Non mi sento amata come desidero.Che fare?

Inviata da Giovanna · 13 feb 2018 Terapia di coppia

Salve sono una ragazza di 36 anni atletica, indipendente e piena di hobby e con un buon lavoro ma da sempre un po' sfortunata in amore e in generale a causa di una cattiva infanzia e di una vita passata sola e senza l'appoggio di entrambi i genitori.I miei si tradivano a vicenda davanti ai miei occhi.Erano due figure molto irresponsabili che dopo anche vari litigi e violenze fisiche/psicologiche tra loro e mio padre nei miei confronti decidono di lasciarsi..Mio padre aveva tradito la moglie da cui aveva avuto un figlio con mia madre che rimanette incinta di me. Lui decise allora di mettersi con lei concependo poi un altro figlio cioè mio fratello con cui non ho rapporti praticamente da tutta la vita.Io fui data alla nonna materna e lui a quella paterna motivo per cui siamo stati lontani .I miei genitori si sono persi nel mondo mio padre non l'ho più visto non si è mai interessato a me.Con mia madre una narcisista perversa ho sempre tentato di mantenere i rapporti ma il suo non amore mi dava sofferenza e oltre mia madre si è comportata con me sempre come fosse una rivale.Non mi ha mai appoggiato nelle mie scelte,ha sempre abbassato la mia autostima con aggressività e brutte parole.Ho dovuto premettere tutto questo perché credo sia in qualche modo collegato alla situazione sentimentale che sto vivendo attualmente e che mi fá parecchio soffrire. L'anno scorso a Giugno conosco il mio attuale compagno con cui convivo da 5mesi..Lui 42anni bellissimo nasce una semplice conoscenza che si trasforma subito in una grande storia d'amore come in un film.Lui sposato con un bambino di 7anni dice di essere infelice e di non amare più la moglie da molti anni a causa del suo carattere distante, per le mancate attenzioni e i litigi lui mi descrive lei come una donna dannata che passa le giornate in vestaglia fumando sigarette,una donna senza sogni, senza hobby..una donna insieme con lui da 20anni...Lui vede in me tutto ciò che aveva sempre desiderato e così comincia a corteggiarmi come mai nessuno prima.Fiori ogni giorno,uscite,cene di lusso, hotel e tutto ciò che desideravo mi bastava guardare un oggetto e un secondo dopo lui mel' aveva già comprato.Era gentile e premuroso, quando gli dissi che volevo interrompere la cosa perché non credevo fosse vero lui venne sotto casa mia piangendo a giurando di amarmi.Insomma lui la lascia e viene a vivere con me inizialmente tutto fantastico e io sempre al primo posto nella sua vita.Vede il figlio ma lo porta fuori per rispetto a me e limita i contatti con lei.Cambia lavoro per stare più vicino a me trova un lavoro di giorno.Sembra essere tutto perfetto fintanto che cominciano i ricatti da parte della ex e i sensi di colpa lui cambia nei miei confronti non è più l'uomo follemente innamorato di prima.Mi fá sentire in colpa dicendomi che per me lui ha perso suo figlio.Lei lo tormenta e lui cede e si chiamano e videochiamano in continuazione , spesso riattaccando il telefono e poi risentendosi litigando e poi fanno pace .Lei lo cerca ogni volta che siamo insieme lui mi dice che lei lo fa apposta per farci litigare ed infatti succede che arriviamo quasi al punto di rottura.lui con le valigie pronto ad andarsene io insicura divento gelosa e comincio a dubitare di questo rapporto.Ma lo amo così tanto che ci passo sopra anzi gli dico che se vuole può anche andare a dormire con suo figlio qualche volta dimostrandogli la mia massima fiducia.Una notte quindi lui dorme lì e la mattina dopo torna a casa più innamorato di prima soltanto che con il passare dei giorni lui cambia, tutto cambia.Alla ex viene diagnosticato un tumore al seno.Lui cambia nuovamente lavoro per sostenere e mantenere tutta la situazione lavora da mezzogiorno a mezzanotte 6giorni la settimana(praticamente non ci vediamo più) quando poteva benissimo scegliere qualcos'altro.Io ho cercato di fargli capire che volevo fare di tutto per stargli vicino e gli ho proposto di lavorare lì al ristorante nel weekend per stare insieme.E così dopo qualche volta che sono andata abbiamo litigato per il suo civettare con le clienti e il suo essere aggressivo e menefreghista nei miei confronti lui comunque mi dice che i titolari non cercano extra al momento e quindi tutti i miei sforzi vanno persi.Gli dico insomma che mi sento trascurata di trovare un giorno per me e mi porta fuori e finiamo per litigare nuovamente perché lui piuttosto che stare con me e dedicarmi il tempo che merito dinuovo al telefono con la ex che gli dice di andare dal figlio che piange quindi addio giorno insieme.lei poi si fa dare il mio numero attuando la tattica di volersi fare amica con me cosa che non funziona perché capisco subito il tranello e da lusinghe e complimenti finisce letteralmente per minacciarmi e stolkerarmi finché non la blocco e lui le ripete di lasciarci stare.Ora a distanza di giorni io gli dico se lei abbia smesso di chiamarlo e lui mi dice si ma i dubbi restano ma sono cambiate le mie paure forse perché sò che lei è malata.A parte tutto ciò lo vedo cambiato non lo riconosco più in tantissime cose non mi sento amata davvero e vedo i suoi modi di fare anche il fatto che non mi cerchi abbastanza quando è fuori.Sento che quando fa qualcosa per me adesso lo fa per forza e che io vengo dopo tutto il resto.Non è più dolce come prima.Non mi ha più fatto regali scommetto neanche domani per S.Valentino.Stà guadagnando di piú oltre e ultimamente si è regalato scarpe e occhiali costosi.A me non ha regalato più nulla e a momenti quando gli dico di portarmi qualcosa sembra sforzarsi.Gli ho detto che se non mi ama o che se non gli va piú la nostra storia la chiudiamo senza alcun rimorso ma lui dice che non é cosí ,che mi ama.Ho paura che soffriró ancora perché vedo in lui dei tratti narcisisti e mi trovo ad elemosinare le sue attenzioni e il suo amore tanto da sentirmi insicura o di non essere abbastanza .Vorrei un opione vostra e un consiglio mi farebbe tanto bene.Sono innamorata come mai prima in vita mia.Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 FEB 2018

Carissima, forse lei ha incontrato un soggetto manipolatore e narcisista che col senso di colpa la lega a lei. In questo gioco di amo- saluto la persona amata si crea un legame complementare pericoloso . Una terapia di coppia non risolverebbe i problemi, ma vi aiuterebbe a decidere con serenità come poter gestire alcune situazioni di sofferenza e a capire se il vostro legame non sarà distruttivo per le vostre personalità. Purtroppo non conoscendo la situazione non posso che fare queste ipotesi. Resto a disposizione per ulteriori informazioni.
Dottoressa Alessandra Monticone

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

251 Risposte

97 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85750

Risposte