi. Il fatto che lei oggi abbia un contratto a tempo indeterminato, in un posto di lavoro che per di più non le piace e che non è molto attinente agli studi da lei fatti, non la deve portare a "sedersi" e a pensare che dovrà rimanere vincolata per tutta la vita a quel posto di lavoro. Se lei sente di dover intraprendere questo nuovo percorso di studi perché risponde a un suo sogno e a un bisogno di crescere ed evolvere dal punto di vista personale e professionale, lo faccia, senza esitazioni. Probabilmente non sarà sempre semplice, a causa del lavoro e dell'impegno che lo studio richiederà, ma se lei ha la motivazione, riuscirà a raggiungere i suoi obiettivi, e vedrà come si sentirà soddisfatta di se stessa!
In bocca al lupo
Dott.ssa Angela B. Marino
Psicologa

Dott.ssa Angela Beatrice Marino Psicologo a Arese

49 Risposte

42 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 DIC 2015

Buongiorno Elisa,
a partire da ciò che scrive mi pare di intendere che, al momento della scelta degli studi universitari, abbia scelto una strada piuttosto che un'altra (scienze sociali/infermieristica), che però ad oggi non la soddisfa dal punto di vista degli sbocchi professionali e la fa ritornare col pensiero a come sarebbero andate le cose se avesse scelto una facoltà diversa.
Non ci specifica la sua età, ma personalmente non credo abbia molta importanza. Se si trova nelle condizioni materiali di poter intraprendere il percorso che oggi le sembra il migliore, a mio avviso dovrebbe provare. Potrebbe esserle utile però tenere a mente una nota di realtà importante, che riguarda la spendibilità di una laurea in scienze infermieristiche, sicuramente molto buona ma non così tanto come un decennio (o ventennio) fa, ed anche il fatto che è naturale sviluppare una sorta di "visione romantica" nei confronti delle strade non percorse e delle opzioni non esplorate della vita. Penso quindi che, al netto del confronto che opera tra lei stessa e i suoi amici e conoscenti, sia utile verificare in prima persona se ciò verso cui si sentiva portata la appassioni veramente e credere nei suoi desideri per trasformarli in obiettivi concreti da raggiungere.
Credo possa esserle d'aiuto darsi una chance e non rimanere con il rimpianto di ciò che sarebbe stato possibile ma non è stato.
Un saluto

Dott. Alberto Idone Psicologo a Torino

34 Risposte

105 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento professionale

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento professionale

Altre domande su Orientamento professionale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte