Mia figlia vuole dormire sul divano, le sbarre del lettino non le piacciono

Inviata da marzia · 30 apr 2015 Psicologia infantile

Mia figlia ha 27 mesi. ha sempre dormito nel suo letto, prima addormentata in braccio da me e poi "travasata" nel suo letto. poi a Settmbre 2014 ho impiegato 15 giorni ad insegnarle ad addormentarsi da sola. E lo faceva! Adesso da 1 mese circa, si addormenta nel suo letto (rugnando un po!) poi verso mezzanotte si sveglia e vuol andare a dormire in soggiorno sul divano; e li dorme senza nessun problema.
Mia figlia non ha paura del buio.
Mi dice quando la metto nel suo lettino, con le sbarre, io qua dentro non voglio stare.
Ho provato a non darle la vittoria, ma urla si fa venire i conati di vomito. vuole che io la prenda in braccio e vuol andare in soggiorno.
io l'ho abiuata male...ma volevo dormire tutta la notte!!
cosa devo fare??
grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 MAG 2015

Buongiorno Marzia, i bambini crescono velocemente e con loro anche i loro bisogni. Diversi bambini esprimono difficoltà con le sbarre dei lettini, soprattutto crescendo e questo è dovuto generalmente ad un processo di crescita che si chiama di separazione-indiviuazione. Potrebbe essere che sua figlia stia esprimendo la necessità di allontanarsi e avvicinarsi in autonomia. Naturalmente ciò che viene espresso con il comportamento ha un corrispettivo emotivo/psicologico. Sarebbe interessante, per dare un'indicazione corretta, capire il comportamento di sua figlia durante il giorno e se ci sono stati dei cambiamenti esterni. Sono consulente del sonno dei bambini e dalla mia esperienza, in genere, anche con poche consulenze, a volte una sola, si risolvono situazioni vissute come difficoltose. Lavoro anche on line, per cui se ritiene di approfondire e risolvere la situazione, mi contatti.
Cordiali saluti.

Dott.ssa Daniela Barone Psicologo a Padova

21 Risposte

19 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAG 2015

Grazie a tutti per i consigli.
Per i primi due giorni l'ho fatta piangere per un minuto poi andavo da lei poi mi aspettavo per un minuto e così via. La prima sera l'ho fatto per due volte e ciascuna volta ha impiegato 6 minuti...la seconda sera 5 e 4 minuti.
E Dopo due giorni dorme tutta la notte svegliandosi dolo due volte. Le racconto una favola prima di fare la nanna e poi la coccolo ogni volta che Si sveglia.
Basta soggiorno.
Speriamo continui così!
Grazie per i preziosi consigli!!!!

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAG 2015

Cara Marzia, capisco assolutamente la sua preoccupazione ma anche la sua necessità di dormire. Detto questo, la vorrei rassicurare perchè i bambini nel loro sviluppo cognitivo e comportamentale, cambiano molte volte e con grande rapidità. Io le consiglierei questo escamotage: per un po' di tempo, la accontentii , in modo che la bambina non viva traumaticamente la sua insistenza. Bisogna tenere conto anche che a questa età si sviluppa il concetto dell'io, nel senso che li bambini iniziiano a percepirsi come altro rispetto alla madre, con cui erano fino ad ora in simbiosi, infatti sono tipici di questa età i "no": Dopo qualche tempo, giudicherà lei quanto, provi a fare delle modifiche al lettino, magari acquistarne un altro se può, e magari senza sponde, visto che dorme già sul divano! Oppure le faccia scegliere dei giocattoli morbidi da tenere sul lettino...sia creativa, inventi una nuova possibilità per la sua bambina, sia morbida... se lo desidera può contattarmi on line.

Dott.ssa Anna Agresti
Psicologa Psicopedagogista Psicoterapeuta
Prato

Dr.ssa Anna Agresti Psicologo a Prato

60 Risposte

78 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAG 2015

Buon giorno sig.ra Marzia,
mi permetto di rispondere al suo messaggio pur non conoscendo Lei e sua figlia. Leggendo la Sua esperienza mi sono chiesta perché sceglie di mantenere le sbarre al letto della bambina, che forse Le sta chiedendo di dormire in un letto "libero" che può utilizzare quando è stanca, nel quale entrare ed uscire autonomamente (come può fare col divano). Scegliere e negoziare le regole, far rispettare i limiti o spostarli in base alla crescita e ai nuovi bisogni dei bambini è molto difficile e immagino sia per questo che si pone il problema se “dargliela vinta”, sta a noi adulti trasformare la “battaglia” in un dialogo costruttivo, in cui non si vince e non si perde, ma ci si educa anche rivedendo le regole man mano che il bambino cresce.

cordiali saluti
dott.ssa Wilma Fontanari

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAG 2015

Marzia, provi a raccontarle una favola, la riempia di particolari che possano farla sentire sua e nel racconto aggiunga, per esempio, una bella principessa che adorava il suo castello che ha proprio la forma del suo lettino. Faccia diventare il suo spazio notturno una favola rassicurante e piacevole, funzionerà. Un abbraccio A.B.

Dott.ssa Anna Bruscino Psicologo a Roma

7 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 MAG 2015

Buongiorno signora,
Devo dire che definirei sua figlia determinata e, nonostante la giovanissima età, capace di esprimere un proprio desiderio. A parte ragioni di sicurezza che con il tempo sono state sostituite volendo da altre strategie, non c'è nessun obbligo affinchè sua figlia dorma 'in gabbia'. Se anzi ascoltasse teorie montessoriane, il lettino con le sbarre è stato proprio abolito, in favore di lettini aperti e molto bassi, al massimo con una sponda, da cui non è pericoloso cadere, in cui i bambini possono godere di maggiore autonomia di movimento. Se la sua casa è in sicurezza dal punto di vista di prese di corrente, custodia di farmaci e detersivi (e immagino che lo sia, se non è importante provvedere comunque), non ha motivo di vivere un conflitto con sua figlia su questo. Può anzi condividere il suo desiderio di autonomia e vivere con lei una tappa di crescita. Può acquistare insieme a lei un lettino più a sua misura, senza sbarre e sicuro (basso) spiegandole che effettivamente riconosce il suo essere ormai più grande. Peraltro se la bimba già dorme in divano, ha mostrato di essere capace di dormire in autonomia e senza limiti imposti dagli adulti, a volte inutilmente. Ogni bambino è una piccola persona con desideri, emozioni e personalità e con questo ci si deve confrontare.
A questo punto le auguro un buono shopping con sua figlia per il lettino.
Mara Gallo psicologa Torino

Dr.ssa Mara Gallo - Psicologa Psicologo a Torino

32 Risposte

51 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAG 2015

Buongiorno Marzia, concordo con la collega sul fatto di capire cosa effettivamente non piace a sua figlia del lettino e ritengo utile anche il suggerimento di comprarle un nuovo letto coinvolgendola nella scelta. Anche se è piccola sicuramente apprezzerà di poter partecipare ad una decisione su qualcosa che per lei risulta Importante. Se si addormenta da sola prosegua con questa buona abitudine, ma quando si sveglia di notte invece che portarla sul divano provi a sdraiarsi accanto a lei fino a quando non di riaddormenta. So che ciò puo' risultare faticoso, ma generalmente porta a buoni risultati in un periodo di tempo variabile, ma di solito non troppo lungo. Un caro saluto.
Dott ssa Ilaria Mattioli, Brescia

Dott.ssa Ilaria Mattioli, Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale Psicologo a Cellatica

20 Risposte

23 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAG 2015

Salve Marzia. Le consiglio di migliorare la comunicazione con la bambina. Infatti, è fondamentale che lei, da un lato, esprima la sua opinione al riguardo, ma è anche fondamentale, dall'altro lato, che lei ascolti con attenzione il punto di vista di sua figlia, cercando di immedesimarsi nelle sue emozioni, nelle sue preoccupazioni, nei suoi bisogni. Aprendo un dialogo tra voi basato sull'ascolto attivo, riuscirete insieme a trovare la soluzione migliore per entrambe. Consiglio questo metodo per risolvere ogni tipo di conflitto relazionale.
Cari saluti.
Dott.ssa Maria Concetta Culcasi

Dott.ssa Maria Concetta Culcasi Psicologo a Trapani

69 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAG 2015

Buongiorno Marzia, credo che non ci siano dettami e regole uguali per tutti relativi alla crescita ed educazione dei nostri cuccioli! Penso che la cosa migliore sia il sentire e l'intuizione della mamma, successivi al l'osservazione e all'ascolto del bimbo. Se sua figlia non vuole dormire nel suo letto sicuramente è perché ha timore a farlo, magari si sente sola o ha bisogno del contatto rassicurante con la sua mamma! Provi a chiederglielo in modo semplice affinché lei possa comprendere e rispondere a modo suo! A volte le parole però nn servono, e lei questo già lo sa! Perché prima dormiva ed ora no? Beh, i bimbi crescono e passano delle fasi, assorbono quello che c'è intorno a loro e lo elaborano come possono in base alla loro età. Magari semplicemente è un momento in cui ha bisogno di contatto e sicurezza, il divano glieli dà perché è il luogo in cui siete maggiormente in contatto durAnte il giorno! Io non so, faccio supposizioni, ma se lei osserva e sente la sua bambina, capirà cosa le accade! Insomma cerchi di non pensare che sua figlia ragioni come noi adulti, i bimbi vivono di emozioni! Provi solo a sentirle anche lei, poi deve fare la parte dell'adulto e rendere queste emozioni chiare alla sua bambina, dando loro un nome, spiegandogliele e rassicurandola! I momenti della crescita passano, ma quello che costruisce con sua figlia in questi momenti resta! La aiuti a crescere donandole la sicurezza, anche se questo significa tenerle la mano mentre dorme sul divano! Le assicuro che da grande nn ricorderà la paura del suo letto, ma lei che le teneva la mano! Ma questo sicuramente da buona madre (lei lo è perché si pone delle domande) già lo sa! La saluto Marzia. Dott.ssa Scilla Battiato

Dott.ssa Scilla Battiato Psicologo a Pulsano

11 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAG 2015

Salve Marzia,
se si riuscisse a mettersi nei 'panni' della bambina, sarebbe un ottimo punto di partenza, invece di fare di tutto per convincerla. Già è tanto che non abbia paura del buio.
e pertanto, perché non provi a sacrificarti in una delle notti di tua preferenza, a lasciarla dormire dove vuole in 'santa pace' . Tutt'al più, per debellare la tua ansia, imbottisci in qualche modo il pavimento con qualche tappeto, se già non hai la moquette. Del resto 'prima o poi' le sbarre andrebbero comunque eliminate. Ti suggerisco di tranquillizzarti per il bene della tua bambina. A proposito, perché non frequenta il Nido? Se vuoi continuare il discorso, io rimango a disposizione.
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta in Milano

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

645 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 APR 2015

Mia figlia non mi ha mai detto che non le piacciono le sbarre del lettino, mi ha semplicemente detto che non vuol dormire nel suo lettino. Una delle due sbarre è praticamente sempre abbassata.
Lei mi dice "io dormo nel mio letto", poi appena la metto giù inizia la stessa storia.
Non ha paura del buio, ogni tanto le metto anche una piccola lucina..ma non serve a nulla.
Sarebbe, a mio avviso, troppo piccola per coinvolgerla nella scelta se comprare o non un nuovo lettino. Non capirebbe.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 APR 2015

Mia figlia mi ha solo detto che non le piace stare nel suo letto, non che le sbarre non le piacciono, anzi dorme con una sbarra mai alzata.
Lei mi dice "vado a dormire nel mio letto", poi nel momento in cui la metto comincia la solita storia. Se le chiedo come mai non vuol dormire nel suo letto mi dice che vuol andare in soggiorno.
é troppo piccola, per me, per poter decidere assieme a lei se o non comprare un nuovo lettino, non capirebbe.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 APR 2015

Ha provato a togliere le sponde del lettino? 27 mesi è un'età corretta per un'eventuale cambio di letto. Magari la piccola si sente costretta e ha voglia di "espandersi".
Potrebbe provare a prenderle un lettino medio, se ne trovano anche a prezzi ragionevoli senza sponde, magari ritualizzando questo cambiamento con una festaiola in famiglia (una cena con cibi che ama, un pacchetto con dentro lenzuola nuove colorate che metterete insieme ecc ecc) per festeggiare questo suo desiderio di crescita.

Ci faccia sapere!
Dott.ssa Annalisa Corbo (Cornaredo - MILANO)

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 APR 2015

Buongiorno,
Ha provato a togliere le sbarre del lettino? E' possibile? Non è escluso che la piccola si senta troppo "chiusa" o che cominci a percepirsi troppo grande per le sponde. A quell'età non è fuori luogo fare un cambio di letto. Potrebbe prendere un lettino medio (se ne trovano anche a prezzi ragionevoli) e toglierle i "confini". Potreste anche "ritualizzare" il cambiamento con una piccola festa (una cena con cibi che le piacciono, per esempio) in modo tale che lei percepisca che sente accolta una sua richiesta che ha una direzione verso la crescita. Ci faccia sapere!

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 APR 2015

Buongiorno Marzia,
io proverei a capire che cosa del suo lettino non le piace. Mi sembra di intuire che siano le sbarre del lettino a non lasciarla del tutto tranquilla, credo che questo aspetto andrebbe approfondito per cercare insieme a lei una soluzione che permetta a tutti di dormire sonni tranquilli. Si potrebbe, se effettivamente questo risultasse il problema, ad esempio andare insieme a scegliere un altro lettino, magari con le sbarre più basse o magari di una forma o di un colore che la fanno stare più tranquilla. Coinvolgere la bambina nel processo decisionale mi sembra un passaggio molto importante perché così lei può impossessarsi dei suoi spazi e sperimentare, forse per la prima volta, la libertà di muoversi al loro interno in autonomia.
A presto,
Maddalena Mantelli
Studio Psicologia Gentilino

Studio Psicologia Gentilino Psicologo a Milano

1 Risposta

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24200

domande

Risposte 86900

Risposte