Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Perché mi sento a disagio quando sono sola tra la gente?

Inviata da Cristina il 20 ago 2015 Autostima

Salve, sono una ragazza di 18 anni e oggi sono uscita di casa perché dovevo svolgere delle commissioni, non mi sono truccata nè niente (l'uscire struccata a volte mi crea qualche disagio, ma non penso sia questo il problema). Appena fuori di casa mi sono subito sentita a disagio, debole fisicamente e fuori dal mondo. Guardando gli altri mi sembravano così sicuri di sé, senza nessuna paura di essere nel posto in cui erano, mentre io cercavo di evitare lo sguardo di tutti e mi sentivo come un elefante in un negozio di cristalli. Avevo paura delle persone, mi sentivo davvero fuori luogo e vedere gli altri stare bene mi faceva sentire peggio. Non è la prima volta che mi succede. Non mi piace uscire di casa, ma soprattutto non mi piace stare tra la gente quando sono da sola, infatti tendo sempre a limitare le volte in cui devo uscire da sola di casa. Se devo fare qualcosa solitamente mi faccio accompagnare da qualcuno; da mia madre, mio fratello o da amici. Avere qualcuno accanto mi fa sentire sicura, ma appena quel qualcuno se ne va mi sento nuovamente spaesata e spaventata come se, non lo so, non fossi degna di stare dove sono e come se fossi troppo diversa. Infatti odio prendere la metro o gli autobus in cui c'è troppa gente. Odio i luoghi affollati, però quando sono con le amiche mi diverto e non ci penso nemmeno. Ho sofferto molto nella mia vita, ho dovuto affrontare problemi spiacevoli sin da quando ero piccolina e ancora oggi le cose non vanno meglio, ho sofferto così tanto che a volte mi lascio buttare giù anche dalle cose più piccole come se non avessi più la forza di superare nulla, come se fossi esausta e infatti mentre gli altri mi dicono di essere molto forte, io invece mi sento terribilmente fragile e debole anche se cerco sempre di convincermi che sono forte. Sono una persona che non ha paura di ammettere se c'è qualcosa che non va perciò vorrei capire se c'è davvero qualcosa che non va in me o se semplicemente sono una persona che pensa troppo e si fa troppi problemi mentre dovrei prendere tutto con più serenità. Grazie dell'attenzione.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Cristina,
per una ragazza uscire di casa " senza truccarsi nè niente " non è un reato ma è come per un uomo uscire vestito in modo trasandato e senza sbarbarsi : indica poca attenzione e considerazione per se stesso e potrebbe celare un disturbo dell'umore in senso depressivo. La invito perciò a prendersi più cura di sè anche quando non ne ha voglia perchè difficilmente gli altri apprezzano una persona che si disprezza,
Detto ciò, è evidente che lei è portatrice di un disagio psicologico che deve essere affrontato e curato in psicoterapia.
Lei non dice se è una studentessa, se è casalinga oppure ha un lavoro. Escludendo quest'ultima ipotesi, le suggerisco di chiedere l'appoggio dei suoi familiari per poter intraprendere una esperienza di psicoterapia onde poter migliorare autostima e tono dell'umore.
Un caro saluto
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio Campagna (Salerno)

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6561 Risposte

18376 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Cristina, i tuoi timori e le tue sensazioni sono molto comuni soprattutto alla tua età. È molto positivo il fatto che tu abbia il desiderio e la capacità di parlarne e credo che affrontare le proprie difficoltà sia indice di maturità. Ti consiglierei comunque di prendere in considerazione la possibilità di rivolgerti ad uno psicologo per lavorare su questi aspetti.
Buona giornata

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Grazie mille per le risposte. Sicuramente uno psicologo mi faciliterebbe le cose, ma penso di poter lavorare su me stessa anche da sola, non che abbia altra scelta. Cercherò di fortificarmi. Buona serata.
Cristina.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Cristina,
I tuoi timori e le tue sensazioni sono molto comuni soprattutto alla tua età. È molto positivo il fatto che tu abbia il coraggio e la capacità di parlarne, inoltre comunicare le proprie difficoltà è indice di maturità. Ti consiglierei di prendere in considerazione la possibilità di intraprendere un percorso con uno psicologo per lavorare su questi aspetti in modo da affrontarli in questa fase della tua vita così delicata.
Buona giornata

Dott.ssa Marida Giuliani Psicologo a Crispiano

5 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

La sua è una sensazione molto più comune di quello che lei stessa immagina. Gli altri che le sembrano stare tanto bene, hanno tutti i loro problemi e a volte anche molto grossi. Ha mai pensato per un attimo che anche gli altri nel guardare lei potrebbero pensarla felice e spensierata con una vita davanti a differenza di loro stessi che magari si sentono nel baratro? Ci pensi. E' assolutamente normale che in compagnia lei si senta meglio, tutti noi nell'andare in giro da soli ci sentiamo in qualche modo a disagio anche se non lo vogliamo ammettere. E' molto più bello avere amici con cui conversare e parlare anche di sé stessi. I suoi problemi avuti da piccolina forse un po' hanno influito su questa situazione che lei descrive, per questo una consulenza psicologica io gliela consiglierei. Lei soprattutto ha bisogno di serenità per questo i luoghi affollati le danno fastidio. Ma ripeto questo succede molto spesso e non solo a chi vive in uno stato conflittuale. Vista la sua giovane età sono sicuro che riuscirà a superare queste situazioni, magari con un po' di aiuto.

Dott. Sergio Rossi Psicologo a Spoleto

190 Risposte

95 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve, ho letto del disagio che vive quotidianamente e credo sia importante che si faccia aiutare ad affrontare questo umore depresso che la isola dal mondo e dalla vita. Ha 18 anni quindi ancora molte possibilitá e risorse per risolvere difficoltá che diversamente resterebbero presenti. Inizi una psicoterapia meglio se di orientamento psicoanalitico e vedrá che andrá meglio.
Cordialmente
Dott.ssa Sabrina Ornito

Dott.ssa Sabrina Ornito Centro di psicologia clinica Psicologo a Milano

39 Risposte

46 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Cristina,

Comprendo la tua sensazione di disagio. Molte persone avvertono imbarazzo in situazioni in cui si sentono esposte al "giudizio altrui". Probabilmente, si tratta di un problema autostima, troppo condizionata da quelli che tu pensi siano i valori altrui.
Il mio consiglio è di rivolgerti ad uno psicoterapeuta cognitivo-comportamentale. E' un passo importante, però è bene affrontare subito la tua difficoltà: prima si interviene, più facile è uscire dal problema.

Dott. Carlo Casati Psicologo a Milano

6 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Ciao Cristina, a volte soggettivamente immaginiamo le cose più grandi di quello che siano in realtà. Per farti un esempio, nessuno probabilmente ha notato in te qualcosa che non andava. Eppure tu avvertivi un disagio tanto da evitare gli sguardi altrui o sentirti come un "elefante in un negozio di cristalli".
Puoi certamente imparare a gestire meglio queste situazioni di ansietà, magari con l'aiuto di uno psicologo, e sperimentarti con maggiore efficacia nelle situazioni della vita.
Ti auguro di riuscire presto!
dott. Carlo Iacomussi

Dott. Carlo Iacomussi Psicologo a Roma

2 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Cristina,
sei molto brava a porti queste domande e a cercare risposte da subito, senza aspettare che un disagio come quello che hai descritto possa diventare qualcosa di più strutturato.

Non ti preoccupare: uscire struccate capita, il disagio per non sentirsi in ordine anche. Un pò più di attenzione va riposta sulla tua difficoltà a stare da sola in mezzo alla gente.

Non trascurare questa tua difficoltà: parlane con una persona di cui ti fidi e nel frattempo contatta uno psicologo. Il lavoro psicologico ti servirà per recuperare sicurezza, per ricominiciare ad uscire con tranuillità e imparare tecniche di rilassamento utili nei momenti di disagio.

Un caro saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2020 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Cristina
si descrive come una persona schiva, fragile, timorosa del mondo esterno e degli altri e si chiede se in lei c'è qualcosa che non va. Questo interrogativo che si pone mi fa fantasticare che lei avrebbe voglia di riscoprire in se stessa un pò di coraggio e determinazione in più nell'affrontare la vita. La mia opinione leggendola è che il punto di partenza per un suo percorso di crescita potrebbe risiedere nell'andare a ripercorrere le sue sofferenze passate. Come lei scrive, ha sofferto molto nella vita e l'atteggiamento schivo potrebbe essere una difesa, una strategia per evitare altro dolore aggiuntivo a quello già provato. Parlarne con qualcuno potrebbe darle modo di trovare altre strategie, più funzionali, per affrontare la sua paura di provare ulteriori delusioni.
Cordiali saluti

Dott.ssa Anna Stefania D'antuono Psicologo a Venezia

141 Risposte

473 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20000

domande

Risposte 77800

Risposte