Problemi a socializzare

Inviata da Marco · 11 set 2014 Relazioni sociali

Ciao a tutti,mi chiamo Marco,ho 18 anni e sono della Puglia.Il mio problema più grande fuori da casa mia è che non riesco a socializzare come le persone normali,faccio fatica ad aprirmi(da quando sono piccolo che sono timido,insicuro e senza autostima).Sicuramente sapete quando influisce la timidezza sulla scuola,sulle amicizie e su tutto in generale.Io purtroppo ho fatto tanti errori(uno su tutti è quello di non aver detto subito ai miei,magari quando ero piccolo di essere timido)ma nello stesso tempo pensavo che col passare degli anni mi sarei aperto con tutti all'esterno,e invece mi ritrovo a fare una bruttissima vita sempre a casa da solo come un
cane,senza amici,senza una logica.Senza una logica perchè non faccio una vita normale(sempre davanti ad un pc o playstation)e a non uscire mai(sono 2 anni e mezzo che non esco più di casa)sono entrato in una mini-depressione da mesi.Infatti,non mangio più come prima,non sono più me stesso come prima,non ho più la personalità di prima,ogni cosa che faccio non la faccio con convinzione,sono un disastro,spesso penso al suicidio e maledico il giorno che sono nato.Mi sono stancato di questa vita,volgio cambiare vita ma dove vado se non riesco a socializzare come si deve?I fallimenti del passato li riconosco e mi sento un fallito(con tanti sensi di colpa per aver deluso i miei genitori sulla scuola)questo perchè mi sono fermato alla 3 media per i problemi che ho.Ora come faccio a cambiare e soprattutto ho bisogno di sfogarmi con qualcuno,secondo voi ho bisogno di uno/a psicologo/a e poi perchè non riesco a dire ai miei che ho bisogno di uno psicologo/a.Scusate se ripeto sempre le stesse frasi,ma sono confuso.Non sono pazzo,sono solamente confuso.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 SET 2014

Gentile Marco,
sono stati anni di grande sofferenza, solitudine e confusione, ma qualcosa dentro di lei si sta muovendo e sta provando a cambiare, tant’è vero che nonostante la sua difficoltà nel socializzare, qui ha avuto la forza di condividere con noi un pezzo della sua storia e di chiedere un consiglio sul da farsi.
Un bravo psicoterapeuta potrà esserle sicuramente di aiuto, un tramite per imparare prima di tutto a dare sfogo a emozioni e pensieri, nonchè ad attribuire un significato al suo comportamento, e poi ad entrare in relazione con gli altri serenamente. Può rivolgersi ad un professionista del servizio pubblico presso la ASL di zona o ad uno privato.
Le difficoltà di cui ci parla risalgono all’infanzia, ma ora lei è maggiorenne e può decidere liberamente quale strada percorrere e con chi. Le preciso questo aspetto perché chiedere aiuto alle persone che amiamo, e in particolare ai genitori, è spesso una buona strategia, perché chi ci ama è più disposto ad aiutarci e sostenerci. Per alcuni però può essere più difficile che per altri, perché non vorremmo deluderle, ma anzi essere all’altezza delle loro aspettative anche se questo ci fa soffrire. Può essere allora opportuno concedersi del tempo per dare ordine ai pensieri e alle emozioni con un professionista, per poi aprirsi con i genitori quando ci si sente pronti.
Dott.ssa Silvia Roberta Villa

Dott.ssa Silvia Roberta Villa Psicologo a Torino

18 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 SET 2014

Caro Marco,
credo anch'io che tu non sia pazzo, sei solo affaticato e stanco di portare il tuo fardello da solo. Fardello ormai troppo pesante da gestire e da risolvere senza l'aiuto di uno psicologo. Ti consiglio fin da subito senza attese di rivolgerti ad un professionista nella tua zona che ti potrà sicuramente aiutare e risolvere il tuo problema di socializzazione. Se non riesci a dirlo ai tuoi genitori, prova a far leggere loro questa lettera, senza dubbio capiranno, talmente è carica di sofferenza.
Un caldo saluto Dott.sa Paola Madesani

Dott.sa Paola Madesani Psicologo a Brescia

82 Risposte

143 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 SET 2014

Marco,
a domande così ostinatamente ripetitive possono seguire risposte speculari :inizia a prendere contatto con uno psichiatra che oltre ad aiutarti a superare lo stato depressivo ti possa indirizzare verso una adeguata psicoterapia.
Dottssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

644 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 SET 2014

Caro Marco,
spero che questa risposta non sia troppo dura.
Partiamo dall'inizio;
eri molto piccolo quando ti sei iniziato a distaccare da tutti e questo sicuramente è stata una cosa facile; anche perchè gli altri, a volte, ci fanno male.
Credo che non ti sei sentito aiutato da nessuno ed hai sentito di essere stato abbandonato da tutti.
Non ti invierò da uno psicologo, bensì, vorrei che per la prima volta nella tua vita mi dicessi quanto sei interessato ad andarci. Non pensare al suicidio.

Adriano

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Relazioni sociali

Vedere più psicologi specializzati in Relazioni sociali

Altre domande su Relazioni sociali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte