Mio figlio vuole dormire sul divano

Inviata da Sara · 7 mar 2016 Psicologia infantile

Salve, mio figlio ha 22 mesi e da quando aveva 5 mesi che quando si sveglia dorme nel nostro letto. Ultimamente però diventa difficile farlo addormentare in camera: ad una certa ora dice nanna e andiamo a letto, gli racconto una storia con la sua musichetta e quando si addormenta lo metto nel lettino... (il problema è che nn si addormenta più dopo la storia ma scende dal letto e va sul divano..e si addormenta dopo pochi minuti. Senza escludere che si sveglia una continuazione nonostante stia nel letto con me. Grazie mille

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 MAR 2016

Gentile Sara,
molto spesso sono i genitori stessi che preferiscono tenere il bambino con loro nel letto grande pur avendo arredato la sua cameretta con annesso lettino.
Se capisco bene, qui però il bambino si sveglia e scende dal letto preferendo riaddormentarsi sul divano per cui lei è costretta a riportarlo nel letto grande.
E' preferibile invece abituarlo poco per volta a dormire nel lettino della sua camera e, quando si sveglia, tranquillizzarlo e fargli compagnia finchè non si riaddormenta.
Se invece lei lo riporta nel letto grande non farà altro che rinforzare questo suo comportamento e questa richiesta che in alternativa tenderà invece ad estinguersi.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno)..

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7126 Risposte

20287 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAR 2016

Cara Sara
in qualche modo il divano è per il bambino una sorta di "luogo transizionale" dove lui si sente sicuro e protetto.
Nel suo lettino si sente perso e lontano da voi.
La stanza del bambino dove lui dorme, forse dovrebbe essere un poco più "frequentata" da voi genitori, ci si potrebbe giocare, fare delle cose e la sera, quando va a letto, forse la sentirebbe più sua, percepirebbe di più la vostra presenza.
Dal suo racconto ho avuto l'impressione che la stanza del bambino sia troppo "asettica" poco frequentata, una cosa a parte rispetto agli altri luoghi della casa.
In quella stanzetta lui si sente particolarmente solo.
Sono mie riflessioni, se fanno riflettere un poco anche lei nesono contenta.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7031 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAR 2016

salve sara come detto già dalle mie colleghe a questa età capita spesso che i bambini sentano il bisogno la notte di ricercare le figure genitoriali per sentirsi al sicuro, tuttavia sarebbe utile "educare" il piccolo a dormire nel suo lettino. Fa benissimo a stare con lui prima che si addormenti,ma converrebbe riaccompagnarlo a letto quando si alza. Io spesso negli incontri di parent training che faccio con i genitori suggerisco di lasciare una piccola lucetta accesa perchè spesso i bambini quando si svegliano e la stanza è troppo buia si alzano perchè hanno timore di stare soli al buio. In realtà bisognerebbe capire qual è il motivo che spinge suo figlio ad alzarsi dopo di che trovare strategie che rispondano alle sue esigenze. Purtroppo ogni caso è a se quindi quello che noi suggeriamo qui potrebbe non funzionare con suo figlio, ad ogni modo spero di essere stata chiara e d'aiuto.Buona giornata.

Dottoressa Francesca Barbato Psicologo a Roma

8 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 MAR 2016

Gentile Sara,
i risvegli all'età di suo figlio sono normali, i bambini ora sognano ed elaborano molto durante la notte. Il bambino è abituato a vedere la televisione prima della nanna? Le consiglio di far cenare presto il bambino e fare qualcosa di rilassante nel dopo cena (qualche libretto, delle macchinine, un disegno con mamma e papà); mantenere la ruotine nel lettino di una storia e dirgli che si dorme solo in cameretta, e che non di va sul divano per la nanna. Rassicurarlo che la mamma (o il papà) resteranno con lui fin che non si addormenta... eventualmente dimostrategli che in salotto non rimane nessuno. Se si sveglia nella notte andate da lui ma insegnategli che si dorme nel lettino, eventualmente si porti una poltrona vicino al letto del bimbo e aspetti pazientemente il suo riaddormentamento. E' una fase un po' delicata ed impegnativa ma se portata avanti con dolcezza e fermezza il bambino capirà che si dorme solo a letto (il suo) e un po' alla volta imparerà a ri-addormentarsi da solo senza più chiedere l'intervento dei genitori.
Cordiali saluti
Dott.ssa Sabrina Fontolan

Dott.ssa Sabrina Fontolan Psicologo a Piove di Sacco

203 Risposte

236 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 MAR 2016

Buongiorno Sara, la tua è una difficoltà comune a molte mamme. Cerca innanzi tutto di capire se c'è stato un evento scatenante (un brutto sogno, una malattia...) che gli ha reso difficile il sonno. Cerca di rendere la cameretta il più accogliente possibile e ogni volta che tuo figlio va sul divano tu, amorevolmente, lo riporti in camera spiegando che è quello il luogo della nanna con tono dolce ma fermo.

Dott.ssa Samantha Corzani Psicologo a Cesena

10 Risposte

10 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte