Perchè non riesco ad avere un rapporto d'amore sereno?

Inviata da Giulia · 10 giu 2015 Terapia di coppia

Gentile psicologo, ho 34 anni e diverse storie d'amore alle spalle. premetto che sono sempre stata indipendente ed individualista e che all'inizio di ogni storia ho sempre avuto un senso di oppressione, di senso del dovere. inizialmente ho manifestato questo stato d'animo anche con l'unica persona che io veramente abbia amato davvero, con la quale è finita 2 anni fa. Ho sempre pensato di non essere fatta per amare ma poi la vita con questa persona mi ha fatto capire che anche io posso sentirmi davvero al mio posto, predisposta a fare progetti in due, senza ansie ma solo felicità. Adesso mi sono trovata a frequentare una persona per qualche mese, starci bene e affezionarmi, ma senza ancora sentire quel 'quid' in più che mi serve per farmi passare l'ansia e sentirmi felice. stiamo chiudendo il rapporto perchè lui corre troppo (o meglio, corre giusto, non avendo un carattere come il mio e ansie come le mie) e io mi sentivo sempre 'in dovere di', ancora prima di capire se magari, arrivandoci da sola, sarei stata io la prima a fare passi in più nel rapporto. Riuscirò mai ad avere un rapporto normale senza continui paragoni e senza ansia oppure sono proprio portata a stare meglio sola? io ne soffro molto.. perchè l'amore esiste e io l'ho provato, ho paura di non provarlo più o semplicemente di autoimpedirmi di provarlo facendo sempre paragoni con quella storia ('con lui dopo un mese sentivo quello, con lui questa cosa mi faceva piacere invece ora con quest'altra persona mi da ansia, ecc. ecc.'). Grazie mille

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 GIU 2015

Gentile Giulia,
la sofferenza cui fa riferimento emerge dalla sua lettera, così come emerge da parte sua analisi puntuale della situazione. Sarebbe importante fermarsi a riflettere su due elementi: la storia gratificante cui lei fa cenno e l'ansia che in linea di massima le relazioni sentimentali generano in lei. In merito al primo punto potrebbe essere utile da un lato chiedersi se effettivamente quella storia è per lei conclusa (laddove non lo fosse come ha inciso ed incide sulle relazioni successive), dall'altro interrogarsi su quali peculiarità ad aspetti di quella relazione erano in grado di farla sentire a suo agio e serena. In merito al secondo punto potrebbe essere utile fermarsi a guardare questa ansia, definirla a più livelli, capire quali aspetti di una relazione la generano, capire se è presente anche in rapporti non di natura sentimentale, capire se l'ansia è un'emozione che le appartiene, capire se ad essa soggiacciono particolari emozioni, desideri/bisogni, pensieri.
Si conceda il tempo di spostarsi su di sè.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1038 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 FEB 2016

Cara Giulia
leggendola mi è venuto in mente che questo suo "senso del dovere" che, in qualche modo, si manifesta nelle relazioni e insieme ad ansia e a confronti e tante indecisioni porta malessere, credo abbia a che fare con una sua insicurezza di non poter meritare l'amore, ciè di non poterlo avere più che di non poterlo dare.
Se ci sono in lei e, se permangono, tali atteggiamenti e difficoltà interiori, sarebbe bene affrontare la cosa in psicoterapia per poterla poi "liquidare".
Certo lei merita tutta la felicità del mondo e l'amore.
Sono a disposizione.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7009 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 GIU 2015

Salve Giulia,
da quanto leggo stai dicendo alcune cose: la prima è che inizialmente pensavi di non essere predisposta per la vita di coppia e che l'amore non potesse far parte della tua vita; la seconda che la storia in cui ti sei sentita TRANQUILLA di amare ed essere amata è finita ( immagino la sofferenza per questo) la terza cosa che hai paura di provare dei sentimenti o di correre troppo in una relazione e di essere limitata nelle tue libertà e nell'espressione del tuo modo di amare.
La domanda che poni è come mai non riesci ad avere un rapporto sereno? la paura spesso ci blocca nelle azioni e ci fa vivere le cose sentendole più grandi di quello che sono; potrebbe anche essere che il nostro modo di funzionare è di entrare in intimità lentamente e di avere paura nel momento in cui sentiamo questa intimità; quindi ci proteggiamo ritirandoci.
Il cambiamento e l'amore comportano certamente dei rischi; mi sembra di capire che stai dicendo che questi rischi sono spaventosi per te.
Potrebbe essere utile lavorare sul tuo livello di contatto, sui tuoi confini e sulla tua percezione dell'amore e sulla tua idea di coppia; questo potrebbe aiutarti a vivere la relazione in modo sereno.
Se vuoi approfondire o chiedermi qualsiasi cosa sono a disposizione, contattami quando vuoi.
Sarà utile consapevolizzare tutte queste cose con un professionista.
Un caro saluto
Dott.ssa Eleonora Sellitto

Dott.ssa Eleonora Sellitto Psicologo a Roma

30 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2015

Cara Giulia, da quello che scrivi mi sembra di percepire una tua paura ...come se avessi il timore di lasciarti andare di abbandonarti ad una storia d'amore per il piacere di viverla .. come se avessi paura di scoprire che questa nuova storia non è uguale alla precedente (quella in cui ti sei sentita amata) e sicuramente sarà diversa però per paura di sperimentarlo la controlli e non la vivi pienamente come vorresti ... per cui non ti lasci andare a delle nuove emozioni, sensazioni ma tutto risulta controllato. Ora mi chiedevo se la storia in cui ti sei sentita amata accolta etc è davvero chiusa oppure parte di te è ancora dentro la vicenda. Fammi sapere . Grazie

Dott.ssa Maria Giovanna Rosas

Dott.ssa Maria Giovanna Rosas Psicologo a Como

19 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 GIU 2015

Cara Giulia,
la situazione che ha riferito comunica una importante difficoltà di superare una storia d'amore intensa, che sebbene sia conclusa da due anni occupa ancora i suoi pensieri e influenza i suoi comportamenti. Quando parla di ansia e oppressione potrebbe chiarire meglio ciò che prova e rispetto a cosa? Ogni relazione è diversa perchè uniche e irripetibili sono le persone conosciute e i sentimenti provati nei confronti di ognuno. Può accadere che il senso di colpa conseguente alla perdita impedisca di guardare avanti appiattendo le emozioni e rendendo difficoltoso un nuovo inizio senza l'oggetto dell'amore perduto. Elaborare la fine di questa relazione insieme ad uno psicologo le permetterà di chiarire a se stessa cosa cerca in una rapporto e quanto sia possibile amare nuovamente.
Un caro augurio

Dott.ssa Angela Niro Psicologo a Foggia

57 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 GIU 2015

Buongiorno, sembra che sia spaventata da qualcosa che per ora è ancora inconscio, forse c'è qualche senso di colpa . Ha provato a pensare al rapporto che ha avuto con i suoi genitori forse qualche spiegazione la può trovare lì. O forse non si sente sicura della sua identità femminile e del ruolo che può avere nella coppia. Provi a riflettere su queste cose senza angosciarsi e vedrà che le strategie e le soluzioni ci sono dentro di lei. Dott.ssa A. Bertoldi

Dott.ssa Angela Bertoldi Psicologo a Trento

12 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 GIU 2015

Gentile Giulia,
nella sua lettera ci sono molti riferimenti ad una sua storia d'amore passata ed intensa. E' certa di aver chiuso definitivamente il rapporto con il suo ex partner, anche a livello di desideri? A volte il desiderio permane, anche se a livello inconscio e, in tale forma è deleterio perchè inficia qualunque altro rapporto.
Per maggiori chiarimenti su questo argomento le segnalo un mio articolo sulle storie sentimentali non chiuse sul mio sito professionale.
Cordiali saluti.

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

723 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 GIU 2015

Cara Giulia,
è impossibile costringersi ad amare. Ecco il motivo dell'ansia che accompagna le storie di cui non è soddisfatta ma che di dice di dover vivere e del senso di oppressione che prova.

La storia che si è conclusa 2 anni fa, in realtà, non è, in lei, ancora conclusa. Sta vivendo con il fantasma di una relazione soddisfacente e che le ha dimostrato che "l'amore esiste".

Questo rende difficile qualsiasi relazione perchè è come se si costringesse ad amare qualcuno mentre, nel suo cuore l'amore è per un'altra persona.

Contatti uno psicologo della sua zona, per elaborare la perdita dell'amore passato, gestire l'ansia attuale e offrirsi un'occasione in futuro.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2063 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte