Il mio bambino ha paura di fare la pipì e la cacca

Inviata da Teresa · 19 apr 2017 Psicologia sociale e legale

Salve,
Il mio bambino di quasi tre anni e mezzo mi dice che ha paura di fare la cacca e la pipì.
Sta senza il pannolino durante il giorno ma lo chiede per fare i bisogni. Ho provato a fargli usare vasino e water ma mi dice che ha paura, che non vuole assolutamente provare, e scoppia in pianti disperati. Abbiamo provato ad invogliarlo con libri sull'argomento, ma niente.
Non ho mai insistito molto per paura di bloccarlo ( è sempre stato stitico ) , ma adesso comincio ad essere un po' preoccupata.
A scuola mi dicono di stare tranquilla e aspettare l estate, ma siccome mi sembra che fisicamente sia pronto , ho paura che ci possa essere qualcosa che lo trattiene.....
Grazie per l attenzione

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 APR 2017

Gentile Mamma Teresa,
mi sento di rasserenarla come le dicono le maestre; il bimbo chiede il panno al momento del bisogno, bene! ha acquisito il controllo sfinterico. Ora deve sentirsi pronto ad utilizzare il water; è ancora in un'età "normale" per questo passaggio, inoltre lei ha provato con i metodi del "buon senso" e purtroppo non hanno funzionato, quindi bisogna solo dare tempo al tempo; lei mamma non insista e non si faccia prendere dall'ansia; il bambino sente le sue aspettative e va in ansia lui stesso; lei si metta il cuore in pace, suo figlio acquisirà la sicurezza che ora non ha.
Cordiali saluti
Dott.ssa Sabrina Fontolan

Dott.ssa Sabrina Fontolan Psicologo a Piove di Sacco

203 Risposte

245 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 APR 2017

Cara Teresa,
per i bambini la pipì e la cacca sono parti di sé pertanto viene loro difficile lasciarli andare...avendo 3 anni e mezzo suo figlio è sicuramente pronto per raggiungere il controllo sfinterico, ma è necessaria molta attenzione in questa fase educativa.
Innanzitutto non forzi il bambino a sedersi sul water o sul vasino se non ne ha voglia; generalmente i bambini decidono di loro spontanea volontà, quando si sentono capaci, di comportarsi "da adulti". Lasci che il bambino giochi con il suo vasino che si abitui a questo nuovo oggetto di sua proprietà; in un secondo momento gli spieghi a cosa serve, magari con l'ausilio di libri o cartoni sull'argomento; quando si sentirà pronto potrà iniziare a sedersi sul suo vasino; infine cerchi di rendere il più divertente possibile il momento in cui la cacca e la pipì vengono portate via dallo scarico d'acqua, salutateli e spieghi al bambino che andranno in un posto dove ci sono tutte le altre cacche e le altre pipì della mamma, del papà...
Deve avere molta pazienza e non forzare il bambino, ma incoraggiarlo e rinforzarlo positivamente quando attua il comportamento corretto. Se però il problema dovesse persistere, le consiglio di rivolgersi ad un professionista PSICOLOGO/PSICOTERAPEUTA che sicuramente l’aiuterà a fare chiarezza in merito al disagio che il suo bambino sta vivendo.
Buona Fortuna.
Dott.ssa Crocicchio MariaGiovanna
Psicologa-Psicoterapeuta

Ma.Lu.A. Studio Psicologia - dott.ssa Crocicchio MariaGiovanna Psicologo a Taranto

120 Risposte

189 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 APR 2017

Gentile Teresa, mi trovo in sintonia con quanto già detto dalle colleghe sul non preoccuparsi eccessivamente, come sul fatto che quando sarà pronto, il suo bimbo si lascerà andare... Provo ad aggiungere un suggerimento: anche se è piccolo, provi a fargli verbalizzare cosa lo spaventi. Potrebbe darle una risposta da cui far partire un dialogo, sereno, sull'argomento. Le risposte non necessariamente saranno logiche per l'adulto, ma andranno ascoltate e valorizzate, cioè "prese sul serio". Non si deve negare la paura, ma imparare a parlarne, per farla passare. Se il problema dovesse durare più a lungo le consiglio di consultare un esperto della sua zona. In caso necessiti di chiarimenti non esiti a chiedere. Molti auguri!

Dottoressa Francesca Fontana Psicologo a Monza

28 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 APR 2017

Gentile Teresa
Anch'io mi sento di suggerirle di ascoltare il consiglio della maestra. Quando un bambino è stitico è più probabile sviluppare questo tipo di difficoltà. Si tranquillizzi quindi e assecondi le richieste del bambino cercando comunque di infondergli fiducia sul fatto che quando si sentirà pronto anche lui ce la farà a fare pipì e cacca come voi grandi. Nel frattempo curi l'alimentazione e faccia dei giochi sul trattenere e lasciare andare, per esempio con la palla. Se ha bisogno di ulteriori indicazioni non esisti a contattarmi. Saluti
Dott.ssa Serena Costa psicologa dell'infanzia Trentino

Anonimo-154581 Psicologo a Pergine Valsugana

125 Risposte

133 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 APR 2017

Carissima, le consiglierei di non insistere, forzando il bimbo, questo per evitare che si formi nella sua mente, l'idea di non essere capace di fare ciò che mamma chiede, tramutando la cosa in un problema più grande. Il fatto che un bimbo abbia paura di andare sul vater è cosa frequente. Abbia un po di pazienza e aspetti che il suo bimbo cresca un po. Cari saluti.
Dott.essa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

692 Risposte

342 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia sociale e legale

Altre domande su Psicologia sociale e legale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19400

psicologi

domande 31350

domande

Risposte 107600

Risposte