Non voglio andare dallo psicologo, ho paura!

Inviata da Meteo carlo · 10 ago 2016 Disturbo ossessivo compulsivo

Buonpomeriggio a tutti!
Vi scrivo perché ho un bel problema.
Io soffro di ossessioni molto forti.
Ho inconinciato con il dover ripetere una parola o numeri in continuazione. Poi fare determinate cose per essere sicuro che tutto andrà bene e così per anni. Ora ho paura di essere gay , ho visto molte persone con questo problema è devo dire che siamo tutti uguali nei comportamenti. Una volta mi prendevano in giro dicendomi che ero gay quando ero piccolo (mi prendevano in giro per tutto. Addirittura io ho come passione la meteorologia e mi prendevano in giro anche per questo).
Poi mi è arrivata questa paura che mi ha fatto morire. Non vado in giro con amici maschi perché ho paura che possano eccitarmi e anche perché mi arrivano immagini intrusive e ansia (immagini tipo di me che abbraccio e bacio un amico,,arrivano dal nulla nel mio cervello). Sono stato rifiutato da due ragazze, però mi masturbo pensando a loro e mi piace e mi da piacere fisico e mentale.
Per non essere volgare le donne mi piacciono sessualmente e affettivamente (ho paura di perdere il mio piacere per loro, ma ho visto che tanti con il doc hanno queste paure). Il problema principale è che mi arrivano ricordi di anni e anni fa di quando ero piccolo e avevo fantasie omosessuali sui miei compagni e addirittura (su questo non sono sicuro) mi sembra di aver incominciato masturbarmi sui maschi e di aver visto video pornogay ma ero piccolo avrò avuto 11-12 anni. Anche se c'erano fantasie sulle ragazze!
Poi dai 12 in poi ho incominciato ad eccitarmi con le donne sempre, anche solo stando accanto ad una donna mi arrivavano stimoli sessuali come erezione e fantasie erotiche molto forti (probabilmente era un periodo di scoperta quando avevo fantasie gay).
Da allora sempre le donne. Se guardo porno gay non mi succede niente.
Una volta mi stavo masturbando pensando alla ragazza che mi ha rifiutato e per paura sono andato su porno gay, ecco li ho perso l'erezione. Le scene gay mi fanno abbassare l'eccitazione anche se ho paura che sia una mia forzatura ecc ecc
Ma di fatto le ragazze mi piacciono in tutti i sensi e le guardo sempre quando sono belle con molte fantasie eterosessuali. I maschi no. Ma la mia paura è stato quel momento dell'adolescenza gay.
Mi sembra addirittura che a quattro anni avessi fantasie gay oppure attrazione per i piedi di maschi ma sono confuso su ricordi del genere che non credo neanche centrino. Anche se adesso queste cose non ci sono proprio!
Il tutto è verso le donne. Ogni eccitazione è per le donne. Poi non credo che un bambino così piccolo abbia eccitazioni sessuali.
Quindi anche se mi hanno detto che ho un doc io non voglio andare dallo psicologo perché ne ho una paura forte.
Ho troppa paura che arrivati lì dica: no, non è un doc ma sei gay.
Oppure mi obblighi ad accettare di essere gay e dover dire addio alle ragazze per sempre.
Scusate immagino che di domande così ne sarete pieni e io sarò l'ennesimo.
Vi ringrazio!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 AGO 2016

Carissimo....dalla tua descrizione, che hai un Disturbo Ossessivo di personalità, e che sei etero, lo capirebbe anche un bambino dell'asilo.
Con questo problema ti aspetta una vita di ansia, rabbia, depressione e solitudine.
Scegli:
1. qualche giorno di paura in attesa dell'appuntamento con uno psicologo-psicoterapeuta (non solo "psicologo"),
2. una vita d'inferno

Coraggio, nessun psicoterapeuta, a meno che non abbia studiato nello Zimbawe o nel Botswana (sono paesi vicino al Congo, mi pare), ti direbbe quello che pensi te.

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

461 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 OTT 2021

Buongiorno.
Sono il dr. Massimiliano Castelvedere, di Brescia. Sono tra quei professionisti che ritengono che il cambiamento personale sia un processo lungo e complicato. Purtroppo non ci sono scorciatoie e i consigli che uno psicologo potrebbe dare in una chat lasciano il tempo che trovano: non esiste la “bacchetta magica”. Per inquadrare l’eventuale problematica di un paziente serve invece una consulenza approfondita (almeno 4 sedute). A seguire, se nella consulenza si evidenzia un problema significativo, per risolverlo è necessaria una vera e propria psicoterapia o una psicoanalisi.
Illudersi che si possa fare qualcosa scrivendo in una chat serve solo a perdere tempo e significa che non si è pronti a mettersi in discussione. Se lei è una persona veramente motivata a capirsi e a cambiare, le do la mia disponibilità per fissare un appuntamento (anche online).

Dott. Massimiliano Castelvedere Psicologo a Brescia

671 Risposte

89 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 OTT 2016

Gentile Carlo,
mi imbatto nella sua richiesta fuori tempo per poterle essere d'aiuto, mi auguro che i consigli dei colleghi l'abbiano ben guidata. Le scrivo per ringraziarla per aver espresso in modo così esplicito e chiaro quali paure si interpongano tra il desiderio di aiuto ed una effettiva richiesta. chissà se scrivere su questo portale, è stato un efficace test per rivolgersi ad un profesionista... Non si preoccupi di una diagnosi. Si preoccupi degli obbiettivi che vorrebbe perseguire e del suo benessere.
Cari saluti
Stefania

Dr.ssa Stefania Ferrari Psicologo a Monza

24 Risposte

104 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 AGO 2016

Caro Matteo
devi trovare uno psicoterapeuta in grado di farti sentire a tuo agio e col quale collaborare fin da subito nel porre insieme (tu e lui) obiettivi realizzabili e desiderabili per te.
Nella paura dello psicologo ci stanno dentro le cose che tu dici e cioè paura che lui possa indirizzare la mente del paziente in un verso o nell'altro.
Quello però che si dimentica è che tu Ci Sei e devi, fin da subito, essere partecipe alla relazione.
Il ruolo del paziente prevede che lui possa dire tutto quello che pensa e, certo, può dirlo anche a riguardo del terapeuta.
Non è che, entrando nello studio di uno psicoterapeuta, tu perdi la capacità di intendere e di volere, diversamente acquisti il diritto di dire quello che desideri, che pensi e che senti.
Sapendo questo non sarai "manipolato" e comunque, se ci saranno tentativi in questo senso, lo capirai e reagirai di conseguenza.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3083 Risposte

7405 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 AGO 2016

Gentile Carlo,
sono sicuro che la tua paura di essere gay rientra tra i sintomi del tuo disturbo ossessivo-compulsivo e quindi è questo che deve essere curato.
A parte ciò, il compito dello psicologo non è quello di emettere giudizi sui possibili orientamenti sessuali ma quello di aiutare le persone a liberarsi dai propri malesseri e vivere meglio.
Pertanto, non hai nulla da temere e, d'altra parte, intraprendere una psicoterapia, eventualmente associando, se fosse necessario, una integrazione farmacologica, è l'unica strada da seguire.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7717 Risposte

21525 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 AGO 2016

Gentile Carlo,
mi viene spontaneo domandarle se le è mai stato effettivamente diagnosticato il disturbo ossessivo compulsivo da parte di un collega. Dalle informazioni che si possono trarre dalla sua mail non si evince nessuna diagnosi clinica. Spesso capita a ciascuno di noi di avere paura di qualcosa in particolare, a volte di avere paura della paura stessa. I racconti rispetto alle sue fantasie adolescenziali non necessariamente implicano una omosessualità latente, così come i pensieri intrusivi ed i rituali di cui parla andrebbero compresi all'interno del suo stesso contesto di vita. Sono certa che, quando sarà pronto, troverà il momento giusto per parlare con un collega che la aiuterà a comprendere il significato delle sue emozioni e dei suoi pensieri, senza etichette ed obblighi.
Un caro saluto
Dott.ssa Laura Tullio

Dott.ssa Laura Tullio Psicologo a Ciampino

15 Risposte

32 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 AGO 2016

Gentile Carlo,
credo che il compito di uno psicologo non sia quello di dirLe se è gay o no, ma di aiutarla a gestire il disturbo di ansia che a livello sintomatologico si manifesta tramite le ossessioni e le compulsioni che ci ha descritto.
Mi rendo conto che per nessuno la chiamata allo psicologo sia un gesto facile e privo di significati emotivi, però mi sento di affermare che già il Suo messaggio è una richiesta di aiuto; magari tra un pò arriverà anche la spinta a parlare di persona con un collega.
Tenga presente che il nostro compito non è dare "etichette", ma favorire il percorso di ricerca del benessere, che nel Suo caso, sta iniziando a manifestarsi.
Cordialmente
Dott.ssa Annalisa Caretti

Studio Dott.ssa Annalisa Caretti Psicologo a Verbania

127 Risposte

111 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19300

psicologi

domande 31150

domande

Risposte 106900

Risposte