La notte quando sono sola sento un forte vuoto

Inviata da francesca · 9 feb 2016 Attacchi di panico

Quando sto sola la notte a casa mi sento angosciata con senso di vuoto e d solitudine, perché? E poi vado automaticamente in panico che mi porta all'ansia e ho bisogno di sentire qualcuno per colmare quel malessere...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 FEB 2016

Gentile Francesca,
occorre un approfondimento in psicoterapia individuale per analizzare la sua storia di vita ed eventuali traumi psicologici passati che diano la chiave di lettura per questa sua ansia/angoscia di dormire da sola e paura della solitudine in generale.
Si ricordi che non si può stare bene con gli altri e costruire buone relazioni se prima non si impara ad avere una buona relazione con se stessi e con la propria individualità.
Il suggerimento, ripeto, è un percorso di psicoterapia di ristrutturazione.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7088 Risposte

20219 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 FEB 2016

Francesca...sono cose radicate nella mente, che risalgono a tanti anni fa. Da sola non ce la puoi fare, rischi solo di cadere nell'alcolismo, droghe o incontri poco raccomandabili, pur di colmare il vuoto ed evitare la disperazione. Ti consiglio di rivolgerti ad un/uno psicoterapeuta. Dott.ssa Papadia

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

416 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 FEB 2016

Cara Francesca
credo che ci siano aspetti della sua vita che in qualche modo vengono celati alla sua consapevolezza durante il giorno e che emergano in serata.
Non è possibile dalle poche informazioni che ci fornisce capire quali possano essere le ragioni di questo malessere e di questa ricerca di rassicurazione.
E' possibile che ci sia un problema esistenziale che ritengo sia necessario approfondire in un percorso psicoterapeutico.
Rimango a disposizione per ulteriori informazioni.

cordiali saluti
dott.ssa Monica Salvadore
Psicologa
Torino

Dott.ssa Monica Salvadore - Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Torino

369 Risposte

848 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 FEB 2016

Gentile Francesca,
ci racconta ben poco in questo suo messaggio. Da quanto tempo vive ciò che descrive? E' cambiato qualcosa in concomitanza della comparsa di questo disagio? (E' andata a vivere da sola/è uscita da una relazione di coppia etc)...
Per qualsiasi informazione rimango a sua disposizione.
Cari saluti

Dott.ssa Valentina Bua
Psicologa
Roma

Dott.ssa Valentina Bua Psicologo a Roma

52 Risposte

20 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 FEB 2016

Cara Francesca
penso che ci debbano essere delle cose irrisolte nella sua vita e queste prendono spazio la notte per palesarsi in modo subdolo, provocando un senso di vuoto sconfortante.
Le chiedo: lei è contenta della vita che fa? Trova che la sua vita sia significativa?
Questo senso di vuoto e di bisogno di contatto sembra rimandare a problematiche di tipo esistenziale.
Nel suo caso problematiche inconscie, che però occorrerebbe portare alla luce in modo più definito.
Il suo è anche un sentirsi sola e un bisogno di conforto.
Insomma è difficile dire di più.
Forse l'aiuto di uno psicoterapeuta che, insieme a lei, delucidi meglio la situazione, sarebbe necessario.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7010 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 FEB 2016

Gentile Francesca,
le sue parole, anche per la brevità del messaggio, arrivano molto chiare, portando con sé la sensazione dell'angoscia di cui parla.
Sa, la notte, l'addormentamento, sono situazioni che possono essere legate a molti aspetti del nostro passato, ma anche del futuro che ci aspettavamo e che speriamo.
Forse, proprio una reazione così forte come quella del panico di cui parla potrebbe essere la porta per iniziare un lavoro su se stessa e capire cosa emerge in quei momenti, e come questo può cambiare.

Cordiali saluti
Alessandro Busi

Dott. Alessandro Busi psicologo-psicoterapeuta Psicologo a Padova

33 Risposte

26 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 FEB 2016

Gentile Francesca,
le cause del suo malessere possono essere molteplici e dipendono dalla sua storia, dalla sua vita. Può comunciare a chiedersi cosa le fa più paura nello stare sola con se stessa...
Cordialmente
Dott.ssa Pamela Formaggi
Treviso

Dott.ssa Pamela Formaggi Psicologo a Treviso

13 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Attacchi di panico

Vedere più psicologi specializzati in Attacchi di panico

Altre domande su Attacchi di panico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86900

Risposte