Ansia di andare dallo psicologo

Inviata da Ty · 27 apr 2020 Psicoterapia

Gentilissimi, scrivo qui con la consapevolezza che sarebbe meglio parlarne con lo psicologo che mi segue e che dare pareri su internet ha poco senso: trovo però più facile scrivere che parlare, e spero che voi possiate aiutarmi almeno un po'.

Sono in terapia da più di un anno per problemi di depressione e preciso che ho tratti evitanti di personalità.
Ho sospeso la terapia da quando è iniziato l'isolamento per il coronavirus perché non potevo continuarla da casa, ora sto per riprenderla ma da quando lo psicologo mi ha contattato per chiedermi se volessi fissare un appuntamento mi è salita un'ansia stratosferica e non ne capisco il motivo.
Non ho mai avuto paura di andare in studio da lui, non ho mai desiderato di non andare, tranne ora, e non capisco se è dovuto al mio essere evitante, se è dovuto al fatto che "mi sono disabituat*" e ho paura di tornare ad essere sottopost* ad una cosa così difficile, stancante e dolorosa come la terapia o al famoso blocco che trovo scritto ovunque su internet, quello che hai quando sei al nocciolo del problema e invece di affrontarlo vuoi scappare.

Da quando ho fissato l'appuntamento il mio cervello cerca in automatico scuse per rimandarlo, motivi da cogliere al volo per poter dire che non posso più. Mi dico "che ci vado a fare, che gli dico", mi ripeto che forse dovrei lasciar perdere proprio la terapia, perché tanto il più devo farlo io e molte cose, come riprendere i contatti sociali, non riesco a farle perché mi addolorano troppo e allora lo psicologo che può farmi, non dipende mica solo da lui?
Questa cosa di lasciare la terapia la dissi al mio psicologo, ma lui mi rispose che dipende da me, che devo scegliere io, dandomi però una risposta ben poco d'aiuto.

E' solo evitamento, ansia anticipatoria, dovrei dare ascolto a questa paura oppure zittirla come faccio (o provo a fare, o dovrei fare) quando mi frena dal fare cose normali come uscire con gli amici?

Grazie dell'ascolto,
Robin

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 MAG 2020

Car* Robin,
mi sembra un* paziente molto competente e capace di auto-riflessione.
A mio parere è molto probabile che parte dell'ansia sia dovuta alla situazione attuale, per quanto non conoscendola non posso esprimermi con totale certezza. Quello che vedo, nella mia attuale esperienza, è che il coronavirus, il lockdown e i cambiamenti che stiamo affrontando in questi mesi, hanno e avranno per diverso tempo influenze e conseguenze diverse su ognuno di noi.
Questo, combinato con la sua tendenza all'evitamento potrebbe configurare una situazione di ansia e fatica al pensiero di ri-afforntare il mondo esterno, anche lo studio e la persona dello psicologo, sulla quale mi sembra di capire nutrisse già dei dubbi in passato.
Rispetto a questi ultimi mi sembrerebbero delle normali resistenze: siamo i primi sabotatori di noi stessi e a volte, la fatica che fare un percorso psicologico o psicoterapeutico comporta, ci porta a chiederci "chi me l'ha fatto fare? Tutta questa fatica alla fine devo farla io" e, tuttavia, anche quando è il nostro copro che deve guarire, la fatica la facciamo noi, il medico ci prescrive le corrette terapie e interventi, ma la fatica di affrontarli e recuperarli è nostra.
Spesso questa stanchezza e questi pensieri nascono anche quando siamo sulla soglia di una tematica che è molto importante e che quindi ci spaventa molto.
Ha fatto bene a scrivere, piuttosto che decidere a priori di interrompere il suo percorso; come giustamente ha già detto nel post, la invito a portare queste riflessioni al suo psicologo, sono convinta che saprà aiutarla.
Un caro saluto

dott.ssa Sara Kastl

Dott.ssa Sara Kastl Psicologo a Crema

21 Risposte

21 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicoterapia

Vedere più psicologi specializzati in Psicoterapia

Altre domande su Psicoterapia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte