Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

rabbia irrisolta verso psicoterapeuta

Inviata da erika il 1 dic 2019 Aggressività

Buongiorno gentili dottori, sono una ragazza di 23 anni. Qualche mese fa ho interrotto un percorso di psicoterapia psicoanalitica che durava da 3 anni (sia vis a vis che a lettino, per vissuti depressivi, disordini alimentari e difficoltà nelle relazioni intime), perché il rapporto con la terapeuta, legato prevalentemente al suo approccio clinico, dopo i primi tempi in cui sembrava d'aiuto, era arrivato a farmi stare profondamente male.
In sintesi, la terapeuta parlava pochissimo, sentivo che non era autentica e mi sembrava di non lavorare veramente sui problemi insieme ad un altro, ma anzi spesso mi sentivo sola di fronte a ciò che raccontavo (sia soddisfazioni e gioie che tristezze e fatiche). Per la sua assenza nel rapporto ero arrivata a provare una forte frustrazione che sfociava in circoli viziosi di pensiero e crisi di pianto (tanto che non sono riuscita a preparare alcuni esami universitari); dall'altra parte, pensavo a lei per la maggior parte del mio tempo e fantasticavo sulla sua vita che io immaginavo perfetta (sminuendo la qualità della mia).

L'interruzione non è andata bene, ho dovuto tagliare di netto i rapporti perché lei continuava a sollecitarmi nel parlare di quei sentimenti, ma parlarne non mi aiutava (era come se parlassi al vuoto, non c'era tutta quella parte di rielaborazione che credevo specifica della psicoterapia, tant'è che mi sentivo folle quando cercavo di raccontare alcuni miei vissuti).

Da quel distacco mi sento una persona nuova, come se finalmente potessi essere me stessa ed esprimermi. Ho anche parlato con una terapeuta di diverso orientamento e mi sono sentita sollevata, perché con lei in poche sedute ho capito di più di quanto abbia capito in 3 anni, perché si è presentata come professionista ma anche come persona, e mi ha permesso di entrare in contatto con la sua umanità.
Tuttavia, rimane ancora una rabbia che non riesco a digerire, quando il pensiero torna alla terapeuta o al percorso fatto. Mi sembra di aver solo perso- tempo, denaro, serenità e parti di me (ho solo raccontato, senza capire più di tanto di quegli eventi, emozioni, paure etc. raccontati). Penso che avrei dovuto interrompere prima quel legame, accorgermi prima che non stava funzionando con me; mi fa arrabbiare ripensare al suo comportamento sempre asettico, al fatto che non si sia mai preoccupata che io comprendessi... Questi pensieri sono fastidiosi, e non so come affrontarli (non posso con la seconda terapeuta, perché è in maternità).
Grazie a chi risponderà. Buona giornata

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno Erika
Sarebbe utile che lei lavorasse sul ruolo che tale terapeuta ha assunto nei suoi confronti o chi le ricordava... Chi altro si è relazionato con lei allo stesso modo? Chi altro la fa sentire in questo modo?
A disposizione per eventuali chiarimenti
Dr. ssa Condina

Dott.ssa Maria Condina Psicologo a Olginate

26 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Erika, probabilmente se hai continuato tre anni un rapporto terapeutico non soddisfacente è stato perché qualcosa di utile c'era. Non voglio con questo giustificare la Collega, è probabile che abbia grossi limiti, ma non è etico giudicare una persona senza conoscerla. Io direi che faresti bene a guardare avanti. Tra qualche anno non avrà più molta importanza l'esperienza passata. E' positivo che tu abbia trovato una terapeuta di valore. Anche se non capisco cosa c'entri la maternità della terapeuta. Ah, perché avete interrotto? Beh, non credo che ci sia una soluzione, se vuoi riprendere con lei, però potresti seguire un gruppo e imparare la mindfulness, che è una tecnica meditativa laica per raggiungere il benessere della mente e del corpo. Un caro saluto
Dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

800 Risposte

324 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Aggressività

Vedere più psicologi specializzati in Aggressività

Altre domande su Aggressività

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15600

psicologi

domande 19350

domande

Risposte 78400

Risposte