Paura di bere per fare pipi

Inviata da Mammapreoccupata · 18 set 2023 Psicologia infantile

Buongiorno
da qualche settimana la mia bimba di 3 anni dice di avere paura di bere perché poi le scappa la pipi
Oltretutto appena fa la pipi dopo pochi secondi si vuole risedere sul water per farne altra che ovviamente non le esce.
Abbiamo fatto l’inserimento alla materna e le maestre dicono che può essere legato a questo anche perché dalle analisi delle urine non è emersa nessuna infezione.

Come posso aiutarla?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Prenota subito un appuntamento online a 44€

Ricevi assistenza psicologica in meno di 72 ore con professionisti iscritti all’ordine e scegliendo l'orario più adatto alle tue esigenze.

Miglior risposta 19 SET 2023

Cara mamma, grazie per aver condiviso con noi la sua esperienza.
E' molto comune nei bambini piccoli l'emergere di paure e timori, soprattutto in fasi critiche dello sviluppo quando si acquisiscono nuove abilità e consapevolezze, oppure in momenti di stress come potrebbe essere l'inserimento alla materna.
Molto bene che la piccola non abbia difficoltà organiche, ora è importante cercare di comprendere che messaggio sta dando la bambina con questo comportamento.
Dei piccoli passi indietro nel percorso di sviluppo sono assolutamente normali (c'è stato qualche "incidente", in cui magari la bambina non è riuscita a trattenerla?), come se a volte il bambino stesse indietreggiando per prendere la rincorsa per il prossimo salto in avanti. La sua bambina si sta ancora sperimentando, e nel farlo prova tutte le emozioni che proveremo noi adulti (insicurezza, incertezza, timore, desiderio di controllare ciò che accade), solo che a differenza di noi grandi potrebbe non avere le parole giuste per farcele presenti e chiedere aiuto.
Le lasci del tempo per farla ambientare, nel mentre tenete su di lei un occhio attento e se ritenete opportuno, potete contattare un professionista dell'età evolutiva per esternare ulteriori dubbi.
Spero di esserle stata di aiuto e rimango a disposizione per qualsiasi cosa, un abbraccio.
Dott.ssa Annalisa Magnaneschi

Dott.ssa Annalisa Magnaneschi Psicologo a Roma

314 Risposte

766 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2023

La paura di fare la pipì o la paura di andare in bagno può essere un problema comune nei bambini piccoli. Ecco alcune strategie che potrebbero aiutarti a gestire questa situazione con tua figlia:

Comunicazione aperta: Parla con tua figlia in modo rassicurante e tranquillo. Chiedile cosa la spaventa quando deve fare la pipì. Ascolta attentamente le sue preoccupazioni e i suoi pensieri.

Rassicurazione: Assicurale che è normale dover fare la pipì e che non c'è nulla di cui preoccuparsi. Spiegale che è importante andare in bagno quando si sente che deve farlo per evitare fastidi o disagi.

Routine regolare: Crea una routine regolare per le pause bagno. Ad esempio, fallo andare in bagno a orari fissi durante il giorno, come al risveglio, prima dei pasti e prima di andare a letto. Questo può aiutare a ridurre l'ansia legata all'andare in bagno.

Toilet training positivo: Usa un approccio positivo al toilet training. Usa parole gentili e incoraggianti quando tua figlia va in bagno con successo. Premiala o elogiala quando riesce a fare la pipì senza paura.

Evita la pressione: Evita di mettere pressione su tua figlia o di mostrarle frustrazione se ha difficoltà a fare la pipì. La pressione può aumentare l'ansia.

Potty training seat: Usa un riduttore per il water o un vasino per bambini in modo che si senta più a suo agio sul water.

Distrazione durante l'atto: Durante il tempo sul water, potresti leggerle una storia o cantare una canzone per distrarla e farla sentire più a suo agio.

Cerca di capire la causa: Se è iniziato con l'inserimento alla materna, potrebbe essere legato all'ansia da separazione o al timore di perdere un momento divertente. Prova a parlare con lei e a rassicurarla riguardo alla materna.

Coinvolgi il pediatra: Se la paura persiste e sembra causare disagio significativo a tua figlia, potresti voler consultare il pediatra o uno psicologo infantile per ulteriori consigli e supporto.

Ricorda che ogni bambino è diverso, quindi potrebbe essere necessario un po' di pazienza mentre aiuti tua figlia a superare questa paura. L'importante è mantenere un approccio positivo e rassicurante per aiutarla a sentirsi a suo agio durante il processo di andare in bagno.

Dott. Fabrizio Toti Psicologo a Todi

198 Risposte

57 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2023

Cara Mammapreoccupata,
posso immaginare che entrambe stiate vivendo un periodo stressante sia la tua bambina che te. Ti sei presa cura dell' aspetto fisiologico escludendo cause organiche e hai parlato con le maestre che ti hanno rassicurato sul fatto che potrebbe essere una conseguenza del grande cambiamento che sta affrontando la tua piccola, uno dei primi se non il primo.
Questa situazione che ti fa comprensibilmente preoccupare può diventare un' ottima opportunità per insegnarle a conoscere le sensazioni del corpo e le proprie emozioni e per farla sentire supportata nei momenti di difficoltà.
Potresti quindi cercare di confortarla sul fatto che non è un problema dover fare la pipì anzi è normale, cercare di dimostrarti il più serena possibile nel momento in cui andate in bagno e cercare di farsi raccontare come questa routine avviene a scuola. Questo ti permetterebbe di capire se la bimba magari avesse paura di disturbare la maestra a chiedere di andare in bagno? Se ci sono dei tempi prestabiliti potrebbe aver paura di non riuscire ad aspettare l' orario predisposto e di farsela addosso? Prova a farla spiegare il più possibile senza darle delle opzioni tra cui scegliere in questo modo non la influenzerai.
Allo stesso tempo potresti chiedere alle maestre come funziona la routine del bagno e farti raccontare come si comporta la tua bambina. Sono sicura che insieme potrete trovare una soluzione che possa mettere a suo agio la piccola.
E ricorda è importante accogliere tutte le emozioni che tua figlia ti riporta prima di consolarla o cercare una soluzione.

Rimango a disposizione per dubbi o domande.
Un abbraccio e in bocca al lupo,
Sofia

Dott.ssa Sofia Pieri Psicologo a Borgo San Lorenzo

8 Risposte

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2023

Buongiorno mamma,
può essere che la problematica che riporta rispetto a sua figlia sia legata all'inizio della scuola materna. Il passaggio alla scuola dell'infanzia, sia per i bambini che si affacciano alla vita comunitaria per la prima volta sia per quelli che hanno fatto il nido, è un importante momento di passaggio e fonte di stress. Il bambino può avere emozioni contrastanti e difficili da gestire e sperimentare la paura di perdere il controllo. Uno degli aspetti su cui invece hanno idea di poter esercitare il controllo è proprio quello della pipi, anche perchè fino a qualche tempo fa sua figlia immagino che avesse il pannolino, come i "piccoli".

Le consiglio di coordinarsi con le maestre rispetto alla gestione della pipi, anche rassicurando la bambina che a tutti può capitare qualche "inconveniente" (= perdere il controllo) e non è grave, è più importante poter bere quando si ha sete.
Un'altra cosa che potrebbe essere utile è dar voce alle emozioni che sua figlia potrebbe star sperimentando (paura del posto nuovo o nel gestire le nuove relazioni, non sentirsi all'altezza, fatica nel salutarvi etc) in modo da aiutarla a riconoscere ciò che prova ed esprimerlo a parole.

La scuola è appena iniziata, è normale che ci sia qualche fatica, datevi un po' di tempo di osservazione e assestamento e, se nota che l'ansia rimane o aumenta, può cercare aiuto.

Buon percorso

Chiara Giovanelli Psicologo a Milano

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2023

Gentilissima mamma preoccupata, grazie per la condivisione. Capisco la situazione che descrive, e comprendo le preoccupazioni al riguardo. La sua bambina potrebbe manifestare il cambio di routine e l'inserimento alla scuola dell'infanzia con questi comportamenti ripetitivi, dato che anche dal punto di vista fisiologico sembra non esserci nulla. A volte accogliere questi comportamenti e provare a motivarli puo essere un soluzione. Se la situazione dovesse continuare, contattare uno psicologo infantile potrebbe darle delle strategie per aiutarvi. Resto a disposizione!
AV

Dott.ssa Antea Viganò Psicologo a Pessano con Bornago

561 Risposte

79 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2023

Buongiorno, comprendo la sua preoccupazione riguardo al comportamento di sua figlia. L'inizio della scuola può rappresentare un grande cambiamento per un bambino e potrebbe portare a insicurezze o paure. La paura di fare la pipì potrebbe essere un modo per esprimere ansia o preoccupazione riguardo alla nuova routine o all'ambiente scolastico.

Parlare con lei in un momento tranquillo potrebbe aiutarla a esprimere le sue preoccupazioni. Rassicurarla che è normale fare la pipì e che non c'è nulla di cui avere paura potrebbe essere utile. Spiegarle che il corpo ha bisogno di acqua per stare bene potrebbe anche aiutarla a superare la sua riluttanza a bere.

Collaborare con le maestre e chiedere loro di rassicurare sua figlia durante la giornata scolastica potrebbe essere benefico. Se il comportamento persiste o se nota un aumento dell'ansia in sua figlia, potrebbe valutare l'idea di consultare uno specialista o un pediatra per avere ulteriori consigli e supporto. Grazie per aver condiviso e le auguro il meglio nel supportare la sua bimba in questo momento.

Dr. Matteo Piccioni Psicologo a Torino

516 Risposte

192 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 SET 2023

Buongiorno mamma
Potrebbe essere un problema di ansia .Facca frequentare la bambina . con altri bambini come la ludoteca. Il modellamento con altri bambini sarà utile a sua figlia.
Dott.ssa Patrizia Carboni
Psicologa Psicoterapeuta
Roma

Dott.ssa Patrizia Carboni Psicologo a Roma

1372 Risposte

173 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 39100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Se hai bisogno di cure psicologiche immediate, puoi prenotare una terapia nelle prossime 72 ore e al prezzo ridotto di 44€.

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 23700

psicologi

domande 39100

domande

Risposte 138900

Risposte