Il mio ragazzo si arrabbia se non vado a trovare sua madre

Inviata da Flo · 7 ott 2022 Terapia di coppia

Salve, sto insieme al mio ragazzo da un 1 anno e 8 mesi. Stiamo bene insieme ma quando si litiga mi offende troppo cosa che io non ho mai fatto verso di lui. I suoi genitori sono divorziati e quindi lui fin da piccolo é stato in mano alla nonna e tutt'ora abita con lei, i genitori sono stati poco presenti nella sua vita fin da quando era piccolino e IO avendolo frequentato e visto sempre a casa della nonna (mamma del papá) mi sento a mio agio e ci vado volentieri. Mentre sua madre abita in un altra casa con il suo compagno e i suoi 2 figli nonché fratellastri del mio ragazzo. In tutto ció saró andata a trovare sua madre rarissime volte e lo stesso anche quando dobbiamo uscire con la compagnia della sorellastra proprio perché non mi sento completamente a mio agio. Infatti ultimamente abbiamo litigato perché la sorellastra ci aveva invitato a cena fuori il sabato con la sua compagnia, io non sono voluta andare mentre lui é andato (non ho nulla in contrario perché nessuno glielo vieta) io invece quella sera sono rimasta a casa e mia madre ha voluto fare una cena con 2 amici nostri. Nonostante sapesse che noi la cena l'avremmo fatta é venuto a trovarmi il venerdi e ci siamo visti un film, serata molto tranquilla. Il sabato invece dopo la cena organizzata dalla sorella ha iniziato a fare il freddo, gli ho chiesto che cosa non andava e lui mi ha iniziato ad offendere dicendo che facevo schifo,ero marcia, insomma una personaccia perché appunto sera prima l'avevo fatto andare da solo a cena con la sorellastra e per di piú non andavo a trovare la mamma. Siamo stati tutta la giornata dalle 11.30 fino alle 20 di sera a botta di insulti per me. Nonostante questo a fine giornata mi ribasso io chiedendogli scusa e che anche lui avrebbe dovuto chiedermela per gli insulti ricevuti, ma non é servito perché le sue risposte sono state che lui voleva stare da solo in questo momento,che la "ferita era ancora troppo profonda" (manco se gli avessi fatto le corna), e mi disse anche una "cosa alla volta promesso". Mi fa male essere stata trattata cosi ma poi per cosa? É un obbligo andare a trovare sua madre e uscire con la sua sorellastra? Non metto in dubbio che faccia piacere peró io ne avevo giá parlato con lui di questa situazione. Io non gli ho mai obbligato a fare niente di quello che non voleva fare. A distanza di 5 giorni, non si é fatto avanti neanche a chiedermi scusa. Io lo amo tanto ma arrivato a questo punto non so se lui ami me.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 OTT 2022

Carissima Flo, dovrebbe usare la parola “ scusa” con molta ponderatezza soprattutto in una situazione come quella che ha descritto. È sicura che amore significhi offendere oppure imporre il proprio volere?

Dott.ssa Erica Raimondo Psicologo a Nocera Inferiore

12 Risposte

4 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 OTT 2022

Gentilissima Flo,
dalla tua lettera si evince che nella vostra relazione ci sono diverse cose sulle quali varrebbe la pena lavorare. Prima di tutto il rispetto da parte del tuo ragazzo che, in qualsiasi relazione, deve essere un punto fermo. Poi c'è la tua difficoltà ad accettare parte della sua famiglia, cosa in se stessa non molto grave, ma che potrebbe celare altri problemi.
A mio avviso, un percorso psicologico di coppia potrebbe essere molto utile per comprendere meglio che cosa vi stia succedendo.
Ti auguro una vita felice
dott Rodolfo Vittori

Dott. Rodolfo Vittori Psicologo a Romans d'Isonzo

122 Risposte

89 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 OTT 2022

Gentilissima Flo, mi chiedo per quale motivo pensa di doversi scusare con una persona che l'ha insultata pesantemente? Il comportamento di questo ragazzo lascia presagire un carattere impulsivo, prepotente, arrogante e assolutamente non aperto al dialogo e all'ascolto dell'altro. Mi domando che cosa ci possa essere di amabile, dal momento che lei lo ama molto, in una persona così. Non possiamo sempre giustificare le persone perché hanno avuto un contesto familiare problematico e, soprattutto, non dobbiamo permettere a nessuno di ferirci, insultarci e svalutarci. Questo non va proprio fatto! Le suggerisco di farsi aiutare da un Professionista a migliorare la sua autostima ed imparare ad amarsi per sentirsi libera di fare le sue scelte e protagonista della sua vita. Le faccio tantissimi auguri. Dott.ssa Daniela Noccioli,

Dottoressa Daniela Noccioli Psicologo a Cascina

415 Risposte

181 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 OTT 2022

Buongiorno gentilissima Flo, innanzitutto grazie per la sua condivisione. Credo che non sia facile capire e comprendere come agire di fronte a situazioni come quella che descrivi. Probabilmente già che ti stai ponendo questi interrogativi potrebbe voler dire che un pò hai intuito che il tuo ex fidanzato possa essere in un momento di difficoltà. Hai mai pensato di intraprendere un percorso di terapia? parlare con uno specialista potrebbe aiutarti in questo senso, ad esplorare ed elaborare meglio le questioni e gli interrogativi che ti stai ponendo.
Resto a disposizione!
AV

Dott.ssa Antea Viganò Psicologo a Pessano con Bornago

357 Risposte

52 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 OTT 2022

Cara Flo, sicuramente il suo ragazzo avrà tanti lati positivi e belle qualità per cui lei afferma di amarlo tanto, ma l'amore non può mai giustificare un insulto o una forzatura della volontà, questo aspetto non si accorda con una relazione in cui i due partner hanno pari dignità. Se a lui fa piacere che tu vada a trovare la madre ed esca con i suoi fratellastri, questo non può essere una imposizione. Sicuramente potete trovare un accordo, ma ci deve essere la volontà di entrambi.
Le auguro lei possa risolvere questa spiacevole situazione valutando anche lei le sue scelte e quello che desidera da una relazione.
Dottoressa Aniela Corsini

Dott.ssa Aniela Corsini Psicologo a San Benedetto del Tronto

114 Risposte

45 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 OTT 2022

Cara Flo, grazie per aver condiviso qui un pezzetto della tua storia.
Da ciò che racconti mi sembra che manchino dei pezzi fondamentali nella vostra comunicazione, l'ascolto ed il rispetto.
Forse può valer la pena contattare un* psicoterapeuta per approfondire meglio cosa vi sta accadendo, cosa in te ti fa essere riluttante all'essere coinvolta in famiglia- cosa non obbligatoria ma che può raccontare qualcosa di te- e cosa spinga lui a passare agli insulti.
Mi rendo disponibile ad ascoltarti, Dottoressa Marta Lanfranco

Dott.ssa Marta Lanfranco Psicologo a Torino

131 Risposte

52 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 OTT 2022

Buongiorno Flo!
Mi dispiace per il malessere che prova, percepisco un forte disagio. Mi sembra che nella vostra relazione ci sia il fantasma dei vostri vissuti non elaborati che influenza le dinamiche con cui interagite e con le quali percepite e agite agli eventi. Le consiglio di farsi seguire da un terapeuta che possa aiutarla in più direzioni: nel faticoso percorso di elaborazione dei propri vissuti che inevitabilmente influenza il modo in cui ci rapportiamo agli altri e nella capacità di riuscire ad entrare maggiormente in contatto con la sfera emotiva personale e altrui, permettendoci di porci in una posizione di ascolto attivo.
Le mando i miei saluti, qualora volesse confrontarsi resto disponibile anche on line.
Buona giornata!

Dottoressa De Magistris Teresa Psicologo a Torino

16 Risposte

5 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 OTT 2022

Cara Flo. Quello che percepisco dalle sue parole è il dover sempre dare molte spiegazioni rispetto ai propri bisogni e alle proprie necessità, in questa coppia, e mi chiedo, anche il suo compagno fa lo stesso? O la sua tendenza è più quella di evadere dalle discussioni, dalla descrizione delle difficoltà. In una coppia, come nella vita, c'è bisogno di equilibrio. Le consiglio di "spiegare" meno, e sentire di più. Sentire qual è il bisogno alla base della richiesta esplicita del suo compagno e di dare a lui tutto il tempo di cui ha bisogno per pensare e esplicitarle i propri bisogni. Il bisogno del suo partner al momento è di riflettere, alla fine di questa riflessione le consiglio di mettere da parte le proprie spiegazioni che credo siano già abbastanza chiare e ascoltare le sue. Dopodiché deve fare delle valutazioni personali su quello che vuole lei da una relazione e dal proprio partner. Se questo può combaciare a quello che le richiede il partner allora non ci sono problemi, se non dovessero incontrarsi i bisogni le consiglio di prendersi a sua volta del tempo per riflettere e capire cosa voglia davvero. Cari saluti,
Dottoressa Renata Maratea

Dott.ssa Renata Maratea Psicologo a Portici

3 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 OTT 2022

Salve Flo, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Credo innanzitutto che sia importante che voi possiate instaurare un dialogo schietto e sincero mediante il quale poter condividere pensieri e vissuti emotivi circa la situazione da lei riportata al fine di trovare soluzioni che possano soddisfare le esigenze di tutti. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Anonimo-181068 Psicologo a Roma

1811 Risposte

530 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21200

psicologi

domande 36400

domande

Risposte 123950

Risposte