Non riesco a fidarmi di mio marito

Inviata da Annalisa · 14 feb 2019 Terapia di coppia

Buongiorno, Ho 37 anni e sto con mio marito da quasi 12 anni, 3 da fidanzati e 9 sposati. Lui è stata la cosa più bella della mia vita, in tutti questi anni abbiamo attraversato momenti belli e meno belli ma sempre con la certezza che il nostro amore era solido e ci permetteva di affrontare tutto.
Qualche anno fa mio marito è rimasto senza lavoro e abbiamo passati due anni a “combattere” con questo problema, stringendo i denti. Questo ha portato anche a un lungo periodo senza sesso.
A settembre finalmente ha trovato un nuovo lavoro, che ha affrontato subito con grande entusiasmo e gli sta dando tante soddisfazioni. Contestualmente a questo, però, in me sono nate tante insicurezze. Ho iniziato a essere sospettosa, a vederlo meno concentrato su di me e più su altro, a stargli addosso come mai in tanti anni insieme era stato. Era sempre stato libero di fare qualsiasi cosa e non avevo mai avuto alcun dubbio. Ho anche iniziato a controllare i suoi messaggi, le sue chiamate, i suoi social.
Finché un giorno trovo dei messaggi scambiati con una sua nuova collega, messaggi belli e profondi, scritti da due persone che si vogliono bene, e che lui aveva nascosto. E ce ne sono stati altri in seguito, più innocenti e solo scherzosi, qualcuno tenuto nascosto, qualcuno no.
Da lì è stata un declino totale, lui ha giustificato la cosa dicendo che è solo una persona con cui si trova bene, con cui ride e scherza ma con cui non c’è mai stata intenzione di andare oltre ma che io, per come ero diventata, non avrei mai capito il loro rapporto e non lo avrei mai accettato. E so che da una parte ha ragione.
Da allora sono passati quasi tre mesi, mesi in cui ho continuato a controllare e in cui abbiamo continuato a litigare. Mesi in cui lui mi continua a dire che mi ama come sempre ma che non vuole sentirsi “braccato”, che rivuole la persona con cui è stato tanto tempo, e che non intende rinunciare a sentire la sua collega perché non fa nulla di male e io mi devo fidare di lui. Mi dice anche che non riesce a dimostrarmi come vorrebbe che ciò che prova è quello di sempre perché io alzo dei muri e non voglio mettere da parte ciò che è stato.
Io gli ho detto che se non mi ama più come prima è libero di andare via, non abbiamo figli né obblighi che lo possano trattenere. Che non voglio stia con me solo perché con l’altra non può stare perché è lontana e sposata ma lui continua a dire che non ha mai voluto e non vuole stare con nessun’altra che non sia io. Che lei è solo una persona che ha piacere di sentire ogni tanto. Oltretutto dice che io dovrei ridimensionare la cosa e che non crede sia una cosa per cui valga la pena di buttare via tutto quello che abbiamo costruito.
Ma io non riesco a fidarmi. Non riesco a credere appieno alle sue parole. Mi rendo conto che non gli sto nemmeno dando la possibilità di dimostrare che magari è sincero, perché qualsiasi cosa mi dica io sono sempre diffidente. Io ho perso anche la fiducia in me stessa, mi vedo invecchiare, mi vedo “sempre uguale” e temo che il nuovo lo attiri di più. In questa situazione sto veramente male, ho anche pensato di mandarlo via, per vedere se finalmente capisce che potrebbe perdermi e fa qualcosa che mi dia una scossa. Perché sto davvero male e non so perché mi comporto così, non so più cosa è giusto e cosa è sbagliato.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 FEB 2019

Gentile Annalisa,
mi dispiace dirle che non condivido per nulla il suo atteggiamento e la sua posizione.
Credo che lei dovrebbe innanzitutto chiedersi se nei due anni in cui suo marito è rimasto senza lavoro gli è stata di incoraggiamento e di supporto viste le implicanze nella sfera sessuale.
Quanto alle sue insicurezze ed ai suoi dubbi, se proprio non riesce a farne a meno, dovrebbe tenerseli per sè e non affliggere suo marito.
Tuttavia farebbe meglio a parlarne in un percorso di psicoterapia (individuale o di coppia) che le sarebbe utile per far crescere la sua autostima e rercuperare l'armonia coniugale perduta.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7043 Risposte

20145 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 FEB 2019

Gentile Annalisa, comprendo la sua sofferenza, però mi creda: darle indicazioni qui è veramente una responsabilità troppo grossa. A occhio e croce il suo compagno fa un po' quello che gli pare. Non credo tuttavia sarebbe una soluzione "mandarlo via", temo invece che questo potrebbe avviare una escalation molto pericolosa. Per questo le consiglio vivamente di avviare un percorso con una/uno di noi, in modo da poter esaminare serenamente le diverse opzioni.
Un cordiale saluto
Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

889 Risposte

368 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 FEB 2019

Carissima,
lei mi sembra confusa. E' come se la sua vita fosse scissa in due parti: fino a che il marito ha perso il lavoro tu5to procedeva per il maglio, dopo no. Soprattutto è diventata estremamente sospettosa e riconosce che in parte esagera. Capisco la gelosia per la collega di suo marito, ma mi sembra che sia stato abbastanza chiaro. Io credo che alla base della sua gelosia ci sia una carenza di autostima. Le consiglio pertanto di rivolgersi ad uno psicologo della sua zona o presente sul sito ma che usi Skype.
MI faccia pure delle domande se ne ha bisogno!

Dott. Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

730 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16800

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85650

Risposte