Sento il bisogno di andare dallo psicologo

Inviata da Marina Angelastro · 11 feb 2022 Autorealizzazione e orientamento personale

Salve,ho 19 anni e ultimamente voglio andare dallo psicologo,ma i miei genitori non vogliono dicendo che è per i pazzi,e io anche se sono maggiorenne mi sento in colpa nei loro confronti. Ultimamente ho avuto dei problemi di solitudine e dipendenze affettive e non ce la faccio da sola a risolvere tutto,e mi sento sola,malinconica e depressa,le giornate sono tutte uguali in un loop continuo e non ce la faccio più,qualcuno che puó aiutarmi? Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 FEB 2022

Gentile Maria,

quello che ha fatto è un atto di estremo coraggio e determinazione. Ha riconosciuto delle sue aree di vulnerabilità, riscontrato il bisogno di prenderle in mano per imparare a gestirle, nonchè comunicato il tutto ai suoi genitori (esponendosi al loro possibile giudizio), per poi tollerare la loro fatica ad accettare la sua richiesta. Utile, a mio avviso, potrebbe essere rivolgersi al medico curante spiegando le motivazioni per cui vorrebbe intraprendere un percorso psicoterapeutico, oppure avvalersi di un servizio consultoriale gratuito, oppure ancora confrontarsi con uno psicoterapeuta disponibile ad interfacciarsi, secondariamente un'iniziale conoscenza e valutazione delle difficoltà psicologiche attuali, con la famiglia d'origine, esclusivamente a titolo informativo ed educativo.

Rimango a disposizione qualora si sentisse di contattarmi

Un caro saluto

Dott.ssa Teana Salinelli

Dott.ssa Teana Salinelli Psicologo a Genova

15 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 FEB 2022

Gentile Marina, lei con coraggio riconosce non solo a se stessa ma anche ai suoi genitori che è preoccupata per il suo benessere psicologico ed è proprio
grazie a questa sana motivazione lei può darsi da fare per risolvere queste problematiche. Non si senta l’unica nel trovarsi in questa situazione, purtroppo, in molte famiglie è presente questo pregiudizio, con l’esperienze diretta e la sua determinazione avranno modo di ricredersi.
Lei intanto, può scegliere tra diverse opzioni:
medico curante > impegnativa per ciclo incontri oppure consultorio famigliare o ancora può fare una ricerca su internet per tariffe psicologiche agevolate (esistono alcune convenzioni attive tra psicologi e le associazioni che le propongono).
Se desidera ricevere a tal proposito informazioni più dettagliate può contattarmi.
Un caro saluto
Dott.ssa Concetta Bellomo

Dott.ssa Concetta Bellomo Psicologo a Torino

34 Risposte

51 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 FEB 2022

Buongiorno Marina,
mi spiace molto per il suo vissuto e per l'atteggiamento che i suoi genitori manifestano rispetto alla sua richiesta d'aiuto. A diciannove anni lei può decidere da sola ma credo che il problema a questo punto sia l'aspetto economico che le impedisca di proseguire. Ci sono varie possibilità e la prima potrebbe essere quella di rivolgersi ad un consultorio familiare, o ad una struttura pubblica nelle vicinanze del luogo in cui vive, che fornisce pubblicamente questo tipo di servizio. Se non riesce ad andarci fisicamente provi a mandare qualche mail ai servizi territoriali vedrà che qualcuno accoglierà la sua richiesta di aiuto. Un'altra possibilità potrebbe essere quella di rivolgersi al suo medico di base facendo esplicita richiesta di voler intraprendere un percorso psicologico. Lei è maggiorenne ed ha il diritto oramai di decidere per sé stessa di stare bene, e il fatto che chieda aiuto qui lo prova. Non attenda oltre e provi le vie che le ho indicato. Per qualsiasi dubbio rimango a disposizione.
Un abbraccio
Dott.ssa Loredana Luise

Dott.ssa Loredana Luise Psicologo a Ponte San Nicolò

72 Risposte

105 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 FEB 2022

Ciao a 19 anni puoi andare dallo psicologo e non è neccessario il consenso dei tuoi genitori. Se ancora non lavori, ti consiglio di informati sui servizi che il tuo territorio offre (consultori, associazioni...) per poter usufruire dello psicologo gratuitamente o con prezzi calmierati. Prendersi cura di sé stessi è volersi bene, e come si dice in psicologia clinica, in terapia ci vanno i Sani.
In bocca al lupo.
Dott.ssa Claudia Tedde

Dott.ssa Claudia Tedde Psicologo a Cagliari

80 Risposte

31 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 FEB 2022

Gentilissima Marina, il disagio che lei sta provando è fortemente diffuso nella popolazione, in generale, e lo è particolarmente nella fascia di età, l'adolescenza, alla quale lei appartiene. Proprio per questo motivo sono state richiesti, a livello governativo, dei finanziamenti per la presa in carico del disagio psicologico. Mi rincresce molto che i suoi genitori abbiano un'idea così distante dalla realtà; probabilmente sono poco informati rispetto alle problematiche attuali, oppure sono ancorati a dei pregiudizi, che, come tutti i pregiudizi, non sono altro che distorsioni cognitive. Ciò detto, le suggerisco di cercare un aiuto psicologico al più presto, allontanando inutili sensi di colpa che non fanno altro che amplificare il suo malessere rendendo la situazione sempre più complessa. Le faccio tantissimi auguri e rimango a disposizione per qualsiasi chiarimento e approfondimento. Dott.ssa Daniela Noccioli.

Dottoressa Daniela Noccioli Psicologo a Cascina

331 Risposte

148 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 FEB 2022

Salve Marina,
poter intraprendere un percorso psicologico,nel
momento in cui si notano delle problematiche emotive e che queste influiscono sulla nostra vita, è importante. Essendo maggiorenne può decidere in autonomia. Da cosa è alimentato il senso di colpa? Quali pensieri ha che la fanno sentire in colpa? È una questione economica (pagamento verrebbe effettuato dai genitori) oppure un problema nell’andare “contro” la visione dei genitori? Le consiglio di provare a riflettere su questi aspetti che le “impediscono” di iniziare un percorso. È molto positivo Marina che abbia riconosciuto il suo disagio e il bisogno di poter chiedere un aiuto.
Sono disponibile anche online.
Un saluto
Dott.ssa Jlenia Marisa

Dott.ssa Jlenia Marisa Psicologo a Rovereto

23 Risposte

7 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 FEB 2022

Buongiorno Marina. Io sono disposto ad aiutarla. Lei fornisce poche informazioni. Forse lei non ha la possibilità di sostenere economicamente una terapia e dovrà contare con i suoi genitori o con un familiare disponibile. Questo al di là di riuscire a intraprenderla senza l'approvazione "morale" dei suoi suogenitori. Se lei è disposta possiamo fare un colloquio, non solo per conoscerci, ma anche per valutare le strategie per poter iniziare un trattamento, cioè la miglior forma di renderlo possibile.
Un saluto e una buona giornata.

Dr. Gilberto G. Villela Psicologo a Roma

387 Risposte

155 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 FEB 2022

Gentile Marina,
comprendo benissimo le sue difficoltà e la necessità che avverte e la incoraggio a non demordere.
Gli psicologi sono professionisti e soprattutto persone, in grado di comprendere anche la diffidenze che altri possono provare verso di loro. Potrebbe chiedere ai suoi genitori di provare a prendere contatto con uno psicologo e porgli tutte le domande di cui necessitano per tranquillizzarsi e permetterti di intraprendere laa tua strada. Ti incoraggio ad ascoltare le tue necessità e ad accudirti anche se sembra complesso.
Ne vale la pena.
Resto a sua disposizione anche online.
Un caro saluto,
Dott.ssa Simona Delli Santi
di "Una Stanza per Sé: servizi per il benessere psicologico"

Una Stanza per Sé: servizi per il benessere psicologico Psicologo a Oria

177 Risposte

68 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 FEB 2022

Cara Marina,
Comprendo la sua difficoltà nel prendere questa decisione alla luce dell’opinione che le hanno dato i suoi genitori, d’altra parte la situazione che descrive e le sensazioni che prova sembrano essere molto impattanti e pervasive nella sua vita quotidiana, dunque la scelta che lei riferisce di voler intraprendere un percorso psicologico è molto saggia e consapevole, per poter esplorare e affrontare il disagio che riporta e ricevere aiuto e sostegno per poter stare meglio.
Rimango a disposizione per un colloquio in presenza o online.
Cordialmente
SP

Dott.ssa Sara Pizzica Psicologo a Bologna

30 Risposte

11 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 FEB 2022

Buongiorno Marina, sei maggiorenne e puoi tranquillamente recarti presso uno psicologo, sia nel pubblico (se non sei autonoma economicamente), che Nell privato, senza passare per i genitori. Da quanto scrivi, è necessaria una prima consulenza e vedo che sei motivata... Pertanto, Coraggio, segui il tuo obiettivo.... Certamente troverai lo psicologo che potrà aiutarti, anche combattendo i pregiudizi dei genitori.... Dipende da te.... Ciao

Maria Mumoli Psicologo a Catanzaro

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 FEB 2022

Marina cara,
Dalle tue parole si percepisce una sofferenza intensa e diffusa, che ovviamente non ti permette di vivere serenamente la tua giovane età. Lo psicologo non è per i pazzi, per queste persone ( se proprio si deve riconoscere l’esistenza del termine), che vivono in una realtà frammentata e alterata esistono strutture che si prendono cura di loro, con trattamenti anche farmacologici. Tu cara, stai vivendo un periodo difficile, dove le emozioni negative hanno oscurato la serenità e, rivolgerti ad uno specialista del benessere emotivo è un sano gesto di amor proprio. La presenza gentile e sensibile del terapeuta ti permetterà di esplorare, ascoltare, comprendere cosa alimenta la tua malinconia e, nello spazio di questa relazione autentica e risanatrice elaborare anche questi sensi di colpa verso i tuoi genitori. Amarti, prendendoti cura della tua serenità emotiva è una priorità che ti spetta di diritto.
Io sono quí, a tua disposizione ( online) qualora volessi parlarne più approfonditamente.
Ti abbraccio, un caro saluto.
Dott.ssa Guercioni Clarissa

Dott.ssa Clarissa Guercioni Psicologo a San Benedetto del Tronto

325 Risposte

131 voti positivi

Fa terapia online

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 FEB 2022

Buongiorno Marina,
Mi dispiace per la sofferenza che questo disagio ti sta procurando. Tecnicamente sei maggiorenne e non hai bisogno del consenso dei tuoi genitori per intraprendere un percorso di supporto psicologico.
Economicamente però immagino di sì.
Sono certa che nessun genitore dinanzi alla manifestazione della sofferenza di un figlio si tiri indietro. Ti incoraggio a parlarne con il cuore in mano. Quando un figlio manifesta una sofferenza psicologica quasi sempre un genitore si dá la colpa. Per questo può opporre resistenza. Ma se riuscirai a parlarne in modo da rassicurarli penso che avrai vinto una bella battaglia!
Resto a disposizione e ti auguro il meglio
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

1295 Risposte

719 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 FEB 2022

Salve Martina, mi dispiace per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Dott. Francesco Damiano Logiudice Psicologo a Roma

1423 Risposte

438 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 34000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20300

psicologi

domande 34000

domande

Risposte 116050

Risposte